DIRETTA / Torino-Guingamp (risultato finale 2-0) e Info streaming video. Il Torino vince e convince

- Carlo Necchi

Diretta Torino-Guingamp: info streaming video e tv, probabili formazioni, orario, risultato live. Lamichevole precampionato è in programma sabato 29 luglio 2017

lucas_boye_torino_amichevole_lapresse_2017
Lucas Boyé, Torino - LaPresse

Altra occasione per il Torino, ora pericoloso ogni volta che si affaccia in avanti: uno due Boye-Ljajic, l’argentino prova il sinistro che termina alto sulla traversa. Nel Torino fuori Sirigu, dentro Milinkovic-Savic. Inizia la girandola di cambi. Si mette in mostra Edera, va via in mezzo a due, arriva in zona tiro, cerca il sinistro: deviato in corner. Punizione per il Guingamp, il nuovo entrato Milinkovic Savic blocca il pallone in presa alta. Il Guingamp sta provando a siglare il gol della bandiera, difende bene il Torino in questo finale di partita. L’arbitro manda tutti negli spogliatoi. Bella vittoria del Torino che dopo aver subito nei primi 30′ di gioco ha preso in mano la partita disputando un match impeccabile. Decidono le reti di Obi e Zappacosta. (agg. di Umberto Tessier)

Il Torino muove il primo pallone della ripresa. Subito pericoloso Boyè: azione personale sulla sinistra, l’argentino conquista un corner. Sulla battuta del corner ci arriva di testa Lyanco ma colpisce debolmente. Sta giocando bene ora il Torino, la squadra pressa con convinzione. Ottima azione sulla sinistra del Torino, Ljajic liberato in area salta un uomo e serve Zappacosta, che si gira e calcia non trovando la porta. Gran sinistro di Falque, bellissimo tiro a giro giro, ci mette una pezza Johnsson! Arriva il meritato raddoppio per il Torino! Ljajic lancia Falque, che serve Zappacosta nello spazio. Il terzino fa prima una finta per poi rientrare sul sinistro. Palla sul palo e poi in rete! (agg. di Umberto Tessier)

Vantaggio Torino a sorpresa con Obi! Molinaro arriva sul fondo e mette un gran cross con il sinistro, Obi si inserisce e di testa anticipa tutti, insaccando alle spalle di Johnsson! Il Torino si porta avanti. Prova a reagire il Guingamp: sale Coco, che chiama in aiuto Salibur, ma Molinaro è bravo ad intercettare il pallone. Partita molto piacevole. Il Torino sta agendo ora in contropiede, mancano 5′ alla fine del primo tempo. Dopo la rete del vantaggio il Torino sta giocando molto meglio, la rete ha sbloccato psicologicamente i granata. Al 43’azione offensiva del Torino, con Ljajic e Falque che fanno tremare la difesa dei francesi: lo spagnolo tenta un cross che non va a buon fine. L’arbitro manda tutti negli spogliatoi. (agg. di Umberto Tessier)

Al 16′ calcio di punizione per il Guingamp, dai 35 metri sulla sinistra: la difesa granata sbroglia il pericolo, con Sirigu che alla fine blocca la sfera. Prima azione pericoloso del Torino al 20′ in contropiede Obi per Berenguer a sinistra, che verticalizza per Ljajic, ma sulla linea di fondo il serbo non riesce a trattenere la palla. Sirigu rischia la frittata al 23′! Uscita sbagliatissima su cross di Rebocho, Coco prova a rimettere dentro, ma Moretti è presente e di testa libera e salva i suoi. Il Torino sta soffrendo tantissimo. Briand, al 26′, da dentro l’area, da ottima posizione, di destro spara alto. La difesa granata sbanda in maniera paurosa. Per quello visto fino ad ora in campo il Guingamp meriterebbe il vantaggio. (agg. di Umberto Tessier)

Il Guingamp muove il primo pallone del match! Primo calcio dangolo al 3′ dopo un affondo dei francesi sulla sinistra: nulla di fatto sulla battuta. Grande occasione per il Guingamp al 6′! Colto in fuorigioco Coco, bomber dei francesi, che era riuscito ad ingannare Lyanco e Moretti. Pericolo scampato per i granata. Molto meglio la squadra francese in questo inizio di match. Al 7′ sponda aerea di Coco per Briand, che prova la botta: molto alto sopra la traversa. Il Torino pensa solo a difendersi, sta reggendo bene la difesa ma la squadra deve alzare il baricentro del gioco. Ancora il Guingamp al 13′. Destro di Briand da dentro l’area di rigore, para Sirigu. I francesi danno l’impressione di riuscire, prima o poi, ha trovare la giocata giusta, siamo giunti intanto al 15′. (agg. di Umberto Tessier)

Nel pomeriggio di giovedì, lallenatore del Torino Sinisa Mihajlovic ha incontrato i giornalisti in conferenza stampa tracciando un bilancio dopo il lavoro svolto nel ritiro di Bormio. Queste le sue dichiarazioni di partenza: Sono molto contento del lavoro che stiamo facendo e dello spirito, dellentusiasmo dei ragazzi. Questo vuol dire che il lavoro dellanno scorso è servito. E stata una stagione che è servita per conoscerci a vicenda: io ho imparato cosa è il Mondo Toro, i ragazzi hanno capito cosa voglio. Da adesso dobbiamo lavorare sui difetti, sulle cose che dobbiamo ancora migliorare, sui particolari. () In questi venti giorni ho visto tutto: impegno, voglia di fare bene, generosità, entusiasmo. Tutti ingredienti che ci rendono ottimisti. Su Belotti invece parole di stima: Non parte per Guingamp, si è fatto un po male. Ma sarà pronto per lAustria. Il fatto che sia rimasto mi fa piacere. Tra me, lui e la società cè un rapporto splendido. Tutti noi lavoriamo per il bene del Toro e del Gallo. Qui non ci saranno mai ripicche o musi lunghi. Ci siamo parlati, ci siamo detti certe cose. Se il Gallo dovesse andare via, io non gli metterò il bastone tra le ruote. Ma il presidente è stato chiaro, non lo vuole vendere a meno che arrivino i 100 milioni. Io ho parlato col ragazzo, è sereno e tranquillo. Se dovesse arrivare unofferta che accontenti tutti, può partire. Ma il Gallo deve sapere che qui tutti gli vogliono bene e nessuno gli rema contro (). Penso che alla fine rimarrà. Anche lui la vede così. : Johnsson; Ikoro, Kerbrat, Sorbon, Rebocho; Deaux, Phiri, Diallo; Salibur, Briand, Coco. A disposizione: Caillard, Eboa Eboa, Blas, Didot, Giresse, Thuram, Achabar, Benezet, Camara. Allenatore: Kombouarè. Torino FC (4-2-3-1): Sirigu; Zappacosta, Lyanco, Moretti, Molinaro; Obi, Baselli; Falque, Ljajic, Berenguer; Boyè. A disposizione: Ichazo, Milinkovic-Savic, bonifazi, Valdifiori, Acquah, Rossettini, Gustafson, De Luca, Edera, Avelar, Parigini, De Silvestri, Aramu. Allenatore: Mihajlovic.(aggiornamento di Carlo Necchi)

Il mercato del Torino sembra al momento ancorato, anche se la dirigenza sarà al lavoro sino alla chiusura dei battenti (31 agosto) per valutare occasioni sia in entrata che in uscita. Al momento sono 4 gli acquisti completati questestate o per meglio dire 3, perché il giovane portiere Vanja Milinkovic-Savic era già stato prenotato durante il campionato scorso. Idem dicasi per il difensore brasiliano Lyanco, acquistato in primavera per 7 milioni di euro (giocava nel San Paolo, a lui si era interessata anche la Juventus) ma aggregato alla squadra soltanto da luglio. Altro scippo ad una big del nostro campionato è stata loperazione Berenguer: il laterale spagnolo, classe 1995 ed ex Osasuna, sembrava ad un passo dal Napoli ma i granata sono stati più rapidi, chiudendo laffare in cambio di 5 milioni di euro. A parametro zero invece è arrivato Salvatore Sirigu, portiere in cerca di riscatto dopo la controversa esperienza al PSG (nellultima annata è stato prestato prima al Siviglia, dove però non ha giocato, e poi proprio allOsasuna che invece lha schierato titolare). Ceduti invece il difensore svedese Pontus Jansson, riscattato dal Leeds dove aveva giocato in prestito, luruguaiano Gaston Silva passato ai messicani del Pumas e il greco Panagiotis Tachtsidis, tornato in patria allOlympiacos. Da non escludere per il Toro un ulteriore rinforzo per reparto: interessano ad esempio i difensori Lorenzo Tonelli (27 anni, Napoli) e Gabriel Paletta (31, Milan), i centrocampisti Godfred Donsah (21, Bologna) e Giannelli Imbula (24, Stoke City) e lattaccante Admir Mehmedi (26, Bayer Leverkusen). (aggiornamento di Carlo Necchi)

Oggi il Torino affronta in amichevole i francesi del Guingamp: linizio della sfida sarà alle ore 18:00. Nella prima settimana di agosto la società granata ha fissato altri due test contro squadre straniere: venerdì 4 alle ore 17:00 Belotti e compagni affronteranno gli inglesi dellHuddersfield Town, neopromossi in Premier League, nella località austriaca di Jenbach. Domenica 6 invece sarà la volta del Friburgo, cui il Torino farà visita dalle ore 17:00. Una settimana (sabato 12 agosto) dopo come detto è in programma il terzo turno di Coppa Italia, che la squadra di Mihajlovic disputerà in casa contro unavversaria ancora da definire. Domenica 20 invece il debutto nel nuovo campionato di Serie A: la prima giornata vedrà il Toro impegnato a Bologna dalle ore 20:45, nel secondo turno invece i granata giocheranno in casa contro il Sassuolo (domenica 27 agosto ore 18:00). Dopo la pausa per le nazionali lagenda del Toro sarà punteggiata dai seguenti impegni di campionato: Benevento in trasferta (weekend del 10 settembre, anticipi e posticipi ancora da stabilire), Sampdoria in casa (17 settembre), Udinese in trasferta (mercoledì 20 settembre, turno infrasettimanale), Juventus allo Stadium (24 settembre) ed Hellas Verona in casa (1 ottobre). (aggiornamento di Carlo Necchi)

una delle tante partite amichevoli in programma nella giornata di sabato 29 luglio 2017: si gioca allo Stade du Roudourou, casa della formazione transalpina, a partire dalle ore 18:00.

Prosegue la preparazione del Torino in vista della nuova stagione, che per i granata aprirà ufficialmente i battenti sabato 12 agosto nel terzo turno di Coppa Italia, in cui la squadra allenata da Sinisa Mihajlovic affronterà una squadra fra Ternana, Trapani e Paganese. Il sorteggio per la Serie A 2017-2018 ha invece stabilito che il primo avversario del Torino sarà il Bologna, che Belotti e compagni affronteranno nella serata di domenica 20 agosto dalle ore 20:45. Sempre che il Gallo non cambi squadra nel frattempo: su di lui è costante, anche se non ancora troppo insistente, il pressing del Milan che vorrebbe completare la sua faraonica campagna acquisti con un centravanti di primo livello.

Per il momento però Belotti rimane un titolare nonché il capitano del Torino, anche se Mihajlovic non potrà schierarlo -a causa di un problema fisico- in questamichevole contro i francesi del Guingamp, giunti decimi nellultimo campionato francese con 50 punti (14 vittorie, 8 pareggi e 16 sconfitte). Lallenatore dei rossoneri è Antoine Kombouaré, ex difensore arrivato lestate scorsa dopo tre annate sulla panchina del Lens (dal 2009 al 2011 ha guidato il PSG). Per il Toro si tratta del primo test internazionale dopo le amichevoli di Bormio, in cui i granata hanno battuto nellordine Casateserogoredo (5-0), Olginatese (3-1) e Renate (altro 5-0).

Contro Il Guingamp, Mihajlovic dovrebbe schierare un 4-2-3-1 con Sirigu in porta, Zappacosta e Molinaro terzino, Moretti a comandare la retroguardia e al suo fianco uno tra Kevin Bonifazi e il brasiliano Lyanco, centrali giovani (rispettivamente classe 1996 e 1997) ma già ben considerati del tecnico serbo. A centrocampo Acquah e Baselli, sulle fasce Iago Falque e lo spagnolo Berenguer, trequartista centrale Ljajic e centravanti l’argentino Lucas Boyé. A disposizione il portiere serbo Vanja Milinkovic-Savic, fratellino del laziale Sergej, i difensori Rossettini, Lyanco/Bonifazi, De Silvestri e Avelar, i centrocampisti Obi e Aramu e gli attaccanti Parigini e De Luca.

Anche il Guingamp dovrebbe affrontare questamichevole in formazione tipo, perché il debutto nel nuovo campionato (sabato 5 agosto sul campo del Metz) è sempre più vicino. Previsto un 4-3-3 con lo svedese Karl-Johan Johnsson in porta, a protezione dellarea i difensori centrali Sorbo e Kerbrat e sui lati i terzini Ikoko e Revoco. In mezzo al campo Deaux fiancheggiato dalle mezzali Blas e Ghiri, mentre nel tridente offensivo dovrebbero giocare Marcus Coco, il capitano Jimmy Briand e il guineano Abdul Camara. Salvo variazioni di palinsesto, lamichevole precampionato fra Torino e Guingamp sarà trasmessa in diretta tv dal canale tematico Torino Channel, visibile solo per gli abbonati al numero 234 del bouquet Sky.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori