DIRETTA/ Sassuolo Genoa (risultato finale 0-0) streaming video e tv: Deludente pareggio a reti bianche

- Mauro Mantegazza

Diretta Sassuolo Genoa: info streaming video e tv, probabili formazioni, quote, orario e risultato live della partita valida per la prima giornata del campionato di Serie A

sassuolo_lapresse_2017
Video Sassuolo Bari (LaPresse)

DIRETTA SASSUOLO-GENOA (RISULTATO FINALE 0-0)

DELUDENTE PAREGGIO A RETI BIANCHE

E’ terminata da pochissimi minuti la sfida tra Sassuolo e Genoa sul punteggio di 0 a 0, un deludente pareggio a reti bianche che comunque rispecchia fedelmente l’andamento di una gara tutt’altro spettacolare che è stata dominata dalla grande intensità e dai tantissimi errori in fase di costruzione. Il nuovo corso targato Bucchi non inizia benissimo visto che questa sera la sua squadra è andata al tiro solamente in modo sterile dalla distanza senza riuscire ad impegnare severamente Perin; gli ospiti invece sono andati vicino al vantaggio concretamente più di una volta: nel primo tempo con Galabinov e Veloso, i cui tentativi sono stati respinti con due ottimi interventi di Consigli e poi nella ripresa con Biraschi il cui tentativo da distanza ravvicinata a colpo sicuro è stato respinto dalla traversa. Da segnalare nel finale di gara l’esordio del giovanissimo Salcedo (15 anni) che pur essendo entrato solamente all’82’ al posto di Pandev, è comunque riuscito a lasciare il segno sull’incontro visto che al 90′ ha severamente impegnato Consigli con una potente conclusione tentata dal limite dell’area dopo essersi liberato alla grande con un pregevole controllo a seguire. 

TRAVERSA DI BIRASCHI

Siamo ormai giunti al 65′ della sfida tra Sassuolo e Genoa ed il punteggio è ancora inchiodato sullo 0 a 0 iniziale. La ripresa si è aperta con gli stessi ventidue protagonisti che hanno dato vita alla prima frazione di gioco, i due allenatori hanno così deciso di dare fiducia ai propri giocatori nonostante i deludenti primi quarantacinque minuti di gioco. Anche il secondo tempo si è aperta sulla stessa falsariga del primo con la fisicità e l’intensità a farla da padrona. Al 61′ primo cambio della partita deciso da mister Juric che ha inserito Palladino al posto di Taarabt ed un minuto dopo al 62′ il Genoa ha centrato in pieno la traversa quando su un cross rasoterra proveniente dalla destra, Biraschi ha mancato una clamorosa occasione calciando sulla traversa da ottima posizione.

GALABINOV SFIORA IL VANTAGGIO

Si è concluso da pochissimi minuti il primo tempo tra Sassuolo e Genoa ed il punteggio è ancora fermo sullo 0 a 0. Partita assolutamente deludente finora tra due formazioni da cui ci si attendevano gol e spettacolo ed invece finora abbiamo assistito a tanta intensità e falli ma finora la qualità non è ancora riuscita ad emergere. Dopo aver sofferto in avvio di gara, gli ospiti hanno a sorpresa sfiorato il vantaggio al 22′ con Galabinov che, dopo aver ricevuto palla in area di rigore, ha saltato nettamente Cannavaro ed ha fatto partire un potente diagonale rasoterra sul quale Consigli si è superato deviando in corner con un gran balzo. Non succede praticamente più nulla fino al 34′ quando l’ennesima discesa di Lirola ha permesso a Berardi di poter concludere da fuori area in un’anomala posizione centrale ma la conclusione del numero 25 è stata bloccata da Perin. Al 37′ ci ha poi provato Veloso che, dopo aver recuperato palla sulla trequarti, ha fatto partire un potente tiro rasoterra che Consigli è riuscito a deviare in corner con un gran tuffo. Speriamo di poter assistere a qualche emozione in più nella ripresa perchè finora al Mapei Stadium lo spettacolo è latitato.

INIZIO POCO EMOZIONANTE

Al Mapei Stadium di Reggio Emilia il Sassuolo sta giocando contro il Genoa nella sfida valida come prima giornata della nuova Serie A 2017/2018 e, quando sono stati disputati circa 20 minuti di gioco, il risultato è ancora fermo sullo 0 a 0. C’è molta attesa per vedere per la prima volta all’opera il nuovo ciclo neroverde targato Bucchi che ha preso il posto di Di Francesco passato quest’estate alla Roma; gli ospiti invece hanno confermato mister Juric sulla panchina rossoblù e cercheranno di migliorare il quart’ultimo posto raggiunto in extremis nello scorso torneo. Iniziano meglio i neroverdi che hanno provato immediatamente due conclusioni con Duncan al 1′ da fuori area, parata senza problemi da Perin e poi al 3′ con Falcinelli che lanciato alla perfezione in profondità ha calciato con potenza fuori dallo specchio. A parte questi due sterili tentativi non è successo praticamente se non tanti falli e fisicità che soprattutto gli ospiti stanno cercando di mettere in campo per contenere la qualità dei padroni di casa.

FORMAZIONI UFFICIALI, IN CAMPO!

Sassuolo e Genoa sono due squadre dalla storia molto diversa: i neroverdi fino a pochi anni fa non erano mai nemmeno stati in Serie A, il Genoa vanta ben nove scudetti, tutti però ai primordi del calcio italiano. Da quando tuttavia il Sassuolo è arrivato in Serie A, ecco che il bilancio è equilibrato, anzi leggermente favorevole proprio agli emiliani, che vantano quattro vittorie a fronte di un solo pareggio e di tre affermazioni del Grifone. Anche il bilancio dei gol segnati sorride ai neroverdi: 14 reti per il Sassuolo contro 11 per il Genoa. In casa del Sassuolo abbiamo quattro precedenti, con tre vittorie della formazione di casa, ma anche il colpaccio del Genoa datato 9 aprile 2016, mentre a Genova abbiamo due vittorie liguri, lunico pareggio (il pirotecnico 3-3 del 18 gennaio 2015) e una vittoria per il Sassuolo. A questo proposito, il ritorno a Marassi sarà il giorno dellEpifania, 6 gennaio 2018. Ecco le formazioni ufficiali di Sassuolo-Genoa. SASSUOLO (4-3-3): Cosigli; Peluso, Acerbi, Cannavaro, Lirola; Duncan, Magnanelli, Sensi; PAolitanom Facinelli, Berardi. All Bucchi. GENOA (3-4-3) Perin; Biraschi, Rossettini, Gentiletti; Lazovic, Miguel Veloso, Bertolacci, Laxalt; Pandev, Galabinov, Taarabt. All. Juric. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA DI SERIE A

Sassuolo-Genoa, domenica 20 agosto alle ore 20.45, sarà una diretta tv esclusiva per tutti gli abbonati Sky, che potranno seguire l’incontro collegandosi sul canale 255 del satellite, Sky Calcio 5 HD. Per tutti gli abbonati c’è anche la possibilità di collegarsi sul sito skygo.sky.it e seguire l’incontro in diretta streaming video via internet.

TECNICI A CONFRONTO

Sassuolo-Genoa metterà di fronte due allenatori emergenti, Cristian Bucchi e Ivan Juric. Per Bucchi sarà lindimenticabile partita del debutto in Serie A da allenatore: i neroverdi hanno scelto lex tecnico del Perugia, ritenendolo il migliore erede di Eusebio Di Francesco, con cui il Sassuolo aveva acquisito una ben precisa identità di gioco e ottimi risultati. A Bucchi dunque il compito di proseguire su una strada già ben tracciata, e questo potrebbe essere un grosso vantaggio per lui. Di certo Genova è una piazza più complicata ed esigente, ma daltronde Juric la conosce molto bene: quattro stagioni da giocatore, poi vice di Gasperini, un primo ritorno da allenatore della Primavera e lanno scorso lincarico da primo allenatore. Esperienza non facile: un ottimo inizio, il netto calo, lesonero ma poi il nuovo incarico per evitare guai peggiori, a poche giornate dalla fine del campionato. Retrocessione scongiurata, ora si riparte per un campionato che si spera più tranquillo. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

ARBITRA DAMATO

Il Sassuolo di Cristian Bucchi ospita il Genoa, che vuole assolutamente cancellare lo scorso campionato. La partita al Mapei Stadium sarà diretta da un arbitro di fama, Antonio Damato della sezione Aia di Barletta, chiamato a dirigere la sfida coadiuvato dai due guardalinee Lorenzo Manganelli della sezione del Valdarno e Luca Mondin, della sezione di Treviso. L’esperto direttore di gara dirigerà la sua partita numero 179 in serie A, un numero che illustra benissimo la carriera di Damato. Andiamo allora a vedere i numeri statistici della carriera del fischietto pugliese in Serie A: sono state ben 822 le ammonizioni comminate, alle quali aggiungere 54 espulsioni – divise fra 35 per somma di ammonizioni e le altre 19 per rosso diretto. Infine, sono 68 i calci di rigore assegnati in carriera da Damato in Serie A. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

I NUMERI A CONFRONTO

Sfida interessante quella che si giocherà fra Sassuolo e Genoa a Reggio Emilia: per inquadrarla, eccovi alcune statistiche relative allo scorso anno, quando i neroverdi hanno avuto un cammino non facile, anche perché l’Europa League ha tolto parecchie energie. Infatti il Sassuolo in casa aveva vinto soltanto in sette occasioni, con una differenza reti negativa al Mapei Stadium, seppure di un solo gol (27 segnati e 28 subiti). Il Genoa però deve cancellare lo score ancora peggiore dello scorso campionato, quando il Grifone rischiò addirittura la retrocessione: nove vittorie totali in campionato e altrettanti pareggi, a fronte di ben 20 sconfitte. Se qualcuno vuole fare il salto di qualità e conquistare la salvezza in maniera anticipata, bisogna assolutamente migliorare questi risultati negativi, altrimenti il Genoa si dovrà rassegnare a vivere unaltra stagione con il cuore in gola per giungere alla salvezza. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

IL CONTESTO DELLA PARTITA

Sassuolo e Genoa si affrontano questa sera alle ore 20.45 nella partita, diretta dallarbitro Damato, che per entrambe apre ufficialmente il campionato di Seria A. Le due formazioni arrivano a questa nuova annata nella massima serie con ambizioni diverse: gli emiliani vogliono aprire un nuovo ciclo sotto la guida tecnica di Cristian Bucchi, mentre i liguri di Ivan Juric sono alle prese con il cambio di proprietà e puntano ad una salvezza che sia il più possibile tranquilla dopo un’annata, quella scorsa, dove il rischio della Serie B è stato tremendamente concreto.

LE PROBABILI FORMAZIONI

Andando a vedere le formazioni che scenderanno in campo al Mapei Stadium si può senz’altro dire che Bucchi, alla sua prima assoluta su una panchina in Serie A, si affiderà all’usato sicuro sia da un punto di vista tattico che di uomini. Il modulo che l’ex tecnico del Perugia sceglierà è infatti il 4-3-3 di di franceschiana memoria, così come gli uomini che scenderanno in campo. Nel tridente d’attacco ci saranno, come anticipato, Berardi e Falcinelli, con Ricci a completare il reparto. In mediana ci sarà Duncan, che sarà chiamato a non far rimpiangere troppo Pellegrini, passato alla Roma proprio come Defrel. La difesa potrà contare invece sull’esperienza di due centrali del calibro di Cannavaro e Acerbi.

Il Genoa di Juric si presenterà con il consueto 4-3-3 dove una delle certezze è il ritorno di Perin tra i pali. La difesa è il maggior rebus per Juric: i centrali saranno Lazovic e Zukanovic, mentre ai lati agiranno Biraschi e Gentiletti. In mediana sicuro l’inserimento di Bertolacci, mentre per quanto riguarda il tridente toccherà a Pandev guidare l’attacco dopo l’addio di Giovanni Simeone, ormai alla Fiorentina.

COME ARRIVANO LE SQUADRE

Il Sassuolo è stato protagonista di una buona pre-stagione. Anche se l’addio di Defrel pesa e non poco sull’organico degli emiliani, la squadra ha dato dimostrazione di essere capace di sopperire a tale assenza, mostrando un gioco discreto in diverse occasioni. Bucchi si aspetta ancora qualche regalo dal mercato, ma la dirigenza ha sicuramente fatto un ottimo lavoro riuscendo a non far partire giocatori del calibro di Duncan e Berardi, oltre a far tornare alla base Falcinelli, che dopo l’ottima stagione a Crotone, coincisa con la salvezza dei calabresi all’ultima giornata, vuole provare a confermarsi in una realtà senza dubbio ormai di medio livello in Serie A.

Il Genoa, che questa estate è stato protagonista di un passaggio di proprietà che ancora non è stato però completato, ha in realtà già iniziato la propria stagione agonistica, battendo il Cesena in Coppa Italia per 2 a 1. Il risultato però non deve ingannare, perchè prima di tutto è giunto ai supplementari e inoltre la partita ha confermato i grossi problemi difensivi del Grifone: non è un caso che Juric dopo il match abbia fatto presente la necessità di un innesto in difesa. Quello che però preoccupa maggiormente il mister dei liguri è l’aspetto della tenuta fisica della squadra, che dopo 20 minuti discreti ha perso praticamente ogni contrasto, con il passaggio del turno che è stato garantito soltanto da una magia di Simeone jr, ormai a Firenze. Insomma, l’obiettivo del Genoa quest’anno è una salvezza tranquilla, ma non pare che giungere a tale scopo sarà così semplice.

QUOTE E SCOMMESSE, I PRONOSTICI SULLA PARTITA

Andando invece a vedere quelli che sono i pronostici e le aspettative dei bookmakers, scopriamo come in modo abbastanza ovvio il Sassuolo parta con i favori del pronostico. Soffermandoci sulle quote messe in campo dalla Snai, una vittoria della squadra allenata da Bucchi viene pagata 2,20 volte la cifra giocata, mentre un avvio con vittoria esterna del Grifone viene pagato 3,35 volte l’eventuale scommessa che si volesse fare. Un pareggio, che accontenterebbe di più il Genoa, viene invece quotato, sempre dalla Snai, 3,30 volte l’eventuale cifra che si dovesse decidere di giocare.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori