DIRETTA/ Bate Alashkert (risultato finale 1-1) info streaming video e tv: finisce in parità!

Diretta Bate-Alashkert: info streaming video e tv, probabili formazioni, quote, orario e risultato live della partita dell’andata del secondo turno preliminare di Champions League

12.07.2017 - Mauro Mantegazza
pallone_seried_angolo_lapresse_2017
Pronostici Serie B - LaPresse

L’Alashkert non demorde, rimanendo in attacco alla ricerca del pari. Al 71esimo cambio per il Bate: esce Gordeichuk, autore di una prova positiva. Al suo posto entra Volodko. Soltanto due minuti dopo sostituzione per gli ospiti: esce uno stremato Artak Edigaryan, entra Badoyan. Poco dopo terza e ultima sostituzione per il Bate: esce Ivanic, entra Berezkin. Il Bate sembra poter controllare le iniziative avversarie ma al 78esimo ecco il gol del pareggio ospite. Su un cross dalla destra di Dashyan interviene Rios che prova a anticipare Manasyan. Il terzino del Bate però sbaglia e con la punta del piede insacca clamorosamente nella propria porta. Dopo il gol del pari il Bate si riversa in attacco. Khashmanyan si copre: esce Artur Edigaryan, entra Zeljkovic. I bielorussi ci provano con Berezkin ma senza fortuna. Al 92esimo esce Manasyan, entra Nenadovic.

Nessun cambio dopo l’intervallo. Tornano in campo gli stessi 22 del primo tempo. L’Alashkert cerca subito il gol. Daghbashyan trova spazio sulla fascia sinistra e penetra in area. Il terzino si accentra e conclude dai pressi del dischetto, tiro però debole e sneza pretese. Beglaryan blocca senza problemi. Il BATE risponde subito. Ivanic pesca Signevich in area che da posizione favorevole spara alto. Gordeichuk rincara la dose poco dopo. Conclusione violenta ma imprecisa. Al 64esimo sostituzione per il Bate: esce Signevich, entra Tuominen. Sugli sviluppi di un corner gli ospiti sfiorano il pari. Manasyan è il più reattivo di tutti in area ma il suo tentativo a giro si infrange contro l’esterno della rete. Khovosha ci prova poco dopo dalla distanza ma senza fortuna. Partita aperta a ogni scenario.

Nell’ultima parte del primo tempo i padroni di casa hanno alzato vistosamente il proprio baricentro. Al 32esimo Ivanic trova un varco per Signevich che in area di rigore indugia troppo mancando il tiro a rete. Qualche istante dopo ci prova da fuori area Rios. Il suo tiro è potente ma impreciso. Anche Dragun qualche istante dopo lo imita ma la mira non è delle migliori. Al 37esimo Polokovic svetta in area incornando prima di tutti. Il suo colpo di testa termina fuori di pochissimo. Il Bate vede alle corde il proprio avversario e non moll. Al 43esimo arriva il gol del vantaggio. Una lunga azione porta all’inserimento laterale di Rios. Il terzino controlla e angola bene il tiro da dentro l’area. La palla termina all’angolino più lontano beffando Beglaryan. Il primo tempo di Bate Borisov – Alashkert finisce 1-0.

Il Bate Borisov dopo un inizio propositivo decide di ritirare i remi in barca lasciando agli avversari libertà di manovra. Palla al piede gli armeni non riescono a combinare granchè. Idee confuse e troppo elaborate, la difesa del Bate non concede spazi. La squadra bielorussa ci prova in contropiede. Al 18esimo rapida ripartena sulla fascia destra. Gordeichuk viene chiamato al tiro. Conclusione troppo angolata. Beglaryan osserva la sfera uscire lemme lemme alla sua destra. Gli ospiti sembrono soffrire su quella fascia. Poco dopo altro pericolo creato da Gordeichuk. Il suo cross viene intercettato da Voskanyan, senza che riesca a spazzare. Sul pallone vagante si avventa Ivanic che impegna ancora Beglaryan, ancora reattivo e efficace. Il Bate torna a fare la partita facendo circolare palla dalla difesa. Signevich si muove molto in area avversaria, ma ancora non riesce a trovare lo spazio giusto per provarci.

Il tecnico del Bate Aleksandr Yermakovich punta sul 4-3-3. Scherbitski, in difesa da destra verso sinistra Rios, Poliakov, Milunovic e Zhavnerchik. In mediana Dragun e Kendysh, in avanti Gordeichuk, Ivanic e Stasevich a supporto di Singevich. Il mister dell’Alashkert Khashmanyan conferma il 5-3-2 già visto nella sfida a Faro. Tra i pali Beglaryan, in zona difensiva Khovbosha, Stojkovic, Jablan e Daghbashyan. A centrocampo Veranyan, i fratelli Edigaryan mentre in attacco ci sono Manasyan e Dashian. Arbitra Enea Jorji. Inizio di gara piuttosto equilibrato. I bielorussi provano a fare la partita ma gli ospiti propongono un pressing alto che complica loro i piani. Veranyan cerca un’idea in profondità per Manasyan. Il servizio è preciso ma troppo debole. La difesa di casa recupera. Poco dopo il Bate arriva al tiro. Azione manovrata, si inserisce Ivanic che dal limite angola bene spedendo la palla sul fondo non di molto.

Il Bate Borisov che sfida oggi lAlashkert nel secondo turno preliminare di Champions League è una squadra che, come abbiamo sottolineato più volte, ha una lunga tradizione nelle coppe europee; in una di queste partite per esempio Silvio Berlusconi si era innamorato di un certo Vitali Kutuzov, che allepoca aveva 20 anni: lo portò al Milan ma lattaccante in rossonero fece poco, riuscendo però a giocare per nove anni consecutivi in Italia e a segnare il suo buon numero di gol (soprattutto con Avellino e Pisa). Nel Bate Borisovo ha anche giocato, fino al 2013, il centrocampista brasiliano Renan Bressan che ha anche preso la nazionalità bielorussa tanto da giocare 24 partite con questa selezione: piedi buoni e personalità, con il Bate ha vinto due campionati e una Coppa di Bielorussia e ha segnato gol decisivi per i pareggi contro Paris Saint Germain e Milan. Simbolo di una squadra che ha saputo contrastare gli squadroni europei, Renan Bressan è partito nel 2013 con destinazione Russia (allAlanija Vladikavkaz), poi ha giocato in Kazakhstan (Astana, ma è passato anche dallAktobe) e poi ha fatto due anni in Portogallo nel Rio Ave, tornando nel Paese per giocare con il Chaves esaurita lesperienza nellApoel Nicosia. A prendere il suo posto nel Bate Borisov di oggi potrebbe essere Mirko Ivanov, serbo-montenegrino di 23 anni arrivato nel febbraio 2016 dal Vojvodina. (agg. di Claudio Franceschini)

Sarà diretta dallarbitro albanese Enea Jorgji. Ha 32 anni e ha già diretto 182 partite nella sua carriera, ovviamente con predominanza di quelle nel campionato locale (138); fa il suo esordio stagionale, nel 2016-2017 invece aveva diretto 29 partite con una cifra di 141 ammonizioni (praticamente 5 per gara) e anche ben 12 espulsioni con altrettanti calci di rigore assegnati. Si tratta dunque di un direttore di gara piuttosto severo; solo una volta (Luftetari-Flamurtari di campionato) gli è capitato di chiudere senza ammonire nessuno (ma con un rigore fischiato). In campo internazionale ha diretto lo scorso anno nel secondo turno preliminare di Champions League, quando il Salisburgo ha battuto il Liepaja per 1-0; una partita anche nei preliminari di Europa League, la vittoria del Videoton (3-0) contro lo Zaria Balti. Inoltre figura una partita di Youth League (lo spettacolare 3-3 tra Besiktas e Dinamo Kiev: ben 9 i cartellini gialli estratti quel giorno) e due delle qualificazioni agli Europei Under 19, in particolar modo il 5-0 con cui il Belgio aveva vinto in Kazakhstan e nel corso della quale Jorgji aveva ammonito tre giocatori, ne aveva espulso uno e aveva fischiato un rigore, se vogliamo una sintesi delle sue statistiche stagionali come arbitro. (agg. di Claudio Franceschini)

Bate Borisov-Alashket sarà una sfida del secondo turno preliminare di Champions League. Nella massima competizione europea, dopo il primissimo turno preliminare che ha visto scendere in campo anche i campioni dell’Armenia, che hanno avuto la meglio non senza faticare contro gli andorrani del Santa Coloma, iniziano a tornare nomi di squadre conosciuti. Il fischio di inizio della partita alle ore 19.30.

Il Bate Borisov inizia ancora una volta da lontano la sua avventura in Europa a causa dello scarso ranking delle squadre bielorusse, ma negli ultimi anni è stato spesso e volentieri una presenza fissa della fase a gironi di Champions League. Il Bate deve però riscattare il fallimento della campagna europea della passata stagione, in cui subì una doppia eliminazione ai preliminari, prima in Champions League per mano degli irlandesi del Dundalk, quindi in Europa League contro i kazaki dell’Astana, restando dunque fuori dalla fase a gironi di entrambe le competizioni.

Nessun problema invece in patria dove il Bate conquista il titolo bielorusso da undici stagioni consecutive, anche se quest’anno dopo molto tempo si trova ad inseguire, con tre punti di svantaggio alla quindicesima giornata rispetto alla capolista, lo Shakhter Soligorsk. L’Alashkert ha sofferto un po’ per domare il Santa Coloma nel primo turno, ma dopo la vittoria per uno a zero dell’andata, è bastato il gol di Nenadovic per mettere in cassaforte la qualificazione, anche se il gol del nazionale andorrano Ildefons Lima nel secondo tempo ha regalato al Santa Coloma il pareggio nel match di ritorno.

Si giocherà alla Borisov Arena e queste saranno le probabili formazioni dell’incontro: padroni di casa in campo con Scherbitsky tra i pali, il serbo Milunovic, Yablonski, Zhavnerchik e Stasevich in difesa, a centrocampo ci sarà spazio per Gordejchuk, Volodko e Berezkin, mentre in attacco giocheranno nel tridente Polyakov, il finlandese Tuominen e Rios. L’Alashkert risponderà con Beglaryan a difesa della porta, il serbo Stojkovic, Voskanyan e Arakelyan titolari nella difesa a tre, mentre per vie centrali a centrocampo si muoveranno Veranyan, Dashyan e Yedigaryan. Daghbashyan sarà l’esterno laterale mancino con l’ucraino Khovbosha che si muoverà invece sulla fascia laterale opposta. L’altro serbo Nenadovic, come detto in gol nella trasferta ad Andorra, sarà affiancato nel tandem offensivo da Manasyan.

Per quanto riguarda le scelte tattiche dei due allenatori, il mister dell’Alashkert Khashmanyan confermerà il 3-5-2 già visto nella sfida a Faro, casa delle formazioni di Andorra, che ha permesso ai campioni dell’Armenia di passare il primo turno preliminare. Certo, la sfida a Borisov contro una squadra come detto abituata negli ultimi anni ai grandi palscocenici internazionale sarà di tutt’altra pasta. Il tecnico Aleksandr Yermakovich punterà su un 4-3-3 in grado di aggredire gli avversari e consentire al Bate di ottenere un vantaggio sufficiente per affrontare con tranquillità il match di ritorno in Armenia.

Le quote dell’agenzia di scommesse Betclic dimostrano come i pronostici siano nettamente sbilanciati in favore dei bielorussi, la cui vittoria interna viene fissata a 1.14, mentre la quota relativa al pareggio si alza fino a 6.25 e la quota per il successo degli armeni in trasferta moltiplica per 16.00 la posta scommessa. Bate Borisov-Alashkert, mercoledì 12 luglio 2017 alle ore 19.30, non sarà disponibile in diretta tv oppure in diretta streaming video via internet in Italia, dunque il riferimento fondamentale per gli appassionati di calcio sarà il live timing sul sito della Uefa.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori