Diretta / Inter Fiorentina (risultato finale 3-0) info streaming video e diretta tv: applausi per Spalletti

- Mauro Mantegazza

Diretta Inter Fiorentina: info streaming video e tv, probabili formazioni, orario, quote e risultato live della partita in programma per la 1^giornata della Serie A.

Inter_Icardi_Fiorentina_lapresse-2017
Mauro Icardi al Real Madrid? (Foto: LaPresse)

DIRETTA INTER-FIORENTINA, RISULTATO FINALE 3-0: NERAZZURRI BENE AL DEBUTTO STAGIONALE

Inter-Fiorentina termina 3-0 e San Siro applaude la nuova Inter di Spalletti, a tratti molto convincente e capace di esaltare già i suoi singoli di qualità. A referto la doppietta di Icardi ed il tris di Perisic, al cospetto di una Viola ancora in alto mare, che dovrà velocizzare l’inserimento dei nuovi, dopo un’estate movimentata dla punto di vista del mercato. Nei minuti conclusivi tanto giro palla e poco altro da aggiungere, visto il gol di Perisic a far calare in anticipo il sipario su una contesa in realtà segnata già dal primo tempo. La curiosità ora, in vista dell’appuntamento con la seconda di campionato (subito big match contro la Roma), è per il mercato ed eventuali colpi last minute della coppia Sabatini-Ausilio, sull’onda dell’entusiasmo per questi primi 3 punti stagionali!

INTER-FIORENTINA, DIRETTA LIVE: LA PARTITA IN TEMPOREALE (SCORRI LA PAGINA)

Inter-Fiorentina 3-0 quando siamo entrati nello spezzone finale del match, Perisic ha triplicato il vantaggio per la squadra di Spalletti! Sostituzioni da una parte e dall’altra, con Joao Mario dentro per Borja Valero e Babacar per Simeone. E’ stato Perisic a sfiorare il gol, al minuto 67, con un gran mancino di prima intenzione, dal limite dell’area, con palla sull’esterno della rete a pochi centimetri dall’incrocio dei pali. Nell’altra metà campo, grande parata subito dopo di Handanovic su Babacar, al tiro da fuori con il destro. Ora in campo anche Gagliardini, per Brozovic, con l’intento di rafforzare a livello di muscoli e centimetri la mediana dell’Inter; subito occasione per il tris per l’ex Atalanta, servito da Icardi in area ma impreciso nella conclusione. Il 3-0 è arrivato su azione di contropiede, dopo un palo di Veretout, al 79°: colpo di testa in tuffo di Perisic su cross di Joao Mario, palla in rete e titoli di coda sul match!

E’ ripartita nella ripresa senza cambi la sfida tra Inter e Fiorentina, con la Viola combattiva, più volte oltre il limite del fallo a centrocampo. Gioco spezzettato anche per via di un infortunio patito da Benassi, ex della partita; poco da segnalare in termini di occasioni da gol, con un inserimento di Candreva – servito da Brozovic – in area viola, al 51°, senza tuttavia nessun esito per l’Inter. La migliore opportunità per i padroni di casa, tanto per cambiare, è capitata a Icardi: cross di Candreva per il taglio del capitano nerazzurro sul primo palo, tocco volante e parata in angolo di Sportiello. Cerca di intensificare i suoi attacchi ora la Viola, con Pioli che studia anche le possibili mosse tattiche; dentro in questo senso Cristoforo, proprio per Benassi, sempre sulla trequarti campo. Ma al momento manca la concretezza necessaria alla Fiorentina…

Inter-Fiorentina 2-0 a metà match a San Siro, primo tempo a lungo dominato dalla squadra di Spalletti, anche grazie alla vena realizzativa di Icardi. Doppietta pesante per il capitano interista e finale di frazione piuttosto equilibrato, con la Viola più convinta nelle sue azioni d’attacco, pur senza far dannare la difesa nerazzurra. Gestione del risultato per l’Inter, ben piazzata dietro e attenta nel chiudere gli spazi in particolare a Simeone, pericolo pubblico numero 1. Proprio l’ex Genoa è stato protagonista dell’episodio da VAR al 40°: contatto dubbio (anche dopo aver visto le immagini) tra lui e Skriniar, Tagliavento ha prima fermato il gioco per la consultazione con i due arbitri addetti al nuovo ruolo di moviola in tempo reale, poi fatto riprendere il match senza assegnare il penalty alla Fiorentina. Scene che dovremo imparare ad accettare e apprezzare, scene da nuova Serie A! 

Inter sempre avanti ma ora per 2-0 sulla Fiorentina dopo mezzora di gioco, grazie alla doppietta di Icardi! Implacabile in area il centravanti di Spalletti, stavolta in gol con un bel colpo di testa, angolato, su assist di Perisic: è bastato un quarto d’ora all’ex Samp per siglare i primi due centri della nuova stagione di Serie A! Fiorentina stordita e che non riesce a farsi vedere con pericolosità in zona-Handanovic, eccezion fatta per un gran colpo di testa di Simeone, ben parato dallo sloveno; in scioltezza invece i padroni di casa, che trovano alla perfezione l’incastro dei movimenti tra attacco e centrocampo e hanno sfiorato anche il tris, con Brozovic. In questo caso, ottima risposta di Sportiello in tuffo. Poco fa, al minuto 29, ancora un brivido per gli ospiti: difesa a dir poco “allegra”, uno contro uno di Perisic con Sportiello ma nessun tiro e tentativo di assist per Icardi. Che viene anticipato da Hugo, all’ultimo istante. Si resta dunque sul doppio vantaggio nerazzurro, partita divertente e movimentata ora!

Inter-Fiorentina è partita con la Viola alta in pressing su Borja Valero & co, ad impedire il gioco dalle retrovie dell’Inter. Alla prima occasione utile però ecco la zampata immediata di Icardi: palla in verticale per il capitano interista, fallo di Astori al momento del tiro dell’argentino e calcio di rigore per i padroni di casa. Confermato a Tagliavento anche dal VAR. Dagli 11 metri destro secco e preciso di Icardi, Sportiello spiazzata, Inter in vantaggio. Inizio in salita per Pioli, che ha visto i suoi rischiare anche il bis al passivo: inserimento di Vecino in area avversaria al minuto 10, destro piazzato sul secondo palo e traiettoria imprecisa di poco, larga e sul fondo. Gioca bene l’Inter, Fiorentina bloccata e un po’ intimorita ora davanti alle offensive avversarie… e il pubblico di San Siro gradisce!

La grande sfida tra Inter e Fiorentina sarà diretta questa sera da Paolo Tagliavento, arbitro della sezione Aia di Terni che è fra i più esperti a disposizione del designatore di Serie A. Il veterano direttore di gara umbro sarà assistito a San Siro dai guardalinee Fabrizio Posado della sezione di Bari e Mauro Vivenzi, della sezione di Brescia. Per Tagliavento sono ben 205 le partite dirette nel massimo campionato: un ruolino decisamente importante, nel quale possiamo contare 1009 cartellini gialli, 75 espulsioni di cui 46 per somma di ammonizioni e le altre 29 per rosso diretto, mentre i calci di rigore assegnati sono stati 94. Tre i precedenti nella scorsa stagione di Tagliavento con i nerazzurri (una vittoria, un pareggio e una sconfitta), uno soltanto con i viola per il fischietto ternano, il pareggio per 3-3 contro il Napoli. Le formazioni ufficiali: INTER (4-2-3-1): Handanovic; D’Ambrosio, Miranda, Skriniar, Nagatomo; Borja Valero, Vecino; Candreva, Brozovic, Perisic; Icardi. A disposizione: Padelli, Gagliardini, Jovetic, Joao Mario, Ranocchia, Ansaldi, Eder, Dalbert, Vanheusden, Gabriel Barbosa, Pinamonti. Allenatore: Luciano Spalletti FIORENTINA (4-2-3-1): Sportiello; Tomovic, Vitor Hugo, Astori, Maxi Olivera; Carlos Sanchez, Veretout; Benassi, Eysseric, Gil Dias; G. Simeone. A disposizione: Cerofolini, Dragowski, Biraghi, Milenkovic, Badelj, Zekhnini, I. Hagi, Cristoforo, Ger. Pezzella, Babacar, Hristov, Gaspar. Allenatore: Stefano Pioli. (Agg. di Mauro Mantegazza)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA DI SERIE A

Inter-Fiorentina, domenica 20 agosto 2017 alle ore 20.45, sarà trasmessa in diretta tv sulle due piattaforme pay che detengono i diritti del calcio italiano. Diretta sui canali numero 106, 201 e 251 per gli abbonati Sky (rispettivamente Sky Sport Mix HD, Sky Sport 1 HD e Sky Calcio 1 HD) e sul canale Premium Sport 2 HD per gli abbonati Mediaset Premium. In diretta streaming video via internet, gli abbonati alle due piattaforme si potranno collegare rispettivamente sui siti skygo.sky.it e play.mediasetpremium.it.

I PRECEDENTI

Inter e Fiorentina si sono affrontate per l’ultima volta in Serie A in casa dei nerazzurri il 28 novembre 2016, con una spettacolare partenza interista che ha visto i padroni di casa realizzare tre gol in diciannove minuti con Brozovic, Candreva e Icardi. Pur in dieci per l’espulsione di Gonzalo Rodriguez, la Fiorentina si è portata a ridosso degli avversari fino al tre a due con le reti di Kalinic ed Ilicic, ma alla fine è stato Icardi nel recupero a fissare il punteggio sul quattro a due finale. Nella stagione precedente, il 27 settembre del 2015, è stata invece la Fiorentina a regalare spettacolo vincendo quattro a uno allo stadio Meazza. Gol di Ilicic e tripletta di Kalinic, che si rivelò al grande pubblico proprio quella sera, l’Inter ha potuto solamente accorciare le distanze con Icardi, trovandosi a sua volta a giocare in dieci dalla mezz’ora per l’espulsione di Miranda. Le due squadre invece non pareggiano al Meazza da quasi ventuno anni, esattamente dall’ormai lontano novembre del 1996. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

GLI ALLENATORI A CONFRONTO

Decisamente stuzzicante il confronto fra gli allenatori di Inter e Fiorentina, il toscano Luciano Spalletti sulla panchina dei nerazzurri e il grande ex Stefano Pioli su quella dei viola. Spalletti è il vero ‘top player’ (per così dire, anche se gli allenatori non giocano) dell’estate dell’Inter, il valore aggiunto per una squadra sballottata da troppi cambi di guida tecnica negli ultimi anni. Suning punta molto su Spalletti, le amichevoli estive hanno restituito fiducia, ma naturalmente è adesso il momento di cominciare a fare sul serio, perché di illusioni sono stufi i tifosi nerazzurri. Purtroppo anche Pioli è finito classificato fra le illusioni, anche se certamente non per colpa sua: il crollo nel finale dello scorso campionato ha chiuso la sua breve parentesi nerazzurra, ora il mister prova a ricominciare dalla Fiorentina, che però in estate è stata protagonista soprattutto con le cessioni. Ancora una volta, non sarà un compito facile per Stefano Pioli. (Agg. di Mauro Mantegazza)

LE STATISTICHE

Big match a San Siro tra Inter e Fiorentina, andiamo allora a vedere alcuni dati relativi allo scorso campionato, a dire il vero da dimenticare per entrambe le compagini. Sarà una bella sfida sia per i nerazzurri sia per i viola: lo scorso anno le due squadre sono arrivate in settima e ottava posizione, con due punti di distacco a separarle. In casa l’Inter ha vinto soltanto in 11 occasioni, a fronte di tre pareggi e ben cinque sconfitte: numeri che Luciano Spalletti dovrà decisamente migliorare se si vorrà tornare a pensare in grande. La Fiorentina fuori casa ha invece trionfato sei volte, a fronte di quattro pareggi e nove sconfitte: anche il grande ex Stefano Pioli dovrà provare a migliorare questi numeri. Sono 72 le reti messe a segno dalla squadra nerazzurra nello scorso campionato, mentre i toscani ne hanno segnati 63: entrambe vogliono migliorare per tornare a qualificarsi in Europa, possibilmente la Champions League per quanto riguarda l’Inter. (Agg. di Mauro Mantegazza)

ORARIO E PRESENTAZIONE DELLA PARTITA

Inter-Fiorentina, domenica 20 agosto 2017 alle ore 20.45, diretta dall’arbitro Tagliavento, sarà senza ombra di dubbio uno dei match clou della giornata di apertura del nuovo campionato di Serie A. Esordio casalingo per l’Inter di Luciano Spalletti che si ritrova di fronte il suo passato più recente, Stefano Pioli, alla guida di una Fiorentina che a sua volta sfiderà due gioielli che hanno contraddistinto le ultime stagioni dei viola, ovvero Vecino e Borja Valero. L’Inter quest’anno proverà a riportarsi in quota dopo l’ennesima stagione deludente che ha costretto i nerazzurri a restare fuori dalle coppe europee. Con quattro posti disponibili per la fase a gironi di Champions League dell’anno prossimo, Spalletti è stato chiamato proprio per la sua capacità di tenere alta la media punti, come dimostrato alla Roma. La Fiorentina si trova invece ancora nell’occhio del ciclone del calciomercato, con i viola in difficoltà dopo le cessioni e col mercato in entrata che deve ancora decollare definitivamente. Tante incognite con le quali Stefano Pioli dovrà fare i conti contro un’Inter chiamata a sua volta a partire subito bene e in maniera convincente.

PROBABILI FORMAZIONI

Modulo 4-2-3-1 per Spalletti, saranno molto attesi Vecino e Borja Valero, perché i due ex viola dovrebbero debuttare da titolari con la maglia dell’Inter proprio contro la Fiorentina; molto importante sarà il ruolo di Borja Valero, che dovrebbe agire al centro della linea di trequartisti composta anche da Candreva e Perisic alle spalle della punta centrale che sarà naturalmente Icardi. In difesa dovrebbe invece partire dalla panchina Dalbert, arrivato da pochi giorni. Anche Stefano Pioli dovrebbe puntare sul modulo 4-2-3-1. Come trequartista ci potrebbe essere una grande occasione per il figlio d’arte Hagi, che dovrebbe agire con i nuovi acquisti Benassi ed Eysseric alle spalle della prima punta Babacar. Anche negli altri reparti molti volti nuovi: Gaspar e Vito Hugo in difesa, Veretout in mediana.

COME ARRIVANO LE SQUADRE

Parlando del precampionato, da anni l’Inter non centrava un percorso così brillante nella pre-season. Dopo la partenza lenta in ritiro con il ko contro il Norimberga ed il pareggio contro lo Schalke 04, a partire dalla tournée asiatica dell’International Champions Cup, l’Inter ha centrato solo vittorie mettendo in fila successi contro avversari di grandissimo spessore internazionale come Lione, Bayern Monaco, Chelsea, Villarreal e in ultimo Betis Siviglia, con la vittoria ottenuta lo scorso 12 agosto grazie alla rete di Mauro Icardi su calcio di rigore. Un cammino in crescendo in cui Spalletti ha potuto ritrovare pedine importanti come Jovetic, che sembrava ormai destinato all’oblio in nerazzurro. Nonostante i vari problemi, discreto anche il cammino della Fiorentina che ha battuto Eintracht Braunschweig e Wolfsburg nel tour tedesco e la Pistoiese nel derby toscano, per poi pareggiare zero a zero nell’ultimo test a Viareggio contro il Parma.

QUOTE E SCOMMESSE, I PRONOSTICI SULLA PARTITA

L’Inter è nettamente favorita dai bookmaker, per qualità tecnica e per il fatto di essere sostanzialmente riuscita a completare la squadra, mentre la Fiorentina si trova ancora in alto mare riguardo alcune situazioni di mercato. La vittoria nerazzurra viene quotata 1.62 da William Hill, mentre Bet365 moltiplica per 4.00 quanto investito sull’eventuale pareggio e Bwin offre a 6.75, quota decisamente alta, l’eventuale successo viola a San Siro.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori