DIRETTA/ Fiorentina-Trentino Team (risultato finale 11-0) info streaming video e tv: finisce qua! (amichevole)

- Claudio Franceschini

Diretta Fiorentina Trentino Team: info streaming video e tv, probabili formazioni, orario e risultato live della partita amichevole che la squadra viola gioca nel ritiro di Moena

Pioli_Fiorentina_maglia_lapresse_2017
Diretta Fiorentina Parma - LaPresse

Al 62esimo i viola realizzano il decimo gol di giornata. A realizzarlo è Cristoforo direttamente da calcio di punizione. La Fiorentina gioca bene proponendo un giro palla arioso e in grado di coinvolgere tutti gli interpreti in campo. Arriva nel frattempo pure l’11-0. Il pallone rinviato dalla difesa avversaria sbatte sul piede di Maganjic per poi infilarsi lentamente nell’angolino basso. Rete fortunata per la squdra di Pioli. La Fiorentina va ancora vicina al gol in due circostanze: prima Gori non trova l’attimo giusto per concludere a rete dall’interno dell’area di rigore, poi Milic non riesce ad inquadrare lo specchio con un tiro dalla sinistra. Nel finale si mette in mostra anche Diakhate: bellissimo il tiro al volo del centrocampista che incrocia di destro col pallone di poco al lato. La Fiorentina vince e convince.

La Fiorentina opera molti cambi rispetto alla prima frazione di gioco. Il modulo di riferimento è il 4-2-3-1. Tra i pali Tatarusanu, in difesa Diakhate, Illanes, Ranieri e Milic. Mediana composta da Sanchez e Cristoforo mentre in attacco troviamo Baez, Schetino e Maganjic in supporto di Gori. Quest’ultimo trova subito il gol ma l’arbitro annulla per fuorigioco: l’attaccante aveva depositato in rete di petto da distanza ravvicinata. Ancora Gori pericoloso con un colpo di testa da dentro l’area di rigore su preciso cross di Milic dalla sinistra. Il pallone finisce altro sopra la traversa. Al 55esimo arriva la settima rete della Fiorentina con Schetino, bravo a ribattere in rete il pallone di testa dopo il palo di Cristoforo dalla distanza. Poco dopo arriva anche l’ottava rete con Gori abile ad incrociare un bel tiro dalla sinistra dell’area di rigore. La Fiorentina dilaga. Baez piega le mani al portiere con un violento tiro dai 30 metri.

Fiorentina vicina al quinto gol: bella l’azione di Ianis Hagi che si libera nello stretto di due avversari e fa partire un tiro che si spegne al lato del palo difeso dal portiere avversario. Tra le note negative di questo primo tempo viola c’è probabilmente Rebic: l’attaccante spreca un’altra occasione per andare in rete dopo aver saltato il primo avversario. Pallone in calcio d’angolo. I viola giocano con sicurezza lasciando le briciole all’avversario, troppo inferiore. Al 44esimo il gol del 5-0. Babacar sforna un destro secco in corsa dopo una bella azione di Meli sfruttando le incertezze della difesa. La squadra di Pioli non molla e prima dell’intervallo riesce a trovare il gol del 6-0. Ci pensa ancora Hagi, bravissimo a incrociare il tiro da dentro l’area battendo inesorabilmente il portiere avversario.

La Fiorentina cresce migliorando il possesso palla e seguendo le direttive di Pioli, impegnato molto in panchina. Al 15esimo arriva il gol del raddoppio. Hagi fa irruzione in area di rigore e da posizione defilata fa partire un violento tiro di controbalzo su cui il portiere non può nulla. I viola non sono sazi e dopo appena 3 minuti trovano un altro gol. Sugli sviluppi di un calcio d’angolo Astori fa la torre liberando Vitor Hugo. Per il neo difensore viola è un gioco da ragazzi posare la palla in rete da due passi. Al 24esimo arriva la prima azione offensiva per il Trentino Team, vicinissimo al gol su punizione: bravissimo Sportiello che toglie il pallone destinato all’incrocio dei pali. La risposta della Fiorentina non si fa attendere ed ecco servito il 4-0.  Sciagurato errore in disimpegno della difesa del Trentino che perde il pallone su pressione di Badelj: assist facile per Meli e tap-in altrettanto semplice.

Fiorentina in campo con il 4-2-3-1. Tra i pali Sportiello, linea difensiva composta da Tomovic, Hugo, Astori e Maxi Olivera. In mediana Badelj e Vecino. In attacco spazio ai giovani con Meli, Hagi e Rebic in appoggio a Babacar, unica punta. Il Trentino Team, rappresentativa regionale under 23, si schiera invece con il 4-2-4. In porta Bertè, Armani, Baccega, Bianchi e Biscaro in zona difensiva. Bugna A. e Bugna M. in mediana mentre in attacco troviamo Caliari, Carpi, Cerda e Covi. Dopo pochi minuti la Fiorentina passa subito in vantaggio. Dopo appena 2 minuti Maxi Olivera sorprende il portiere avversario con un tiro rasoterra da fuori area senza pretese. Dopo l’1-0 sono i viola ad andare vicini ancora al gol. Babacar viene liberato solo davanti al portiere ma spedisce il pallone sopra la traversa sprecando un disattenzione della difesa del Trentino. Si fa vedere anche Vecino. Il centrocampista si rende pericoloso con un tiro dalla distanza deviato a fatica dal portiere Bertè.

Comincia: per la squadra viola si tratta della seconda amichevole estiva, a distanza di tre giorni dal 7-0 al Val di Fassa. Una partita nella quale si sono messi in particolare luce i tanti giovani di cui Stefano Pioli si deve al momento servire, vista lassenza dei big e lincertezza su quella che sarà la rosa del futuro. Anche sul modulo non ci sono certezze: il tecnico emiliano ha approcciato la prima amichevole con il 4-2-3-1 che era il sistema utilizzato da Paulo Sousa nelle ultime due stagioni (al netto dei passaggi saltuari alla difesa a tre), ma nelle corde del nuovo allenatore della Fiorentina cè sicuramente anche il 4-3-3, e magari la linea arretrata con tre centrali che si è vista anche lo scorso anno quando Pioli allenava lInter. Chiaramente queste partite destate, soprattutto contro piccole realtà locali, servono soprattutto per provare a testare varie situazioni legate a nuovi acquisti, intesa tra giocatori e moduli; anche oggi dunque contro il Trentino Team sarà sperimentazione per la Fiorentina. Dunque parola al campo: lamichevole odierna della squadra viola, ancora una volta a Moena, sta per cominciare. (agg. di Claudio Franceschini)

La Fiorentina si è rivelata nella prima amichevole estiva, ma non è ancora quella che Stefano Pioli ha in testa: parlando dopo la partita contro il Val di Fassa, il tecnico emiliano ha parlato di una formazione che ha fatto bene e giovani che stanno facendo quello che chiedo loro, ho apprezzato latteggiamento e la voglia di fare. Poi lo squillo alla società: Ho già fatto presente che voglio la squadra al completo il prima possibile: alcune situazioni si devono chiarire presto. Inevitabile il riferimento a quegli elementi della rosa ancora in bilico: da Nikola Kalinic a Federico Bernadeschi. A proposito dellattaccante croato, che sembra in procinto di passare al Milan, il tecnico della Fiorentina ha detto di aver scambiato qualche parola con lui: Si è dimostrato molto disponibile, ma la situazione resta da definire. Qualche commento speso sui singoli: di Matias Vecino, Pioli ha detto che la sua posizione è quella tra i due mediani, ma proveremo altro in altre partite. Di Ianis Hagi lallenatore ha invece detto che ha grande qualità, ma va valutato. E sul nuovo acquisto Vitor Hugo: Viene da un calcio diverso dal nostro ma è attento e osserva; sta imparando la lingua e sono convinto che abbia i mezzi per diventare un buon difensore. Particolare importante, visto che Pioli ha poi sottolineato limportanza dellattenzione nella fase difensiva. (agg. di Claudio Franceschini)

Ci sarà anche Ante Rebic nella Fiorentina che oggi sfiderà il Trentino Team. Già protagonista dellamichevole contro il Val di Fassa, Rebic è un ritorno in viola: era arrivato nel 2013 dal RNK Spalato, 4,5 milioni di euro e cinque anni di contratto per un giocatore del quale si parlava benissimo. Tuttavia, Vincenzo Montella gli ha raramente trovato spazio: in quella stagione Giuseppe Rossi aveva iniziato fortissimo, la Fiorentina volava in alta classifica e per un ventenne non era facile affermarsi. Prestito al Leipzig – allora ancora in Zweite Bundesliga, rientro per fermarsi appena sei mesi (7 partite e un gol, realizzato in Serie A), quindi due prestiti consecutivi con il Verona (10 partite di campionato) e lEintracht Francoforte, dove finalmente Rebic ha trovato spazio (23 gare giocate tra campionato e Coppa di Germania). Oggi rientra sulle sponde dellArno: Stefano Pioli lo vuole testare con calma perchè, a 24 anni e dopo aver maturato maggiore esperienza, Rebic potrebbe essere un giocatore importanti per le sorti della Fiorentina, soprattutto se davvero Federico Bernardeschi dovesse partire e lasciare scoperto un ruolo sullesterno. Anche per questo motivo Rebic sarà un osservato speciale nellamichevole odierna, anche se si tratta solo di calcio di metà luglio e le indicazioni definitive dovranno essere prese in seguito. (agg. di Claudio Franceschini)

Nella prima amichevole estiva della Fiorentina, Stefano Pioli ha avuto modo di testare diversi giovani dai quali ha avuto sicuramente ottime risposte. Sono di fatto i protagonisti della scorsa stagione, quelli che hanno raggiunto la finale scudetto con la Primavera: in particolare si sono distinti due esterni offensivi che hanno dato velocità e qualità alla manovra. Riccardo Sottil, eroe della semifinale contro la Juventus di Fabio Grosso, è un classe 99 che gioca indifferentemente sulle due corsie: lo scorso anno Federico Guidi lo schierava prevalentemente a sinistra, Pioli per la prima amichevole dellanno lo ha invece fatto giocare sulla fascia opposta con Rebic sul versante mancino del campo Nel secondo tempo si è visto anche Josip Maganjic: croato coetaneo di Sottil, aveva iniziato la stagione nellHajduk Spalato. Utilizzato non tantissimo da Guidi – soprattutto come laterale sinistro nel tridente offensivo – Maganjic è comunque riuscito a segnare 4 gol in campionato e uno in Coppa Italia, e anche nellamichevole di ieri ha fatto intravedere lampi di qualità. Letà è ancora verdissima, ma Pioli potrebbe comunque decidere di trovare spazio per entrambi nelle prime uscite ufficiali che la Fiorentina effettuerà per il 2017-2018. (agg. di Claudio Franceschini)

Fiorentina-Trentino Team è la seconda amichevole che la squadra viola disputa in questa estate: alle ore 17:30 di sabato 15 luglio altro impegno presso Moena, sede del ritiro della formazione gigliata, contro una formazione locale che precederà di quattro giorni una partita amichevole contro il Trento, prima di aprire ad altre sfide sicuramente più probanti. Allesordio stagionale la Fiorentina ha segnato 7 gol contro il Val di Fassa Team: Stefano Pioli ha potuto trarre buone indicazioni dalla sgambata e in particolare ha potuto apprezzare il buon lavoro dei giovani, che in questo momento rappresentano unimportante linfa e supporto per la rosa.

A oggi la Fiorentina è un cantiere aperto: cè un solo volto nuovo nel ritiro di Moena, il difensore brasiliano Vitor Hugo arrivato dal Palmeiras, per il resto i giocatori a disposizione di Pioli sono gli stessi della scorsa stagione. Anzi: la società ha già fatto registrare partenze importanti (Gonzalo Rodriguez che non ha rinnovato, Borja Valero finito allInter) e altri potrebbero partire, da Nikola Kalinic sostanzialmente promesso al Milan a Federico Bernardeschi, per il quale la Juventus sta trattando alacremente.

Ci sono insomma tanti punti di domanda sulla Fiorentina che inizierà la stagione 2017-2018, e allora i giovani del vivaio potrebbero essere una buona risorsa. La Fiorentina aveva già giocato lo scorso anno contro il Trentino Team: si era trattato della prima amichevole della stagione e i viola avevano vinto con un netto 10-1, ottime prove da parte di Giuseppe Rossi e Mauro Zarate.

Per quanto riguarda la formazione con cui Stefano Pioli scenderà in campo oggi, è possibile che si riveda il 4-2-3-1 ma magari con qualche interprete diverso rispetto agli undici che hanno iniziato mercoledì. In porta Sportiello, con Vitor Hugo e Illanes da difensori centrali mentre sugli esterni potrebbe essere il momento del giovane Luca Ranieri (a sinistra), a destra confermato Tomovic. In mezzo probabile linserimento di Diakhate insieme a uno tra Cristoforo e Vecino; Ianis Hagi alle spalle della prima punta (dovrebbe essere ancora Gabriele Gori), Maganjic questa volta potrebbe partire titolare con Rebic dallaltra parte. In panchina dunque Riccardo Sottil, uno dei protagonisti nella scorsa stagione della Primavera e già in evidenza nel corso della prima amichevole.

Non è prevista una diretta tv per lamichevole estiva tra Fiorentina e Trentino Team ma, salvo variazioni di programma, tutti i tifosi e gli appassionati potranno assistere alle immagini da Moena con la diretta streaming video garantita da it.violachannel.tv, sito ufficiale della società viola.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori