Milan Spal/ Il pronostico di Silvano Ramaccioni (esclusiva)

- int. Silvano Ramaccioni

Pronostico Milan Spal: intervista esclusiva con Silvano Ramaccioni sulla partita valida per la quinta giornata del campionato di Serie A. Si gioca mercoledì 20 settembre alle ore 20:45

Kalinic_Milan_Udinese_gol_lapresse_2017
Kalinic escluso dal Mondiale? - La Presse

Pronostico Milan Spal. E’ una delle partite valide per il turno infrasettimanale in Serie A: si gioca alle ore 20:45 di mercoledì 20 settembre. Nella quinta giornata del campionato i rossoneri, tre vittorie e la pesante sconfitta contro la Lazio, proveranno ad approfittare del secondo turno interno consecutivo e della sfida abbordabile contro una neopromossa, in modo da continuare la marcia verso i piani alti della classifica; Vincenzo Montella e i suoi ragazzi dovranno però fare attenzione alla Spal, una squadra che, tornata nel massimo campionato dopo quasi 50 anni, sta dimostrando di saperci stare al di là dei risultati (due sconfitte in fila) e che all’esordio ha fermato la Lazio allo stadio Olimpico. Per un pronostico e un punto su Milan Spal, e per presentare al meglio i temi che arriveranno dalla partita di San Siro, IlSussidiario.net ha contattato in esclusiva Silvano Ramaccioni.

Che partita si aspetta? Una partita da non sottovalutare per il Milan che si è ripreso dopo la sconfitta con la Lazio con due successi consecutivi, tra campionato ed Europa League; bisognerà giocare con umiltà e tanta concentrazione.

Montolivo potrebbe prendere il posto di Lucas Biglia? E’ troppo presto per pensare di far riposare Biglia, che anzi deve ritrovare continuità e minuti dopo i problemi che ha avuto.

Perciò, Biglia ancora titolare? Sì: sta iniziando a diventare centrale nella mediana del Milan, Montolivo sicuramente è un giocatore ancora valido e che può ancora garantire un rendimento adeguato. In questo momento però è giusto che sia l’argentino a partire dal primo minuto.

Si aspetta Locatelli nell’undici rossonero? Penso che Montella abbia capito che puntare sulla gioventù spesso non è sempre conveniente nel calcio. Ciò non toglie che Locatelli resti un calciatore dei più promettenti del nostro campionato; non a caso è stato cercato da diverse squadre ma il Milan non l’ha ceduto!

Qual è il vero volto del Milan? Non certo quello visto contro la Lazio, un incontro affrontato con molta sufficienza da parte della squadra rossonera. Nelle successive partite il Milan è migliorato dimostrando di essere una compagine molto valida.

Dove potrà arrivare la formazione rossonera? La qualificazione in Champions sembra già un traguardo difficile… Per raggiungere la zona Champions bisognerà avere meno pause possibile. Ogni partita conterà come se fosse una finale, solo così il Milan potrà pensare di arrivare tra le prime quattro.

La Spal verrà a San Siro per giocare in contropiede? Credo proprio di no: c’è un giocatore come Borriello che sa ancora fare la differenza, e che certo non può essere servito solo con ripartenze. Credo che la Spal arriverà a Milano con l’intenzione di giocarsela.

Chi come spalla di Borriello? Paloschi o Antenucci? Vanno bene entrambi, attenzione ad Antenucci che l’anno scorso in Serie B ha dimostrato di essere un grande attaccante per la categoria; certo, ora dovrà provare a fare il salto di qualità.

Dopo un buon inizio la Spal ha perso due partite: cosa ne pensa? Credo che non ci si debba preoccupare: la Spal è una neopromossa e ha già 4 punti, ha pareggiato in casa contro la Lazio e, riguardo le partite perse, contro l’Inter ha comunque giocato bene e il Cagliari rappresenta una formazione ambiziosa e di qualità. La Spal sta disputando un buon campionato: altre squadre hanno raccolto solo un punto…

Il suo pronostico su Milan Spal? Mi auguro che il Milan possa vincere, visto che anche un pareggio potrebbe essere un risultato non soddisfacente. Per fare questo come ho detto prima non bisognerà sottovalutare l’avversario e giocare bene.

 

(Franco Vittadini)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori