PRONOSTICI WIMBLEDON 2017/ Le quote e le scommesse sulle partite dei quarti: chi vincerà il torneo?

- Claudio Franceschini

Pronostici Wimbledon 2017: le scommesse sulle partite che si gioca mercoledì 12 luglio. Quarti di finale maschili: Federer ritrova Raonic, Djokovic sfida Berdych, per Murray c’è Querrey

Muller_Wimbledon_lapresse_2017
Gilles Muller: a Wimbledon 2017 ha ancora i pronostici contro... (LaPresse)

Chi vincerà Wimbledon 2017? Arrivati ai quarti di finale, è tempo di andare a vedere quali siano i pronostici legati ai singoli giocatori che animeranno la giornata Atp. Scopriamo che Bwin, una delle tante agenzie con le quali si può scommettere su Wimbledon, quota ovviamente Roger Federer come grande favorito: la quota per lo svizzero campione per lottava volta a Londra è di 2,29, Seconda posizione per Novak Djokovic: il serbo vince la sfida specifica con Andy Murray, che è il campione in carica. Siamo a 3,30 per la vittoria di Nole, a 3,90 per il successo dello scozzese. Un altro giocatore è quotato sotto i 10: si tratta di Marin Cilic, che è il quarto giocatore tra i presenti ai quarti maschili ad aver già trionfato in uno Slam e che ha una quota di 6,50. Per tutti gli altri si arriva su cifre più alte: Milos Raonic, finalista nel 2016 dopo aver battuto quel Federer contro cui torna a giocare oggi, ha una quota di 14,00; è di 18,50 quella per Gilles Muller, che ha battuto Rafa Nadal e dunque è salito davvero tanto nelle previsioni degli addetti ai lavori, arrivando a staccare un Tomas Berdych che arriva con 34,00. Il grande colpo sarebbe scommettere su Sam Querrey vincitore di Wimbledon 2017: si vincerebbe 51,00 volte la somma messa sul piatto. Certo lamericano dovrebbe eliminare Murray, poi uno tra Muller e Cilic e infine, in finale, battere molto probabilmente Federer o Djokovic (agg. di Claudio Franceschini)

Cè una partita che nei pronostici di Wimbledon 2017 è più chiusa delle altre, almeno andando a guardare i precedenti: quella tra il numero 2 del mondo Novak Djokovic e la testa di serie numero 11 Tomas Berdych. Il ceco è un veterano del torneo e non è la prima volta che si trova a questi livelli, ma il dato dei precedenti contro Djokovic rappresenta la summa della sua carriera: in 27 incroci ha vinto appena due volte. Un Berdych che, come abbiamo già detto, è sempre mancato nei momenti decisivi, quando si trattava veramente di fare il salto di qualità che gli avrebbe permesso di vincere gli Slam o magari anche solo giocare qualche finale in più della singola che ha a referto. Attenzione però: questa finale, il ceco lha disputata a Wimbledon (nel 2010) e per arrivarci aveva fatto fuori proprio Djokovic. Il quale però non era ancora il dominatore che sarebbe diventato solo lanno dopo: il serbo aveva vinto solo agli Australian Open – sia pure per tre anni consecutivi. Le quote Snai ci dicono che la vittoria di Nole è quotata 1,22 contro il 4,35 che accompagna il successo di Berdych; come abbiamo detto il pronostico parla a favore del serbo, ma non si può mai dire. (agg. di Claudio Franceschini)

Cosa ci dice la Snai riguardo i pronostici per Wimbledon 2017? Lagenzia di scommesse ha quotato le quattro partite dei quarti di finale Atp: diamo allora uno sguardo a quelle che sono le quote più redditizie. Per quanto riguarda il segno 1, spicca il 4,55 legato alla vittoria di Gilles Muller su Marin Cilic: tutto sta nel capire se il lussemburghese abbia ancora da dire qualcosa dopo lo strepitoso successo su Rafa Nadal, se pensate che il gigante di 34 anni sia in missione e possa battere anche un Cilic che parte nettamente favorito, questa scommessa potrebbe fare per voi. Si potrebbe invece vincere 5,25 volte la somma messa sul piatto puntando sul segno 2 in Murray-Querrey: tra tutte, questa rimane forse la partita più pronosticabile sulla carta, perchè di fronte ci sono il numero 1 del mondo, campione in carica e due volte vincitore a Wimbledon, e lamericano che è testa di serie numero 24 e non ha affrontato un calendario troppo probante (anche se ha eliminato Tsonga). A questo proposito, sembra difficile ipotizzare che Querrey possa vincere in addirittura tre set, perl se dovesse farlo la vincita sarebbe di 21 volte la cifra che avrete deciso di investire (agg. di Claudio Franceschini)

Eccoci arrivati ad un nuovo appuntamento con i pronostici di Wimbledon 2017: mercoledì 12 luglio la giornata è dedicata ai quarti di finale del torneo maschile. Otto giocatori vanno a caccia del titolo: tre lo hanno già vinto, il quarto ha uno Slam in bacheca, ce ne sono un quinto e un sesto che hanno se non altro disputato una finale Major mentre gli ultimi due giocatori sono delle sorprese. Come andranno a finire queste sfide? Le possiamo analizzare nello specifico, provando a tenere conto di tutti i fattori in gioco. E dunque, ecco i nostri pronostici per le quattro partite dei quarti di finale Atp a Wimbledon 2017, con la speranza ovviamente che, a prescindere da chi vincerà, lo spettacolo in campo possa essere degno del momento che ci accingiamo a vivere sullerba dellAll England Lawn Tennis Club. 

Primo match sul campo centrale. Andy Murray sorride: leliminazione di Rafa Nadal gli ha tolto di mezzo la semifinale più complicata e la strada ora è più in discesa di prima. Pure, è ricca di insidie: a cominciare da questo match contro Sam Querrey, una grande sorpresa che è comunque nel seeding del torneo (numero 24) e per arrivare fino a qui ha eliminato Tsonga e Anderson. Il numero 1 del mondo, che è anche campione in carica, è nettamente favorito: per la superficie, per il livello generale, per lesperienza a questi livelli, per i precedenti che sono 7-1 in suo favore (Querrey lo ha battuto a Los Angeles ormai sette anni fa). Lamericano ricorda il giorno in cui a Parigi-Bercy rimontò Djokovic da 0-6 0-4, forse il momento più alto della sua carriera; ricorda due ottavi agli Us Open, ma per il resto sa bene che gli servirà non solo la partita perfetta, ma anche un calo da parte di Murray. Psicologico – e ci può stare, conoscendo lo scozzese; fisico, possibile vista unanca malmessa. Pronostico, in ogni caso, per una vittoria di Murray in quattro set (al massimo).

Primo match sul campo 1. Difficile capire come possa andare questa partita: a bocce ferme diremmo che Marin Cilic è nettamente favorito, ma Gilles Muller due giorni fa ha completato il suo capolavoro inchiodando Rafa Nadal e battendolo per 15-13 al quinto set. Dimostrando tenuta mentale (era sopra due set a zero prima di farsi rimontare), sangue freddo e grande qualità di gioco, perchè i colpi visti in campo non sono stati affatto male. Cilic non è Nadal, ma è anche vero che il grande problema di questi giocatori che arrivano a risultati sorprendenti è la capacità di confermarsi; tradotto, inconsapevolmente Muller potrebbe sentirsi appagato e non approcciare il quarto di finale con la giusta grinta e lucidità. Per di più Cilic è un vincitore Slam, più volte è stato in semifinale e in queste due settimane ha dimostrato di saper domare anche lerba. A meno che Muller non sia davvero nei 15 giorni della vita, e dimostri di esserlo fino in fondo, il pronostico tende dalla parte del croato ed è anche piuttosto inevitabile. Essere smentiti sarebbe comunque la continuazione della grande favola lussemburghese.

Secondo match sul centrale. Come la mettiamo con questo quarto? Roger Federer ci arriva da favorito dobbligo, perchè Wimbledon è il giardino di casa sua, ha vinto 7 volte questo torneo, nessuno ha vinto più Slam di lui,  insomma è Federer con laggiunta del ritorno ai suoi livelli migliori e di quattro turni vinti passeggiando. Cè un però: Milos Raonic gli ha fatto lo scherzetto già un anno fa quando nessuno pensava che il canadese potesse avere la meglio sul Re, non in una semifinale Slam sapendo che dallaltra parte, al match per il titolo, non ci sarebbe stato Djokovic. Raonic ha vinto gli ultimi due precedenti contro Federer: un dato anche questo. Sicuramente la sfida è la più intrigante di tutte, anche perchè porta con sè almeno due suggestioni: Federer può diventare il primo giocatore di sempre a vincere Wimbledon per otto volte, Raonic sarebbe il primo giocatore nato negli anni Novanta a mettere in bacheca uno Slam. Il pronostico dice Federer: non può essere altrimenti. Ci sbilanciamo, e diciamo che Roger non avrà bisogno di giocare il quinto set: questanno ha vinto tutto e sembra davvero essere in missione per amplificare ancor più la sua leggenda.

Secondo match sul campo 1. Attenzione a Tomas Berdych: attenzione a un giocatore che in passato è stato capace di giocare una finale a Wimbledon (2010) e che negli ultimi dieci anni è sempre stato nelle primissime posizioni del ranking Atp, rappresentando una presenza costante. Il problema del ceco è che quando si tratta di fare il passo in più si scioglie: un difetto mai limato e che gli ha condizionato tutta la carriera, impedendogli di vincere molto più di quello che effettivamente ha fatto. Novak Djokovic gioca per il quarto titolo a Wimbledon: finora ha sostanzialmente dominato tutti gli avversari e sembra essersi lasciato alle spalle mesi difficili e segnati da propositi di ritiro. Forse il titolo vinto a Eastbourne gli ha fatto davvero bene, forse Andre Agassi è stato molto più utile di quanto possa sembrare, forse semplicemente Djokovic ha schiarito la mente e sta giocando a briglia sciolta, e sappiamo bene che quando è così si batte difficilmente. Il pronostico su questo quarto di finale? Mettiamola così: Berdych giocherà una signora partita e avrà tante occasioni, ma alla fine in semifinale ci andrà Djokovic, probabilmente concedendo almeno un set al suo avversario.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori