Diretta/ Akragas Rende (risultato finale 2-3): epilogo clamoroso! Streaming video e tv

- Stefano Belli

Diretta Akragas-Rende: info streaming video e tv, probabili formazioni, orario, quote e risultato live della partita in programma per la 2^ giornata di Serie C

legapro_pallone_stagione2016-17_lapresse
Diretta Arzachena-Pro Piacenza, LaPresse

Ha avuto un epilogo clamoroso la gara Akragas-Rende che fino al minuto 78 era sul risultato di 2-1 e che è terminata invece 2-3. Il Rende ha compiuto una vera e propria impresa andando a segnare due reti nel giro di quattro minuti. Al minuto 79 ha pareggiato Franco, gol che poteva anche sembrare importante per come si erano messe le cose. Al 83mo invece arriva la rete della vittoria di Rossini che getta nello sconforto l’Akragas. I siciliani infatti erano stati in vantaggio per gran parte della partita. Passati avanti dopo 13 minuti con il rigore di Salvemini si erano fatti raggiungere una prima volta al 32mo da un gol di Actis Goretta. Alla fine della prima frazione di gioco Mileto sembrava però aver rimesso al suo posto ogni cosa con un gol del 2-1 che regalava grandi motivazioni e la possibilità di fare tre punti veramente importanti. Staremo a vedere se questo match porterà dei contraccolpi psicologici. (agg. di Matteo Fantozzi)

FORCING FINALE

Siamo arrivati ormai a venti minuti dalla fine della gara Akragas-Rende valida per la seconda giornata del Gruppo C di Lega Pro. Il risultato è ancora fermo sul 2-1 con i padroni di casa che sono avanti per merito del gol di Mileto alla fine della prima frazione di gioco. Sicuramente non ci si sta annoiando allo Stadio Esseneto dove abbiamo visto due squadre di ottimo livello fino a questo momento darsi battaglia soprattutto a centrocampo. Staremo a vedere se nel rush finale la squadra ospite riuscirà a reagire, provando magari con ritmo a dare spessore alla sua manovra. Davanti fino a questo momento infatti è mancata un po’ di lucidità. Akragas non vuole però solo difendere e sta provando a coprirsi per poi ripartire e magari chiudere definitivamente la partita con una terza rete. Staremo a vedere cosa accadrà da qui alla fine di un match che per il momento è stato davvero pieno di sorprese. (agg. di Matteo Fantozzi)

INTERVALLO

Akragas Rende 2-1: che bella partita allo stadio Esseneto, quando siamo arrivati allintervallo il risultato vede i siciliani padroni di casa in vantaggio, ma cè la sensazione che le cose possano cambiare ancora. LAkragas avrebbe potuto mangiarsi le mani: dopo aver segnato il primo gol ha avuto altre occasioni per raddoppiare riuscendo a spingere con continuità, ma non ha avuto il killer instinct per il gol che probabilmente avrebbe chiuso i conti già nel primo tempo (scontrandosi anche, va detto, con la bravura del portiere avversario Francesco Forte. Così al 30 minuti il Rende ha messo il naso fuori e ha pareggiato: gol di Denny Gigliotti, primo gol in questo campionato per lui. I calabresi hanno poi alzato il baricentro e si sono fatti vedere dalle parti di Vono andando addirittura a caccia del gol del sorpasso, ma proprio nel finale di tempo (primo minuto di recupero) hanno subito la rete di Francesco Mileto che ha così riportato in vantaggio un Akragas che per quello che ha fatto vedere merita di prendersi i tre punti. Cè però ancora tutto un tempo da giocare allo stadio Esseneto: un quarto dora di pausa e poi vedremo come andrà a finire questa partita che può riservarci ancora grosse emozioni. (agg. di Claudio Franceschini) 

GOL DI SALVEMINI SU RIGORE

Akragas Rende 1-0: è già in vantaggio la squadra di casa nella partita di Serie C, il gol porta la firma di Francesco Salvemini che ha trasformato un calcio di rigore. Bellinizio di match allo stadio Esseneto: entrambe le squadre stanno dimostrando di voler portare a casa la posta piena e da subito hanno iniziato a farsi vedere nella rispettiva area avversaria. La prima iniziativa è stata dellAkragas con una conclusione di Lorenzo Longo che è stata respinta dalla difesa avversaria; eravamo al 2 minuto, due minuti più tardi è stato il Rende a farsi pericoloso con una conclusione effettuata da Gigliotti che ha costretto Vono alla prima parata. Ancora Akragas al 10, e poi anche dopo il gol la formazione agrigentina non ha rinunciato ad attaccare con Parigi che ci ha provato senza però inquadrare lo specchio della porta. La partita si mantiene davvero molto interessante e aperta a qualunque risultato; la squadra di casa adesso la può impostare sui binari preferiti ripartendo in contropiede, ma per quello che si sta vedendo fino a questo momento Raffaele Di Napoli sembra avere tutte le intenzioni di chiuderla il prima possibile. (agg. di Claudio Franceschini)

INIZIA LA PARTITA

Akragas-Rende è una partita che mette di fronte due squadre dall’umore opposto. I padroni di casa sono reduci dal ko interno contro il Matera in campionato, ma soprattutto dalla pesante sconfitta interna in Coppa Italia con il Catania (6-0 per i rossoblù). A questo proposito il tecnico dell’Akragas, Raffaele Di Napoli, ha parlato a lungo in conferenza stampa, concentrandosi sull’ultima gara ma anche sulla prossima. Siamo dispiaciuto per la società e per i tifosi ha detto Di Napoli Chiediamo scusa a tutti. Il punteggio finale è mortificante. In vista del match contro il Rende, il tecnico dell’Akragas promette una svolta immediata: Siamo tosti e questa sconfitta ci darà la spinta necessaria per fare meglio le prossime partite. Andremo avanti con tanta grinta e reagendo nel migliore dei modi per ottenere buoni risultati e portare avanti il progetto della squadra e della società, ovvero la valorizzazione dei giovani e la permanenza nel calcio professionistico”. Il Rende, invece, può dirsi soddisfatto della vittoria all’esordio contro la Reggina. Gli ospiti faranno di tutto per centrare il secondo successo consecutivo. (agg. Giuliani Federico)

I BOMBER

Si gioca oggi Akragas-Rende, partita valida per la seconda giornata del girone C del campionato di Serie C. I padroni di casa devono rimediare il ko per 1-0 rimediato all’esordio contro il Matera, che si aggiunge alle altre due sconfitte incassate in Coppa Italia: 6-0 dal Catania e 3-1 dalla Sicula Leonzio. Dall’altra parte il Rende può essere soddisfatto dell’1-0 firmato Ricciardo rifilato ai cugini della Reggina. Andiamo subito a dare un’occhiata ai bomber che potrebbero scendere in campo in questa interessante sfida. L’Akragas si affida agli attaccanti Giacomo Parigi e Francesco Salvemini per togliere lo zero dal tabellino delle reti fatte. Tra i centrocampisti più attivi, attenzione anche a Lorenzo Longo, Vincenzo Carrotta e Bruno Leonardo. Il Rende risponde con Giovanni Ricciardo e Actis Goretta, due centravanti esperti già molto affiatati nella prima uscita di campionato. Riflettori puntati anche su Rossini e Laaribi e Gigliotti. (agg. Giuliani Federico)

LE STATISTICHE

Il secondo turno del girone C della Serie C avrà inizio con la sfida tra Akragas e Rende: vediamo quindi qualche statistici interessante prima di dare il via a questa sfida con i calabresi neopromossi dalla serie D. La squadra di Agrigento nel primo turno del terzo campionato ha perso di un gol in casa del Matera; i siciliani lo scorso anno rischiarono la retrocessione a causa di una difesa ballerina e un attacco poco prolifico, situazione che al momento pare non essere stata risolta nellestate. Il Rende, arrivato in Serie C dai dilettanti, ha cominciato nel miglior modo possibile la propria stagione fra i professionisti, battendo per 1-0 i cugini della Reggina. I biancorossi hanno segnato la rete della vittoria, che è valsa tre punti, nella seconda frazione di gioco: un ottimo spunto in partenza ma a cui devono ancora dimostrate di sapere dare seguito in campo come nei numeri. (agg Michela Colombo)

I TESTA A TESTA

LAkragas affronta davanti al proprio pubblico per la seconda giornata del campionato di Serie C (girone C) il Rende, in una gara che si preannuncia ricca di gol e di spunti interessanti. I precedenti tra le due formazioni in impegni ufficiali sono complessivamente quattro, per un bilancio in perfetto equilibro: una vittoria dellAkragas, una vittoria del Rende e due pareggi. Lultimo scontro diretto si è giocato nella stagione 2014/15, quando entrambe le contendenti erano impegnate nel campionato di Serie D. Nel match di andata giocato in casa dellAkragas ci fu uno spettacolare pareggio per 2-2, così come pure nella gara di ritorno sul campo del Rende, ma in quel caso con il punteggio di 1-1. Invece nella prima giornata di questa stagione il Rende ha esordito battendo la Reggina per 1-0, mentre lAkragas ha ceduto per 1-0 sul campo del Matera. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

SI GIOCA ALLE ORE 16:30

Akragas-Rende, sabato 2 settembre 2017 alle ore 16.30, sarà una delle partite che apriranno ufficialmente il programma della seconda giornata di campionato nel girone C del campionato di Serie C. Due squadre che hanno iniziato in maniera decisamente diversa la stagione, con Rende che è partito, al ritorno tra i professionisti dopo il travagliatissimo ripescaggio, battendo uno a zero nel derby calabrese la Reggina a otto minuti dal novantesimo, grazie a una rete di Rossini. In settimana è arrivato poi un ulteriore colpaccio in un derby, il due a uno nella Coppa Italia di Lega Pro sul campo del Catanzaro. Insomma, nonostante il suo status di matricola il Rende è partito decisamente col piede giusto, al contrario di un Akragas in crisi già in questo agosto. L’esordio in campionato domenica scorsa è stato segnato dalla sconfitta di misura sul campo del Matera, a causa di un gol di Stendardo. Successivamente però è arrivato il tracollo casalingo contro il Catania, zero a sei in Coppa Italia di Serie C, una sconfitta sempre difficile da digerire contro un’altra formazione siciliana. Insomma, la formazione di Agrigento si troverà già di fronte a un bivio importante, mentre i calabrese dando continuità alle ultime vittorie fra Coppa e campionato potrebbero davvero spiccare il volo, dopo aver rischiato di non partecipare al campionato.

PROBABILI FORMAZIONI E TATTICA

Le probabili formazioni che si confronteranno allo stadio Esseneto di Agrigento. L’Akragas scenderà in campo con Vono a difesa della porta e una difesa a tre con Russo, Danese e Mileto titolari. Sepe sarà l’esterno di fascia destra, Vicente e Carrotta i centrali di centrocampo e Saitta il laterale mancino sulla mediana, mentre Longo avrà compiti da trequartista alle spalle del tandem offensivo formato da Salvemini e Parigi, che dovrebbe essere preferito dal primo minuto a Leveque. Risponderà il Rende con Forte tra i pali e una difesa a tre composta da Sanzone, Porcaro e Pambianchi. La fascia destra sarà presidiata da Viteritti, la zona centrale della linea mediana da Gigliotti, Rossini, e Laaribi, mentre Blaze si muoverà sulla corsia laterale di sinistra. In attacco spazio a Ricciard e Actis Goretta.
 
Entrambi gli allenatori opteranno per la difesa a tre, 3-4-1-2 per Di Napoli nell’Akragas e 3-5-2 per Trocini nel Rende. Entrambe le squadre sono reduci da un impegno infrasettimanale, che come detto ha galvanizzato ulteriormente i calabresi ed ha invece inflitto una sconfitta che potrebbe avere anche ripercussioni sul morale per i siciliani. Sicuramente l’obiettivo delle due formazioni quest’anno è la salvezza, ma il Rende si è presentato ambizioso pur avendo ‘pasticciato’ con la fidejussione in estate e rischiato di vanificare le credenziali per il ripescaggio. L’iscrizione dell’Akragas si è rivelata un vero miracolo sportivo, ed ora sarà necessario dare tutto per ottenere un’altra salvezza che avrebbe un sapore ancor più epico di quella dell’anno scorso.

QUOTE E PRONOSTICI, COME SCOMMETTERE

Le quote dei bookmaker, pur tenendo conto dello stato di forma delle due squadre, vedono l’Akragas favorito per un pronto riscatto tra le mura amiche, con William Hill che quota 2.25 l’eventuale successo agrigentino, mentre Bet365 quota 3.10 l’eventuale pareggio e Paddy Power fissa a 3.35 la quota per il successo esterno dei calabresi. Non ci sarà diretta tv per Akragas-Rende, solo diretta streaming video via internet per tutti coloro che si collegheranno sul sito sportube.tv se abbonati oppure dopo aver effettuato l’acquisto della partita.  



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori