Nicky Hayden/ L’omaggio della Superbike a Laguna Seca: giro di pista dei tifosi

- Mauro Mantegazza

Per Nicky Hayden l’omaggio della Superbike a Laguna Seca ha previsto un giro di pista dei tifosi sul circuito dove il centauro americano ha vinto due volte in MotoGp

nicky_hayden_superbike_2017_lapresse.JPG
Nicky Hayden (LaPresse)

La Superbike a Laguna Seca non poteva non rendere omaggio a Nicky Hayden, morto a maggio per un incidente stradale in bicicletta mentre si allenava in Romagna: la prima giornata di gare del Gran Premio degli Stati Uniti che è stato disputato sulla pista californiana si è conclusa con un momento molto toccante. La folla presente, infatti, ha lasciato le tribune per percorrere a piedi un giro di pista per ricordare lo sfortunato Nicky Hayden, grande idolo naturalmente del pubblico di Laguna Seca. Una volta arrivati al celebre Cavatappi”, poi, è stato esposto uno striscione con la scritta “69 World Champion”. In occasione del round americano del Mondiale Sbk, nel quale Nicky Hayden stava correndo fino al tragico incidente che ne ha spezzato la vita, alla famiglia di “Kentucky Kid”, rappresentata dalla mamma Rose, dal fratello Tommy e dalla sorella Jenny, insieme alla fidanzata Jackie, è stato consegnato un riconoscimento in memoria di Nicky.

Ricordiamo che Nicky Hayden, deceduto il 22 maggio scorso presso lospedale di Cesena dopo lincidente del 17 maggio sulle strade adiacenti al circuito di Misano Adriatico, era passato in Superbike a partire dal 2016 dopo una lunghissima carriera nella MotoGp, con la perla del titolo mondiale del 2006 in una carriera caratterizzata da tre vittorie, di cui ben due colte proprio a Laguna Seca nel 2005 e appunto nel 2006, quando Hayden vinse anche ad Assen. Infatti era nato il soprannome di Mostro della Laguna per indicare la forza di Nicky sul circuito di casa, dove è stato inevitabile rendergli omaggio nella prima occasione in cui la Superbike vi ha fatto tappa dopo la tragica morte del centauro americano – ricordiamo invece che Laguna Seca da qualche stagione è uscita dal calendario della MotoGp. Un momento festoso, per ricordare il Kentucky Kid con un sorriso.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori