Video/ Apoel Slavia Praga (2-0): highlights e gol della partita (Champions League 2017)

- Francesco Davide Zaza

Video Apoel Slavia Praga (risultato finale 2-0): gli highlights e gol della partita valida per il turno di andata dei play offi di Champions League 2017-2018.

apoel_gruppo_2017_lapresse
Video Apoel Borussia Dortmund (LaPresse)

VIDEO APOEL SLAVIA PRAGA (2-0): HIGHLIGHTS E GOL DELLA PARTITA (CHMAPIONS LEAGUE 2017) – LApoel Nicosia vince 2-0 contro lo Slavia Praga nellandata dei preliminari di Uefa Champions League. Entrambe le reti arrivano nei primissimi minuti del primo tempo: apre le danze De Camargo al secondo minuto, raddoppia con un bellissimo gol pochi istanti dopo Aloneftis. Risultato prezioso per i campioni di Cipro in vista del ritorno. Apoel in campo con il 4-2-3-1. Waterman in porta, linea difensiva composta da Milanov, Rueda, Carlao e Lago. In mediana Nuno Morais e Vinicius mentre in attacco ci sono Ebecilio, Oar e Aloneftis in supporto di De Camargo. Lo Slavia Praga risponde con un abbottonato 4-5-1. Tra i pali Lastuvka, in difesa Frydrych, Jugas, Ngadeu-Ngadjui e Boril. Sulla fascia destra di centrocampo Van Buren, in mediana Rotan, Husbaer e Soucek, a sinistra Stoch. In attacco il capitano Skoda. Arbitra lo spagnolo Antonio Mateu Lahoz. I campioni di Cipro partono forte trovando subito un corner. Dalla bandierina viene proposto un cross in area piccola a metà altezza. La sfera rimbalza sul ginocchio di De Camargo e termina in rete beffando Lastuvka. Apoel Nicosia in vantaggio dopo appena 2 minuti di gioco. Lo Slavia prova a rispondere immediatamente ma i ciprioti contengono bene la spinta avversaria.

Qualche minuto dopo arriva il primo ammonito del match, si tratta di Rotan. Al nono minuto l’Apoel raddoppia. Azione confusa risolta da Aloneftis che con un pallonetto morbido supera il disattento Lastuvka. Partenza micidiale dei padroni di casa. Dopo una partenza ottima l’Apoel prova a frenare cercando di gestire l’ottimo vantaggio accumulato nei primi minuti di gara. Waterman e Carlão rischiano parecchio: koda anticipa tutti in verticale, ma la difesa di casa riesce ad allontanare senza problemi. Al 17esimo pallone in profondità per Stoch, ma Waterman anticipa ancora l’uscita. Buon tempismo per il portiere numero 99. Lo Slava insiste. Frydrych prova l’azione personale e la conclusione dal limite dell’area di rigore, ma il suo pallone termina ampiamente sul fondo. Lo Slavia sfiora le rete che potrebbe accorciare le distanze al 23esimo. Su un ribaltamento di fronte il numero 18, Birol, prova la conclusione di prima intenzione dalla distanza. Tiro pericoloso, la palla termina fuori di poco. Poco dopo ci riprova Skoda. L’attaccante dei cechi schiaccia di testa in area ma calibra male. Occasione fallita. Alla mezzora l’Apoel si rende nuovamente pericoloso. Gran pallone di Aloneftis in profondità per De Camargo, ma il numero 9 dell’Apoel non aggancia. Dopo aver condotto ad alto ritmo i primi 30 minuti le due squadre sembrano accusare un pò di stanchezza. Troppi errori da entrambe le parti: fase di stallo del match. Sempre all’erta la squadre di casa. Grandissimo stop di Ebecilio che lancia in profondità De Camargo: Jugas si salva con una buona chiusura difensiva. Lo Slavia Praga aumenta notevolmente la pressione riuscendo a schiacciare l’Apoel nella propria metà campo. Al 37esimo i cechi trovano la miglior occasione del primo tempo per segnare. Frydrych fa irruzione in area e calcia di prima intenzione dopo un buon giro palla. Waterman respinge con i pugni. Poco dopo Carlao reclama un rigore. L’arbitro fa segno di proseguire. Nel finale di primo tempo occasione per De Camargo. Gran conclusione nell’area piccola ma il portiere avversario salva.

SINTESI SECONDO TEMPO – Dopo appena un minuto dall’inizio della ripresa lo Slavia Praga effettua il primo cambio del match. Van Buren lascia il posto a Zmrhal. Gli ospiti provano subito a riaprire i giochi spingendo in avanti. L’Apoel si concentra sulla fase difensiva cercando di non concedere spazi agli avversari. Primo cambio per i padroni di casa: Efrem entra al posto di Oar, un po’ in ombra durante questo match. Lo Slavia fa girare palla in maniera ariosa provando a coinvolgere tutti gli interpreti in campo. Nel frattempo arriva il cartellino giallo anche per De Camargo: troppe proteste da parte del numero 9. Al 55esimo gli ospiti si rendono pericolosi. Calcio d’angolo: pallone recuperato da Efrem ma subito riconsegnato agli avversari. Waterman riesce a bloccare tutto facendo respirare i suoi compagni di squadra. Slavia Praga vicino al gol al 59esimo. Husbauer penetra in percussione in area e ci prova con un tiro respinto con i piedi da Waterman. L’azioen prosegue e il portiere olandese compie un’altra ottima parata sul tiro a giro ancora di Husbauer. Qualche istante dopo Efrem prova la giocata ma Ngadeu-Ngadjui gli sbarra completamente la strada. Per Lahoz non ci sono gli estremi per un calcio di punizione da posizione ravvicinata. Secondo cambio per i padroni di casa: Aloneftis lascia il posto a Farias. Le due squadre non riescono ad alzare il ritmo. koda prova la giocata dal limite dell’area, ma viene murato da Carlão. Cambia anche per lo Slavia Praga: un deludente Rotan lascia il posto a Meanovic. Al 77esimo Slavia vicinissimo al gol in contropiede. Mesanovic trova lo spazio per concludere ma centra in pieno il palo. Anche Carlao ammonito per proteste. Ultimo cambio per lo Slavia Praga: entra Sýkora, Stoch abbandona il campo. Lo Slavia Praga ci prova ma l’Apoel resiste. Pallone che viaggia pericolosamente in area di rigore, Waterman blocca tutto ed evita il peggio. Arriva l’ultimo cambio anche per l’APOEL: Bertoglio entra al posto di Ebecilio. I padroni di casa provano a evitare di subire l’iniziativa avversaria alzando il proprio baricentro. Farias prova la giocata di tacco sulla corsia destra, ma la sfera termina sul fondo. La partita nel frattempo si innervosisce: troppi scontri di gioco in mezzo al campo. Lo Slavia Praga trova un buon calcio d’angolo all’88esimo. Tutti a saltare in area di rigore. Waterman respinge prima con i pugni, poi in qualche modo gli arriva il pallone tra le braccia. Gli uomini di Giorgos Donis tirano un sospiro di sollievo. Nel finale di gara l’Apoel mantiene il possesso ottenendo anche qualche calcio piazzato per addormentare ulteriormente il match. Lo Slavia non riesce a rendersi pericoloso.

CLICCA QUI PER VEDERE IL VIDEO APOEL-SLAVIA PRAGA (2-0): JIGHLIGHSTE  GOL DELLA PARTITA (CHMAPIONS LEAGUE 2017, da sportmediaset)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori