Probabili Formazioni Serie A/ Una sola novità in casa Napoli per la sfida con lHellas

- Davide Giancristofaro Alberti

Probabili Formazioni Serie A, Benevento, Spal e Verona: ecco come giocheranno le neo-promosse. Focalizziamoci sulle squadre che lanno scorso hanno conquistato la promozione

Sarri_Napoli_braccia_lapresse_2017
Maurizio Sarri - LaPresse

LE PROBABILI FORMAZIONI DI SERIE A

Squadra che vince non si cambia, e il maggior sponsor di questo motto è senza dubbio il tecnico del Napoli, Maurizio Sarri. Lallenatore toscano ha trovato la sua quadratura e non intende scostarsi di essa di una virgola, se non in caso di necessità. Ecco perché, in vista dellesordio in campionato dei partenopei nel match contro lHellas Verona di domani sera, dovrebbe vedersi lo stesso undici sceso in campo mercoledì contro il Nizza per i preliminari di Champions League. Una sola eccezione, linserimento molto probabile di Zielinski sullinterno di destra di centrocampo, al posto di Allan. Per il resto, confermata la solita squadra, con Reina a curare la porta, difesa formata da Hysaj e Ghoulam sulle due corsie, con la coppia di centrali formata da Albiol e Koulibaly. A centrocampo, Jorginho e Hamsik a completare il reparto, dietro al tridente classico composto da Callejon, Mertens e Insigne.

ALLEGRI NON CAMBIA

Nessun cambio di modulo in casa Juventus. In vista della partita di domani sera contro il Cagliari delle ore 18:00, primissimo appuntamento con la Serie A formato 2017-2018, il tecnico dei bianconeri, Massimiliano Allegri, punterà ancora una volta sul suo classico 4-2-3-1, disposizione tattica utilizzata con continuità in particolare nella seconda metà della scorsa stagione. Nelle scorse ore si era palesata la possibilità che il Conte Max virasse al 4-3-3 visto il recente arrivo di Matuidi, più utile come interno di centrocampo che da mediano, ma alla fine, almeno per ora, lex allenatore del Milan non se la sente di sconvolgere i piani. Magari con il passare dei match non è da escludere che si possa volgere ad un nuovo modulo, ma lidea è da escludere a tuttoggi. Favorito Marchisio su Pjanic, in coppia con Khedira, a schermo della difesa. Davanti, prima di Douglas Costa, con Dybala in mezzo, e Mandzukic a sinistra, a supporto del solito Higuain.

INIZIA IL CAMPIONATO

Inizia domani il campionato di Serie A 2017-2018, con lanticipo delle ore 18:00 fra Juventus e Cagliari. Ormai è quindi tutto pronto per lesordio del nuovo campionato, e oggi cercheremo di focalizzarci sulle probabili formazioni delle tre squadre neo-promosse, leggasi Benevento, Spal ed Hellas Verona. Un modo dunque per scoprire meglio le tre compagini suddette, sconosciute ai meno esperti di calcio.

IL 4-4-2 DEL BENEVENTO

La squadra beneventina allenata da Baroni, tecnico che ha guidato la promozione in Serie A, si schiererà con un classico quanto solido 4-4-2. In porta dovrebbe giocare Belec, con una retroguardia a quattro composta dallinteressante Letizia sulla fascia destra, Venuti sulla corsia mancina, e in mezzo la coppia composta da Lucioni e Costa. A centrocampo, linea mediana composta da altri due giocatori da tenere docchio come Cataldi e Chibsah, con Ciciretti largo a destra e DAlessandro largo a sinistra. Infine lattacco, formato dalla coppia Puscas, Coda.

SPAL E LA DIFESA A TRE

A differenza del Benevento, la compagine ferrarese se la gioca con un modulo più spregiudicato: mister Semplici punta infatti su un offensivo 3-5-2, con Meret che è rientrato a curare la porta, schierato dietro ad una linea difensiva a tre formata da Vicari pilastro centrale, con Oikonomou interno di destr,a e Felipe a sinistra. A centrocampo, attenzione a Lazzari, larghissimo a destra, con Costa che spingerà sulla corsia mancina, mentre in cabina di regia le chiavi del gioco le avrà Viviani, spalleggiato da Mora e Grassi, i due interni. Infine lattacco, con bomber Floccari, reduce da una stagione importante in B, affiancato da uno fra Antenucci e il nuovo acquisto Paloschi, questultimo, in cerca di rilancio.

IL VERONA CHE SOGNA

Infine, eccoci arrivati allHellas Verona, delle tre neo-promesse quella che senza dubbio sembrerebbe essere la squadra più attrezzata per competere in Serie A. Lallenatore degli scaligeri, Pecchia, punta di solito su un 4-3-3 molto offensivo, con lesperto attaccante Pazzini terminale centrale, spalleggiato dai due esterni Alessio Cerci e Verde. A centrocampo troviamo un altro giocatore di qualità, tra laltro ex Juventus, come Romulo, schierato nel ruolo di interno di destra, con Bessa a sinistra, e in mezzo, in cabina di regia, Buchel. Infine la difesa, dove a destra ci sarà un altro giocatore dal passato importante come Caceres, ex juventino, con Souprayen (altro da tenere docchio), a sinistra, e in mezzo la coppia Ferrari-Heurtaux, schierati a schermo del portiere Nicolas.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori