Risultati Europa League/ Diretta gol live score: Everton e Aberdeen di misura (3^ turno preliminare)

- Claudio Franceschini

Risultati Europa League, 3^ turno preliminare: diretta gol live score delle 29 partite di andata. Il Milan non brilla ma vince in trasferta, lo Zenit lo imita, 4-2 interno per il Marsiglia

Wayne_Rooney_Everton_lapresse_2017
Wayne Rooney e l'Everton giocano nei preliminari di Europa League (LaPresse)

Sono finite tutte le partite del terzo turno preliminare di Europa League: vittoria delle due britanniche Everton e Aberdeen, che si impongono di misura su Ruzomberok e Apollon. I Toffees salutano la prima ufficiale di Wayne Rooney dopo 13 anni con il gol di Leighton Baines; sfida ancora aperta in vista del ritorno e lo sarà ancor più a Cipro, visto che il gol di Jander permetterà all’Apollon di vincere con un semplice 1-0 per arrivare agli spareggi. L’Olympique Marsiglia sbriga con fatica la pratica Oostende: il 4-2 non è risultato definitivo ma è un buon biglietto da visita per il ritorno, spicca la tripletta del neo acquisto Valère Germain che, arrivato dal Monaco, è subito decisivo. Vittoria anche per la Dinamo Zagabria (2-1) e il Friburgo (1-0), mentre l’Austria Vienna non sfonda il muro dell’Ael e si deve accontentare (si fa per dire) dello 0-0 casalingo. Le 58 squadre tornano in campo il prossimo giovedì per le sfide di ritorno, quando sapremo quali di loro arriveranno fino agli spareggi. Ci sarà anche il Milan in questa lista? Tutto lascia intendere che la risposta sia affermativa… 

Vittorie esterne importanti per Milan e Zenit San Pietroburgo: rossoneri ancora in fase di rodaggio e per questo è ancora più importante la vittoria in casa del Craiova arrivata grazie al gol di Ricardo Rodriguez, che avvicina gli spareggi di Europa League. Leggermente imballato anche lo Zenit, ma alla fine Roberto Mancini può festeggiare la prima vittoria europea con la nuova squadra: segna Mimmo Criscito, al 90 arriva anche il gol di Kokorin che di fatto archivia la pratica qualificazione. Finisce 0-0 tra Bode Plovdiv e Maritimo, mentre lAthletic Bilbao non riesce a confermare il vantaggio e si fa fermare dalla Dinamo Bucarest, ma in ogni caso è un risultato favorevole in vista del ritorno di San Mamès. Altro pareggio a reti bianche tra Brondby (che finisce in dieci uomini) e Hajduk Spalato che rimandano tutto alla partita di ritorno; in Polonia otto minuti esaltanti tra Arka e Midtjylland, con i polacchi avanti che si fanno raggiungere e superare prima di pareggiare. Tra il 39 e il 92′ non succede altro, poi arriva il terzo gol dell’Arka che potrebbe essere decisivo per il passaggio del turno, anche se al Midtjylland basterà un 1-0 interno per arrivare agli spareggi. Tra le partite che sono ancora in corso, lOlympique Marsiglia sta vincendo contro lOostende ma ha subito un gol sanguinoso (su rigore) prima di tornare in vantaggio, Everton ancora bloccato dal Ruzomberok (sia Klaassen che Rooney sono partiti titolari), mentre il Friburgo sta battendo 1-0 il Domzale. (agg. di Claudio Franceschini) 

Milan in vantaggio alle fine del primo tempo: è un gol di Ricardo Rodriguez, una punizione da destra che nessuno tocca, a portare avanti i rossoneri che però hanno rischiato anche di andare sotto, dovendo ringraziare Gigio Donnarumma e una sua ottima parata su un uno contro uno in avvio di partita. Situazione adesso più tranquilla per i rossoneri; intanto, dando uno sguardo agli altri risultati nella serata di Europa League, colpisce la vittoria esterna dellOsijek, o meglio è sorprendente la sconfitta del Psv Eindhoven che si fa sorprendere dalla squadra croata. Ottimo colpo dellAek Larnaca che batte 2-0 la Dinamo Minsk, il Trakai difende il suo 2-1 contro lo Shkendija ma ovviamente rischia in termini di partita di ritorno e qualificazione. Finisce 0-0 tra Utrecht e Lech Poznan, mentre il Krasnodar ribalta la situazione contro il Lyngby vincendo 2-1, così fa anche il Fenerbahçe che però il suo 2-1 lo ottiene fuori casa. Continua la favola dellOstersund: gli svedesi battono 1-0 il Fola e avvicinano gli spareggi. Intanto vantaggio esterno anche per lo Zenit San Pietroburgo di Roberto Mancini, 1-0 sul campo del Bnei Yehuda con il gol realizzato da Domenico Criscito. (agg. di Claudio Franceschini)

Sono iniziate le partite di Europa League, anzi una si è già conclusa: il Mlada Boleslav ha superato per 2-1 lo Skenderbeu, risultato favorevole ai padroni di casa ma la squadra albanese al ritorno avrà la possibilità di passare il turno con un semplice 2-1. Si sono già segnati tanti gol in attesa del Milan, che sta per fare il suo ingresso in campo a Craiova; il Trakai vince 2-1 contro lo Shkendija (doppietta di Maksimov e ospiti in nove uomini), pareggio per 1-1 tra lOlimpik Donetsk e il Paok Salonicco con i greci che dunque hanno già segnato un importante gol fuori casa. Ottima prova del Suduva che allintervallo è avanti 2-0 contro il Sion; 1-1 tra Aik Solna e Sporting Braga con due gol arrivati nei primi minuti, sorprendente se vogliamo la sconfitta parziale della Dinamo Minsk sul campo dellAek Larnaca. E mentre il Psv Eindhoven non sfonda contro lOsijek – siamo allintervallo – il Fenerbahçe ha iniziato malissimo sul campo dello Sturm Graz ma alla fine del primo tempo si trova in vantaggio per 2-1 avendo ribaltato la situazione. In campo anche il rinnovato Zenit San Pietroburgo di Roberto Mancini, ed è iniziata anche la partita tra Dinamo Bucarest e Athletic Bilbao con gli spagnoli in vantaggio grazie al gol di Laporte. E adesso tocca al Milan di Vincenzo Montella (agg. di Claudio Franceschini)

Prendono finalmente il via le partite del terzo turno preliminare di Europa League. Come abbiamo già anticipato presentando le sfide, ad aprire il quadro della giornata è la partita tra Mlada Boleslav e Skenderbeu. Siamo nellomonima città della Repubblica Ceca, nella Boemia centrale; qui è nato il giavellottista Jan Zelezny, oro olimpico a Barcellona 1992 e ancora oggi (ha 51 anni) primatista mondiale con la misura di 98,48 metri. Se parliamo di calcio, il Mlada Boleslav è una vecchia conoscenza del calcio italiano avendo eliminato il Palermo in un preliminare di Coppa Uefa; era il 2007-2008 e grazie a quel successo i cechi arrivarono alla fase a gironi per il secondo anno consecutivo. Lo Skenderbeu cerca di dare lustro al calcio albanese; in patria ha vinto cinque campionati consecutivi (sarebbero stati sei ma lultimo è stato revocato), ha già partecipato ai gironi di Europa League e nel 2016 ha sfiorato incredibilmente quelli di Champions League, arrivando fino al playoff che ha perso contro la Dinamo Zagabria. Non si tratta ovviamente di due squadre che rientrano nel novero delle favorite, ma potrebbero comunque regalarci una bella partita, di sicuro equilibrata: adesso noi diamo la parola al campo, perchè questa che sta per cominciare è solo la prima gara nella lunghissima giornata dedicata al terzo turno preliminare di Europa League. (agg. di Claudio Franceschini) 

Attenzione allEverton in questo terzo turno preliminare di Europa League: la squadra di Liverpool, che ha vinto la Coppa delle Coppe nel 1985, non riempie la bacheca dal 1995 (FA Cup e Charity Shield), ma negli ultimi anni ha provato a tornare la squadra di riferimento sulle rive della Mersey: prima con il progetto David Moyes (arrivato al terzo turno preliminare di Champions League), poi con Roberto Martinez (quinto in campionato e agli ottavi di Europa League), quindi con Ronald Koeman che è riuscito a riportare in Europa la squadra. LEverton pensa in grande: negli ultimi anni ha lanciato tanti grandi giocatori come Mikel Arteta, Romelu Lukaku, Marouane Fellaini, Leighton Baynes. E Wayne Rooney, che partito da qui è diventato il miglior realizzatore di sempre della nazionale e del Manchester United, e che dopo 13 anni è tornato allovile. Non è il solo grande colpo estivo dellEverton: per una spesa che si aggira intorno ai 100 milioni di euro, a Goodison Park sono arrivati Michael Keane, Jordan Pickford (portiere titolare dellUnder 21 semifinalista agli Europei), Henry Onyekuru e soprattutto Sandro Ramirez, cresciuto nel Barcellona e autore di unottima stagione a Malaga, e lex capitano dellAjax Davy Klaassen inseguito da mezza Europa. Un progetto interessantissimo quello della squadra di Liverpool: basterà per arrivare in fondo in una Europa League che sicuramente si rivelerà molto competitiva? Staremo a vedere (agg. di Claudio Franceschini) 

Il terzo turno preliminare di Europa League ci presenta lingresso in scena di alcune squadre che si possono certamente considerare big europee. Intanto il Psv Eindhoven, che avrà anche subito un calo come tutto il calcio olandese ma, ricordiamo, non molto più di 10 anni fa raggiungeva la semifinale di Champions League e nella prima era di Guus Hiddink aveva vinto anche una storica Coppa dei Campioni, con una squadra che poche settimane dopo avrebbe costituito lossatura dellOlanda campione dEuropa. Abbiamo poi lo Zenit San Pietruburgo: nel 2008 ha vinto quella che è stata la penultima edizione di Coppa UEFA, si è preso anche la Supercoppa Europa (contro il Manchester United) e negli ultimi anni ha abituato gli appassionati a una presenza costante in Champions League. LAthletic Bilbao ha una finale di Coppa UEFA nel 1977, ma negli ultimi tempi ha giocato la finale di Europa League grazie allo straordinario lavoro di Marcelo Bielsa, e nel quadriennio di Ernesto Valverde ha fatto i gironi di Champions League ed è tornato a vincere in patria, strappando la Supercoppa di Spagna dalle mani del Barcellona (con un clamoroso 4-0 al San Mamès). Se vogliamo, possiamo considerare una big anche lOlympique Marsiglia: prima e unica francese a vincere la Coppa dei Campioni, finalista di Coppa UEFA nel 1999 e tornata in auge pur con qualche difficoltà di troppo. Al piano di sopra il livello è forse un altro, ma anche in questo terzo turno preliminare di Champions League ci potremo senzaltro divertire. (agg. di Claudio Franceschini) 

Martedì 11 marzo 2014: lultima partita del Milan in Europa è ancora quella del Vicente Calderon. Gol di Diego Costa, pareggiò di Kakà, poi Arda Turan e Raul Garcia prima del bis del brasiliano naturalizzato spagnolo: 1-4 contro lAtletico Madrid, e addio Champions League agli ottavi. In panchina cera Clarence Seedorf: due mesi prima il poker di Domenico Berardi era costato la panchina a Massimiliano Allegri, artefice dello scudetto 2010 – a sei anni dallultimo – ma nemmeno lolandese sarebbe durato perchè, raffreddatisi improvvisamente i rapporti con la società (si disse che lex centrocampista volesse avere maggior potere decisionale), la scelta sarebbe ricaduta su Pippo Inzaghi, grande suggestione dalla Primavera. Partenza sprint, poi calo e stagione finita male; da lui a Sinisa Mihajlovic, grinta e carattere con il lancio di Gigio Donnarumma, ma esonero e arrivo di Cristian Brocchi, ad un passo dallEuropa senza prenderla. Lanno scorso Vincenzo Montella: la Supercoppa Italiana di dicembre, il sesto posto e questo preliminare di Europa League. Tre anni, quattro mesi e sedici giorni dopo il Milan torna a giocare una partita internazionale: non saranno le grandi sfide di Europa League ma la trasferta di Craiova è comunque dolcissima, perchè potrebbe rappresentare il primo passo di una scalata ai vertici del calcio continentale che il Milan ha dominato nemmeno troppo tempo fa. (agg. di Claudio Franceschini)

LEuropa League 2017-2018 apre le sue porte sul terzo turno preliminare: giovedì 27 luglio si giocano le partite di andata – il ritorno è previsto la prossima settimana – di quello che è il penultimo ostacolo che le squadre dovranno superare per accedere alla fase a gironi. Sono infatti previsti anche gli spareggi, che saranno formati con il sorteggio del prossimo 4 agosto; le partite che si giocano oggi sono 29, si parte con Mlada Boleslav-Skenderbeu alle ore 18 e si chiude alle 21:05 con Friburgo-Domzale, Everton-Ruzomberok e Austria Vienna-Ael Limassol.

In questo turno preliminare sono entrate in corsa anche le 25 squadre direttamente qualificate: dunque entra in scena anche il Milan, che dopo tre stagioni ritrova lEuropa e, pur dovendo passare dalla porta di servizio, ha tanta voglia di tornare ai vertici del calcio europeo e può approfittare della grande occasione come ha fatto ad esempio il Manchester United, capace di vincere lEuropa League trasformando immediatamente una stagione poco esaltante in un semi-trionfo (più o meno).

Per i rossoneri lavversario è il Craiova allenato da Devis Mangia; una sfida certo non ostica e impossibile, e allora si guarda già verso gli spareggi dove in ogni caso le formazioni peggiori dovrebbero essere evitate. Tra queste sicuramente lo Zenit San Pietroburgo, che ha il coefficiente UEFA più alto (per distacco) tra le 58 coinvolte nel terzo turno preliminare; poi Athletic Bilbao e Fenerbahçe, Psv Eindhoven (che ricorda ai rossoneri sfide epiche di Champions League) ma anche lambizioso Everton.

Il terzo turno preliminare di Europa League sarà lungo e interessante; non scontato, perchè abbiamo già visto nelle sfide delle scorse settimane come le gerarchie possano essere ribaltate. Siamo a luglio, e lo stato di forma può contare di più rispetto alla superiorità tecnica e della rosa; lo sa bene per esempio lOstersund, che è riuscito clamorosamente ad eliminare il Galatasaray ma, adesso che ha un turno decisamente più agevole – contro i lussemburghesi del Fola Esch, con partita di andata in casa – potrebbe anche mancare laccesso agli spareggi. Ora però non resta che dare il quadro completo delle partite, e poi aspettare il momento in cui inizierà la prima sfida di questa lunga giornata, solo la prima parte di un turno preliminare che si prospetta entusiasmante.

RISULTATO FINALE Mlada Boleslav-Skenderbeu 2-1 – 42′ Chramosta (M), 86′ Latifi (S), 87′ Janos (M)

RISULTATO FINALE Olimpik Donetsk-Paok 1-1 – 49′ Bilenkyi (O), 59′ Henrique (P)

RISULTATO FINALE Trakai-Shkendija 2-1 – 1′ Maksimov (T), 40′ Stenio Junior (S), 52′ Maksimov (T)

RISULTATO FINALE Maccabi Tel Aviv-Panionios 1-0 – 48′ Kjartansson

RISULTATO FINALE Suduva-Sion 3-0 – 3′ aut. Ricardo, 9′ Janusauskas, 91′ Laukzemis

RISULTATO FINALE Aik Solna-Braga 1-1 – 11′ Raul Silva (B), 18′ rig. Sundgren (A)

RISULTATO FINALE Aek Larnaca-Dinamo Minsk 2-0 – 42′ Tete, 70′ Hevel

RISULTATO FINALE Utrecht-Lech Poznan 0-0

RISULTATO FINALE Ostersund-Fola 1-0 – 50′ Bachirou

RISULTATO FINALE Sturm Graz-Fenerbahçe 1-2 – 10′ Hierlander (S), 29′ aut. Maresic (F), 35′ Neustadter (F)

RISULTATO FINALE Krasnodar-Lyngby 2-1 – 64′ Kjaer (L), 67′ Claesson (K), 93′ Suleymanov

RISULTATO FINALE Psv Eindhoven-Osijek 0-1 – 57′ rig. Barisic

RISULTATO FINALE Bney Yehuda-Zenit San Pietroburgo 0-1 – 59′ Criscito, 90′ Kokorin

RISULTATO FINALE Botev Plovdiv-Maritimo 0-0

RISULTATO FINALE Astra-Olexandriya 0-0

RISULTATO FINALE Dinamo Bucarest-Athletic Bilbao 1-1 – 21′ Laporte (A), 54′ Rivaldinho (D)

RISULTATO FINALE Brondby-Hajduk Spalato 0-0

RISULTATO FINALE Craiova-Milan 0-1 – 44′ Ri. Rodriguez

RISULTATO FINALE Arka-Midtjylland 3-2 – 31′ Marcus (A), 33′ R. Hassan (M), 36′ Dal Hende (M), 39′ rig. Marcus (A), 92′ Siemaszko (A)

RISULTATO FINALE Stella Rossa-Sparta Praga 2-0 – 13′ Boakye, 65′ Kanga

RISULTATO FINALE Gent-Altach 1-1 – 5′ Ngwat-Mahop (A), 76′ K. Coulibaly (G)

RISULTATO FINALE Bordeaux-Videoton 2-1 – 18′ Sankhare (B), 23′ Scepovic (V), 33′ Sankhare (B)

RISULTATO FINALE Panathinaikos-Gabala 1-0 – 37′ rig. Molins

RISULTATO FINALE Marsiglia-Oostende 4-2 – 2′ Germain (M), 26′ rig. Siani (O), 32′ Sanson (M), 57′ Germain (M), 69′ Musona (O), 82′ Germain (M)

RISULTATO FINALE Aberdeen-Apollon 2-1 – 5′ Christie (Ab), 60′ Jander (Ap), 78′ Shinnie (Ab)

RISULTATO FINALE Dinamo Zagabria-Odd 2-1 – 20′ Mladenovic (O), 31′ Ar. Hodzic (D), 41′ Fernandes (D)

RISULTATO FINALE Friburgo-Domzale 1-0 – 20′ Petersen

RISULTATO FINALE Everton-Ruzomberok 1-0 – 65′ Baines

RISULTATO FINALE Austria Vienna-Ael 0-0

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori