Diretta / Bologna Inter (risultato finale 1-1) info streaming video e tv: Verdi-Icardi, finisce in parità

- Carlo Necchi

Diretta Bologna-Inter: info streaming video e tv, probabili formazioni, quote, orario, risultato live. L’anticipo della 5^giornata di Serie A si gioca martedì 19 settembre 2017

luciano_spalletti_2_lapresse_2017
Stretta di mano Spalletti Mazzarri - La Presse

BOLOGNA-INTER, RISULTATO FINALE 1-1: PARI AL DALL’ARA

Bologna-Inter termina 1-1 dopo 96 minuti molto complessi per Spalletti e i suoi, salvati dal classico episodio e dal penalty di Icardi, dopo aver sofferto le pene dell’inferno sul campo dei rossoblu! Nel finale nerazzurri in avanti alla caccia di un secondo gol che sarebbe stato immeritato, con inserimento da parte di Spalletti anche di Brozovic e Gagliardini; anche il Bologna però si è fatto vivo nuovamente con Verdi, al tiro per due volte con il mancino, respinto da Skriniar di testa e poi impreciso per questione di mezzo metro, oltre il secondo palo della porta di Handanovic. Nonostante una pressione offensiva più costante, Inter incapace di mettere paura a Mirante, di fatto quasi disoccupato, parata di Miranda a parte. Un punto per parte, si apre così dunque il turno infrasettimanale…

BOLOGNA-INTER, RIVIVI IL MATCH NELLA NOSTRA DIRETTA!

Stiamo entrando nei minuti decisivi dell’anticipo del 5° turno di campionato al Dall’Ara e il risultato è ora sull’1-1! Il nulla totale del primo tempo si è trasformato in una prova quantomeno più generosa da parte dei nerazzurri; occasioni per Miranda prima ed Eder poi, di testa, il primo sugli sviluppi di calcio d’angolo e il secondo su cross di Perisic: bravo Mirante a respingere il tentativo del brasiliano, mentre la punta della Nazionale non ha inquadrato lo specchio. Doppio cambio per Donadoni, per inserire forze fresche vista la stanchezza evidente, con ingressi di Taider e Palacio. Il punto del pari per i nerazzurri è arrivato comunque a sorpresa, al minuto 77°: rigore (confermato anche dal VAR) per l’Inter, dopo contatto molto particolare tra Mbaye e Eder in area rossoblu, con caduta goffa del difensore e tocco involontario ma da “danno procurato” secondo la squadra arbitrale. Dagli 11 metri, bomba centrale di Icardi e rete gonfiata. Ora via al gran finale, sfida tutta da decidere ancora!

Bologna-Inter è ripartita senza sostituzioni immediate di Spalletti (e tantomeno di Donadoni), con la prima occasione immediata per i padroni di casa già dopo pochi istanti: fallo, l’ennesimo, subito da Petkovic al limite e sinistro fuori di poco di Verdi sul piazzato. Quindi l’intenzione di Spalletti di lasciare in campo lo stesso 11 anche per l’avvio di ripresa è scemata davanti ai disastri di Joao Mario, davvero inguardabile in questo match: subito out il portoghese, dentro Eder. Inter che è tornata in avanti in questi minuti con un paio di opportunità potenziali per Icardi, sugli sviluppi di calcio d’angolo, senza però mai mettere nel mirino lo specchio di porta di Mirante. La contesa resta aperta e forse ora è più equilibrata rispetto al primo tempo, i nerazzurri cercano di aumentare il forcing!

Dopo un primo tempo nettamente migliore rispetto a quello degli avversari, Bologna meritatamente in vantaggio al Dall’Ara, con gol al 32° del migliore in campo, Simone Verdi! Discesa letale per l’Inter per il numero 9 rossoblu, con mancino forte e angolato, senza scampo per Handanovic. Nel complesso Bologna spumeggiante: grande azione anche al minuto 34, con tacco di Di Francesco per l’incursione di Masina e cross ancora per Verdi, il cui destro è deviato con il corpo da un difensore interista… Tra lo scocciato e l’incredulo Spalletti, che si guarda alle spalle vista la produzione offensiva nulla dei suoi e pensa ai primi cambi; Icardi & co non hanno impensierito mai Mirante, nei primi 46′ di gioco, eccezion fatta per un cross di Perisic per il capitano interista, proprio allo scadere! Vantaggio giusto finora, intervallo di riflessioni per l’Inter.

Siamo arrivati alla mezzora del primo tempo al Dall’Ara: l’anticipo del turno infrasettimanale di campionato è sempre sul punteggio di parità senza reti ma continua a tremare la squadra nerazzurra! Occasione ancora per Verdi al quarto d’ora, con dribbling secco su D’Ambrosio e destro a sfiorare l’incrocio dei pali; il mattatore di questo inizio match ha sulla coscienza però il mancato 1-0 subito dopo, con rinvio sbagliato da Handanovic, assist di Petkovic e tocco – a tu per tu con il portiere – appena fuori del numero 9. Tutto solo in area di rigore! Per gli uomini di Spalletti poco o nulla da segnalare, con un tiro fuori dallo specchio di Nagatomo al 24°, sugli sviluppi di un’azione confusa, portata avanti da Perisic. E’ arrivato anche il primo cartellino per l’arbitro Di Bello, ai danni di Poli, dopo fallo su Joao Mario.

Bologna-Inter è partita con un paio di occasioni potenzialmente molto importanti a referto, nel giro di pochi minuti: erroraccio per i nerazzurri di Joao Mario, liberato alla grande in area da Candreva – dopo una discesa in velocità sulla destra – e incapace di colpire bene il pallone, con un liscio abbastanza atipico. Mirante graziato. Dall’altra parte avvio sprint di Di Francesco, che sta puntando con costanza Skriniar, causandogli non pochi problemi vista la differenza di stazza e rapidità. Per lui un tiro sul fondo dopo spunto interessante e un paio di punizione guadagnate. Chi ha sfiorato davvero il primo gol però è stato Verdi, al minuto 9: sinistro sul palo per l’ex talento del vivaio del Milan, con tocco leggero ma determinante di Handanovic, salvato in ogni caso dal montante. Che brivido per Spalletti! Si resta sullo 0-0, partita vivace.

Vediamo ora di mettere a confronto gli allenatori protagonisti di questo Bologna-Inter. Per Roberto Donadoni si tratta della 75^ gara da allenatore del Bologna, di cui è alla guida tecnica dal 28 ottobre 2015: per adesso il bilancio sulla panchina dei felsinei è di 23 vittorie, 18 pareggi e 33 sconfitte, quanto basta per garantire ai rossoblu la salvezza nelle ultime due stagioni durante le quali ha impiegato in tutto 46 calciatori diversi, spicca Adam Masina con 62 presenze davanti a Mattia Destro (54). Da 101 giorni Luciano Spalletti siede sulla panchina dell’Inter, per adesso l’ex-allenatore della Roma sta svolgendo un ottimo lavoro ad Appiano Gentile, conquistando 4 vittorie in altrettatnte gare e ora va a caccia del pokerissimo; complessivamente ha già schierato in campo 17 calciatori tra titolari e subentrati. Come dispongono i due allenatori le loro formazioni ufficiali? Vediamolo insieme, Bologna Inter sta per cominciare. BOLOGNA (4-3-2-1): Allenatore: Roberto Donadoni INTER (4-2-3-1): 1 Handanovic; 33 D’Ambrosio, 25 Miranda, 37 Skriniar, 55 Nagatomo; 11 Matias Vecino, 20 Borja Valero; 87 Candreva, 10 Joao Mario, 44 Perisic; 9 Icardi. Allenatore: Luciano Spalletti

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE BOLOGNA INTER

La partita di Serie A tra Bologna ed Inter sarà trasmessa in diretta tv da Sky sui canali Sport 1 HD (il numero 201) e Calcio 1 HD (numero 251): prepartita dalle ore 20:00 e telecronaca dalle 20:45. Diretta tv di Bologna-Inter anche su Mediaset Premium: il canale di riferimento sarà Premium Sport, numero 370 del digitale terrestre disponibile anche in alta definizione (HD) al numero 380. Gli abbonati a Sky Sport/Calcio e Mediaset Premium potranno usufruire delle rispettive applicazioni per la diretta in streaming video, SkyGo e PremiumPlay. 

I BOMBER

La sfida tra Bologna e Inter aprirà la quinta giornata di campionato. Spicca tra le due compagini la differente produzione del reparto offensivo. Per i padroni di casa sono appena tre le reti siglate in questo inizio di campionato contro le dieci dei nerazzurri. Nei felsinei spicca il nome di Rodrigo Palacio, ex della partita senza rancore, in rete contro la Fiorentina. Completano il tabellino Federico Di Francesco e il ghanese Godfred Donsah. Scena muta per il bomber di riferimento Mattia Destro. L’attaccante, tranne la parentesi con la Roma, non è mai esploso. Per quanto riguarda l’Inter il leader è Mauro Icardi. Cinque reti, due su rigore, con la sicurezza di lottare per vincere la classifica capocannonieri. Dietro di lui troviamo Ivan Perisic con tre timbri. L’esterno d’attacco croato è una sentenza nei minuti finali di gara. Completano il quadro Milan Skriniar, prima rete in A contro il Crotone, e Matias Vecino. Affascinante la sfida tra l’ex Rodrigo Palacio e Mauro Icardi. El trenza, a 35 anni, ha ancora fame di gol. (agg. di Umberto Tessier)

LE STATISTICHE

L’anticipo della quinta giornata di Serie A metterà di fronte Bologna e Inter, vediamo le statistiche con cui le due squadre arrivano alla partita. I felsinei sono fra le squadre che tirano meno in porta, appena 31 conclusioni in quattro partite giocate (15 in porta e 16 fuori dallo specchio), per una media di circa otto tiri per partita, equamente divisi fra quelli in porta e quelli fuori. Infatti sono appena tre i gol segnati dal Bologna, esattamente la metà di quelli subiti (sei). L’Inter invece ha segnato ben 10 reti, mantenendo una media gol per partita pari a 2,5. I nerazzurri stanno lavorando bene anche – anzi, forse soprattutto – in fase difensiva e non a caso la squadra di Luciano Spalletti vanta la difesa fin qui meno battuta del campionato di Serie A con una sola rete subita, quella realizzata da Edin Dzeko nel corso della partita poi comunque vinta in rimonta dall’Inter sul campo della Roma. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

L’ARBITRO

La partita di martedì sera fra Bologna e Inter, allo stadio Dall’Ara, sarà diretta dal signor Marco Di Bello, della sezione Aia di Brindisi. I collaboratori del fischietto pugliese saranno i guardalinee Andrea Crispo della sezione di Genova e Fabrizio Posado della sezione di Bari, il quarto uomo Luca Banti della sezione di Livorno e i due addetti Var Maurizio Mariani della sezione di Aprilia e Gianluca Vuoto della sezione di Livorno, quest’ultimo in qualità di assistente. Per Di Bello una sola direzione di gara in stagione, quella della partita della seconda giornata fra il Napoli e l’Atalanta allo stadio San Paolo, con i seguenti numeri: tre cartellini gialli, zero cartellini rossi e zero calci di rigore. Un inizio stagione tranquillo per un arbitro che comunque vanta già buona esperienza in Serie A e quindi troverà certamente spazio. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

ORARIO E PRESENTAZIONE DELLA PARTITA

Bologna Inter sarà diretta dall’arbitro Marco Di Bello, trentaseienne della sezione di Brindisi: con lui i guardalinee Crispo e Posado e il quarto uomo Banti, mentre gli addetti al VAR saranno Mariani e Vuoto. Allo Stadio Renato Dall’Ara si gioca l’anticipo della 5^giornata di Serie A, la prima in infrasettimanale per la stagione 2017-2018: calcio d’inizio alle ore 20:45 di martedì 19 settembre.

LA SITUAZIONE

Due sconfitte consecutive hanno un po’ smorzato l’atmosfera in casa Bologna, dopo i primi due risultati utili contro Torino (pareggio per 1-1) e Benevento (successo esterno per 0-1). Nella terza giornata la squadra di Roberto Donadoni ha tenuto testa al Napoli per quasi tre quarti di gara, soccombendo definitivamente solo nel finale e registrando un ko probabilmente troppo largo (0-3). Domenica scorsa invece i rossoblù hanno perso 2-1 sul campo della Fiorentina: dopo il rapido botta e risposta tra Federico Chiesa (51’) e Rodrigo Palacio (52’), il colpo di testa del difensore argentino Pezzella ha inclinato l’esito del match dalla parte dei viola, costringendo il Bologna ad un altra sconfitta. Percorso ancora immacolato per l’Inter che ha Crotone ha ottenuto il quarto successo consecutivo: i gol di Milan Skriniar (82’) e Ivan Perisic (92’) hanno risolto una partita decisamente complicata per la squadra di Spalletti, che ha mantenuto un possesso palla per lo più sterile e rischiato di subire il colpo avversario in un paio di occasioni. D’altra parte i grandi campionati passano anche da successi ‘sporchi’, faticosi come quello dello Scida dove solo pochi mesi fa i nerazzurri uscirono sconfitti per 2-1. Al Dall’Ara si presenta quindi un’Inter in testa alla classifica a punteggio pieno (12 punti), in compagnia di Napoli e Juventus che sono partite a razzo; il Bologna invece viaggia a quota 4 con 3 lunghezze di margine sulla zona retrocessione.

PROBABILI FORMAZIONI

I dubbi principali di Roberto Donadoni riguardano difesa ed attacco. Per quanto concerne il reparto arretrato, De Maio de la gioca con Giancarlo Gonzalez per far coppia con Helander, davanti al portiere Mirante; i terzini invece saranno Kraft a destra e Masina a sinistra. In mezzo al campo Taider (o in alternativa Pulgar) affiancato dalle mezzali Poli e Donsah, mentre nel tridente d’attacco potrebbe rivedersi Destro che ha saltato l’ultimo match per problemi fisici; altrimenti Donadoni potrà riproporre il grande ex di giornata ovvero Palacio, reduce da un’ottima prestazione con tanto di gol a Firenze. Meno dubbi sugli esterni alti: Verdi e Di Francesco appaiono intoccabili, considerando anche l’indisponibilità del ceco Krejcì che si è fratturato la mascella. Per l’Inter Luciano Spalletti confermerà il modulo 4-2-3-1: tra i pali Handanovic, in difesa conferme per D’Ambrosio a destra e per i centrali Skriniar e Miranda, mentre Nagatomo insidia Dalbert nel ruolo di terzino sinistro. A centrocampo Vecino dovrebbe rilevare Gagliardini al fianco di Borja Valero, per quanto riguarda la trequarti invece il ballottaggio principale riguarda Joao Mario e Brozovic. Sulle ali Candreva e Perisic e davanti Icardi.

QUOTE E SCOMMESSE: IL PRONOSTICO SULLA PARTITA

I bookmaker puntano nettamente sugli ospiti, più quotati e in striscia vincente da 6 partite considerando anche le ultime 2 giornate del campionato scorso. Il portale online snai.it propone il segno 1 per la vittoria del Bologna a quota 6,00, il segno X per il pareggio finale a 4,25 e il segno 2 per il successo esterno dell’Inter a 1,53. Under 2,20, Over 1,60, Gol 1,67 e NoGol 2,10.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori