Pronostico vincitore Wimbledon 2017/ Semifinali maschili: Nicola Pietrangeli punta su Federer (esclusiva)

- int. Nicola Pietrangeli

Pronostico Wimbledon 2017, intervista esclusiva con Nicola Pietrangeli: il commento e l’analisi sulle semifinali maschili. Federer-Berdych e Querrey-Cilic: le sfide si giocano venerdì

Federer_pugno_Wimbledon_lapresse_2017
Roger Federer torna numero 1 del mondo (Foto: LaPresse)

PRONOSTICO VINCITORE WIMBLEDON 2017: NICOLA PIETRANGELI SCOMMETTE SU FEDERER! (ESCLUSIVA) –

Saranno Federer-Berdych e Querrey-Cilic le semifinali maschili di Wimbledon 2017: sfide a sorpresa se vogliamo, perchè nessuno si aspettava che sia Andy Murray che Novak Djokovic, oltre ovviamente a Rafa Nadal – che però non arriva in fondo da tempo in questo torneo – mancassero l’accesso alla semifinale. C’è sempre Roger Federer però: l’eterno grande Federer, che adesso ha davvero una grandissima occasione per mettere le mani sull’ottavo titolo ai Championships che sarebbe anche il diciannovesimo Slam, a prosecuzione di un 2017 straordinario che lo ha già visto trionfare agli Australian Open e nel Sunshine Double Indian Wells-Miami. Wimbledon però promette ancora sorprese: Sam Querrey gioca la prima semifinale in uno Slam a quasi 30 anni, Marin Cilic è nuovo alla semifinale di Wimbledon ma due anni e mezzo fa aveva trionfato agli Us Open, e non va dimenticato che Tomas Berdych da queste parti ha già strapazzato Federer e una finale l’ha disputata. Per presentare l’atto finale del torneo più prestigioso del mondo, per un pronostico e un punto sulle due semifinali maschil a Wimbledon 2017, IlSussidiario.net ha contattato in esclusiva il grande ex tennista Nicola Pietrangeli. 

Semifinali sorprendenti con Federer-Berdych e Querrey-Cilic: se l’aspettava? In effetti sono semifinali sorprendenti ad eccetto di Federer che non è mai una sorpresa quando arriva tra i primi, in semifinale, in finale.

Murray e Djokovic messi fuori dagli infortuni, il Djokovic visto qui avrebbe potuto vincere senza il problema al braccio? Con i se e con i ma non si arriva a niente, bisogna prendere quindi atto dei risultati visti finora a Wimbledon.

Federer dove potrebbe essere messo in difficoltà da Berdych? Ovviamente dal servizio, ma visto come ha risposto a Raonic sarà difficile per Berdych giocare contro Federer anche se dovesse rendere al massimo nei suoi turni battuta.

A 35 anni il tennista svizzero rischia di essere ancora il vincitore di Wimbledon… Il punto è che con lui tutte le categorie “normali” cadono: Federer sembra essere venuto dalla luna, è una sorta di Superman del tennis e quando non giocherà più ne sentiremo la mancanza…

Una domanda difficile: più forte lui o Rod Laver? I paragoni tra epoche diverse sono improponibili e non si possono fare. Certo si può dire che Laver è stato in grado di fare il Grande Slam di calendario in due diverse occasioni, e probabilmente se non si fosse fermato per giocare da professionista ne avrebbe potuti centrare altri due. Questo senza nulla togliere a Federer…

Cosa si aspetta dalla semifinale tra Querrey e Cilic? A Wimbledon può capitare di tutto, e nel tennis le sorprese sono sempre possibili: Cilic ha vinto uno Slam nella sua carriera, però…

Ci sono tre Over 30 e un quasi ventinovenne nelle semifinali di Wimbledon 2017: come mai non si riesce a cambiare definitivamente generazione? Il fatto che siano sempre i giovani a dover vincere non è così scontato: a volte sono i veterani che hanno la meglio, anche a lungo?

Si aspetta incontri spettacolari o tanta noia? Si affrontano quattro giocatori “boscaioli”, nel senso che tirano grandi bordate da fondo campo: questo sarà il tema portante delle due semifinali.

Che giudizio dà degli italiani visti a Wimbledon 2017? L’unico che avrebbe potuto davvero vincere era Fognini. Camila Giorgi è ancora relativamente giovane e ha margini di crescita, ma con la Ostapenko ha gestito davvero male la situazione: era in vantaggio in entrambi i set e li ha persi.

Chi vincerà Wimbledon 2017? Speriamo tutti che a vincere sia Federer. E’ un grande campione e un signore dentro e fuori dal campo.

(Franco Vittadini)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori