DEVIS MANGIA / L’ex ct dell’Under 21 sfida il Milan di Vincenzo Montella con il Craiova

- Matteo Fantozzi

Devis Mangia, l’ex commissario tecnico dell’Under 21 sfida il Milan di Vincenzo Montella in Europa League con il Craiova. La sua carriera e tutte le soddisfazioni da Palermo alla Romania.

devis_mangia
Devis Mangia

Sicuramente la gara di Devis Mangia di stasera, Craiova-Milan, è uno strano scherzo del destino. Il tecnico infatti sta vivendo la sua prima esperienza fuori dai confini dell’Italia ed è curioso come la terza partita ufficiale della sua squadra sia contro una leggenda del calcio italiano come il Milan. Devis Mangia anche stasera si affida al suo solito 4-4-2 di sacchiana memoria, con palla giocata sempre corta e la richiesta ai suoi di applicarsi e lavorare sempre e comunque per i compagni. In campo poi ci sono anche due conoscenze del nostro calcio. In mezzo al campo vediamo Fausto Rossi centrocampista cresciuto nella Juventus e poi pronto a girare in prestito tra Italia e Spagna in diverse realtà interessanti. Davanti invece c’è Mitrita che è arrivato in prestito dal Pescara dove in due stagioni aveva collezionato trentatré presenze e messo a segno due reti. Staremo a vedere cosa accadrà da qui alla fine della partita con le squadre che sono andate all’intervallo col risultato di 0-1 grazie al gol di Ricardo Rodriguez.

DEVIS MANGIA, L’EX CT DELL’UNDER 21 SFIDA IL MILAN DI VINCENZO MONTELLA IN EUROPA LEAGUE

LA SUA CARRIERA

Devis Mangia è nato a Cernusco sul Naviglio il 6 giugno del 1974. La sua carriera agonistica di calciatore dura pochissimo, infatti si ritira appena ventenne dopo un’esperienza nelle giovanili di Cernusco ed Enotria 1908. Decide così di studiare all’università giurisprudenza. Inizia la sua carriera da allenatore nelle giovanili proprio dell’Enotria 1908 spinto da Riccardo Guffanti. Colleziona così diverse esperienze nelle giovanili tra Voghera, Meda, Fiorenzuola, Varedo e Varese. Proprio a Varese ha la sua prima avventura da allenatore della squadra maggiore tra il 2004 e il 2007. Il salto di qualità arriva nel 2011 quando chiamato dalla Primavera del Palermo diventa poi allenatore della prima squadra. Dopo l’esonero rimane fermo per un po’ fino alla chiamata dell’Italia Under 21 che guida nella stagione 2012/13. Da quel momento ad oggi ha vissuto tre esperienze altalenanti in Serie B con Spezia, Bari e Ascoli. Quest’estate è diventato l’allenatore del CSU Craiova che affronta il Milan nel turno preliminare di Europa League



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori