Probabili formazioni/ Real Madrid-Barcellona: il duello croato in mezzo. Quote, le ultime novità live

- Mauro Mantegazza

Probabili formazioni Real Madrid-Barcellona: quote e ultime novità live su moduli e titolari per la Supercoppa di Spagna 2017 di stasera al Bernabeu

Messi_Barcellona_Alaves_lapresse_2017
Probabili formazioni Real Madrid-Barcellona: Messi (LaPresse)

Luka Modric contro Ivan Rakitic è il duello nel duello tra Real Madrid e Barcellona. Il rientro dalla squalifica del numero 10 del Real Madrid, del quale abbiamo già parlato, ci consente ancora una volta di assistere alla sfida tra i due centrocampisti croati: una sfida che avremmo potuto non gustare più, perchè poco prima di vincere la seconda Champions League consecutiva Modric aveva più o meno lasciato intendere che in caso di trionfo a Cardiff avrebbe lasciato la Casa Blanca. Così non è stato, anzi gli è stata anche data la maglia più prestigiosa che a dire il vero, dopo Luis Figo, non ha avuto troppa fortuna (da Lassana Diarra a Mesut Ozil passando per James Rodriguez non si ricordano grandi imprese con la 10 bianca); e dunque oggi Modric troverà nuovamente dallaltra parte del campo quel Rakitic che invece da circa un anno è in bilico tra conferma e cessione, e che già nella scorsa stagione aveva manifestato qualche perplessità circa un minutaggio che sarebbe potuto calare per gli acquisti di Denis Suarez e André Gomes. Alla fine però nelle partite importanti il croato è sempre stato in campo, o quasi; ci sono squadre europee che farebbero carte false per averlo (compresa la Juventus, per esempio) ma la sensazione è che Ernesto Valverde se lo terrà ben stretto perchè il Barcellona di oggi ha ancora bisogno di lui. (agg. di Claudio Franceschini)

GLI ASSENTI BLAUGRANA

In Real Madrid-Barcellona, Ernesto Valverde non potrà contare su Paulinho: il centrocampista brasiliano è lultimo arrivo in casa blaugrana, acquistato per 40 milioni di euro e destinato a rinforzare una mediana nella quale Andrés Iniesta non può più essere quello di un tempo (inevitabilmente) e le seconde linee hanno palesato qualche difficoltà di troppo. Già prima della partita di andata Valverde aveva lasciato intendere che Paulinho, tornato in Europa dopo due anni in Cina con il Guangzhou Evergrande e a caccia di riscatto dopo qualche stagione buia (ai tempi della Confederations Cup 2013 era considerato uno dei centrocampisti migliori del calcio mondiale), non avrebbe giocato la Supercoppa; così è stato confermato, perchè il piano della società catalana è quello di far effettuare le visite mediche al calciatore soltanto domani, per poi fargli firmare il contratto. A oggi insomma il calciatore non è ancora ufficialmente del Barcellona; lo sarà tra poche ore, ma intanto la squadra scenderà in campo senza di lui nel ritorno della Supercoppa di Spagna, e anche senza il già citato Iniesta che accusa un problema muscolare e non potrà aiutare la squadra nella semi-impossibile rimonta del Santiago Bernabeu. (agg. di Claudio Franceschini)

FOCUS SU MESSI

Se il Barcellona vuole sperare di fare il ribaltone al Bernabeu contro i padroni di casa del Real Madrid nel ritorno della Supercoppa di Spagna 2017, dovrà naturalmente affidarsi a Leo Messi, punto fermo del tridente blaugrana. Daltronde, quando limpresa è disperata, è giusto affidarsi alla tua stella più luminosa, che già tante volte in passato ha zittito il Bernabeu ma che ultimamente sembra patire il confronto con un Cristiano Ronaldo che negli ultimi anni ha vinto decisamente più di lui. Stavolta il portoghese non cè e il palcoscenico potrebbe essere tutto per Messi, che deve anche dimostrare che la scelta effettuata dalla società catalana di lasciare partire Neymar (fermo restando che a certe cifre sarebbe stato difficile persino per il Barcellona trattenerlo), continuando ad identificare Messi come centro del mondo blaugrana. Leo detiene il record di giocatore che ha segnato di più nel Clasico in tutta la storia delle partite fra Barcellona e Real Madrid: oggi scriverà un nuovo capitolo? (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

I BALLOTTAGGI BLAUGRANA

Nelle probabili formazioni di Real Madrid-Barcellona, cè ancora qualche dubbio da risolvere. Parlando dei blaugrana, ecco che in difesa una possibile novità potrebbe essere rappresentata dal nuovo acquisto Nelson Semedo, che proverà a soffiare ad Aleix Vidal la maglia da titolare come terzino destro. Semedo, calciatore portoghese classe 1993 di origini capoverdiane, è cresciuto nel Benfica, con cui poi ha avuto le prime importanti esperienze nel grande calcio, mettendosi talmente in luce che il Barcellona questestate ha investito ben 30 milioni di euro per strapparlo ai lusitani. Anche per questo motivo è normale pensare che Semedo avrà le sue chance per mettersi in evidenza. Laltro possibile ballottaggio per Ernesto Valverde è invece a centrocampo, dove la soluzione più probabile è il classico trio con Rakitic, Busquets e Iniesta, ma non è da escludere che possa giocare Denis Suarez. Se dovesse andare davvero così, il principale indiziato per cedergli il posto sarebbe il croato. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

ASENSIO, IL NUOVO CHE AVANZA

Il Real Madrid dovrà fare a meno dello squalificato Cristiano Ronaldo, non solamente nella formazione del ritorno della Supercoppa di Spagna contro il Barcellona, ma anche nelle prime quattro giornate del campionato a causa della pesante squalifica inflitta a CR7. Eppure, lattacco del Real Madrid resta formidabile: le qualità di Bale e Benzema sono note a tutti, Isco è ormai diventato un punto fisso e adesso spinge pure il nuovo talento Marco Asensio, che non a caso ha già esordito anche nella Nazionale maggiore pur essendo del 1996. Nella scorsa stagione, pur vissuta inevitabilmente da riserva, Asensio ha segnato 10 gol, compreso quello che ha messo la parola fine alla finale di Champions League – e segnare in una partita del genere a 21 anni non è da tutti. Questa è iniziata altrettanto bene, con unimpresa forse ancora più difficile: segnare al Camp Nou contro il Barcellona. Insomma, anche senza Cristiano Ronaldo ci sono quattro giocatori per tre maglie: siamo sicuri che in queste cinque partite anche Asensio saprà ritagliarsi il suo spazio. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

IL RIENTRO DI MODRIC

Nella probabile formazione del Real Madrid per il ritorno della Supercoppa di Spagna di stasera contro il Barcellona, spicca naturalmente il ritorno da titolare di Luka Modric, il centrocampista croato che ha dovuto saltare landata al Camp Nou a causa di una squalifica ma che stasera al Bernabeu ritroverà senza dubbio una maglia da titolare, perché resta il punto di riferimento essenziale del gioco della squadra di Zinedine Zidane, che passa di preferenza proprio dai piedi di Modric. Domenica Luka è stato ben sostituito dal connazionale Mateo Kavacic – se si pensa che nel Barcellona cè Rakitic, la concentrazione di grandi centrocampisti a disposizione della Nazionale croata è impressionante – ma il titolare resta lui, senza ombra di discussione, anche perché il terzetto con Casemiro e Kroos garantisce allallenatore un mix di tutte le doti che un grande centrocampo deve avere. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

SI GIOCA ALLE ORE 23.00

Real Madrid-Barcellona, atto secondo: questa sera alle ore 23.00 lo stadio Santiago Bernabeu ospita la partita di ritorno della Supercoppa di Spagna 2017, che a dire il vero il Real Madrid di Zinedine Zidane sembra avere già ipotecato domenica sera, andando a vincere per 1-3 in casa dei grandi rivali del Barcellona. Dunque i campioni dEuropa e di Spagna sono vicini a quello che sarebbe già il secondo trofeo stagionale dopo la Supercoppa Europea vinta martedì scorso. Il Barcellona è chiamato a unimpresa difficile, ma ha estremo bisogno di un bel Clasico per risollevare il proprio morale. Adesso allora andiamo senza indugio a vedere quali saranno le probabili formazioni di Real Madrid-Barcellona, con le ultime notizie su moduli e titolari ma senza dimenticare uno sguardo pure a pronostico e quote.

PRONOSTICO E QUOTE

Pronostico abbastanza equilibrato secondo lagenzia di scommesse sportive Snai, forse anche più del previsto se si considera come è finita la partita dandata. Il Real Madrid è comunque favorito e il segno 1 per la vittoria degli uomini di Zidane è quotato a 2,35, ma si sale solamente a 2,70 per il colpaccio del Barcellona nella capitale (segno 2). Infine il pareggio, che naturalmente andrebbe benissimo al Real: il segno X è quotato a 3,90.

REAL MADRID, ASENSIO SCALPITA

Nel Real Madrid, a parte la squalifica di Cristiano Ronaldo, che comunque anche domenica non era stato titolare, la grande novità è legata al rientro di Modric, come previsto dopo la squalifica che ha escluso il centrocampista croato dallincontro dandata. In attacco dunque dovremmo rivedere il tridente composto da Isco, Benzema e Bale, anche se un talento come Asensio scalpita per conquistare una maglia da titolare. La novità a centrocampo sarà invece appunto il rientro di Modric, per formare il classico terzetto titolare con Casemiro e Kroos, rimandando in panchina Kovacic. Non ci attendiamo invece novità in difesa, dove il portiere Keylor Navas sarà protetto dalla linea a quattro composta da Marcelo, Sergio Ramos, Varane e Carvajal.

BARCELLONA, CHI COMPLETA IL TRIDENTE?

Ernesto Valverde cercherà una svolta più a livello di atteggiamento e di gioco che di novità nei nomi dei giocatori. Potrebbe pagare per tutti Deulofeu, con Paco Alcacer che potrebbe prenderne il posto al fianco di Messi e Suarez in un tridente che deve ancora identificare chi possa essere lerede dellormai ex Neymar. Facendo qualche passo indietro, è invece difficile immaginare sostanziali novità negli altri reparti, dunque ecco Ter Stegen in porta, protetto dalla difesa a quattro composta da A. Vidal, Piquè, Umtiti e Jordi Alba, anche se il nuovo acquisto Nelson Semedo cerca di una maglia da titolare; a centrocampo sarà difficile sfuggire dal terzetto Rakitic-Busquets-Iniesta, con Denis Suarez possibile alternativa, magari al posto di Rakitic.

IL TABELLINO

REAL MADRID (4-3-3): Keylor Navas; Marcelo, Sergio Ramos, Varane, Carvajal; Modric, Casemiro, Kroos; Isco, Benzema, Bale. Allenatore: Zidane.

BARCELLONA (4-3-3): Ter Stegen; A. Vidal, Piquè, Umtiti, Jordi Alba; Rakitic, Busquets, Iniesta; Messi, Suarez, Paco Alcacer. Allenatore: Valverde.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori