DIRETTA / Cronometro Mondiali ciclismo Bergen 2017: vince Tom Dumoulin! Risultato storico per l’olandese

- Mauro Mantegazza

Diretta cronometro Mondiali ciclismo Bergen 2017 streaming video e tv: vincitore Tom Dumoulin, sul podio Primoz Roglic e Chris Froome, ottimo sesto Gianni Moscon (oggi 20 settembre)

Dumoulin_Giro_cronometro_lapresse_2017
Diretta 1^ tappa Giro d'Italia 2018 (LaPresse)

Bis di Tom Dumoulin: dopo aver trascinato il Team Sunweb alla conquista del Mondiale nel cronosquadre a Bergen, in Norvegia, ha messo le mani sulla medaglia d’oro nella crono individuale. Il ciclista olandese è letteralmente volato. Una prestazione strepitosa: Dumoulin ha incendiato i 31 chilometri del percorso. Si tratta di un risultato storico per lui, visto che unisce l’oro mondiale alla vittoria del Giro d’Italia, un’accoppiata che non riusciva a nessuno dai tempi di Jan Ullrich, il quale nel 1999 vinse Vuelta e cronometro iridata. Può ritenersi soddisfatto Gianni Moscon, l’unico italiano al via, già bronzo con il Team Sky nella cronosquadre: il 23enne trentino, alla prima esperienza in una cronometro di questo livello, ha chiesto al sesto posto. Deludente nella cronometro ai Mondiali di ciclismo in corso a Bergen la prova di Tony Martin, il campione uscente: ha chiuso al nono posto. (agg. di Silvana Palazzo)

VINCITORE TOM DUMOULIN! OTTIMO SESTO MOSCON

Tom Dumoulin ha vinto la cronometro dei Mondiali di ciclismo 2017 a Bergen, una gara decisa dalla pioggia e dai centesimi, con leccezione proprio dellolandese che ha letteralmente dominato. Sulla medaglia doro di Dumoulin dunque nessuna possibile discussione: tempo eccezionale di 4441, con un vantaggio di ben 57 sullo sloveno Primoz Roglic, eccellente medaglia dargento davanti a Chris Froome, che si deve dunque accontentare della medaglia di bronzo con un distacco di 121 da Dumoulin. Sicuramente sfortunati gli ultimi 10 corridori in gara, teoricamente tutti i migliori, che hanno però dovuto disputare la propria gara sotto la pioggia: il prezzo più caro è stato pagato da Rohan Dennis, laustraliano che stava pedalando con ottimi tempi prima di una caduta che lo ha messo fuori causa, ma naturalmente per tutti correre sulla strada bagnata non è come farlo sullasciutto. Questo non ha però costituito un problema per lo straordinario olandese, forse ne ha sofferto di più Froome, ma rendiamo onore alleccellente Roglic, uno dei migliori cronoman delle ultime stagioni, meritatamente secondo. Bisogna però fare i complimenti anche a un fantastico Gianni Moscon, sesto: parlavamo di centesimi riferendoci proprio a lui, perché è arrivato a meno di un secondo sia da Nelson Oliveira sia da Vasil Kiriyenka, rispettivamente quarto e quinto. Il piazzamento dunque avrebbe potuto essere ancora migliore, ma se non altro i centesimi non sono costati una medaglia. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

MOSCON VA FORTE

Wilco Kelderman è al comando della cronometro dei Mondiali di ciclismo 2017 a Bergen fra i corridori che hanno già completato la propria prova. Lolandese del Team Sunweb, già ottimo protagonista alla Vuelta, ha chiuso la propria cronometro con il tempo di 4615, precedendo dunque di 9 secondi lo sloveno Jan Tratnik, rimasto a lungo al comando grazie a una prestazione davvero eccellente, battuta solo da Kelderman che sicuramente alla vigilia era molto più considerato. Terzo posto per lucraino Andrey Grivko, con un ritardo di 40 dal leader, poi ecco il tedesco Niklas Arndt e il lituano Ignatas Konovalovas, già fuori però dal podio virtuale. Attualmente in gara lunico azzurro Gianni Moscon, che ha fatto registrare un tempo molto interessante ai primi due intermedi e dunque si candida a protagonista di questa cronometro iridata. Manca però ormai poco anche alla partenza degli ultimi big, su tutti i grandi favoriti Tom Dumoulin e Chris Froome, dunque siamo pronti a vivere le grandi emozioni dei migliori cronoman al mondo che si contendono la prestigiosa maglia iridata. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

SI AVVICINANO I BIG

La cronometro dei Mondiali di ciclismo 2017 a Bergen sta entrando nel vivo e dunque la classifica parziale sta assumendo un volto più significativo, anche se per le partenze dei principali favoriti ci sarà ancora un po da aspettare – in particolare Chris Froome partirà alle ore 17.0030 e Tom Dumoulin invece alle ore 17.02. Tra chi è arrivato al traguardo il miglior tempo è per lo sloveno Jan Tratnik in 4624: da notare che il leader provvisorio è fra coloro che non hanno cambiato la bicicletta ai piedi della salita finale, una scelta che potrebbe essere determinante vista la particolarità di questa prova contro il tempo con dura ascesa verso il traguardo, che tanto sta facendo discutere gli appassionati. Il vantaggio di Tratnik è di 32 sul tedesco Niklas Arndt, 51 di ritardo invece per il belga Laurens De Plus. Aspettiamo anche lunico azzurro in gara, Gianni Moscon: lorario di partenza per il trentino del Team Sky sarà alle 16.1530. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

PRIMI CORRIDORI AL VIA

Prime notizie in diretta dalla cronometro dei Mondiali di ciclismo 2017 a Bergen. Innanzitutto il meteo: in questo momento non sta piovendo e dunque chi sta gareggiando in questa fase è più fortunato rispetto ai primi che hanno preso il via. Inoltre possiamo notare due diverse modalità di affrontare la salita finale: alcuni corridori hanno cambiato bici, operazione che però può sempre presentare alcune difficoltà (Lutsenko ha avuto dei problemi), dunque anche per questo motivo molti preferiscono invece proseguire con la stessa bicicletta fino al traguardo. Tra gli atleti che hanno già tagliato il traguardo bisogna sottolineare il tempo del belga Laurens De Plus in 4716, tempo piuttosto alto per una cronometro di 31 km, il che conferma la difficoltà del percorso. Certo ci sarà chi farà meglio, ma non si tratta della classica prova contro il tempo dei Mondiali, in genere più pianeggianti di questo impegnativo tracciato norvegese. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

SI COMINCIA

Pochi minuti alla partenza della cronometro dei Mondiali di ciclismo 2017 che si stanno svolgendo a Bergen, in Norvegia. Dal caldo estremo di Doha lanno scorsa alledizione più a Nord di sempre della rassegna iridata, il passaggio è drastico e anche il percorso è decisamente diverso. Nel 2016 completamente pianeggiante, questanno piuttosto corto per essere una cronometro iridata (soli 31 km) ma con diversi saliscendi e soprattutto una dura salita finale che potrà fare la differenza. Una crono più simile a quelle che si trovano nei grandi giri piuttosto che a quelle classiche ai Mondiali, forse anche per questo motivo i due favoriti sono cronoman come Tom Dumoulin e Chris Froome, che naturalmente anche in salita sanno dire la loro. Froome è sulla breccia fin da luglio, Dumoulin punta ai Mondiali come grande obiettivo della seconda metà della stagione, dopo avere vinto il Giro dItalia. Sperando in una grande prestazione del nostro talento emergente Gianni Moscon, adesso è davvero giunto il momento di far parlare la strada e naturalmente il cronometro: che lo spettacolo abbia inizio! (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

PARLA MOSCON

Gianni Moscon è lunico italiano al via della cronometro di Bergen per i Mondiali di ciclismo 2017 che lo hanno già visto in gara domenica nella cronosquadre dapertura con il Team Sky e lo vedranno protagonista anche oggi nella prova contro il tempo individuale e infine domenica nella gara in linea, nella quale sarà un uomo molto importante per la Nazionale italiana del c.t. Davide Cassani. Non male per un classe 1994, che però si è già imposto allattenzione generale per le sue grandi qualità. Parlando con La Gazzetta dello Sport nei giorni scorsi, si era detto lui per primo stupito per il rendimento eccellente in alcune tappe della Vuelta, corsa in appoggio al capitano Chris Froome, mentre per quanto riguarda la cronometro Moscon non si era voluto sbilanciare: Non saprei bene dove posso collocarmi perché è la prima volta che ne disputo una a questi livelli. Si presenterà al via da campione italiano della specialità e con la volontà di stupire tutti ancora una volta, può sicuramente regalarci ancora soddisfazioni. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

DUMOULIN VS FROOME

Tom Dumoulin e Chris Froome: sono loro due oggi gli uomini più attesi a Bergen, dove si disputa la cronometro dei Mondiali di ciclismo 2017. Per lolandese questa è stata la stagione della consacrazione grazie al trionfo al Giro dItalia, costruito proprio grazie alle prove contro il tempo (primo a Montefalco, secondo a Milano), ma con una grande crescita anche in salita, certificata soprattutto dalla vittoria nella tappa con arrivo ad Oropa, che potrebbe fargli comodo sullostico percorso della gara odierna. Dopo il bronzo mondiale 2014 e largento olimpico 2016, adesso per Dumoulin lobiettivo è suggellare lanno con una medaglia doro. Anche per Froome il 2017 è comunque un anno già memorabile: vincere il Tour è sempre una grande impresa, anche quando lo fai per la quarta volta negli ultimi cinque anni, ma il miglior Froome dellanno lo abbiamo visto senza dubbio alla Vuelta, finalmente conquistata anche grazie a due successi di tappa, uno in salita a Cumbre del Sol e poi nella cronometrodi Logrono, per ottenere la doppietta Tour-Vuelta che nella storia era riuscita solamente a Jacques Anquetil e Bernard Hinault. Ai Mondiali Froome non è mai salito sul podio, anche perché spesso non vi partecipava: unaltra lacuna da colmare (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

DIRETTA TV, INFO STREAMING VIDEO E ORARI

L’appuntamento in diretta tv con la cronometro dei Mondiali di ciclismo Bergen 2017 sarà su Rai Sport + HD (canale numero 57 del telecomando, disponibile anche al numero 5057 della piattaforma satellitare Sky), con collegamento fin dalle ore 12.55 per seguire in modo praticamente integrale la gara con la telecronaca di Andrea De Luca affiancato dal commento tecnico di Stefano Garzelli. Questo significa che si potrà seguire la crono di oggi anche in diretta streaming video tramite il sito Internet ufficiale della Rai (raiplay.it), e inoltre ricordiamo per informazioni utili sia il sito della Federazione internazionale (uci.ch) sia quello dei Mondiali (bergen2017.no). Grande attenzione per i Mondiali anche sui social network. Limitandoci a ricordare i canali ufficiali, ecco la pagina ufficiale Facebook 2017 UCI Road World Championships e l’account Twitter @bergen2017, mentre l’Uci ha la pagina Facebook Union Cycliste Internationale UCI e il profilo Twitter @UCI_cycling.

L’ALBO D’ORO

In vista della odierna cronometro dei Mondiali di ciclismo a Bergen, facciamo un breve tuffo nel passato andando a spulciare l’albo d’oro. La prova contro il tempo fu introdotta nel 1994, in occasione dei Mondiali che si disputarono in Sicilia: il vincitore della prima cronometro iridata fu il britannico Chris Boardman davanti al nostro Andrea Chiurato, che rimase anche l’unica medaglia azzurra fino al 2015, quando si è aggiunto l’argento di Adriano Malori a conferma del poco feeling dellItalia con le prove contro il tempo. I nomi di spicco nell’albo d’oro sono quelli di Fabian Cancellara, Tony Martin e Michael Rogers. Per lo svizzero e per il tedesco ben quattro ori a testa: Cancellara li ha vinti negli anni 2006, 2007, 2009 e 2010, ai quali vanno aggiunti anche tre bronzi. Per Tony Martin tre ori consecutivi dal 2011 al 2013 e poi il successo dellanno scorso, ai quali si aggiungono un argento e due bronzi. Tre ori consecutivi anche per Rogers dal 2003 al 2005, il primo vinto grazie alla squalifica per doping di David Millar, che lo aveva preceduto sul traguardo. Citiamo anche altri tre nomi di assoluto prestigio: Jan Ullrich vinse nel 1999 e 2001, Miguel Indurain nel 1995 e Bradley Wiggins si è laureato campione del Mondo nel 2014. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

LA PRESENTAZIONE DELLA GARA

Oggi è una giornata importante a Bergen: i Mondiali di ciclismo su strada 2017, i più a Nord di sempre in questa città della Norvegia, ci proporranno infatti oggi pomeriggio la cronometro Elite uomini – cioè quella riservata ai professionisti – sulla distanza di 31 km, che designerà il nuovo campione del Mondo della cronometro. In questa prima parte della settimana le cronometro continuano ad essere protagoniste e oggi ci sarà la più attesa fra tutte le prove contro il tempo. Lappuntamento sarà alle ore 13.05, quando il primo atleta in gara prenderà il via. Scopriremo chi indosserà la maglia iridata della categoria assoluta maschile a cronometro (potrà indossarla in tutte le prove contro il tempo da qui ai prossimi Mondiali) attorno alle ore 17.30, quando anche l’ultimo corridore concluderà la propria prova.

IL PERCORSO E I FAVORITI

Il percorso merita dei cenni significativi: infatti 31 km sono pochi per una cronometro iridata e addirittura il tracciato sarà più breve di quello della prova disputata lunedì dagli Under 23 sulla distanza di 37,2 km. Lobiettivo evidentemente è quello di esaltare soprattutto la potenza, per permettere agli atleti di esprimere la massima potenza su una distanza non eccessiva ma su un percorso impegnativo, caratterizzato da numerosi saliscendi e soprattutto dalla salita finale di 3,4 km con una pendenza media notevole, pari al 9,1%. Anche per questo motivo i favoriti dobbligo sono lolandese Tom Dumoulin e il britannico Chris Froome, ottimi cronoman ma non specialisti puri perché ottimi anche in salita, come dimostra il fatto che questanno Dumoulin ha vinto il Giro mentre Froome ha conquistato Tour e Vuelta. Una sfida dunque stellare, anche perché entrambi puntano molto a conquistare il titolo iridato, che sarebbe il primo sia per Dumoulin sia per Froome. Per lItalia sarà al via il nostro campione nazionale Gianni Moscon: il talento del Team Sky ha impressionato tutti nel corso della stagione, lo attendiamo al banco di prova iridato per una bella prestazione, anche se salire sul podio sarà difficile.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori