DIRETTA/ Manchester City Real Madrid (risultato finale 4-1) i Citizens calano il poker!

Diretta Manchester City Real Madrid: info streaming video e tv, probabili formazioni, quote, orario e risultato live della partita valida per la International Champions Cup 2017

26.07.2017 - Claudio Franceschini
Fernandinho_Bale_City_Real_lapresse_2017
Gareth Bale, Real Madrid - LaPresse

Manchester City Real Madrid si è chiusa poche ore fa con un inatteso risultato di 4-1 per la formazione dei Citizens che in questa prova a Losa Angeles dellInternational Champions Cup 2017 sono riusciti a lanciare il poker conto i campione in carica della Champions League. La formazione di Guardiola è scesa in campo con una carica sorprendente, trovandosi davanti invece una difesa che pare essere ancora in vacanza: i gol degli inglesi potevano facilmente ancora esse molti di più a demerito della prova della formazione dei Zinedine Zidane. Poche le emozioni nella prima frazione di gioco, mentre è nella ripresa che i citizens sono riusciti a trovare le giuste incursioni in area avversaria. Prima con Otamendi al 52 e poi con Sterling 6 minuti dopo: il City capisce che stuzzicata la difesa del Real Madrid è un vero colabrodo. Sul finale ci pensano poi Stones e Diaz dopo innumerevoli cambi a siglare il successo per il Manchester di Guardiola: a poco serve la rete di Arnaiz Oscar al 90 a favore del Real Madrid. (agg Michela Colombo)

E tutto pronto per Manchester City-Real Madrid: le due squadre scendono in campo a Los Angeles, nella prestigiosa cornice della California, per unamichevole che ovviamente entrambe tengono a vincere. Intanto si tratterebbe della prima affermazione in questo girone della International Champions Cup; in più, quando si affronta un avversario del genere la posta in palio passa in secondo piano, e si punta semplicemente ad avere la meglio sul rivale dallaltra parte del campo. Per di più il Real Madrid affronta tra poco la Supercoppa Europea, e non manca poi molto alla prima di campionato per il Manchester City; vincere aiuta a vincere, e visti gli impegni ufficiali che si stanno avvicinando sia Pep Guardiola che Zinedine Zidane sanno bene quanto possa contare unaffermazione in una sfida che potrebbe anche ripetersi nella prossima Champions League, e che dunque potrebbe trasformare questa amichevole in una sorta di prova generale. Ora però non cè più tempo per le parole, bisogna subito affidare i nostri pensieri al campo perchè il Manchester City e il Real Madrid stanno per calcarlo, e dare inizio a questa entusiasmante partita della International Champions Cup 2017. (agg. di Claudio Franceschini)

Pep Guardiola e Zinedine Zidane: Manchester City-Real Madrid è anche la sfida tra due allenatori che sono quasi coetanei (classe 71 lo spagnolo, 72 il francese) e che rappresentano la nuova ondata di tecnici affermati e vincenti in campo europeo. Certo Guardiola ha iniziato prima a dominare in Champions League: quando ha vinto la seconda (nel 2011) Zidane in panchina non si era nemmeno seduto, e avrebbe iniziato di lì a poco la carica di direttore sportivo del Real Madrid. Da lì però è stata unescalation: prima la vittoria come vice di Carlo Ancelotti, poi il doppio capolavoro da allenatore. Se Pep ha centrato il Triplete al primo anno con il Barcellona e ha vinto due volte in tre anni la Champions, Zizou è diventato il primo nella storia a trionfare due volte consecutive nel torneo; entrambi meravigliosi calciatori, sul campo si sono però incrociati soltanto due volte: a livello di club nella stagione 2002-2003, quando Guardiola era passato alla Roma (ma ci sarebbe rimasto sei mesi prima del ritorno a Brescia) e Zidane era alla seconda stagione nel Real Madrid. Il 17 settembre i blancos vinsero 3-0 allOlimpico (doppietta di Guti e gol di Raul): per 24 minuti (tra il 46 quando Guardiola sostituì Cufré e il 70, quando Zizou lasciò il posto a Solari) i due attuali allenatori di Manchester City e Real Madrid si ritrovarono insieme sul manto erboso. A livello di nazionale per tutto il quarto di Euro 2000 tra Spagna e Francia: Zidane segnò anche il gol del vantaggio per i Bleus. (agg. di Claudio Franceschini)

Come arrivano Manchester City e Real Madrid alla partita di International Champions Cup 2017? Non ci arriva benissimo la squadra inglese: i citizens hanno giocato soltanto una partita nella tournée americana del torneo e lhanno persa. Sconfitta che fa male, perchè arrivata contro il Manchester United in un derby comunque sentito anche in contesto amichevole: nel giro di tre minuti, nel finale del primo tempo, i Citizens hanno subito i gol di Romelu Lukaku e Marcus Rashford non riuscendo più a ribaltare lesito della partita. Una partita anche per il Real Madrid, terminata con la sconfitta ai calci di rigore e sempre contro il Manchester United: i campioni dEuropa hanno segnato su calcio di rigore con Casemiro, ma nel recupero del primo tempo Jesse Lingard aveva realizzato il gol del vantaggio per i Red Devils. Ai rigori il Real ha fatto malissimo: errori di Mateo Kovacic, Oscar, Theo Hernandez e lo stesso Casemiro, così da rendere inutili gli sbagli inglesi (Anthony Martial, Scott McTominay e Victor Lindelof). Per i blancos lunico rigore realizzato è stato quello di Luismi Quezada, classe 96 che è stato aggregato al ritiro e potrebbe giocarsi una maglia in prima squadra, come già fatto lo scorso anno (con grande successo) dal coetaneo Marco Asensio. (agg. di Claudio Franceschini)

Scorrendo la lista dei precedenti tra Manchester City e Real Madrid troviamo cinque partite: quattro si sono disputate in Champions League, una invece risale proprio alla International Champions Cup di due anni fa. Era il 24 luglio ed eravamo a Melbourne, in Australia: dopo i pareggi ottenuti contro la Roma, le due squadre si erano affrontate al Cricket Ground e il Real di Rafa Benitez aveva avuto la meglio con un netto 4-1, trovando i gol di Karim Benzema, Cristiano Ronaldo, Pepe e Denis Cheryshev, mentre per il City aveva segnato Yaya Touré su calcio di rigore. Nella Champions League 2015-2016 invece le due formazioni si erano trovate in semifinale, il punto europeo più alto raggiunto in epoca recente dagli inglesi: doppia sfida in grande equilibrio, risolta dallunico gol nei 180 minuti che, nella partita di ritorno, era anche stato un autogol (di Fernando). Nel 2012 invece Manchester City e Real Madrid avevano giocato una contro laltra nella fase a gironi: allandata spettacolare 3-2 per i blancos, con Marcelo che aveva risposto a Edin Dzeko, Karim Benzema che aveva pareggiato all87 la rete di Aleksandar Kolarov (giunta due minuti prima) e il timbro di CR7 al 90. Al ritorno era finita 1-1: reti di Benzema e Sergio Aguero (su rigore), ma il City era stato eliminato al primo turno mentre il Real Madrid avrebbe perso la semifinale contro il Borussia Dortmund. (agg. di Claudio Franceschini)

E Real Madrid si sfidano nella prestigiosa cornice della International Champions Cup 2017: alle ore 5:35 della mattina italiana di giovedì 27 luglio le due big europee giocano presso il Los Angeles Memorial Coliseum. Una partita che ovviamente non ha valenza a livello di risultato o importanza del torneo, ma è unottima base per avvicinarsi alla stagione ufficiale.

Il Real Madrid per di più è atteso tra pochi giorni alla Supercoppa Europea, che giocherà contro laltra squadra di Manchester (lo United); questa sfida dunque può essere letta il primo grande test sulla strada dellavvio ufficiale dellannata, il secondo arriverà fra tre giorni con il Clasico contro il Barcellona, che si giocherà in Florida e sta già occupando tutte le notizie di questo calcio di luglio. Real Madrid e Manchester City significa anche Zinedine Zidane contro Pep Guardiola: due allenatori giovani ma con già due Champions League in bacheca, straordinari quando giocavano e innovatori o comunque vincenti in panchina.

Il Real Madrid è diventato a giugno la prima squadra nella storia ad aver vinto per due volte consecutive la Champions League, e ha strappato la Liga al Barcellona; parte ancora per vincere tutto, soprattutto perchè lallarme legato ai propositi di addio di Cristiano Ronaldo sembra essere rientrato. Dallaltra parte cè un Manchester City deluso da come è finita la stagione: terzo posto in Premier League senza mai lottare per il titolo, eliminazione agli ottavi di Champions League contro un Monaco che certamente non era favorito dai pronostici.

Per quanto riguarda le formazioni, Manchester City in campo con i nuovi acquisti che di fatto hanno rivoluzionato la difesa: Ederson in porta, sulle fasce Kyle Walker e Mendy che sono costati intorno ai 100 milioni di euro (complessivamente). Stones e Kompany giocheranno in mezzo, con Yaya Touré che si dovrebbe riprendere il posto da perno centrale. La linea dei trequartisti prevede Sterling e Leroy Sané (rientrato dallinfortunio) esterni, mentre in mezzo comanderà di fatto De Bruyne che avrà al fianco il giovane Phil Foden, Sergio Aguero dovrebbe vincere il ballottaggio per il ruolo di prima punta.

Nel Real Madrid è tornato Sergio Ramos, non Cristiano Ronaldo: in ogni caso in difesa inizieranno Varane e Nacho Fernandez con Carvajal e Marcelo favoriti per i terzini, mentre in mezzo cè già il centrocampo titolare e di ferro con Modric che imposta dal centrodestra, Casemiro frangiflutti e Kroos dallaltra parte. Isco e Gareth Bale supporteranno Karim Benzema: non ci sono volti nuovi nella formazione dei blancos, almeno per il momento.

Ovviamente la Snai è tra le agenzie di scommesse ad aver quotato la partita di Los Angeles: favorito – come era prevedibile – il Real Madrid che ha una quota sul segno 2 di 1,90. La quota per laffermazione del Manchester City vale 3,40 mentre quella per il pareggio, segno X, vi farà vincere 3,70 volte la somma messa sul piatto.

Manchester City-Real Madrid è unesclusiva per gli abbonati alla pay tv del digitale terrestre: nello specifico la diretta tv della partita sarà su Premium Sport e Premium Sport HD, con la possibilità di seguirla anche in diretta streaming video attivando senza costi aggiuntivi lapplicazione Premium Play, su dispositivi mobili come PC, tablet e smartphone.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori