DIRETTA / Utrecht Zenit (risultato finale 1-0): Mancini sconfitto, decide Labyad

- Michela Colombo

Diretta Utrecht Zenit San Pietroburgo: risultato finale 1-0. Un gol di Labyad regala la vittoria agli olandesi, male la squadra di Roberto Mancini che adesso rischia di essere eliminata

zenit_europaleague_lapresse_2016
Video Zenit Lipsia (LaPresse)

Utrecht-Zenit 1-0: Roberto Mancini cade nellandata dei playoff di Champions League con la squadra russa e adesso la strada verso la fase a gironi è tutta in salita. A decidere è il gol messo a segno da Zakaria Labyad al 77 minuto: un colpo di testa nellarea piccola su assist di Dessert e questa volta Lunev, che era stato ottimo in precedenza, non ha potuto alcunchè. Sconfitta pesante per lo Zenit, che per di più ha rischiato di subire anche il raddoppio: ottima prestazione da parte di Yassine Ayoub che nei minuti finali ci ha provato due volte, non riuscendo però a trovare la porta (nel primo caso la sua conclusione è stata respinta). Adesso per lo Zenit si tratta di vincere con almeno due gol di scarto al ritorno per superare i playoff di Champions League; per Mancini lalternativa – rischiosa – sarebbe quella di vincere 1-0 e guadagnare così i tempi supplementari e i calci di rigore. LUtrecht ha ben impressionato, mostrando di avere qualità offensive: tra una settimana a San Pietroburgo avrà grandi opportunità di volare ai gironi per la prima volta. (agg. di Claudio Franceschini)

INTERVALLO: ANCORA SENZA GOL

Allintervallo allo Stadion Galgenwaard, Utrecht Zenit è ancora ferma sul risultato di 0-0. Una partita che per di più stenta a decollare: davvero poche le occasioni da rete per entrambe le squadre ma, se cè una compagine che meriterebbe il vantaggio, è lUtrecht che ha avuto almeno tre occasioni per portarsi in vantaggio. Particolarmente ispirato Cyriel Dessers, esterno offensivo nel tridente disegnato da Erik Ten Hag: per due volte ci ha provato, ma il portiere Andrei Lunev, scelto da Roberto Mancini al posto di Lodygin, ha risposto presente mentre in unaltra occasione è stato graziato dalla scarsa mira di Yassine Ayoub. Lo Zenit mostra ancora qualche limite nel gioco e nella condizione: la squadra russa di fatto non si è mai vista dalle parti di David Jensen che ha potuto dormire sonni tranquilli. Nel secondo tempo Mancini dovrà rimescolare le carte: in panchina ci sono giocatori come Poloz, Noboa e Dzyuba che potrebbero essere utili per sbloccare la partita e, quantomeno, segnare un gol in trasferta che risulterebbe molto importante in vista della partita di ritorno. (agg. di Claudio Franceschini

LE FORMAZIONI UFFICIALI

In attesa di poter dare la parola al campo per Utrecht Zenit, diamo uno sguardo più da vicino ai due tecnici delle rispettive formazioni oggi protagoniste.  In terra oranje il nome di riferimento è quindi lolandese Erik Ten Hag, che è giunto sulla panchina dellUtrecht il primo luglio del 2015, dove ha riportato fedele il suo modulo di riferimento, ovvero il 4-4-2 diamante. Ten Hage ex giocatore ha cominciato la sua carriera da vice nel Twente ,per poi venir promosso a primo tecnico nel Go Ahed Eagles, prima del trasferimento dal Bayern II dove ha ricoperto il ruolo dal 2013 fino al 2015 hanno poi del suo ritorno in Olanda. In casa russa spicca una conoscenza del nostro campionato ovvero Roberto Mancini, giunto sulla panchina dello zenit solo  lo scorso 1 luglio e portando con una ventata di freschezza e tanti colpi di mercato. Mancini, che si basa di solito sul 4-2-3-1 ha espatriato per la terza volta in carriera, dopo la fallimentare esperienza con lInter nella precedente stagione: allestero il nome del mancio è legato a Manchester City e Galatasaray. Ecco dunque le formazioni ufficiali della partita, calcio dinizio alle ore 18. UTRECHT (4-3-3): 1 D. Jensen; 17 Klaiber, 2 Van der Maarel, 28 Braafheid, 15 Van der Meer; 22 Van de Streek, 8 Ayoub, 18 Emanuelson; 7 Kerk, 10 Labyad, 11 Dessers. Allenatore: Erik Ten Hag ZENIT (4-3-3): 99 Lunev; 19 Smolnikov, 30 Mammana, 60 Ivanovic, 4 Criscito; 21 Erokhin, 5 L. Paredes, 8 Kranevitter; 11 Driussi, 9 Kokorin, 18 Zhirkov. Allenatore: Roberto Mancini

I PRECEDENTI TRA LE SQUADRE

Benché sia Utrecht che Zenit San Pietroburgo vantino una buona esperienza in ambito europeo non si contano per queste due sfidare oggi in campo per lEuropa League testa e testa registrati in competizioni ufficiali negli ultimi anni: un match quindi che apparentemente risulta inedito. Appare però senza dubbio importante vedere come queste due formazioni approdano al campo questa sera: paragoniamo quindi i numeri sullo stato di forma. Come abbiamo già visto sia Utrecht che Zenit San Pietroburgo hanno già iniziato i rispettivi campionati e inoltre non sono nuovi del tabellone della seconda competizione europea 2017-2018  e portano a statistica buoni risultai. Prendendo in considerazione infatti solo gli ultimi 5 incontri disputati infatti notiamo che gli olandesi, padroni di casa, hanno raccolto 3 pareggi e due successi di cui una nella prima giornata di campionato nazionale contro il Den Haag, mentre i russi hanno fissato a 3vittorie  una sola sconfitta il loro palmares di inizio stagione. 

IL CONTESTO DELLA PARTITA

Utrecht Zenit San Pietroburgo è la partita in programma oggi mercoledì 16 agosto alle ore 18.00 allo Stadion Galgenwaard, valida come andata dei play off della Europa League 2017-2018. La sfida di questa sera si annuncia davvero emozionante: ovviamente i russi partono con i favori del pronostico, complice anche la grande campagna acquisti fatta, ma gli olandesi vogliono provare a dire la loro, specialmente nel match che si gioca tra le proprie mura. La stagione degli olandesi è partita molto presto, ormai da un mese, perchè la prima partita ufficiale è datata addirittura 20 luglio, quando nel secondo turno di qualificazione all’Europa League vi è stato il doppio confronto con i maltesi di La Valletta, terminato con un 3 a 1 complessivo, frutto del pareggio a reti inviolate fuori casa e del 3 a 1 in Olanda. Nel terzo turno preliminare gli olandesi se la sono vista brutta contro i polacchi del Lech Poznan, pareggiando in casa 0 a 0 e passando il turno solo in virtù del 2 a 2 esterno, arrivato dopo una partita decisamente intensa. In campionato le cose sono iniziate invece con il piede giusto, con la secca vittoria esterna per 3 a 0 sul campo del Den Haag. 

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA DI EUROPA LEAGUE

Non sarà possibile assistere alla diretta tv di Utrecht Zenit San Pietroburgo, che non verrà trasmessa nel nostro Paese nemmeno in diretta streaming video; per tutte le informazioni utili sulla sfida potrete consultare il sito ufficiale www.uefa.com, accedendo all’apposita sezione che riguarda l’Europa League e al dettaglio delle sfide dei playoff.

LAVVENTURA DI MANCINI

Ora per gli olandesi arriva l’ultimo ostacolo prima della fase a gironi dell’Europa League, ma sarà decisamente difficile avere ragione di una corazzata come quella di Mancini. Lo Zenit San Pietroburgo, che ha scelto Roberto Mancini come tecnico, è partito molto bene in campionato, dove marcia al ritmo di 4 vittorie e un 1 pareggio in cinque partite. Al momento la squadra dell’ex tecnico di Lazio ed Inter ha dato dimostrazioni di forza impressionanti, come nella vittoria per 5 a 1 contro lo Spartak Mosca di Massimo Carrera. Tuttavia a Roberto Mancini tutto questo non basta, perchè il tecnico di Jesi vuole dire la sua anche in ambito europeo. Quest’anno l’obiettivo è arrivare alle battute conclusive dell’Europa League e l’avventura in questa competizione è iniziata bene: i russi sono entrati in scena nel terzo turno preliminare e nel doppio confronto contro gli israeliani non hanno avuto troppe difficoltà a passare il turno. All’andata, contro il Bnei Yehuda, è maturato un 2 a 0 esterno, che in casa è stato difeso dalle seconde linee. La sconfitta per 1 a 0 ha fatto comunque infuriare Mancini, che ha chiesto ai suoi maggiore attenzione. Ora arriva l’esame di olandese e il “Mancio” non vuole assolutamente fallire.

LE PROBABILI FORMAZIONI 

Questa sera gli olandesi dovrebbero giocare con il classico 4-4-2 e sono attese due novità rispetto alla formazione che ha esordito vittoriosamente in campionato. Sicuramente in avanti sarà la volta di Christoph Bahebeck, arrivato in prestito dal PSG: l’ex attaccante del Pescara farà coppia con Dessers, altro nuovo innesto, arrivato dal Breda. A centrocampo potrebbe invece essere la volta di Emanuelson, con l’ex milanista che nella prima di campionato è subentrato dalla panchina. Lo Zenit di Mancini dovrebbe giocare con modulo speculare: Criscito guiderà la difesa insieme all’ex Chelsea Ivanovic, mentre Paredes, acquistato in questo calciomercato estivo dalla Roma, sarà chiamato a dettare i tempi in mediana. In avanti confermata la coppia Kokorin-Driussi.

QUOTE E PRONOSTICO

Andando a vedere le quote del match, va detto che i russi partono favoriti. La Snai quota un’affermazione dello Zenit a 1,63 volte la cifra giocata, mentre un successo olandese è dato a 5,50. Un pareggio è quotato invece a 3,65 volte l’eventuale cifra giocata.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori