DIRETTA / Spal-Mestre (risultato finale 3-1): Konate subito ok, vincono gli estensi

- Claudio Franceschini

Diretta Spal-Mestre: risultato finale 3-1. Bella vittoria degli estensi in amichevole: Pa Konate esordisce con gol e assist, le altre reti portano la firma di Schiavon e Gasparetto

Mora_Spal_amichevole_lapresse_2017
Luca Mora guida la Spal contro il Mestre (Foto LaPresse)

La Spal supera il Mestre per 3-1 e vince una bella amichevole, un test sicuramente positivo per la neopromossa in Serie A. Sugli scudi il volto nuovo: Pa Konaté, appena arrivato dal Malmoe, ha giocato un grande primo tempo riuscendo a sbloccare il risultato e servendo anche lassist per il tris di Gasparetto. In mezzo come detto aveva realizzato Schiavon: prima frazione ottima da parte della Spal, anche se il Mestre ha creato un paio di occasioni pericolose. Nel secondo tempo giustamente Leonardo Semplici ha rivoluzionato la sua formazione: dentro Marchegiani tra i pali e il Mestre è salito di colpi, sfiorando il gol al 73 minuto con Kirwan (ottima la parata del portiere estense) e trovandolo tre minuti più tardi con una bella azione personale di Bonaldi, che presentatosi davanti a Marchegiani non ha potuto sbagliare. Sicuramente un buon test anche per il Mestre, chiamato a un campionato di Lega Pro decisamente complicato ma nel quale la squadra veneta vuole essere protagonista; la Spal invece continua nel suo buon precampionato, anche se per la prima volta subisce un gol in una partita che si chiude con una vittoria, le uniche due reti incassate erano arrivate contro la Lazio nello 0-2. (agg. di Claudio Franceschini)

La Spal ha iniziato davvero molto bene lamichevole contro il Mestre: nel primo tempo sono arrivati tre gol nei primi 25 minuti. Contento Leonardo Semplici e contenti i tifosi per il grande esordio di Pa Konate: il terzino arrivato dal Malmoe, schierato titolare come esterno di centrocampo, ha impiegato 9 minuti per trovare lincursione giusta dalla fascia sinistra e scaricare da pochi passi una conclusione che ha battuto Favaro. Miglior prima con la nuova maglia non poteva sperare; la Spal ha poi raddoppiato con un gol di Eros Schiavon che ha sfruttato lassist al bacio di Finotto, azione nata da una banale palla persa dal Mestre che provava a ripartire da dietro. I veneti si sono comunque fatti vedere in avanti: al 18 Gritti ha avuto la palla buona ma ha calciato fuori, al 34 invece è stato il turno di una punizione di Felipe Sodinha che però non ha impensierito Poluzzi, scelto come portiere al posto di Marchegiani per questo primo tempo. Al 45 il terzo gol della Spal: autore Daniele Gasparetto che ha sfruttato lassist di un sempre più presente Konaté. Dunque una buona Spal nella prima frazione di gioco; nei prossimi 45 minuti ovviamente ci aspettiamo tanti cambi di formazione da parte di Semplici, che ragionevolmente farà ruotare tutti gli uomini a sua disposizione. (agg. di Claudio Franceschini)

Siamo pronti a vivere lamichevole tra Spal e Mestre. Fino a questo momento lestate degli estensi è stata positiva: la squadra di Leonardo Semplici ha giocato quattro partite e ne ha vinte tre. Nel giro di cinque giorni a Tarvisio è arrivato un doppio 4-0: prima il Tamai e poi il Campodarsego, entrambe formazioni della Serie D. La Spal si è poi spostata ad Auronzo di Cadore dove ha incontrato la Lazio; qui è arrivata la prima sconfitta (0-2) che ci sta perchè i biancocelesti sono una formazione di livello superiore. La Spal ha poi giocato contro la Triestina, ieri come detto: ha vinto 2-0 e dunque per ora il bilancio parla di 10 gol realizzati e due subiti. Il precampionato degli estensi non si conclude oggi: il 30 luglio arriverà la partita contro il Perugia – sempre ad Auronzo di Cadore – e poi la prima al Mazza contro il Chievo. Per quanto riguarda lesordio ufficiale in stagione, la Spal giocherà la settimana prima dellinizio di campionato nel terzo turno di Coppa Italia: affronterà una tra Empoli, Renate e Siracusa. Ora però diamo la parola al campo per questa appassionante amichevole tra Spal e Mestre, che sta per cominciare. (agg. di Claudio Franceschini)

La Spal gioca contro il Mestre in amichevole, ma intanto ieri ha conosciuto il suo calendario di Serie A: a 32 anni di distanza dalla sconfitta interna contro la Juventus, gli estensi torneranno a giocare nel massimo campionato allOlimpico di Roma: avversaria la Lazio nella prima giornata, nella serata di domenica 20 agosto. La prima in casa, che a prescindere da tutto sarà una grande festa, arriverà ovviamente la settimana seguente: al Mazza arriverà lUdinese, mentre già alla terza giornata ci sarà lentusiasmante viaggio a San Siro contro lInter. Sembra quasi un segno del destino che lultima rete incassata dalla Spal in Serie A porti la firma di Gianfranco Zigoni: Gianmarco, uno dei quattro figli, nelle ultime due stagioni e mezza è stato determinante per la doppia promozione degli estensi realizzando un totale di 33 gol (oggi ha fatto formalmente ritorno al Milan, proprietario del suo cartellino da otto anni). Da Zigoni a Zigoni dunque; a proposito, la Spal giocherà la partita contro la Juventus, allAllianz Stadium di Torino, nel fine settimana del 24 e 25 ottobre per la decima giornata di campionato. Chissà, magari Zigoni sarà tornato a vestire la maglia biancazzurra (agg. di Claudio Franceschini)

Come già detto, il Mestre che oggi gioca contro la Spal è una squadra con ambizioni: promossa in Lega Pro dopo aver dominato il girone di Serie D (8 punti di vantaggio sulla Triestina con 25 vittorie, 5 pareggi e 4 sconfitte, miglior attacco e terza miglior difesa), la formazione veneta si è decisamente rinforzata nel corso della campagna acquisti. Niccolò Pozzebon ha fatto benissimo con la Primavera della Juventus e accanto a lui per il reparto offensivo sono stati acquistati Neto Pereira, che ha esperienze in Serie B con il Varese (dove ha giocato con Giampietro Zecchin, esterno rimasto a Mestre) ed è stato protagonista nel Padova, e lex Brescia Felipe Sodinha che magari non avrà il fisico esile e scattante ma con i piedi fa quasi tutto quello che vuole. In più il ventiduenne Alberto Spagnoli arrivato dal Sudtirol; lallenatore, confermato dalla scorsa stagione, è Mauro Zironelli. Ex centrocampista, ha giocato in Serie A con la Fiorentina (insieme a Roberto Baggio) poi anche con il Venezia, da allenatore ha iniziato con le giovanili del Vicenza (squadra in cui aveva mosso i primi passi come calciatore) ma è stato con lAltoVicentino che si è fatto notare, arrivando al secondo posto del girone di Serie D. (agg. di Claudio Franceschini)

Ad un solo giorno dallamichevole contro la Triestina, la Spal torna in campo per sfidare il Mestre: giovedì 27 luglio ad Auronzo di Cadore si comincia alle ore 17. La vicinanza relativa dei veneti – che sono in ritiro a Piancavallo, provincia di Pordenone – è stata loccasione per organizzare questa sfida, che almeno inizialmente non era nel programma estivo della Spal; gli estensi si approcciano al grande ritorno in Serie A contro una formazione che lo scorso anno ha dominato il girone C della Serie D e dunque a partire dal prossimo settembre giocheranno in Lega Pro, e hanno anche tante ambizioni.

La Spal dunque sfida a 24 ore di distanza due squadre simili: sia la Triestina che il Mestre hanno fatto parte dello stesso girone un anno fa, e si sono anche direttamente sfidate per la prima posizione. I veneti hanno avuto la meglio anche in virtù di una bella vittoria esterna (4-3) a inizio dicembre, ma soprattutto di un periodo nel quale ha centrato 19 partite utili e ha vinto 20 delle prime 23 giornate di campionato.

Un test insomma probante per la Spal: la squadra di Leonardo Semplici si è rinforzata in sede di calciomercato, Alberto Paloschi rappresenta la punta di diamante della campagna acquisti (anche perchè va a caccia di riscatto) ma a centrocampo sono arrivati giocatori molto interessanti come Federico Viviani (che può essere un lusso per la medio-bassa classifica) e Luca Rizzo, in più il colpo Pa Konate può rappresentare la mossa che sposta gli equilibri perchè il giovane terzino svedese ha esperienza internazionale avendo giocato in Champions League.

Lobiettivo dovrà essere quello della salvezza; sarà così anche per il Mestre in Lega Pro, ma i veneziani sanno bene che, guardando alle ultime stagioni del campionato, potrebbe essere concreta lopportunità di giocare una stagione di alta classifica, andando a prendersi i playoff e poi eventualmente sperando in una promozione.

In attesa di Konate, Spal in campo con Alfred Gomis tra i pali; in difesa potrebbero esserci Oikonomou e Felipe con il finlandese Vaisanen, linea di centrocampo che prevede Mattiello e Filippo Costa sugli esterni mentre in mezzo capitan Mora sarà supportato da Viviani – come playmaker basso – e Rizzo schierato sulla mezzala. I due di attacchi dovrebbero essere Paloschi e Antenucci, ma a iniziare questa amichevole potrebbe essere Mattia Finotto.

Non sarà possibile assistere alla diretta tv di Spal-Mestre, nè sarà a disposizione una diretta streaming video per seguire questa amichevole di Auronzo di Cadore; per tutti gli aggiornamenti utili su questa sfida potrete comunque consultare laccount Twitter ufficiale della Spal, allindirizzo @spalferrara. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori