Diretta / Roma Juventus (risultato finale 5-6 dcr) streaming video e tv: vince Allegri ai rigori

- Carlo Necchi

Diretta Roma Juventus: info streaming video e tv, probabili formazioni, quote, orario, risultato live. L’amichevole dell’International Champions Cup 2017 si gioca domenica 30 luglio

dybala_strootman_lapresse_2016
Diretta Roma Juventus (LAPRESSE)

ROMA JUVENTUS, RISULTATO FINALE 5-6 dcr: STREAMING VIDEO E TV, LA CRONACA

La Juventus supera la Roma ai calci di rigore, facendo calare il sipario sulla competizione più chiacchierata e seguita del “calcio di luglio”: International Champions Cup in archivio anche per questa pre-season 2017/18, con vittoria del Barcellona ma ottima figura sia per la Juve che per la nuova Roma di Di Francesco. Che paga dazio dagli 11 metri causa errore del giovane attaccante della Primavera Tumminello, decisivo invece pochi giorni fa contro il Tottenham. Bravo il sostituto di Buffon, Pinsoglio (stavolta non Szczesny, per un problemino alla caviglia), nel respingere il tiro della punta classe 1998 e nell’intercettare quasi tutti i rigori calciati dai giallorossi. Poco conta però chi vince o perde ora, l’appuntamento vero è per le prossime settimane: scenderà in campo prima la Juve, il 13 agosto in Supercoppa contro la Lazio; poi toccherà alla Serie A, per entrambe, tra tre settimane. Il campionato ormai è alle porte…

Roma-Juventus termina 1-1 dopo i tempi regolamentari e dunque la ICC 2017 vedrà il suo ultimo match decidersi ai calci di rigore: i sigilli di Mandzukic nel primo e Dzeko nel secondo tempo hanno determinato questo pari e la lotteria dei rigori consegnerà la soddisfazione (platonica) della vittoria a Allegri o Di Francesco. Nel finale sugli scudi Under, il giovane turco appena acquistato dalla Roma e parso già in ottima forma, oltre a Douglas Costa e Bernardeschi, che hanno provato a lasciare la loro firma sul tabellino della gara. Ultima occasione all’89° proprio per il brasiliano ex Bayern, su punizione, con traiettoria di poco larga oltre il secondo palo. Ma è tempo di rigori, ora, per risolvere la prima contesa tra giallorossi e bianconeri del 2017/18!

Roma-Juventus 1-1 quando siamo entrati negli ultimi minuti di gioco e Allegri ha deciso di far debuttare con la nuova maglia Federico Bernardeschi, ultimo acquisto dell’estate bianconera in ordine di tempo! Oltre al consueto giro di cambi, da una parte e dall’altra, tanta aggressività ed un pizzico di nervosismo, in pieno stile da Roma-Juve: ammoniti Dzeko (gomitata a Chiellini) e poi lo stesso difensore juventino (fallo sullo scatenato Under), con tanti interventi per l’arbitro Gonzalez a spezzettare il gioco… La Roma ha raggiunto però con una fiammata al 74° il pari: bella incursione a sinistra di Kolarov, cross centrale per Dzeko e tocco a pochi passi dalla rete del bosniaco, dimenticato dalla difesa juventina e pronto nel siglare il gol dell’1-1. Partita nuovamente in equilibrio, palcoscenico finale per il giovane Kean (fuori Higuain, vicino al gol ma stoppato da Alisson in precedenza) nella Juventus e Roma che adesso crede anche al possibile ribaltone!

È ripartita al Gillette Stadium di Foxborough con le prime sostituzioni: dentro Douglas Costa, Lichtsteiner, Chiellini, Barzagli e Khedira per Allegri; nella mischia Gonalons e Hector Moreno per Di Francesco. Bianconeri dunque molto diversi rispetto al primo tempo ma che sono ripartiti dalla combinazione Higuain-Dybala al minuto 50: tempi quasi perfetti tra i due argentini, il Pipita in versione assist-man aveva messo in porta il compagno, abile a insaccare il bis. Ma fermato in offside, giusto, dal guardalinee. Pronta però è arrivata la risposta giallorossa, con la prima nitida palla gol della partita per Strootman: bomba dal limite dell’olandese, palla sulla traversa e poi nuovamente in campo! Subito dopo destro al volo di Dzeko, servito da Nainggolan, parato non senza patemi da Buffon. Sembra quindi essersi sbloccata, dopo una prima frazione timida, la squadra di Di Francesco: sarà un secondo tempo interessante e da seguire insieme!

Roma-Juventus 0-1 a fine primo tempo, in questa sfida di lusso che chiude la ICC 2017! Decide fin qui il gol di Mandzukic, che vi abbiamo raccontato nell’aggiornamento precedente; nel finale poco a referto, con Juve sempre pericolosa in verticale (molto ispirato negli assist Alex Sandro) ma contenuta dalla difesa giallorossa. Anche se la prova di Fazio in particolare non ha convinto, in questa prima frazione. Dall’altra parte Buffon di fatto inoperoso e Roma troppo timida, poco efficace in fase di finalizzazione. E Perotti si è beccato anche un giallo per simulazione – chicca da intenditori trattandosi di match amichevole – al minuto 41, dopo un contatto-non contatto con Benatia… Giusto in senso generale il parziale, l’attenzione resta però alta e la curiosità altrettanto, in vista della ripresa: oltre alle mosse di Di Francesco per “accendere” l’attacco romanista, ci sarà anche il debutto in bianconero di Bernardeschi!

Roma-Juventus 0-1 alla mezzora del primo tempo al Gillette Stadium, si è sbloccato questo “derby estivo d’Italia”, nel senso di match che anticipa diversi temi-chiave del prossimo campionato. La crescente verve della Juve ha trovato soddisfazione poco fa: dopo un paio di calci d’angolo non sfruttati da Defrel prima e Benatia poi, con doppio colpo di testa sul fondo, per i bianconeri anche un cross tagliato di Cuadrado dalla fascia destra, impattato da Mandzukic in spaccata all’altezza del secondo palo, senza successo. E al minuto 26 un buon tentativo di Pjanic, servito da Marchisio al limite e vicino all’incrocio dei pali con il suo destro di prima intenzione. Poi ecco la zampata di Mandzukic: verticalizzazione a memoria di Alex Sandro, movimento perfetto del croato a saltare Alisson in uscita e palla spedita in rete con il mancino. Si accende ulteriormente il confronto e ora tocca alla Roma rispondere!

È iniziata con gli uomini di Allegri a fare il match, per propositività e voglia di impostare dalle retrovie, passando quasi sempre dai piedi di Pjanic; Roma invece molto raccolta, concentrata sulla fase difensiva e pronta a ripartire. Occasione potenziale al minuto 6 per i giallorossi, con una punizione conquistata e poi crossata in mezzo all’area da Kolarov, senza problemi per la contraerea juventina… Dall’altra parte invece diverse azioni costruite ma poca concretezza, con due tiri da fuori di Higuain e Dybala, entrambi facili da leggere per Alisson. Interessante pochi istanti fa la prova di diaologo Defrel-Dzeko: cross sul secondo palo dell’ex Sassuolo e deviazione volante sul fondo del capocanniere dell’ultima Serie A. Insomma la sfida sta entrando nel vivo a Foxborough, salgono ritmi e toni agonistici con il passare dei minuti, anche se siamo sempre sul pari senza gol!

Siamo pronti a vivere Roma-Juventus, grande antipasto della stagione italiana e – magari – europea: la prima sfida arriva a Foxborough e, pur se bisogna tenere conto del periodo dell’anno e delle assenze forzate, chiaramente si respira già aria di sfida come è giusto che sia tra due squadre rivali, che da quattro anni si danno battaglia per lo scudetto. Andiamo subito a studiare le formazioni ufficiali della partita di International Champions Cup: nella Roma campo per Bruno Peres e conferma per il tridente Defrel-Dzeko-Perotti, De Rossi ha la meglio su Gonalons per guidare la mediana nella quale si vedono Nainggolan e Strootman da mezzali. Nella Juventus si rivede Rugani al centro della difesa: fa coppia con Benatia, a centrocampo fuori Khedira e spazio a Marchisio al fianco di Pjanic mentre Cuadrado la spunta su Douglas Costa, con Mandzukic che in attesa di Bernardeschi ricopre il ruolo dello scorso anno.

1 Alisson; 25 Bruno Peres, 20 Fazio, 5 Juan Jesus, 13 Kolarov; 4 Nainggolan, 16 De Rossi, 6 Strootman; 23 Defrel, 9 Dzeko, 8 Perotti. Allenatore: Eusebio Di Francesco A disposizione: 28 Skorupski, 2 Castan, 22 Nura, 15 Moreno, 27 Seck, 48 Antonucci, 7 Pellegrini,  21 Gonalons, 30 Gerson, 17 Cengiz Under, 11 Iturbe, 93 Tumminello, 97 Sadiq 1 Buffon; 2 De Sciglio, 4 Benatia, 24 Rugani, 12 Alex Sandro; 5 Pjanic, 8 Marchisio; 7 Cuadrado, 21 Dybala, 17 Mandzukic; 9 Higuain. Allenatore: Massimiliano Allegri A disposizione: 16 Pinsoglio, 32 Del Favero, 3 Chiellini, 15 Barzagli, 29 Mandragora, 26 Lichtsteiner, 6 Khedira, 11 Douglas Costa, 22 Asamoah, 36 Vogliacco, 27 Sturaro, 18 Lemina, 30 Bentancur, 28 Rincon, 35 Coccolo, 38 Caligara, 33 Bernardeschi, 34 Kean

Di Foxborough sarà trasmessa in diretta tv da Mediaset Premium sul canale Premium Sport, il numero 370 del digitale terrestre disponibile anche in alta definizione (HD) al numero 380: telecronaca dalle ore 22:05. Gli abbonati Premium potranno seguire la partita anche in diretta streaming video, tramite l’applicazione PremiumPlay disponibile per pc, tablet e smartphone.

Juventus si affrontano al Gillette Stadium di Foxborough, nello stato nordamericano del Massachusetts, dalle ore 22:00 italiane di domenica 30 luglio 2017. Si tratta di un’amichevole valida per l’International Champions Cup. Di fronte i giallorossi di Eusebio Di Francesco e i bianconeri di Massimiliano Allegri, in un gustoso antipasto del prossimo campionato di Serie A che comincerà nel week-end tra sabato 19 e domenica 20 agosto (la Roma esordirà domenica alle 18:00 sul campo dell’Atalanta, mentre la Juventus aprirà le danze sabato alla stessa ora ricevendo il Cagliari). 

Quanto alle probabili formazioni, la Roma scenderà in campo con il modulo 4-3-3: in porta il brasiliano Alisson Becker, che si è preso i galloni di titolare dopo la partenza di Szczesny, poi accasatosi proprio alla Juventus; nella difesa giallorossa dovrebbe giocare dall’inizio Manolas, che farà coppia centrale con Fazio; a completare la linea i terzini Bruno Peres e Kolarov. Per il centrocampo i candidati sono Nainggolan, De Rossi e Strootman mentre nel tridente d’attacco dovrebbero giocare il giovane turco Cengiz, Dzeko e Peerotti. A disposizione di mister Di Francesco il portiere Skorupski, i difensori Castan, Moreno, Nura e Seck, i centrocampisti Gonalons, Pellegrini, Gerson e Antonucci e gli attaccanti Iturbe, Keba Coly, Defrel e Tumminello.

Quest’ultimo, centravanti classe 1998 aggregato dalla formazione Primavera, ha risolto l’ultimo test contro gli inglesi del Tottenham trovando nel finale la zampata del definitivo 3-2. Per la Juventus previsto invece il modulo 4-2-3-1 con Buffon tra i pali, Lichtsteiner terzino a destra, Alex Sandro sulla corsia mancina e la coppia Benatia-Chiellini a protezione dell’area. A metacampo Khedira e Pjanic, esterni alti Cuadrado e Mandzukic, tra le linee Dybala e in attacco Higuain; nella ripresa potrebbe trovare spazio anche l’ultimo arrivato, Federico Bernardeschi. E’ quindi probabile che i due allenatori si affidino alle formazioni teoricamente titolari, al netto dei movimenti di mercato che potranno ancora modificarle.

Manca solo un’ora all’attesissima sfida tra Roma e Juventus, che chiuderà la tournè americana ma non gli impegni delle due formazioni che avranno altre amichevioli di prestigio. Per la Roma, quella di questa sera contro la Juventus non è l’ultima amichevole dell’estate 2017. Giovedì 10 agosto i giallorossi saranno in campo a Siviglia, dalle ore 21:30, per un altro test internazionale contro i biancorossi andalusi; per Monchi, ma anche per gli argentini Fazio e Perotti, sfida amarcord in quanto tutti e tre sono passati da Siviglia negli anni scorsi. Per venerdì 1 settembre invece è stata organizzata un’amichevole contro il club brasiliano della Chapecoense, ripartito da zero dopo la tragedia aerea che l’anno scorso ne decimò la squadra: si giocherà allo stadio Olimpico, l’orario è ancora da definire. Per la Juventus il prossimo appuntamento è fissato in agenda per sabato 5 agosto, quando la squadra di Max Allegri affronterà il Tottenham a White Hart Lane. Domenica 13 la Supercoppa Italiana contro la Lazio, mentre una settimana dopo i bianconeri apriranno il nuovo campionato di Serie A in casa con il Cagliari (sabato 19 ore 18:00). Domenica 20 agosto alle ore 18:00 invece sarà la volta della Roma, che giocherà in trasferta sull’insidioso campo dell’Atalanta. (aggiornamento di Carlo Necchi)

Per ingannare l’attesa di Juventus Roma, guardiamo un pò in casa giallorossa e vediamo il lavoro per il direttore sportivo della Roma, lo spagnolo Monchi, arrivato da Siviglia e già perfettamente calatosi nella politica del presidente James Pallotta. Anche in questa sessione di mercato i giallorossi hanno ceduto alcuni pezzi pregiati a peso d’oro, uno per reparto: il difensore Rudiger, al Chelsea per 35 milioni di euro, il centrocampista Paredes che è passato ai russi dello Zenit (per 23 milioni) e l’attaccante Salah, trasferitosi al Liverpool (42 milioni). Partiti anche Federico Ricci, a titolo definitivo al Sassuolo e Mario Rui, che ha ritrovato Sarri a Napoli. In compenso la rosa di Eusebio Di Francesco si è arricchita di 7 nuovi elementi: il difensore messicano Hector Moreno, ex PSV, i terzini Rick Karsdorp (dal Feyenoord) e Aleksandr Kolarov (dal Manchester City), i centrocampisti Maxime Gonalons (ex Lione) e Lorenzo Pellegrini (ripreso dal Sassuolo) e gli attaccanti Cengiz Under (dai turchi del Basaksehir) e Gregoire Defrel (anche lui da Sassuolo). Per questi giocatori la Roma ha speso circa 60 milioni di euro, ed altri 15 ne spetteranno al Sassuolo nel momento in cui Defrel sarà riscattato. L’operazione più costosa al momento è quella che ha portato in giallorosso Rick Karsdorp, terzino olandese classe 1995 e al momento indisponibile, dopo l’operazione di pulizia ad un ginocchio. (aggiornamento di Carlo Necchi) 

L’ultimo incrocio tra Roma e Juventus ha visto prevalere i giallorossi. Si torna al 14 maggio scorso in cui le due squadre si sono affrontate per la 36^ e terzultima giornata di campionato. Nel primo tempo la Juventus si era portata in vantaggio con il gol di Mario Lemina (21’), pareggiato però appena 4 minuti dopo dall’1-1 di Daniele De Rossi. Nella ripresa la Roma è riuscita a passare in vantaggio al 56’, con la rete di Stephan El Shaarawy, mentre al 65’ Radja Nainggolan ha messo a segno il punto del definitivo 3-1 al termine di una bella azione corale. Con quel successo i giallorossi, allora guidati in panchina da Luciano Spalletti, si erano riportati a meno 4 dalla Juventus ma negli ultimi due turni non sono più riusciti ad accorciare il gap, chiudendo comunque al secondo posto. Il primo round del campionato scorso invece se l’è aggiudicato la Juventus, vittoriosa 1-0 in casa grazie al sigillo di Gonzalo Higuain: El Pipita risolse la contesa con una giocata personale appena prima del quarto d’ora di gioco (14’). (aggiornamento di Carlo Necchi)

La Juventus sfida questa sera la Roma per mettersi ulteriormente alla prova, in vista della Supercoppa in programma il 13 agosto e della nuova stagione in cui i bianconeri vorranno confermarsi campioni d’Italia, per la settima volta consecutiva. In questa sessione estiva del calciomercato la Juventus ha acquistato l’esterno brasiliano Douglas Costa dal Bayern Monaco: per il suo prestito sono stati pagati 6 milioni di euro, mentre il diritto di riscatto è fissato a quota 40. Dall’Argentina e in particolare dal Boca Juniors è arrivato Rodrigo Bentancour, promettente centrocampista uruguaiano classe 1997, mentre dal Milan è stato ‘sottratto’ Mattia De Sciglio per 12 milioni di euro (i rossoneri in compenso hanno riportato a Milano Leonardo Bonucci, versando oltre 40 milioni). A completare il pacchetto di acquisti bianconeri il portiere polacco Wojciech Szczesny, arrivato dall’Arsenal proprio via Roma e l’attaccante Federico Bernardeschi, ex Fiorentina valutato 40 milioni. A finanziare il mercato in entrata le uscite di Bonucci, Coman (riscatto del Bayern a 21 milioni), Zaza (riscatto Valencia a 16 milioni), Cassata (7 milioni) e Neto (6 milioni). (aggiornamento di Carlo Necchi) 

I bianconeri però debutteranno ufficialmente nella nuova stagione domenica 13, proprio nella Capitale ma contro la Lazio nella Supercoppa Italiana 2017. Per l’amichevole di Foxborough le agenzie di scommesse favoriscono i campioni d’Italia: su snai.it ad esempio troviamo il segno 2 per la vittoria della Juventus a quota 2,00, mentre il segno 1 per il successo della Roma è fissato a 3,40; a 3,50 invece l’opzione X per l’eventuale pareggio, che rimenerebbe l’esito della sfida ai calci di rigore come da regolamento dell’International Champions Cup.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori