ITALIA SI QUALIFICA AL MONDIALE SE…/ Risultati utili con la Spagna: sotto di 3 gol, 1^ posto lontanissimo

- Claudio Franceschini

In che modo l’Italia si qualifica al Mondiale 2018? La sfida contro la Spagna è decisiva per il primo posto nel girone G, ma questa sera comunque non arriverà la certezza aritmetica

Bernardeschi_DeRossi_Eder_Italia_lapresse_2017
Nazionale, oggi il sorteggio dello spareggio (foto LaPresse)

L’Italia ha perso la possibilità di qualificarsi subito ai Mondiali 2018: era un fatto scontato dopo la vittoria dell’Albania contro il Lichtenstein, perchè nella migliore delle ipotesi (cioè una vittoria al Santiago Bernabeu) la nostra nazionale sarebbe salita a +7 su quella di Christian Panucci, e avrebbe avuto bisogno di altri tre punti per evitare aritmeticamente i playoff. Le cose a Madrid sono andate anche peggio: la doppietta di Isco nel primo tempo e il gol di Alvaro Morata nella ripresa spingono l’Italia a -3 dalla Spagna. Sono 19 i punti conquistati dalle Furie Rosse, 16 quelli del gruppo di Giampiero Ventura: mancano tre giornate al termine del girone G e, poichè la qualificazione immediata è riservata solo alla vincitrice di ciascun gruppo, l’Italia dovrà scavalcare la Spagna. Adesso però l’impresa è davvero complicata: le Furie Rosse ci sono davanti anche per la doppia sfida, non è più un discorso di differenza reti e dunque per qualificarci con il primo posto dovremo fare 4 punti in più di loro. Tradotto: vincerle tutte e sperare che la Spagna faccia una vittoria e due pareggi. Difficile ipotizzarlo visto il calendario, ma la speranza è l’ultima a morire… (agg. di Claudio Franceschini)

SPAGNA ITALIA AL BERNABEU

L’Italia sfida sabato sera la Spagna per la settima giornata del girone G per le qualificazioni al Mondiale 2018. E’ la partita decisiva: se anche gli Azzurri non si possono qualificare questa sera – nè avranno la certezza di giocare i playoff, riservati a otto delle nove migliori seconde – battere le Furie Rosse al Santiago Bernabeu significherebbe fare il passo necessario per prendersi la vetta del girone, ed essere poi padroni del nostro destino fino in fondo. Spieghiamo subito: oggi la situazione di classifica vede Spagna e Italia appaiate a quota 16 punti, con le terze (Albania e Israele) che sono a quota 9. Azzurri e Furie Rosse hanno vinto sempre, mentre nello scontro diretto dello Juventus Stadium hanno pareggiato 1-1. Con un andamento del genere è facile pensare che entrambe vinceranno le partite restanti; questo significa che il girone si deciderà con tutta probabilità oggi. 

COSA SERVE ALL’ITALIA?

Per quanto abbiamo detto, l’Italia deve effettuare al Bernabeu il sorpasso: per farlo ha un unico modo a disposizione, ovvero la vittoria. Con la quale si porterebbe a 19 punti, lasciando la Spagna a 16; per andare a rieffettuare il sorpasso, avendo lo scontro diretto a sfavore gli iberici dovrebbero guadagnare 4 punti su di noi, il che significa che la nostra nazionale dovrebbe pareggiare due partite delle ultime tre. Il calendario – Israele e Macedonia in casa, Albania in trasferta – è favorevole: anche volendo pensare di andare a perdere o pareggiare a Shkoder (si giocherà il 9 ottobre) saremmo comunque davanti alla Spagna vincendo le due partite intere, quella di martedì a Reggio Emilia e quella del 6 ottobre a Torino (stadio Olimpico). Diverso il quadro se questa sera a Madrid dovessimo perdere (saremmo sostanzialmente tagliati fuori) o pareggiare.

IL PAREGGIO NON BASTA

La Spagna giocherà martedì in Lichtenstein, poi avrà Albania in casa (ad Alicante) e Israele fuori: 6 punti sono di fatto garantiti ma anche a Gerusalemme, contro una nazionale che a quel punto sarà facilmente fuori dai giochi, è logico pensare a una vittoria iberica. Restare a pari punti (pareggiando stasera) potrebbe comunque portarci subito al Mondiale, ma perchè sia così dovremmo necessariamente superare la differenza reti delle Furie Rosse: in questo momento la Spagna è +18 (21 gol segnati, 3 subiti) laddove l’Italia è +14 (18-4). Il margine è esiguo, ma i nostri avversari devono giocare in Lichtenstein e all’andata hanno vinto 8-0; facile che arrivi un’altra goleada, ed è comunque complicato pensare che gli Azzurri recuperino questo divario in tre partite.

PLAYOFF GIA’ STASERA?

Per contro l’Italia può garantirsi l’accesso ai playoff già questa sera. Pochi dubbi sul fatto che gli Azzurri saranno tra le migliori seconde; dunque, per essere certi almeno del secondo posto con tre giornate di anticipo bisognerà vincere a Madrid e poi sperare in una sconfitta congiunta di Albania e Israele. Le quali giocano rispettivamente contro Lichtenstein e Macedonia, entrambe in casa: dovessero perdere con una nostra vittoria, resterebbero a -10 non potendo più raggiungerci. Potrebbero farlo con un pareggio, visto che dobbiamo giocare il ritorno con entrambe; c’è la possibilità che ribaltino la sconfitta dell’andata prendendosi lo scontro diretto. Ipotesi molto complicata, ma è difficile ipotizzare anche che l’Albania non vinca contro il Lichtenstein; dunque è probabile che dovremo aspettare per blindare aritmeticamente il secondo posto, anche se naturalmente lo stringiamo in pugno a livello non ufficiale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori