RISULTATI / Qualificazioni mondiali 2018: classifica gironi, brutto ko azzurro. Sospensione in Croazia

- Federico Giuliani

Risultati qualificazioni Mondiali 2018: classifica aggiornata e diretta gol live score dei gironi D, G e I. Italia sconfitta nettamente a Madrid: si complica la strada verso la Russia

ciro_immobile_italia_nazionale_lapresse-2017
Pronostico Armenia Italia: Ciro Immobile (Lapresse)

Davvero interessanti le partite che si sono giocate per le qualificazioni al Mondiale 2018: dobbiamo purtroppo partire dalla netta sconfitta dellItalia, che cade al Bernabeu contro la Spagna (0-3) e abbandona virtualmente le speranze di qualificarsi direttamente alla fase finale. Molto probabilmente gli Azzurri passeranno attraverso i playoff, perchè è difficile pensare che le Furie Rosse possano perdere 4 punti nelle ultime tre partite; in ogni caso gli Azzurri ci proveranno fino alla fine. Così come farà il Galles, che impiega molto tempo per avere ragione dellAustria ma alla fine la batte con un gol di Ben Woodburn, grande favola della serata: lesterno offensivo ha 17 anni e gioca nel Liverpool, per lui questo era lesordio con la nazionale maggiore e arriva subito una rete decisiva che avvicina i Dragoni al secondo posto nel girone D, adesso lontano solo due punti (per contro lAustria è sempre più lontana dai Mondiali). LUcraina batte 2-0 la Turchia e continua a sperare; nel girone dellItalia spicca la vittoria della Macedonia in Israele: affondate definitivamente le speranze dei padroni di casa (erano già pochissime), per la Macedonia segna Goran Pandev e se non altro è una bella soddisfazione per la piccola nazionale balcanica. Domani si torna in campo: inizia la tre giorni dedicata allottava giornata dei vari gironi. Si giocherà anche Croazia-Kosovo, interrotta sullo 0-0 dopo 21 minuti per impraticabilità del campo e dunque da riprendere. (agg. di Claudio Franceschini)

ITALIA SOTTO AL BERNABEU

LItalia è sotto di due gol al Santiago Bernabeu: si allontana la qualificazione diretta al Mondiale 2018 per gli azzurri che subiscono la doppietta letale di Isco. Julen Lopetegui per il momento ha azzeccato la mossa: il falso nueve del Real Madrid ha fatto girare la testa alla difesa azzurra e a questo punto dovremo segnare tre gol per tornare al primo posto nel girone, avendo il vantaggio della doppia sfida diretta. Le altre partite riservano meno emozioni, a parte quella di Kharkiv: qui lUcraina è avanti 2-0 sulla Turchia con la doppietta del solito Andriy Yarmolenko, con questo risultato la nazionale di casa si porta in testa nel girone I, visto che la Croazia sta pareggiando senza reti contro il Kosovo in una partita che potrebbe anche essere rimandata. Al momento le due squadre non stanno giocando: il campo è in condizioni pessime e al 27 larbitro ha deciso di interrompere la sfida. Era successo giovedì in Svizzera-Andorra, ma ora bisognerà capire se si riuscirà a riprendere questa sera o se le due nazionali balcaniche dovranno tornare in campo domani per riprendere dallo 0-0. Reti bianche anche nelle altre sfide: quella tra Galles e Austria, importantissima per il secondo posto nel girone D, e quella tra Israele e Macedonia nel nostro girone che conta invece molto meno ai fini della qualificazione alla fase finale. (agg. di Claudio Franceschini)

INIZIANO LE PARTITE DELLA SERA

Sono risultati importanti quelli che maturano nelle qualificazioni al Mondiale 2018, aspettando le altre cinque partite tra cui quella dellItalia, impegnata al Santiago Bernabeu contro la Spagna. Nel girone D la Serbia si stacca: la nazionale balcanica batte 3-0 la modesta Moldavia (che resta ultima in classifica) e si porta a +2 sullIrlanda che clamorosamente non va oltre il pareggio per 1-1 in Georgia (Kazaishvili risponde a Duffy, tutto nel primo tempo). Questa sera grande occasione per Galles e Austria: quella delle due che dovesse vincere si porterebbe ad un solo punto dallIrlanda, che a questo punto rischia anche di non giocare i playoff ed essere subito eliminata. Nel girone G ottimo esordio per Christian Panucci sulla panchina dellAlbania: 2-0 al Lichtenstein e prima vittoria, servirà a poco ma intanto la nazionale albanese stacca momentaneamente Israele per la corsa al terzo posto. Il risultato inoltre impedisce a una tra Spagna e Italia di qualificarsi già questa sera alla fase finale del mondiale; Infine il girone I, con la Finlandia che a sorpresa batte lIslanda: prima vittoria in queste qualificazioni per gli scandinavi. A loro serve poco, per lIslanda potrebbe essere davvero sanguinosa perchè questa sera Ucraina e Turchia (che giocano contro) hanno la possibilità del sorpasso al secondo posto, mentre la Croazia si potrà staccare in vetta. Gruppo splendido: in quattro sono ancora in corsa per la qualificazione diretta. (agg. di Claudio Franceschini)

INIZIANO LE PRIME PARTITE

Il girone dell’italia offre altre due partite, utili per completare il quadro della situazione. Se tutti i riflettori saranno puntati sul big match Spagna-Italia, parte delle attenzioni dovranno essere date anche ad Albania-Liechtenstein (che comincia tra pochi minuti) e Israele-Macedonia. Entrambe le gare sono utili soltanto ai fini del calendario, visto che queste quattro Nazionali sono da tempo estromesse da ogni tipo di possibile qualificazione al prossimo turno. L’Albania ha 9 punti e proverà a toccare quota 12. Le chance di vittoria sono alte, visto che i balcanici affrontano il Liechtenstein in una partita facile che non dovrebbe nascondere insidie. Dall’altra parte dobbiamo fare un discorso simile per Israele, che affronterà invece la Macedonia. (agg. Giuliani Federico)

Uno dei fronti da tenere sotto stretta sorveglianza è quello relativo al gruppo D, dove ci sono due squadre che sognano il passaggio del turno evitando lo scoglio dei playoff. Si tratta di Serbia e Irlanda, entrambe appaiate in vetta a quota 12. I serbi sono attualmente in vantaggio per via di una migliore differenza reti. La formazione balcanica vanta infatti 13 gol segnati e sette subiti, mentre quella irlandese risponde con otto marcature all’attivo e quattro al passivo. Come se non bastasse nell’ultimo incontro Serbia e Irlanda hanno pareggiato 2-2. Insomma, la sfida prosegue a distanza. La Serbia è impegnata in una facile gara interna contro la Moldavia, mentre l’Irlanda vola in Georgia per una trasferta sulla carta piuttosto agevole. Il resto del girone offre un’altra partita, quella che mette di fronte Galles e Austria. Difficilmente Bale e compagni rientreranno in corsa per il passaggio del turno, ma vincere contro gli austriaci aiuterebbe ad alimentare il sogno. (agg. Giuliani Federico)

LA BAGARRE NEL GIRONE I

Se il girone G attira l’interesse per via del testa a testa tra Italia e Spagna, nel gruppo I è in atto una vera e propria bagarre tra quattro Nazionali. In testa troviamo Croazia e Islanda a 13 punti, mentre a quota 11 ecco Ucraina e Turchia. In questo turno andrà in scena proprio lo scontro diretto Ucraina-Turchia, che dovrebbe estromettere una prima formazione. La Croazia è impegnata in casa contro il Kosovo in una sfida dall’esito favorevole ai locali e scontato. Discorso simile anche per l’Islanda, che fa visita alla Finlandia. Se tutto dovesse andare come da previsioni, Croazia e Islanda continuerebbero a restare in vetta a braccetto, con una tra Turchia e Ucraina pronta a candidarsi come terzo incomodo. (agg. Giuliani Federico)

IL BIG MATCH DEL BERNABEU

Lo abbiamo detto a più riprese e lo ripetiamo. La gara clou di questo weekend è sicuramente quella che mette di fronte Spagna e Italia. Appaiate a quota 16 punti in testa al girone G, queste due Nazionali si giocano il primo posto in solitaria, che coincide con l’accesso diretto ai prossimi Mondiali di Russia 2018. Per evitare il possibile scoglio dei playoff, gli azzurri dovranno cercare la vittoria al Bernabeu. La Spagna ha infatti una migliore differenza reti, che la favorirebbe in caso di arrivo a pari punti. Gli uomini di Ventura dovranno pensare soltanto a vincere, anche perché il calendario futuro è piuttosto favorevole al mantenimento dello status quo. difficile infatti immaginarsi una Spagna perdente contro Liechtenstein, Albania o Israele. L’unica squadra che può fermare le Furie Rosse è l’Italia. Riusciranno gli azzurri a centrare l’impresa? (agg. Giuliani Federico)

LE PARTITE DEL GIORNO

Sabato 2 settembre 2017 si chiude la settima giornata dedicata alle qualificazioni mondiali 2018 in ambito UEFA. Nove le ultime partite da disputare che coinvolgeranno tre gironi, tra cui il gruppo G dell’Italia. Tante sono le situazioni ancora da delineare, a cominciare proprio dal raggruppamento degli azzurri. Gli uomini di Ventura sono infatti chiamati all’impresa contro la Spagna, nella complicata trasferta al Benabeu. Ricordiamo che secondo il regolamento soltanto le prime Nazionali di ciascun girone e la migliore delle seconde accederanno direttamente alla fase finale. Le altre seconde dovranno invece superare lo scoglio dei playoff.

Oggi si parte alle 18.00 con quattro gare. Per il gruppo D scendono in campo Serbia-Moldavia e Georgia-Irlanda, mentre Albania-Liechtenstein e Finlandia-Islanda fanno parte rispettivamente del girone G e I. Croazia-Kosovo, Galles-Austria, Israele-Macedonia, Ucraina-Turchia e Spagna-Italia inizieranno invece alle 20.45. Due sono le situazioni più interessanti da seguire con la massima attenzione. La prima è relativa al gruppo G: Italia e Spagna sono infatti appaiate al vertice con 16 punti. In virtù di una migliore differenza reti gli iberici sono in vantaggio in caso di arrivo finale a pari punti. Ecco perché gli azzurri devono assolutamente centrare la vittoria. Albania-Liechtenstein e Israele-Macedonia sono invece due gare di contorno, utili soltanto per i tabellini.

L’altra situazione da monitorare riguarda il gruppo I. Qui troviamo quattro Nazionali a contendersi le prime due posizioni, con tutte le combinazioni del caso ancora possibili. Al momento Croazia e Islanda sono prime con 13 punti, con i croati in vantaggio. Modric e compagni affrontano il Kosovo in una gara che non dovrebbe nascondere insidie, mentre l’Islanda è impegnata in Finlandia. Turchia e Ucraina sono pronte ad approfittare di ogni passo falso delle rivali e si affrontano in un match all’ultimo respiro. Entrambe a 11 punti, l’obiettivo di turchi e ucraini è entrare in uno dei due slot utili per il passaggio del turno.

Infine arriviamo al girone D, dove Serbia e Irlanda, 12 punti ciascuna, si contendono il primo posto. Serbi e irlandesi potranno contare su un turno tutto sommato agevole e la situazione in classifica dovrebbe restare invariata. La Serbia affronta in casa la Moldavia, mentre l’Irlanda è ospite della Georgia. L’altro match tra Galles e Austria sarà utile per capire se Bale e compagni riusciranno a riaprire il discorso qualificazione.

RISULTATI GRUPPO D

RISULTATO FINALE Georgia-Irlanda 1-1 – 4′ Duffy (I), 34′ Kazaishvili (G)

RISULTATO FINALE Serbia-Moldavia 3-0 – 20′ Gacinovic, 30′ Kolarov, 81′ A. Mitrovic

RISULTATO FINALE Galles-Austra 1-0 – 74′ Woodburn

Classifica: Serbia 15, Irlanda 13, Galles 11, Austria 8, Georgia 4, Moldavia 2

RISULTATI GRUPPO G

RISULTATO FINALE Albania-Liechtenstein 2-0 – 54′ Roshi, 78′ Agolli

RISULTATO FINALE Israele-Macedonia 0-1 – 73′ Pandev

RISULTATO FINALE Spagna-Italia 3-0 – 14′ Isco, 40′ Isco, 77′ Morata

Classifica: Spagna 19, Italia 16, Albania 12, Israele 9, Macedonia 6, Liechtenstein 0

RISULTATI  GRUPPO I

RISULTATO FINALE Finlandia-Islanda 1-0 – 8′ Ring

INTERROTTA Croazia-Kosovo 0-0 – impraticabilità di campo

RISULTATO FINALE Ucraina-Turchia 2-0 – 18′ Yarmolenko, 42′ Yarmolenko

Classifica: Turchia 14, Croazia* 13, Islanda 13, Turchia 11, Finlandia 4, Kosovo* 1

* una partita in meno

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori