BATISTUTA E ZOPPO/ Ho dato tutto per il calcio, più di quanto potevo

- Silvana Palazzo

Il dramma di Gabriel Omar Batistuta: “Ho dato tutto per il calcio e oggi fatico a camminare”. Le ultime notizie su Batigol, l’ex attaccante argentino e sulle sue condizioni fisiche

batistuta_wikipedia
Gabriel Omar Batistuta (Foto: da Wikipedia)

Sono ormai pochi i giocatori che vivono per il calcio, Gabriel Omar Batistuta era uno di questi. L’ex attaccante argentino ha dato tanto a questo sport, forse troppo, visto che ora si ritrova a convivere con gravi problemi fisici. Da quando si è ritirato dal calcio ha cominciato ad avere difficoltà a camminare. Delle sue condizioni fisiche ha parlato nell’intervista rilasciata a FIFA 1904, la rivista ufficiale della Federcalcio mondiale. «Non mi sono mai tirato indietro, ho messo sempre il massimo, più di quello che avrei dovuto e potuto, ha dichiarato Batigol, che ha vestito nella sua carriera anche le maglie di Fiorentina, Roma e Inter. I problemi sono cominciati subito dopo l’addio al professionismo: ha cominciato ad accusare forti dolori alle gambe, a causa della mancanza di cartilagine nelle caviglie e per un drammatico logorio dei tendini. «Amo tutto del calcio, la tattica, gli allenamenti, le partite e sono arrivato al punto di compromettere la mia salute per questo, non credo occorra aggiungere altro.

Nell’intervista Batistuta ha parlato però anche di calcio giocato e quindi del panorama calcistico argentino. L’ultimo trofeo che l’Albiceleste ha vinto risale al 1993, quando Batistuta era ancora in campo e con una doppietta al Messico regalava la Coppa America all’Argentina. « incredibile che da allora non abbiamo più vinto un titolo. Sicuramente il fatto di avere la totalità della nazionale che gioca all’estero non aiuta, è un problema in più che abbiamo solo noi e il Brasile. Poi ha parlato di Gonzalo Higuain: «Ha fallito tre chance in tre finali, ma io penso sia stata solo sfortuna. Erano occasioni che lui stesso si era creato. Lionel Messi, invece, gli ha tolto un primato che ha detenuto per tanti anni, cioè il titolo di goleador della nazionale argentina. Batistuta sapeva che la Pulce lo avrebbe battuto, «solo che lo ha fatto troppo presto….



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori