Video/ Napoli Atalanta (3-1) highlights e gol della partita. Parla Ilicic (Serie A 2017-2018 2^ giornata)

Video Napoli Atalanta (risultato finale 3-1): gli highlights e i gol, le azioni salienti e i commenti alla partita che si è giocata per la seconda giornata del campionato di Serie A

28.08.2017 - Claudio Franceschini
Mertens_Napoli_urlo_lapresse_2017
Napoli, Mertens consegna le pizze - La Presse

Anche il trequartista dellAtalanta, Josip Ilicic, ha parlato al termine della sconfitta contro il Napoli per tre a uno al San Paolo. Rammaricato lex calciatore della Fiorentina, felice per la buona prestazione della squadra, un po meno ovviamente, per il risultato finale: «E veramente un peccato perché abbiamo fatto una buona partita, non so cosa dire perché giocare così contro una squadra come il Napoli non è facile, soprattutto qui a Napoli. Però contano i punti e dobbiamo cominciare a farli. Atalanta che ha avuto un inizio di stagione thriller, con Roma e Napoli in fila: «Quando giochi con le squadre importanti allinizio il commento di Ilicic a riguardo – vedi subito cosa ti manca e a noi ci manca sicuramente qualcosa. Anche contro la Roma avevamo fatto una buona partita, ma ci è mancato qualcosa per chiuderla. Ora cè la sosta, ci prepariamo ad un mese tosto e speriamo di divertirci facendo punti. Poi Ilicic cerca di incitare i suoi compagni così: «Noi dobbiamo crederci, abbiamo fatto due partite in cui abbiamo giocato bene, dobbiamo continuare così facendo solo qualcosina in più. Ora sarà un mese tosto, giocheremo ogni tre giorni, ma ciò significa che lanno scorso abbiamo fatto una buona stagione conquistando lEuropa League, io lho fatta ed è veramente bella. Di seguito il video con lintervista a Ilicic. (Agg. di Davide Giancristofaro)

IL GOL DI MERTENS

Il Napoli è senza dubbio una delle squadre più belle da vedere, se non quella in assoluto più bella. Lo ha dimostrato anche ieri, durante la sfida contro lAtalanta. Dopo un primo tempo un po sottotono, forse anche per via del caldo e delle fatiche post-Nizza, la compagine partenopea è tornata a macinare gioco, ribaltando lincontro e chiudendo il match con il risultato finale di tre a uno. Fra i protagonisti assoluti della sfida, tanto per cambiare, Dries Mertens, capocannoniere azzurro della passata stagione, alla prima rete in questo campionato. Dopo essere rimasto allasciutto contro lHellas Verona, il nazionale belga si è rifatto ieri sera, con una marcatura arrivata dopo unazione fantastica. Il guizzo è partito da Allan, che da centrocampo ha fatto partire un cross al bacio sulla sinistra per Insigne; Lorenzo il Magnifico ha quindi ribattuto in mezzo allarea il pallone, su cui si è avventato lex PSV Eindhoven che a pochi passi dal portiere non ha sbagliato. Se non lavete ancora visto, di seguito il video del gran gol. (Agg. di Davide Giancristofaro)

IL COMMENTO DI GASPERINI

E soddisfatto nonostante la sconfitta, lallenatore dellAtalanta, Gian Piero Gasperini. Intervistato dai microfoni di Premium Sport dopo il 3 a 1 del San Paolo, il tecnico dei bergamaschi ha voluto fare i complimenti agli avversari, ma anche ai suoi giocatori: «Il Napoli è una squadra di grande qualità e gli son bastati cinque minuti importanti per ribaltare la partita. Noi abbiamo giocato a lungo molto bene, precisamente fino all87esimo quando abbiamo preso il terzo gol. Abbiamo avuto anche la possibilità di fare il secondo gol in alcune situazioni che si sono presentate ed è un peccato non esserci riusciti, però al cospetto di questo Napoli, giocare così, è un buon segnale. Poi Gasperini ha aggiunto: «Abbiamo avuto un po di calo fisico poi loro hanno fatto due gol in pochi minuti Sul due a uno abbiamo avuto unottima reazione, siamo andati vicino al pareggio. Poi nel finale, con questi spazi, loro sono stati micidiali. Di seguito il video con lintervista integrale a Gasperini. (Agg. di Davide Giancristofaro)

LA MAGIA DI ZIELINSKI

Ci ha pensato il centrocampista del Napoli, Zielinski, a riequilibrare la sfida con lAtalanta. I partenopei erano andati in svantaggio dopo colpo di testa di Cristante su calcio piazzato, ma lazzurro, grazie ad una rete magica, ha recuperato il match, che poi verrà vinto dal Napoli con il risultato finale di tre reti a uno. Una rete splendida quella del 23enne della nazionale polacca, la cui dinamica è stata la seguente: calcio dangolo dalla sinistra battuto dagli azzurri, con palla che finisce in area bergamasca, poi respinta; al limite dellarea la recupera proprio lex Empoli, che senza pensarci due volte fa partire un gran tiro di destro che si infila sotto il sette. Una rete da cineteca, che ha di fatto destato il Napoli permettendogli poi di andare a vincere ed avere la meglio sugli avversari. Per chi non lavesse ancora visto, di seguito il video con la spettacolare marcatura firmata Zielinski. (Agg. di Davide Giancristofaro)

LE LACRIME DI REINA

 Il Napoli batte lAtalanta in rimonta, e si aggiudica così tre punti, prima vittoria della stagione fra le mura di casa del San Paolo. Tante indicazioni positive in casa partenopea, ma cè anche qualche nota dolente. Pepe Reina, estremo difensore titolare della squadra di Maurizio Sarri, svestirà infatti la casacca azzurra. La notizia era nellaria da qualche giorno a questa parte, ma ormai sembra essere vicina allufficialità. Lindizio lo ha dato lo stesso portiere spagnolo, che al termine della sfida contro i bergamaschi ha fatto il giro del campo, salutando i tifosi visibilmente commosso. Lex Liverpool e Bayern Monaco ha il contratto in scadenza al 30 giugno del 2018, al termine della stagione in corso, e il rinnovo tarda ad arrivare nonostante le parti in gioco stiano discutendo ormai da diverse settimane. I parigini vogliono approfittare di questa situazione e sono appunto pronti a mettere le mani sul guardiano degli azzurri. Di seguito il video di Reina in lacrime. (Agg di Davide Giancristofaro)

LE STATISTICHE DEL NAPOLI

Andiamo a sbirciare le statistiche relative a Napoli-Atalanta che si è conclusa con la vittoria in rimonta dei partenopei che si sono imposti con il punteggio di 3 a 1. Possesso palla: 62% Napoli, 38% Atalanta; i padroni di casa hanno fatto la partita, male nel primo tempo, decisamente meglio nella ripresa quando gli uomini di Sarri hanno trovato la via del gol in tre occasioni. Tiri in porta: 6 a testa per Napoli e Atalanta; giocando di rimessa la formazione di Gasperini ha sfiorato il colpaccio e dopo il primo tempo il tabù rischiava di rimanere tale per Sarri. Calci d’angolo: 9 Napoli, 6 Atalanta; i tre centrali difensivi orobici non hanno mai abbassato la guardia mettendo il pallone in corner e neutralizzando il tridente offensivo del Napoli almeno nella prima frazione di gioco. Palle perse: 55 Napoli, 34 Atalanta; sullo 0-1 i padroni di casa si sono fatti prendere dal nervosismo commettendo una serie di errori davvero inconsueti da quando in panchina c’è Sarri, chissà come sarebbe andata a finire senza la perla balistica di Zielinski. Palle recuperate: 24 Napoli, 30 Atalanta; approfittando degli svarioni degli avversari, gli ospiti hanno anche rischiato di portarsi sul 2 a 0. Alla fine la classifica recita Napoli 6, Atalanta 0: Sarri rimane a punteggio pieno mentre Gasperini rimane a bocca asciutta, partenza davvero difficile per i bergamaschi che contro giallorossi e partenopei meritavano sicuramente qualcosa di più in termini di bottino.

NAPOLI-ATALANTA: GOL E HIGHLIGHTS

Le parole di Gian Piero Gasperini, allenatore dell’Atalanta, ai microfoni di Sky Sport: “Per come sono andate le prime due gare è un peccato avere zero punti in classifica, i risultati non rispecchiano le nostre prestazioni, soprattutto stasera dove abbiamo sfiorato il colpaccio. Forse ci manca ancora qualcosa per chiudere le partite, non siamo riusciti a sfruttare le occasioni create. Dopo il pari il Napoli ha alzato i ritmi e ha cambiato l’inerzia della partita che fino ad allora era a nostro favore, i partenopei si sono caricati trovando le forze per ribaltare il punteggio, anche sul 1-2 non abbiamo comunque sfigurato con un paio di azioni interessanti. Non devo motivare le scelte su Spinazzola, tutto dipende da lui: se ritroverà l’entusiasmo di giocare per l’Atalanta allora lo accoglierò a braccia aperte. La sostituzione di Petagna? Scelta tecnica, avevo bisogno di un centrocampo più forte”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori