MEO SACCHETTI / Basket, l’esperto tecnico diventerà il ct della nazionale azzurra

- Matteo Fantozzi

Meo Sacchetti, basket: l’esperto tecnico classe 1953 diventerà il commissario tecnico della nazionale azzurra dopo l’Europeo. Guida in Serie A 2 il Vanoli Cremona.

sacchetti_goss_brindisi_basket_lapresse_2017
Diretta Italia Romania: per Sacchetti debutto da c.t. (LaPresse)

Ettore Messina lascerà la nazionale azzurra di basket dopo la fine dell’Europeo. In questi giorni si è parlato molto del suo possibile sostituto e il nome più quotato era quello di Sasha Djordjevic. Ora però è tutto cambiato all’improvviso ed è arrivata l’ufficialità, sarà infatti Meo Sacchetti a guidare la nazionale del nostro paese. Il tecnico ha vinto uno storico titolo a Sassari che l’ha fatto entrare nella storia e ora vuole provare a ripetersi sulla panchina della sua nazionale. Ettore Messina dopo l’Europeo tornerà a lavorare sodo per i San Antonio Spurs dove è assistende del tencico Popovich. E’ stato lui stesso a proprore il nome di Meo Sacchetti dopo le difficoltà incontrate dalla Federazione nell’arrivare a Djordjevic. Danilo Petrucci voleva un tecnico con un nome di maggior peso, ma alla fine è stato convinto da Messina a puntare su un uomo d’esperienza e che bada più ai fatti che alle parole. Sicuramente avrà poi modo di dimostrare la sua bravura sul rettangolo di gioco.

MEO SACCHETTI NUOVO CT DELLA NAZIONALE AZZURRA DI BASKET

LA CARRIERA 

La carriera di Meo Sacchetti ci porta indietro nel 1973 quando debutta da cestista nella Libertas Asti. Dopo tre stagioni passa al Sc Gira dove riesce a conquistare tanti successi, ma è solo nell’Auxilium Torino che fa il salto di qualità. Chiuderà la carriera da giocatore poi nel 1992 a Varese. Nato ad Altamura il 20 agosto del 1953 ha iniziato la sua lunga carriera da allenatore nel 1996 nell’Auxilium Torino di cui era stato leader. Nel corso degli anni ha guidato squadre importanti come Dinamo Sassari, N.B.Bridisi e la Pallacesto Udine. Al momento è allenatore della Vanoli Cremona e prenderà le redini della nazionale azzurra alla fine dell’Europeo sostituendo Ettore Messina. Il suo successo più grande è arrivato nella stagione 2014/2015 quando ha portato Sassari alla clamorosa vittoria del titolo quattro anni dopo la vittoria della Serie A2. Sassari non dimenticherà mai la gioia di quel primo successo che regalava sicuramente lustro a una città in festa per intere settimane.







© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori