Video/ Manchester City-Tottenham (3-0): Stones non perdona ma che palla de Bruyne! (Highlights)

- Matteo Fantozzi

Video Manchester City-Tottenham, apre il match il gol di Stones dopo 10 minuti, nella ripresa a venti dalla fine segna Sterling e nei minuti di recupero c’è gioia per il baby Diaz.

Sane_Carrick_City_United_lapresse_2017
Diretta Manchester City Manchester United, ritorno semifinale Carabao Cup (Foto LaPresse)

STONES NON PERDONA, MA CHE PALLA DE BRUYNE

Stones non perdona e infila il povero Hugo Lloris portando in vantaggio la sua squadra in un Manchester City-Tottenham terminata poi 3-0. Il difensore apre così la goleada in questa partita valida per l’International Champions Cup. Dal video si vede benissimo come il gol sia molto più complesso di un semplice colpo di testa al centro dell’area di rigore. Il centrale difensivo infatti si piega quasi fino a terra e per dare forza al pallone deve anche dare un bel colpo di frusta con una torsione del collo molto innaturale. Nonostante sia alto 188 centimetri il difensore inglese classe 1994, arrivato dall’Everton l’estate scorsa per 56.5 milioni di euro, non è un grande goleador basti pensare che in partite ufficiali ha siglato una sola rete contro l’Everton. Va sottolineare anche il grande gesto tecnico di Kevin de Bruyne che mette dentro una palla di destro su calcio di punizione veramente spettacolare. Un pallone servito dentro che non poteva non essere trasformato in gol. (agg. di Matteo Fantozzi)

DIAZ FINTA SUL PORTIERE E BALLETTO PER ESULTARE

Ovviamente dopo Manchester City-Tottenham a finire sulle prime pagine è stato Brahim Diaz. Il giovanissimo calciatore dei Citizens è tornato al gol dopo quello già segnato, sempre in International Champions Cup, contro il Real Madrid. La sua rete, a una prima visione del video, sembra facile e priva di complicazioni. In effetti Vorm gli respinge la palla sui piedi nell’area piccola. A riguardarlo meglio però ci rendiamo conto che il ragazzo ha tutto lo specchio chiuso e per superare l’estremo difensore avversario deve fintare il colpo sul secondo palo e poi piazzarla sul secondo. Quello che non è passato inosservato è il suo modo di eslutare. Dopo un salto in simil stile Cristiano Ronaldo infatti Diaz ha inscenato un simpatico balletto seguito anche da qualche suo compagno di squadra. Non possiamo giudicare se sia nata ora una stella, ma di certo segnare in pochi giorni a Real Madrid e Tottenham è accaduto non proprio a tutti. (agg. di Matteo Fantozzi)

MANCHESTER CITY-TOTTENHAM, IL VIDEO E GLI HIGHLIGHTS DELLA PARTITA

La gara Manchester City-Tottenham è stata senza storia con i Citizens che hanno vinto per 3-0. Valida per l’International Champions Cup ha visto molti esperimenti da una parte e dall’altra. Ci sono però giù gran parte dei big con de Bruyne, Silva, Gabriel Jesus e Sterling da una parte e Vertonghen, Alderweireld, Eriksen e Kane dall’altra. In campo anche i nuovi acquisti Danilo e Walker che Pep Guardiola schiera sulle corsie esterne nel suo 3-5-2. Pronti via la sblocca Stones che di testa in torsione sfrutta bene una punizione calciata forte dalla corsia da de Bruyne. La partita si addormenta per risvegliarsi poi anche grazie ai cambi nella ripresa. Il tecnico spagnolo manda in campo l’armeria pesante da Yaya Toure a Sergio El Kun Aguero passando per Samir Nasri. E’ proprio quest’ultimo, obiettivo di calciomercato della Roma, a mettere dentro una palla che Sterling trasforma nel due a zero. C’è gloria anche per il giovanissimo Diaz che in pieno recupero mette la ciliegina sulla torta ritrovandosi la palla sui piedi nell’area piccola e superando il portiere avversario rimasto a terra. Clicca qui per il video degli highlights di Manchester City-Tottenham.

ALTRA GIOIA PER IL BABY DIAZ

Nella sfida dell’International Champions Cup 2017 Manchester City-Tottenham c’è stata ancora gloria anche per Barhim Diaz in rete dopo il gol segnato qualche giorno fa al Real Madrid. Centrocampista classe 1999 è stato inserito da Pep Guardiola nella ripresa al minuto settantanove al posto di Sterling che aveva siglato il due a zero. Questo giovane talento ha sfruttato al meglio l’occasione anche se è stato un po’ fortunato. E’ stato un gioco da ragazzi infatti mettere la palla alle spalle di Vorm che gli ha respinto la palla sui piedi all’interno dell’area piccola. Brahim Diazz è arrivato al Manchester City nell’estate del 2013 quando aveva appena quattordici anni, prelevato dal vivaio del Malaga. L’anno passato ha giocato nella Premier League 2 con il Manchester City Under 23 collezionando diciannove presenze e mettendo a segno anche sette reti. Non è detto che quest’anno possa avere più spazio con Pep Guardiola che in questa International Champions Cup l’ha usato abbastanza dandogli 45 minuti contro il Manchester United e ventidue con il Real Madrid dove aveva segnato un’altra rete. Brahim Diaz ha esordito con la maglia del Manchester City in Premier League nel settembre del 2016 quando è entrato in campo a dieci minuti dalla fine di Swansea-Manchester City gara terminata col risultato di 1-2.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori