Diretta/ Vuelta 2017 Streaming video e tv, Marczynski al successo, problemi per Froome! (Motril-Antequera)

Diretta Vuelta 2017 info streaming video e tv 12^ tappa, percorso: frazione ondulata di media montagna, con due Gpm (Motril-Antequera, oggi giovedì 31 agosto)

31.08.2017 - Mauro Mantegazza
ciclismo_generico_strada_lapresse_2017
Ciclismo, 90enne positivo al doping: perde titolo e record (LaPresse - immagine di repertorio)

Il traguardo finale della 12^ tappa della Vuelta ha visto il meritato successo del polacco Marczynski tra coloro che sono andati in fuga fin dalle prima battute: non è stata una prova complicata per lalfiere della lotto Soudal, viso che sul finale la vera bagarre si è sviluppata nel gruppo maglia rossa. A muovere le cose diversi incidenti, tra problemi con le moto a diverse cadute tra cui la doppia di Chris Froome: lalfiere del team Sky ha riportato un problema tecnico a pochi km dal traguardo finale, ma nel cambio bici il keniota bianco si è innervosì parecchio, e complice lasfalto sporco, ha perso più volte il controllo della propria bici, non riportando però alcun danno. A parte gli eventi nelle retrovie va detto che a podio non ci sono state troppe sorprese, visto che dietro la polacco sono saliti Fraile e Rojas già protagonisti  in tutta la giornata di oggi. (agg Michela Colombo) 

VERSO IL GRAN FINALE

Ci avvinciamo al gran finale della 12^ tappa della Vuelta 2017: la corsa ha infatti terminato la discesa dopo il primo Gpm e i corridori si stanno approcciando alla seconda e ultima prova di altura prevista nel tracciato di oggi. Nonostante la concitazione del momento la situazione della corsa rimane ancora piuttosto tranquilla: davanti resiste il drappello di 13 corridori dove spiccano i nomi di Rojas e Polanc oltre che di Fraile e Theuns. Di questo però manca ora Jan Polanc che poco fa ha forato e perso cori tanto terreno rispetto ai battistrada. In fondo rimane sempre compatto il gruppo maglia rossa che ora registra un ritardo di ben 9 minuti: il gap si è fatto ormai fin troppo consistente quando mancano una ventina di km a traguardo finale. (agg Michela colombo)

STREAMING VIDEO, ORARIO E DIRETTA TV

La Vuelta 2017 viene trasmessa in diretta tv su Eurosport, canale tematico europeo disponibile sia nel pacchetto satellitare di Sky sia in quello digitale terrestre di Mediaset Premium. In diretta streaming videol’appuntamento sarà dunque con i servizi offerti ai rispettivi abbonati da Sky Go, Premium Play ed Eurosport Player. Per quanto riguarda questa dodicesima tappa Motril-Antequera, il collegamento sarà dalle ore 15.00 per seguire tutte le fasi più significative della frazione odierna, mentre al termine della tappa ci sarà la rubrica Vuelta Extra per approfondimenti e commenti. Informazioni importanti sulla corsa spagnola saranno disponibili anche sui social network: su Facebook la pagina ufficiale è Vuelta a España, mentre l’account ufficiale Twitter è @lavuelta.

ROJAS IN TESTA AL GPM

Siamo appena scollinati al primo Gran Premio della Montagna della 12 frazione del giro spagnolo: siamo quindi entrati nel tratto finale e più complesso di questa tappa della Vuelta, che si chiuderà solo tra mano di 60 km al traguardo di Antequera, ma con un secondo Gpm da affrontare prima. Al punto di interesse per la classifica degli scalatori è stato Jose Joachim Rojas della Movistar davanti a Canty,Polanc e Marczynski. Come si nota in testa vediamo ancora il medesimo drappello di 14 battistrada andati in fuga ormai diverso tempo fa: praticamente nulli i movimenti quindi in questa parte della corsa, dove riordiamo che il gruppo maglia rossa rimane ancora molto in ritardo, ora fissato quasi 8 minuti. Come previsto i big non hanno intenzione di scoprirsi ma di certo presto dovranno aumentare il ritmo per non lasciare vantaggi troppo pericolosi in graduatoria.(agg Michela Colombo) 

14 CORRIDORI IN FUGA

Stiamo per giungere alle montagne della 12^ tappa della Vuelta 2017: il lungo tratto pianeggiante che ha caratterizzato la prima parte della frazione sta per giungere finalmente alla conclusione e la corsa sta per affrontare le prime altimetrie. Al 60 km infatti è atteso il primo Gran Premio di Montagna del Puerto de Leon i 1^ categoria e al momento la corsa appare divisa in due tronconi, con i battistrada andati in fuga solo poche decine di km fa. In testa al momento troviamo un drappello di 14 corridori, dove spiccano i nomi di Polanc, Marczynski, Theuns: il loro vantaggio appare stabile sui 6 minuti e 16 con il gruppo maglia rossa ben compatto, con la prospettiva che possa arrivare  anche al traguardo in questo modo. Di certo i big oggi non vorranno perdere troppe energie e data la situazione hanno ben poco da perdere: comunque è il team Sky a guidare.(agg Michela Colombo) 

GRUPPO ANCORA COMPATTO 

Siamo entrati da poco nel vivo della 12^ tappa della Vuelta 2017 ma finora sono state ben poche le emozioni offerte dalla strada: il terreno pianeggiante infatti pur favorendo sulla carta fughe solitarie in realtà sta permettendo a tutti di rimanere ben compatti. A ranghi serrati continua quindi la corsa quando ormai sono ben 25 i km precorsi dalla partenza di Motril ma il ritmo della corsa rimane davvero altissimo: non sono mancati comunque i tentativi di attacco specialmente portati avanti dagli uomini di Bora Hansgrohe, Ag2r La Mondiale, Caja Rutal e Manzan ma come abbiamo detto nessuno di questi ha avuto successo. Segnaliamo però che al via oggi non si sono presentati George Bennet, Serge Pawels, mentre hanno da poco abbandonato la corsa Jorge Arcas e Lennard Hofstede. (agg Michela Colombo)

TUTTI IN STRADA, SI PARTE

Sta per avere inizio la 12^ tappa della Vuelta 2017: difficile che il tracciato di oggi faccia scoprire qualche big ma è probabile che la traguardo finale di Antequera permetta a qualche outsider di togliersi la soddisfazione di una vittoria di tappa.  Fondamentale oggi per tipologia di prova saranno le fughe che si consumeranno al via di Motril: il lungo tratto pianeggiante potrebbe dare parecchie chance alla ruote veloci, sempre che vento e pioggia non mettano molti ko, specialmente dopo il gran freddo patito ieri al traguardo finale della frazione. Tra questi potrebbe avere la propria anche anche Alberto Contador che detto praticamente addio al titolo vuole comunque chiedere la sua Vuelta a modo suo dopo una buona prova messa in strada ieri in un giorno di per sé molto difficile al termine del quale lo spagnolo aveva dichiarato: Molti erano al limite, quindi bisognava fare qualcosa. Se non fossi partito in quel momento magari altri restavano a ruota e recuperavano. Ho preferito quindi fare uno sforzo un po più presto. Ho perso qualche secondino, ma ho recuperato abbastanza su molti altri, commenta comunque soddisfatto di certo per lui la vuelta 2017 non è ancora finite  lalfiere della trek segafredo è intenzionato a sorprenderci: diamo quindi il via alla corsa!.  (agg Michela Colombo)

OCCHIO A CHAVES

Tra i protagonisti più attesi oggi alla 12^ tappa della Vuelta come  della frazione di ieri, dove però forse è mancato un po al traguardo è senza dubbio luomo classifica Esteban Chaves. Il colombiano ieri ha chiuso la frazione con parecchio ritardo, giungendo quadi due minuti dopo la maglia rossa di Froome, ma complice il grande freddo nella salita finale lalfiere della Orica non è riuscito a fare di più come lui stesso ha dichiarato: Faceva veramente freddo, ma come squadra abbiamo lavorato molto bene. Ci sono delle volte che quando hai un piano può andare bene o male, ma la cosa importante è averci provato. Comunque ci abbiamo provato e continueremo a provarci. Nella frazione di oggi difficilmente i big come Chaves si esporranno, per conservare le energie in vista delle prossime frazioni, più decisive. (agg Michela Colombo) 

I FAVORITI AL TRAGUARDO

La Vuelta 2017 rimane in Andalusia per la sua 12^ frazione in programma oggi: un percorso complicato quello previsto che metterà in difficoltà non poche persone, con un lungo tratto adatto alla velocità e due Gp sul finale davvero impegnativi. La tappa di oggi potrebbe quindi riservare parecchie sorprese dando spazio a qualche coraggioso partito ben in fuga magari fin dalle prima battute nella corsa: in questo senso consigliamo come uomo sui cui puntare Julian Alaphilippe oltre che Luis Leon Sanchez e anche il nostro Villella, sempre leader della classifica riservata agli scalatori. Rimangono comunque pericolosi su questo tipo di tracciato anche Pauwels e De Gendt, oltre che Pantano e Vilela: difficile un exploit di qualche uomo classifica che oggi potrebbero optare per una strategia conservativa in vista delle prossime tappe. (agg Michela Colombo)

ORARIO E PRESENTAZIONE DELLA TAPPA

La Vuelta 2017 oggi nella dodicesima tappa Motril-Antequera di 160,1 km tornerà a proporci il suo programma preferito: una frazione di media montagna, non particolarmente impegnativa ma aperta a colpi di scena e quindi a diverse possibili soluzioni, per garantire sempre un buono spettacolo – certo, non per la gioia dei velocisti, che però domani potrebbero invece avere unoccasione. La partenza di questa tappa sarà alle ore 13.30 da Motril, mentre larrivo è atteso ad Antequera, come sempre indicativamente fra le ore 17.30 e le 18.00, per una tappa interamente in Andalusia.

IL PERCORSO DI OGGI

Come abbiamo già accennato, il percorso di questa dodicesima tappa della Vuelta 2017 rientra nei canoni classici della corsa iberica. Saliscendi iniziali, poi a dire il vero un po di respiro grazie a un tratto pianeggiante lungo la costa, ma dopo circa 80 km si inizierà a fare sul serio con la salita del Puerto del León, unascesa di ben 17,4 km con pendenza media del 4,9%, come spesso succede in salite lunghe a riassumere unascesa nella quale ci saranno tratti anche molto facili, ma pure altri decisamente più impegnativi (fino al 10,5%). A seguire, dopo il Gpm di prima categoria che sarà collocato al km 101,4, ecco la discesa e un tratto ondulato fino allo sprint intermedio che sarà collocato in località Villanueva de la Concepcion al km 137. Subito dopo si inizierà a salire verso il secondo e ultimo Gpm di giornata, il Puerto del Torcal di seconda categoria (km 142,6), collocato al termine di una salita con il 7% di pendenza media sui 7,6 km di ascesa. A quel punto mancheranno meno di 18 km allarrivo di Antequera, che sarà raggiunto tramite la discesa e poi gli ultimi 5 km sostanzialmente pianeggianti, dove si potrebbe giocare il successo un gruppetto ristretto di coraggiosi attaccanti.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori