SCHICK ALL’INTER/ Calciomercato, contratto da 5 anni a 2 milioni: c’è intesa

- Silvana Palazzo

Schick all’Inter? Incontro con la Sampdoria, che apre ad un piccolo sconto. Nell’affare non entreranno Santon e Ranocchia. Le ultime notizie di calciomercato sul futuro dell’attaccante

patrik_schick_sampdoria_lapresse_2017
Infortunio Schick, le ultime notizie (Foto: LaPresse)

Continuano a delinearsi i particolari della trattativa che sta portando il giovane talento della Sampdoria, Schick, all’Inter, alla corte di Luciano Spalletti. Dopo aver trovato l’acccordo col il presidente Ferrero, Sabatini e Ausilio hanno incontrato l’agente del calciatore per trovare l’accordo economico e per definire le condizioni del contratto. Pare che l’accordo sia stato praticamente raggiunto sulla base di un contratto lungo di 5 anni a due milioni netti all’anno, bonus esclusi. Il calciatore, raggiunto al telefono, ha confermato la disponibilità a firmare l’accordo per unirsi il prima possibile alla suqdra che si trova in Cina per proseguire la preparazione. Per l’ufficialità mancano solo le visite mediche: particolare non da poco che dovrebbe fare uce su quanto accaduto tra Schick e la Juventus. 

SCHICK ALL’INTER: PRONTO IL COLPO DI CALCIOMERCATO

UN AFFARE DA 30 MILIONI

E il primo grande colpo di calciomercato di Sabatini è arrivato, un affare da 30 milioni: si chiama Schick, ed è uno di quei colpi che di più piacciono al neo ds dell’Inter. Giocatore giovane e pieno di talento, che bene farà in coppia con Icardi. Toccherà a Spalletti fargli fare il salto di qualità, soprattutto dal punto di vista tattico. Ironia della sorte il matrimonio tra Schick e Sabatini-Spalletti arriva con un anno di ritardo visto che la scorsa estate la Roma fu vicinissima a prendere l’attaccante per pochi milioni ma alla fine lasciò campo libero alla Sampdoria che chiuse l’operazione in poco tempo. Forse tutto saltò per uno screzio tra Pallotta e l’allora direttore sportivo della Roma che ormai da tempo erano ai ferri corti. Ora ci sarà da attendere le visite mediche e magari, con sorpresa di tutti, scopriremo che il calciatore è miracolato e sta bene. Come ha fatto ben intendere poco fa lo stesso presidente della Sampdoria. Di certo il dietrofront repentino della Juventus fa pensare male in tutti i sensi…

IL PRIMO GRANDE COLPO DI SABATINI

L’Inter non resta a guardare ed è pronta a sbloccare la sua sessione estiva di calciomercato con l’acquisto di Patrick Schick. stata una giornata frenetica per la società nerazzurra, che è vicina a chiudere l’operazione con la Sampdoria. Poco fa, come riportato da Sky Sport, è terminato l’incontro tra l’Inter e la dirigenza blucerchiata, rappresentata dall’avvocato Antonio Romei e dal direttore sportivo Carlo Osti. L’eventuale trasferimento sarebbe comunque legato all’esito delle nuove visite mediche a cui verrà sottoposto l’attaccante ceco dopo il periodo di riposo che gli è stato imposto.

NELL’AFFARE PER IL CECO SANTON E RANOCCHIA?

Immortalati all’ingresso della sede dell’Inter dalle telecamere di Sportitalia, i due dirigenti potrebbero aver discusso di altri giocatori per coinvolgerli nella trattativa. Non è da escludere, ad esempio, che sia stato fatto il nome di Davide Santon, che potrebbe passare in prestito alla corte di Marco Giampaolo. Proprio quest’ultimo comunque in un’intervista rilasciata a Premium Sport aveva aperto le porte al ritorno di Patrick Schick dopo la retromarcia della Juventus: «Cè tanta confusione su questa vicenda, ma mi dicono che comunque non sia nulla di preoccupante. Ovviamente sarei contento se tornasse da noi, anche se molto dipenderebbe dalle sue motivazioni. Premium Sport però fa anche il nome di Andrea Ranocchia e spiega che l’affare potrebbe chiudersi su cifre leggermente inferiori rispetto a quelle concordate con la Juventus.

Intanto Antonio Romei gioca a “nascondino”: l’avvocato della Sampdoria all’uscita dalla sede dell’Inter ha negato di aver discusso con l’Inter di Schick. L’uomo di fiducia del presidente blucerchiato, Massimo Ferrero, come riportato da FcInter1908, ha dichiarato: «Non abbiamo parlato del giocatore. Una risposta di circostanza?



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori