Diretta/ Reggina Catanzaro (risultato finale 1-0) streaming video Sportube.tv: è finita! La Reggina c’è

- Mauro Mantegazza

Diretta Reggina Catanzaro: info streaming video Sportube.tv, probabili formazioni, orario e risultato live della partita per il girone I della Coppa Italia serie C 2017.

reggina_pallone_mano_lapresse_2017
Video Reggina Viterbese (LaPresse)

DIRETTA REGGINA CATANZARO (RISULTATO FINALE 1-0): FINE PARTITA

All’80esimo viene richiamato un esausto Tiziano Tulissi. Al suo posto entra il giovane Sparacello. Ammonito nel frattempo Fortunato. Il Catanzaro prova a riequilibrare il risultato ma fatica parecchio palla al piede. Tra le fila ospiti esce Icardi ed entra Spirghi. Break della Reggina. Garufi verticalizza per Sciamanna che difetta nello stop interrompendo un azione potenzialmente molto pericolosa. Gli amaranto riescono a gestire il pallone amministrando con pazienza e intelligenza. Il Catanzaro prova a pressare ma ormai sembra essere senza energie. Troppi giocatori stanchi e tanti errori palla al piede. I giallorossi nel finale alzano il proprio baricentro. Puntoriere crossa morbido per Infantino che si coordina al volo e calcia bene centrando però in pieno Fortunato. Il Catanzaro spara le ultime cartucce. Puntoriere cerca Spighi che a sua volta prova a premiare il movimento senza palla di Infantino ma sbaglia regalando palla agli avversari. Vince la Reggina.

 VANTAGGIO AMARANTO CON BEZZICCHERI AL 70

Al 55esimo viene ammonito Benedetti tra le fila del Catanzaro. Poco dopo si accende un parapiglia a centrocampo. Niente di clamoroso. Ammoniti Laenza e Sirri. La partita s’innervosisce: ammonito anche Evangelista Cunzi. La Reggina prova a spingere. Sciamanna penetra in area con un’azione personale ma non riesce a concludere. Poco dopo prima sostituzione per Maurizi. Esce Marino, entra Fortunato. Anche il Catanzaro cambia: Marino per Fortunato al 64esimo. Qualche attimo più tardi entra anche l’ex Sassuolo Marin al posto di Maita. Al 69esimo ottima chance per gli amaranto. Su schema da corner Fortunato libera Sciammanna al tiro. Esecuzione troppo debole, la palla termina fuori lemme lemme. La Reggina cresce e trova il gol al 70esimo. Laezza apre in area per Tulissi che con un colpo sotto serve Bezziccherri che in acrobazia da pochi passa trova il gol. Subito dopo l’autore del gol viene sostituito con Solerio. Per gli ospiti dentro l’ex Puntoriere al posto di Zanini.

TULISSI SI DIVORA UN GOL AL 46

Nessuna sostituzione al ritorno dagli spogliatoi. Tornano in campo gli stessi 22 del primo tempo. Si parte forte. La Reggina batte velocemente un calcio di punizione dalla trequarti mentre i giallorossi protestano. Tiziano Tulissi viene lanciato solo davanti a Nordi ma si divora il gol del vantaggio facendosi respingere la conclusione da Nordi, bravissimo nell’uscita. Poco dopo è De Francesco a provarci dalla distanza. Il tentativo del centrocampista amaranto termina però in curva sud. Il Catanzaro prova a reagire. Benedetti crossa dalla bandierina verso il primo palo. Cunzi prova ad avvitarsi ma il suo colpo di testa viene subito ribattuto. Poco dopo Cunzi scambia con Imperiale in area. Il tiro che segue viene deviato da Di Filippo in angolo. Gli ospiti provano a controllare il gioco cercando spazi oltre la trequarti.

INFANTINO AL 42ESIMO SFIORA IL GOL

La Reggina dopo una fase complicata prova a costruire qualcosa. Gli amaranto giocano bene palla a terra facendo circolare in maniera ariosa il pallone. Tulissi in avanti si propone di continuo ma ai padroni di casa manca costantemente l’ultimo passaggio. I giallorossi ci provano invece soprattutto con Cunzi. L’esterno mette in perenne difficoltà la difesa di casa proponendo discese e cross per gli attaccanti. Infantino e Zanini non accompagnano però le azioni. Al 36esimo ci prova dalla distanza De Francesco. Tentativo improbabile. La palla termina fuori di parecchio. La Reggina ci riprova subito dopo. Marino offre un pallone delizioso a Sciamanna che da pochi passi manca l’appuntamento con il gol. Al 42esimo Infantino gira di mancino un pallone complicato impegnando non poco Cucchietti. Il portiere della Reggina deve subito ripetersi perchè dalla bandierina Benedetti prova a sorprenderlo calciando direttamente nello specchio.

PALO DI BENEDETTI AL 22

Al 16esimo minuto di gioco il Catanzaro trova il gol ma l’arbitro giustamente annulla. Cunzi sfiamma sulla sinistra, frena e crossa trovando Infantino che nel cuore dell’area, dopo essersi liberato con un fallo di Gatti, insacca. La Reggina prova a gestire il pallone con pazienza cercando di sfruttare i movimenti delle due punte. E’ il Catanzaro però a rendersi nuovamente pericoloso. Prima ci prova Icardi dalla distanza senza fortuna. Qualche minuto dopo l’inserimento di Benedetti fa tremare la difesa amaranto. Il tiro però di Benedetti pur superando Cucchietti sbatte contro il palo. Si resta sullo 0-0.

GARUFO CI PROVA

Reggina in campo con il 4-3-1-2. Cucchietti in porta, linea difensiva composta da Laezza, Gatti, Di Filippo e Porcino. A centrocampo Marino, De Francesco e Garufi. In zona offensiva Bezziccheri in supporto di Tiziano Tulissi, giovane promessa dell’Atalanta, e Sciamanna. Il Catanzaro di Erra risponde con il 4-3-3. Tra i pali Nordi, in difesa Riggio, Sirri, Gambaretti e Imperiale. A centrocampo Icardi, Maita e Benedetti mentre in attacco troviamo Cunzi, Infantino e Zanini. Arbitra il signor Mantelli. Nei primi minuti di gioco la Reggina prova a mantenere il possesso. Il Catanzaro pressa bene a centrocampo rovinando sul nascere le idee avversarie. Fase molto tranquilla: entrambe le squadre si studiano cercando di capire le intenzioni altrui. Al settimo minuto Cunzi cerca di impensierire la retroguardia amaranto con un’azione personale. Marino ci mette una pezza. Garufi risponde con un tiro da fuori. Soluzione interessante, la palla esce fuori di poco.

IL DERBY

Pochi minuti al fischio dinizio di Reggina Catanzaro, il derby calabrese valido per la Coppa Italia di Serie C. Finalmente comincia anche il girone I, che finora ha vissuto intoppi di vario genere, fra rinvii e il ripescaggio del Rende, che ha imposto anche un cambio di formula: niente andata e ritorno fra Reggina e Catanzaro, ci sarà un triangolare come negli altri gruppi. Le successive gare della seconda giornata e terza giornata, verranno determinate in relazione al risultato di stasera, ma naturalmente vedranno in campo il Rende contro le due protagoniste di questo derby. Questi rinvii hanno spinto Reggina-Catanzaro a una sola settimana dallinizio del campionato, per cui si tratterà di un test fondamentale in vista dellinizio della nuova Serie C, fermo restando che un derby è sempre un derby e dunque tutti lo vogliono vincere a prescindere. Non serve aggiungere altro: meglio cedere immediatamente la linea al campo dello stadio Oreste Granillo, Reggina-Catanzaro sta per cominciare! (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

INFO STREAMING VIDEO E DIRETTA TV, COME VEDERE LA PARTITA

Va poi ricordato che la partita tra Reggina e Catanzaro, attesa per questa sera, non sarà visibile in diretta tv, ma sarà possibile vedere la sfida di Coppa Italia Serie C in diretta streaming video collegandosi al sito ufficiale Lega Pro Channel, disponibile al portale Sportube.tv, a cui però sarà necessario iscriversi per accedere al servizio.

ARBITRA MANTELLI

Reggina Catanzaro sarà diretta dallarbitro Giampaolo Mantelli. Compito delicato per il fischietto della sezione Aia di Brescia, vista la grande rivalità in questo sentitissimo derby di Calabria, stuzzicante anche quando vale per la Coppa Italia di Serie C. Mantelli sarà coadiuvato allo stadio Oreste Granillo dai guardalinee Roberto Fraggetta di Catania e Antonio Lalomia di Agrigento. Mantelli è un arbitro di Lega Pro dal 2014, dunque vanta una buona esperienza nella terza serie del calcio italiano, che proprio da questa estate è tornata a chiamarsi Serie C. In totale nel calcio professionistico, compresa la Primavera, Mantelli ha diretto 75 partite finora, con 323 cartellini gialli, 34 espulsioni di cui 15 per somma di ammonizioni e 19 per rosso diretto e assegnando un totale di 24 calci di rigore. Nella nuova stagione questa sarà la prima uscita per larbitro Mantelli: un battesimo subito affascinante ma impegnativo. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

IL VOLTO NUOVO

Non sappiamo se scenderà subito in campo, ma di certo un protagonista di Reggina Catanzaro sarà Francesco Puntoriere, attaccante classe 1998 che è nato a Reggio Calabria e cresciuto nella Reggina, ma da pochi giorni è diventato un giocatore del Catanzaro. Puntoriere nell’estate del 2015 si svincolò dalla Reggina a causa dell’esclusione del club amaranto dell’ex presidente Lillo Foti dal campionato di Lega Pro e fu tesserato dalla Virtus Entella; nella stagione 2015/16 per lui 20 presenze e 10 gol nella primavera del club ligure, ma anche lesordio in Serie B, all’Arechi di Salerno nel 2-2 tra Salernitana ed Entella. Nella scorsa stagione, la seconda nelle file del club di Chiavari, 20 presenze con la Primavera e 11 gol per Puntoriere, in più anche 3 presenze in Serie B. Adesso per il giovane una utile esperienza in Serie C nella sua Calabria, ma con limmediato incrocio con il suo giovane passato. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

ORARIO E PRESENTAZIONE DELLA PARTITA

Reggina Catanzaro, diretta dallarbitro Giampaolo Mantelli, è una delle nove partite in programma oggi, domenica 20 agosto, per la Coppa Italia di Serie C. Latteso derby tra Reggina 1914 e Catanzaro si giocherà allo stadio Granillo di Reggio Calabria, con fischio dinizio alle ore 20.30. Siamo nel Girone I della manifestazione; questo avrebbe dovuto essere l’unico gruppo con solo due squadre, appunto Reggina e Catanzaro. Il ripescaggio del Rende ha invece portato a un triangolare, proprio come in tutti gli altri gironi della prima fase di questa Coppa Italia di Serie C, anche se questo tormentato gruppo prende il via solamente oggi.

LE PROBABILI FORMAZIONI

Per quanto riguarda le formazioni di questo match, c’è curiosità per le scelte dei due allenatori di fronte a quello che è il loro primo vero impegno della stagione. Gli amaranto allenati da Agenore Maurizi potrebbero scendere in campo con un 3-5-2 con Cucchietti tra i pali, linea a 3 di difesa formata da Auriletto, Di Filippo e Gatti, con Tazza e Solerio a prendersi cura delle due fasce. A centrocampo dovrebbero trovare spazio Porcino e De Francesco in zona centrale, lasciando a Garufi lo spazio qualche metro in avanti. In attacco dovrebbero giocare Bianchimano e Tulissi, con quest’ultimo pronto ad allargarsi sull’esterno in caso di adozione del 3-4-3 con Sciamanna spostato dall’altro lato al posto di Garufi.

In casa Catanzaro, il tecnico Alessandro Erra pensa ad un modulo speculare a quello amaranto, con Nordi a difendere la porta, poi Gambaretti, Di Nunzio e Riggio a comporre il terzetto arretrato. A centrocampo, da destra verso sinistra, la lines dovrebbe essere formata da Longo, Maita, Benedetti, van Ransbeeck e Zanini. In avanti vasta scelta per il tecnico calabrese, che però alla fine dovrebbe optare per il giovane Lukanovic in coppia con Infantino.

LA GRANDE RIVALITA

Reggina e Catanzaro, i due club più rappresentativi del calcio regionale divisi da una rivalità storica, sono attesi da una gara difficile. Per entrambe la piazza chiede di non sbagliare, sia per non mandare all’aria il primo obiettivo stagionale, ma soprattutto per l’orgoglio e la voglia di imporsi in un derby che manca dallo scorso aprile in campionato. In quell’occasione la Reggina, che giocava in casa come oggi, vinse per 1-0 con gol di Kosnic, mentre nel match di andata al Ceravolo le due squadre si erano accontentate di un punto a testa. L’ultima vittoria giallo-rossa risale al 2014, quando fu Fofana a dare i 3 punti ai locali con una rete siglata al minuto numero 59.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori