Sorteggio Champions League 2018/ I gironi e le avversarie: il punto di Alessandro Birindelli (esclusiva)

- int. Alessandro Birindelli

Sorteggio Champions League 2018, esclusiva con Alessandro Birindelli: il commento dell’ex difensore sugli accoppiamenti e le avversarie capitate a Juventus, Napoli e Roma

Sorteggio_Champions_lapresse_2017
Diretta sorteggio Champions League (Foto LaPresse)

COM’E’ ANDATA A JUVE, ROMA E NAPOLI? Dei sorteggi complicati, quelli delle squadre italiane nei sorteggi di Champions League a Montecarlo. Quello più difficile è toccato alla Roma che ha pescato il Chelsea, l’Atletico Madrid e il Qarabag. Per la formazione giallorossa non sarà certamente semplice passare il turno ma ce la potrebbe anche fare giocando un buon calcio. La Juventus inconterà di nuovo il Barcellona, stavolta senza Neymar però, poi lo Sporting Lisbona, una mina vagante del suo girone e l’Olympiakos Il Pirero, formazione greca. Infine il Napoli che avrà il compito più agevole col Manchester City, lo Shakhtar Donetsk e il Feyenoord. Sulla carta la squadra di Sarri dovrebbe qualificarsi. E poi tanti gironi interessanti come quello del Real Madrid con Tottenham e Borussia Dortmund. Quello del Manchester United con Benfica e Cska Mosca. Quello dello Spartak Mosca con Siviglia e Liverpool. Per commentare i gironi di Champions abbiamo sentito Alessandro Birindelli. Eccolo in questa intervista esclusiva rilasciata a ilsussidiario.net.

Come giudica i sorteggi delle italiane, quale è il girone più difficile? Il girone della Roma mi sembra oggettivamente quello più difficile con la formazione giallorossa che dovrà incontrare due squadre molto attrezzate tecnicamente come Chelsea e Atletico Madrid. Due squadre che puntano alla conquista della Champions…

Per la Juventus un incrocio molto bello col Barcellona, Sporting Lisbona mina vagante… Non dovrebbero esserci problemi per la Juventus. Del resto se vuoi andare fino in fondo devi incontrare anche squadre di buon livello tecnico come lo Sporting.

Ci sarà la suggestione della finale di due anni fa? Già, ma il Barcellona è molto cambiato e ha perso un fuoriclasse come Neymar. E’ un contesto completamente diverso dalla finale di Berlino anche se resta una partita molto affascinante…

Roma con Chelsea e Atletico Madrid, Totti ha pescato male… Totti in effetti ha riso quando la Juventus ha pescato il Barcellona, poi la Roma ha trovato il Chelsea e l’Atletico Madrid… Non considero la Roma una squadra scarsa ma indubbiamente le altre due formazioni sono più forti e dovrà fare un miracolo per qualificarsi.

Per il Napoli non dovrebbero esserci problemi, col Manchester City di Guardiola lo Shakhtar e il Feyenoord? Il Napoli sta ormai dimostrando di essere molto forte, non dovrebbe avere problemi a superare il turno.

Dove potranno arrivare le formazioni italiane? Credo per la Roma sarà come ho detto prima difficile superare il turno. Il Napoli potrà fare molta strada. La Juventus potrà confermarsi ad alto livello.

Cosa dovrà fare la squadra di Allegri per vincere la Champions? Avere fortuna in finale, affrontare nel modo giusto la finale. So per esperienza che è molto duro. Ne ho disputato due di Champions e purtroppo le ho perse tutte e due. E’ bello arrivarci, ma resta il rammarico di non vincere. E’ come andare a Roma in Piazza San Pietro e non vedere il Papa… Resti nell’albo d’oro come finalista ma non alzi la coppa al cielo… 

Il girone di ferro invece sarà quello con Real Madrid, Tottenham e Borussia Dortmund? E’ così, sarà un girone molto duro, molto equilibrato. Il Real partirà in ogni caso favorito, ha anche un Cristiano Ronaldo in più…

(Franco Vittadini)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori