DIRETTA / Cosenza Alessandria (risultato finale 2-3 dts) streaming video Rai.tv: Casasola! (Coppa Italia)

- Davide Giancristofaro Alberti

Diretta Cosenza Alessandria:info streaming video e Rai.tv, probabili formazioni, orario, quote e risultato live della partita in programma oggi per la Coppa Italia 2017-2018.

cosenza_gruppo_lapresse_2017
Video Sambenedettese Cosenza (LaPresse)

Nel primo minuto dei tempi supplementari il Cosenza si rende pericoloso. Caccavallo da posizione defilata cerca la conclusione ma schiaccia troppo. Nessun problema per Agazzi. Iocolano intanto è stremato. Fischnaller in fase difensiva lo sostituisce. Mungo al 96esimo ha una buona occasione. Una rapida azione impostata dai calabresi proietta il centrocampista rossoblù al tiro dal limite. Conclusione al volo che fa la barba al palo. Intanto entrano anche Sciacca e Loviso. Al 99esimo ci prova anche il centrocampista ex Bologna da calcio di punizione. Agazzi capisce tutto e blocca. Poco dopo Celjak su azione da corner anticipa tutti di testa. Il suo tentativo termina alto di poco. Al 105esimo il Cosenza ritrova il vantaggio. Mischia in area del Novara, tanti colpi di testa tra cui quello di D’Orazio che trova Pascali spalle alla porta. Rovesciata morbida e pallone nell’angolino alto. Nel secondo tempo supplementare entra Statella al posto di Caccavallo, molto applaudito dal pubblico del San Vito. Al quarto minuto del l’Alessandria pareggia. Perina sbaglia il rinvio e serve Cazzola. Tocco per Fischnaller che apre per Celjak. Controllo e tiro preciso nel cuore dell’area. Errore imperdonabile per Perina. Ammonito al 113esimo Pinna per fallo su Fischnaller. Iocolano tocca per Branca che fa esplodere il mancino. Deviazione e corner. Dalla bandierina cross a rientrare per Casasola che di testa trova il clamoroso 2-3 in inferiorità numerica. Ammoniti a fine gara Corsi, Gozzi e Pascali. Passa l’Alessandria che ora se la vedrà nel secondo turno di Coppa Italia contro la Salernitana.

Al 79esimo l’Alessandria trova il gol ma l’arbitro annulla. Branca nei pressi della lunetta libera Fischnaller in area che controlla, si gira e insacca. L’ex Reggina però è in palese posizione di fuorigioco. Corretta la decisione dell’arbitro su indicazione dell’assistente. I grigi provano a tenere il campo ma subiscono rete in contropiede. Palla lunga a Caccavallo e il Cosenza si distende. Il numero 10 dei rossoblù dalla destra si accentra e cerca Mendicino ma Fissore intercetta. La palla però non termina in out ma in porta. Clamoroso autogol a sbloccare il risultato. Piove sul bagnato in casa alessandrina: all’87esimo Gonzalez viene espulso per un fallo di reazione. I piemontesi si tuffano in avanti e al 91esimo trova il gol da corner. Cazzola svetta e di testa batte Perina. Ci saranno dunque i tempi supplementari.

Al 59esimo squillo di Pablo Gonzalez. L’ex Novara trova spazio sulla trequarti, punta l’area e ci prova con un tiro violento ma impreciso. La palla esce fuori di qualche metro. Sostituzione per Fontana: esce Tutino, entra Liguori. L’Alessandria prova a fare la partita ma rischia perchè il Cosenza in contropiede parte molto bene. In un paio di circostanze le marcature preventive chieste da Stellini salvano il risultato. Altro cambio: esce Sestu, entra Celjak. Tanta stanchezza e poche occasioni nella parte centrale della ripresa. Gonzalez prova a fare tutto da solo ma viene fermato prima che possa penetrare in area. Al 72esimo sostituzione per l’Alessandria: esce Marconi ed entra l’ex Reggina Fischnaller. Un minuto dopo gli ospiti hanno l’occasione giusta per sbloccare il risultato. Celjak ottiene il fondo e crossa basso premiando l’inserimento di Cazzola che in scivolata da una decina di metri spara alto.

Nessuna sostituzione a inizio ripresa. Tornano in campo gli stessi 22 del primo tempo. Il Cosenza prova a prendere per primo le redini del gioco. Mendicino prova a giocare di prima nella trequarti avversaria. Rapidi scambi con Tutino o Caccavallo ma la precisione non è presente. I grigi oppongono un’ottima pressione a centrocampo. Branca cerca Sestu sulla fascia, controllato molto bene da D’Orazio. L’Alessandria si ricompatta e ricomincia da Agazzi. In questi primi minuti del secondo tempo le due squadre sono ben messe in campo e stanno bloccando i tentativi di far circolar palla degli avversari. Possesso di palla molto lento da parte degli ospiti mentre Stellini si interroga sul da farsi. Gonzalez nel frattempo quasi trova un assist involontario da parte di Tutino che prima di combinarla grossa riesce a rimediare. Break di Caccavallo. Dalla destra si accentra e ci prova ma non trova lo specchio di poco.

Il Cosenza ci prova per vie centrali. Tocco sotto in area per l’inserimento rapido di Tutino. L’arbitro segnala un fuorigioco molto dubbio. Al 33esimo Mendicino serve Caccavallo sulla trequarti. La punta ignora i compagni, punta la porta e calcia dal limite. Il pallone però s’impenna troppo e l’azione sfuma. Spesso e volentieri i calabresi si affidano a lanci lunghi verso l’area. L’Alessandria in effetti sembra avere ancora qualche problema di assestamento in difesa. Al 36esimo Mendicino trova Tutino in area che da posizione angolata si coordina in spaccata. La palla esce fuori di pochissimo dopo esser stata deviata da Gozzi in angolo. I piemontesi rispondono con un tiro impprovviso di Iocolano. Il 10 grigio porta palla sulla trequarti aspettando l’inserimento di Gonzalez in area. A sorpresa però calcia chiamando a una parata difficile Perina.

Il tecnico rossoblù Gaetano Fontana presenta i suoi con labituale 4-3-3. Indisponibili Idda, Baclet e Stranges causa infortunio oltre a Trovato, fermo per squalifica, e Bruccini, a scopo precauzionale. In porta Perina, linea difensiva composta da Corsi, Pascali, Pinna e DOrazio. A cedntrocampo troviamo Calamai, Palmiero e Mungo. In attacco il Cosenza si affida a Ettore Mendicino, vista lindisponibilità di Baclet. Caccavallo e Tutino alle sue spalle. Anche lallenatore degli ospiti, Cristian Stellini, deve fare i conti con diversi assenti: gli infortunati Vannucchi, Giosa e Russini, oltre allo squalificato Marras. Esordio in porta per l’ex Milan Agazzi. Fronte a lui da destra verso sinistra Fissore, Casasola, Gozzi e Pastore. A centrocampo Sestu, Cazzola, Branca e Iocolano. In attacco Gonzalez e Marconi. Le due squadre propongono un ritmo molto alto fin dall’avvio. Tanti contrasti, il gioco si concentra soprattutto a centrocampo. Gli ospiti provano a distendersi sulla sinistra: Iocolano cerca Pastore che guadagna un corner. Nulla di fatto.

La partita tra Cosenza e Alessandria si annuncia particolare per tanto motivi, oltre che è lunica partita del primo turno di Coppa Italia ad essere trasmessa in diretta tv. infatti noto che, secondo il calendario ufficiale la patita allinizio sarebbe dovuta svolgersi in casa della formazione degli orsi grigi. Un bel debutto in grande stile in questa stagione per la formazione di Stellini cui hanno dovuto fare a meno complice alcuni lavori di ristrutturazione ancora in corso la Moccagatta. Sarà quindi al San Vito loccasione per vedere di nuovo in campo il grande ex del match ovvero il centrocampista Ranieri, che lAtalanta ha concesso in prestito allAlessandria e che ha avuto la possibilità di veriste la maglia dei lupi dal nella precedente stagione, sempre con la formula del prestito. 

Se volessimo andare a controllare i testa a testa recenti alle spalle del match tra Cosenza e Alessandria rimarremmo delusi: benché entrambe le formazioni siano state protagoniste del nostro calcio italiano i loro ultimi precedente a buoni livelli rimangono molto datati. Basto pensare che nella cadetteria, i precedenti tar queste due formazioni risalgono alle stagioni dal 1961 al 1964: allora in tutto troveremmo quindi 6 testa a testa a cui fare riferimento, per un totale di 2 pareggi due successi e due sconfitte per parte.  Se volessimo afre contro ancora su questo bilancio ricorderemmo quindi che lultima volta che Cosenza e Alessandria si sono affrontate fu il match di ritorno della cadetteria nel 1964 dove allora il tabellone del risultato vide un insapore 0-0. Ma come abbiamo visto il precedente è lontano più di 50 anni e ora è tempo di rifare nuovamente la storia. 

La sfida Cosenza-Alessandria, che si gioca per il turno di Coppa Italia, ci da’ la possibilità di andare a giudicare anche la campagna acquisti fatta da entrambe le compagini. Il colpo più importante del Cosenza è stato l’arrivo a titolo gratuito di Manuel Pascali difensore centrale di 35 anni che porta grandissima esperienza e che bene ha fatto a lungo con la maglia del Cittadella. Attenzione però anche al reparto offensivo dove sono arrivati dal Napoli il giovane Gennaro Tutino e dal Venezia l’esperto Giuseppe Caccavallo che può fare la differenza grazie a un fisico importante e a un numero di gol sempre molto importante. Anche l’Alessandria ha fatto acquisti di spessore con giocatori di assoluto livello. In porta è arrivato un calciatore esperto come Michael Agazzi che molto bene in passato ha fatto in Serie A con la maglia del Cagliari sulle spalle. Dalla primavera della Roma arrivano il portiere rumeno Ionut Pop e il difensore centrale Tiago Casasola. L’italo argentino non ha fatto male in Serie B con la maglia del Trapani tanto che stupisce abbia deciso di scendere di categoria. (agg. di Matteo Fantozzi) 

Dallarbitro Robliotta è la partita in programma oggi domenica 30 luglio 2017 alle ore 20.30 presso lo Stadio San Vito di Cosenza, valida per il primo turno della Coppa Italia 2017-2018. Due formazioni che sono state protagoniste degli ultimi play off di Lega Pro (con il campionato di terza serie che nel frattempo è tornato a chiamarsi Serie C): i calabresi si sono spinti fino ai quarti di finale negli spareggi per la promozione in cadetteria, perdendo il confronto contro il Pordenone. Per i piemontesi invece l’ultima stagione è stata clamorosamente foriera di rimpianti: prima la promozione diretta perduta sprecando un vantaggio enorme rispetto alla Cremonese, che ha soffiato il primo posto nel girone A sul filo di lana ai grigi. Quindi, la cavalcata dei play off che aveva riportato l’Alessandria a un passo dal ritorno in Serie B a quarant’anni di distanza. Obiettivo di nuovo sfumato sul più bello con la finalissima perduta contro il Parma.

Insomma, una stagione che ha lasciato tante emozioni ma anche la squadra e i tifosi grigi con un pugno di mosche. Si riparte dalla Tim Cup che nel 2015/16 regalò all’Alessandria un’avventura pazzesca, partita sempre dal primo turno a fine luglio e arrivata fino alla doppia semifinale contro il Milan, prima squadra di Lega Pro a riuscire nell’impresa dai tempi del Bari che ci era riuscito negli anni Ottanta. Il fattore campo dello stadio San Vito sarà però in questa occasione favorevole ad un Cosenza ambizioso, che punta a vivere una stagione da protagonista per tornare a sognare la Serie B.

Capitolo probabili formazioni: il Cosenza allenato in questa stagione da Fontana dovrebbe scendere in campo con Perina in porta, Blondett e Tedeschi al centro della difesa, Corsi sull’out difensivo di destra e D’Orazio sull’out difensivo di sinistra. A centrocampo spazio per Caccetta, Calamai e Ranieri, mentre Letizia e Statella completeranno il tridente offensivo al fianco di Mendicino. Da valutare le condizioni del difensore Riccardo Idda, che potrebbe essere il nuovo innesto decisivo per la retroguardia nel 4-3-3 di Fontana. L’Alessandria ha iniziato un nuovo ciclo con Stellini in panchina, che partirà con un 4-4-2 con Agazzi in porta, Casasola terzino destro e Pastore terzino sinistro con Gozzi e Giosa difensori centrali. A centrocampo Sestu a destra e Iocolano a sinistra saranno impiegati come esterni di fascia, mentre per vie centrali si muoveranno Nicco e Cazzola. In avanti, confermato il tandem offensivo della scorsa stagione, composto da Gonzalez e da Bocalon. Sicuramente l’Alessandria sembra intenzionata a non smobilitare, anzi rinforzando una rosa che anche nella prossima stagione punterà dritta al salto in cadetteria. Sarà difficile non puntare però sulla voglia di un rivalsa di un Cosenza che tra le mura amiche ha sempre saputo fare cose importanti.

L’Alessandria resta una formazione molto quotata, e nonostante il primo turno di Coppa Italia da affrontare in trasferta, i grigi sono favoriti dai bookmaker per ottenere la vittoria e il passaggio del turno, con quota 2.45 proposta da Eurobet per il successo esterno, mentre Intralot quota 2.85 la vittoria dei silani e Snai quota 3.20 l’eventuale pareggio.

Cosenza-Alessandria, alle ore 20.30, sarà l’unica sfida del primo turno della Coppa Italia 2017-2018 ad essere trasmessa in diretta tv, sul canale 57 (557 in HD) del digitale terrestre in chiaro di RaiSport, con diretta streaming video via internet disponibile sul sito raiplay.it.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori