Probabili formazioni/ Manchester City-Real Madrid: il ballottaggio in porta, quote e novità (ICC 2017)

Probabili Formazioni Manchester City-Real Madrid, quote e le ultime novità live (International Champions Cup). Grande spettacolo in programma oggi a Los Angeles

26.07.2017 - Davide Giancristofaro Alberti
Fellaini_Aguero_United_City_lapresse_2017
Marouane Fellaini (Foto LaPresse)

I 40 milioni di euro che il Manchester City – a breve in campo contro il Real Madrid – ha speso per Ederson Moraes aprono una grande domanda che riguarda la porta della squadra: cosa ne sarà di Claudio Bravo? Il portiere cileno, vincitore di due Coppe America consecutive e capitano della nazionale cilena, era stato fortemente voluto da Pep Guardiola solo un anno fa: il City aveva sborsato 18 milioni di euro per strappare Bravo al Barcellona, dove era stato protagonista di due vittorie della Liga e aveva anche vinto un Trofeo Zamora (portiere meno battuto del campionato). Ora però è arrivato Ederson: brasiliano in rampa di lancio, già membro della nazionale verdeoro, ha stupito nel Benfica e può davvero rappresentare il futuro del Manchester City. Claudio Bravo ha 34 anni: età avanzata, ma forse ancora non sufficiente a fargli pensare di poter svernare come riserva di lusso. Il problema è che rimanendo allEtihad è quello che il cileno rischia, a meno che Guardiola non decida di aprire allalternanza tra portieri (cosa che Bravo ha conosciuto ai tempi del Barcellona: in Champions League il titolare era ter Stegen). Dunque, cosa fare? Per il momento il Manchester City, che ha lasciato senza contratto Willy Caballero (accasatosi al Chelsea) va avanti con due portieri potenzialmente titolari; attenzione però alle sorprese delle prossime settimane, quando Claudio Bravo – già messo in discussione nella seconda parte dellultima annata – potrebbe lasciare la squadra e trovare unaltra sistemazione. (agg. di Claudio Franceschini)

Nellamichevole tra Manchester City e Real Madrid potremmo vedere in campo, nel secondo tempo, anche Danilo: due giorni fa lesterno brasiliano ha finalmente trovato sistemazione, accasandosi al City dietro il pagamento di 40 milioni di euro. Accostato a lungo alla Juventus, alla fine Danilo non è arrivato in bianconero perchè Massimiliano Allegri ha virato su Douglas Costa per riempire lultimo spot riservato agli extracomunitari; fuori dal progetto Real Madrid, il terzino destro ha dunque firmato con il Manchester City e proverà a riscattare gli ultimi due anni. Nei quali non ha giocato pochissimo (56 partite) ma certamente non è stato in campo nelle partite decisive della stagione, e comunque ha saltato 35 partite di campionato e 16 di Champions League. Il problema è che nemmeno allEtihad sarà sicuro del posto: anzi, tecnicamente Pep Guardiola dovrebbe preferirgli Kyle Walker per il quale la società ha fatto un grande investimento, e che conosce molto bene il mondo della Premier League. Le chance per Danilo sono quelle di adattarsi in fretta a giocare come terzino sinistro, posizione che in carriera ha ricoperto; purtroppo, se anche Kolarov e Clichy sono partiti, il Manchester City ha speso più di 50 milioni per Benjamin Mendy e dunque anche da quella parte le cose non saranno troppo semplici per il terzino brasiliano, che rischia nuovamente di essere lasciato come alternativa di lusso. (agg. di Claudio Franceschini)

Pep Guardiola sembra intenzionato a lanciare, nel Manchester City che affronta il Real Madrid, il giovane Phil Fodes: in Inghilterra si sta parlando tanto di questo ragazzo nato nel maggio del 2000, non ancora maggiorenne eppure già portato in prima squadra dal tecnico spagnolo. Si tratta di un centrocampista centrale, che alloccorrenza può fare anche il trequartista o lesterno di destra; non a caso Guardiola lo sta provando nella linea a quattro che gioca alle spalle dellattaccante centrale. Nella stagione scorsa Foden ha giocato con la squadra Under 18 del Manchester City e ha fatto faville: 11 gol e 6 assist in 20 partite di campionato, poi 3 reti in sei apparizioni nella Youth League. Talento cristallino, già portato in panchina in Champions League (senza entrare in campo), Foden ha anche segnato 10 gol in 16 partite con lInghilterra Under 17. Ha tutto per esplodere: Guardiola ha detto di essere rimasto senza parole quando lo ha visto per la prima volta, e nellamichevole di pochi giorni fa contro il Manchester United Foden ha incantato la platea con visione di gioco, rapidità di esecuzione e grandi dribbling. Naturalmente sarà il grande palcoscenico a dirci se sia già pronto per essere parte integrante del City, ma intanto una vittoria lha già ottenuta: la società avrebbe voluto girarlo in prestito, ma Pep ha posto il veto avendone intuito le grandi qualità. (agg. di Claudio Franceschini)

Nella partita tra Manchester City e Real Madrid, ancora una volta Zinedine Zidane dovrebbe affidarsi a Isco per sostituire Cristiano Ronaldo, che sta trascorrendo gli ultimi giorni di vacanza dopo la Confederations Cup. Zidane aveva già dimostrato lo scorso anno quale fosse la sua idea circa il tridente offensivo: senza uno dei due esterni, la prima soluzione è lex del Malaga. Che al Santiago Bernabeu non sempre è stato utilizzato ampiamente, ha avuto i suoi momenti difficili ed è stato vicino a lasciare; tuttavia è stato proprio il tecnico francese a voler tenere Isco, e ha dimostrato sul campo di avere ragione: quando Gareth Bale si è infortunato – in due occasioni – Zidane ha dato campo al trequartista lasciandolo libero di agire alle spalle di Cristiano Ronaldo e Benzema, e lex Malaga ha fatto la differenza. Suo il gol che ha permesso al Real Madrid di non scialacquare la vittoria netta nella semifinale di andata contro lAtletico Madrid; in generale la presenza di Isco come battitore libero ha mandato in confusione anche la Juventus in finale, e dunque la scelta di non privarsi del numero 22 ha pagato dividendi. Tanto che questanno Isco potrebbe anche soffiare il posto a Bale, che non a caso è stato accostato a voci che parlano di addio. (agg. di Claudio Franceschini)

Prosegue lInternational Champions Cup 217, il torneo estivo più spettacolare e prestigioso che vi sia. Questoggi di scena un altro big match, leggasi quello fra il Manchester City e il Real Madrid. La gara in questione inizierà a partire dalle ore 20:00 locali, le 5:00 di notte in Italia, e lo scenario sarà quello del Los Angeles Memorial Coliseum, nellomonima metropoli californiana. Come da copione negli Stati Uniti, si tratta di un impianto mastodontico, con ben più di 92mila posti a sedere, che siamo certi, registrerà quasi sicuramente il tutto esaurito. Andiamo quindi a vedere le probabili formazioni di Manchester City-Real Madrid, con uno sguardo anche alle quote e ai pronostici.

La sfida fra il Manchester City e il Real Madrid valevole per lInternational Champions Cup 2017 è quotata dallagenzia Snai, così come lintero torneo estivo. Secondo i bookmakers italiani, il club spagnolo campione dEuropa è ovviamente il favorito nella gara in questione, con il segno 2 quotato a 1,90, mentre un eventuale vittoria della squadra allenata da Pep Guardiola, pagherebbe 3,40 volte la nostra puntata. Attenzione anche al pareggio, la quota più alta, pari a 3.70. LUnder e lOver sono invece dati rispettivamente a 2,55 e 1,40, mentre il Gol e Nogol pagano 1,35 e 2,75.

E da due anni che il Manchester City e il Real Madrid non si incontrano, precisamente dalla semifinale di Champions del 2016, in cui le Merengues ebbero la meglio, ma solo grazie al successo interno per una rete a zero. Andiamo ad individuare quali potrebbero essere gli undici giocatori che Pep Guardiola manderà in campo questoggi. Ipotizzabile un 4-1-4-1 con diversi volti nuovi dei Citizens, a cominciare dal portiere Ederson a curare la porta, alle spalle di una retroguardia a quattro composta da Walker (altro acquisto estivo), sulla corsia di destra, favorito sullaltro terzino destro preso dagli inglesi, Danilo, tra laltro grande ex del match. Sulla fascia sinistra, invece, spazio a Benjamin Mendy, con la coppia di centrali formata da capitan Kompany e Stones. A centrocampo, schierato nella classica posizione di regista, il solito Yaya Toure, mentre in posizione leggermente più avanzata troveremo Sterling a destra con Sane a sinistra, e in mezzo De Bruyne affiancato molto probabilmente dal giovane talento Phil Foden. Infine lattacco, con il solito Kun Aguero boa centrale.

Vediamo ora la formazione del Real Madrid, in cui Sergio Ramos ha fatto ritorno in queste ore dopo le vacanze, e dove Cristiano Ronaldo è invece ancora a riposo dopo aver giocato la Confederations Cup lo scorso mese di giugno. Zinedine Zidane dovrebbe affidarsi ad un classico 4-3-3 con Keylor Navas fra i pali, difesa a quattro formata da Carvajal sulla corsia di destra, con il solito Marcelo a fare su e giù per la fascia mancina; in mezzo, coppia di difensori centrali formata da Varane e Nacho. A centrocampo, cabina di regia affidata a Casemiro, ormai un punto fisso dellundici madridista, con Modric interno di destra e il nazionale tedesco Kroos sullinterno di sinistra. Infine il tridente dattacco, dove troveremo Karim Benzema punta centrale, spalleggiato da Gareth Bale e Isco, schierati rispettivamente sullesterno di sinistra e di destra.

Ederson: Walker, Company, Stones, Mendy; Youré; Sterling, De Bruyne, Foden, Sané; Aguero. All: Guardiola

Keylor Navas; Carvajal, Varane, Nacho, Marcelo; Modric, Casemiro, Kroos; Isco, Benzema, Bale. All: Zidane

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori