Pagelle/ Juventus-Olympiacos (2-0): i voti della partita (Champions League girone D)

- Stefano Belli

Pagelle Juventus Olympiacos: i voti della partita, i giudizi a tutti i protagonisti della partita di Champions League, valida per la seconda giornata del girone D e giocata a Torino

Higuain_Benatia_Mandzukic_Juventus_gruppo_lapresse_2017
Video Juventus Milan (LaPresse)

La Juventus ritrova la vittoria in Champions League dopo la disfatta nella finale di Cardiff e la sconfitta al Camp Nou contro il Barcellona: all’Allianz Stadium di Torino i bianconeri battono l’Olympiacos per 2 a 0 e ottengono i primi tre punti nella fase a gironi di Champions League 2017-18 agganciando lo Sporting Lisbona al secondo posto nella classifica del gruppo D. Non è stata comunque una passeggiata di salute per gli uomini di Allegri che soprattutto nei primi due terzi di gara hanno faticato a sbloccare la contesa, gli ospiti si sono difesi con ordine concedendo pochissimi spazi agli avversari. Nella prima frazione di gioco il portiere Proto ci ha messo del suo con interventi provvidenziali su Sturaro, Mandzukic e Dybala, a salvare l’Olympiacos ci ha pensato anche l’autopalo colpito da Engels che nel tentativo di intercettare il cross basso di Douglas Costa ha rischiato di segnare nella porta sbagliata. Allegri effettua la mossa vincente sostituendo Cuadrado con Higuain, proprio l’attaccante argentino su assist di Alex Sandro realizzerà il gol del vantaggio risolvendo una serata che stava prendendo una brutta piega. Nel finale arriva anche il raddoppio con la firma di Mandzukic, anche qui con l’impronta di Higuain che ha dato il via all’azione vincente. Dall’altra parte Ben Nabouhane, Odjidja e Sebà riescono a malapena a impensierire Buffon che riesce quindi a non subire gol.

VOTO PARTITA 6 – Match che ha regalato qualche emozione negli ultimi minuti del primo tempo e per buona parte della ripresa con l’ingresso di Higuain che deciderà la contesa in un momento di empasse.
VOTO JUVENTUS 6,5 – Stasera i bianconeri non sono stati brillantissimi ma alla distanza riescono ad avere ragione degli avversari grazie al maggior tasso tecnico.
VOTO OLYMPIACOS 5,5 – Gli ospiti provano a resistere stoicamente ma sono costretti ad alzare bandiera bianca, il tutto senza creare tanti pericoli dalle parti di Buffon.
VOTO ARBITRO STIELER 6,5 – Il direttore di gara non ha dovuto estrarre nemmeno un cartellino, gara correttissima e priva di episodi ambigui.

I VOTI DEI PADRONI DI CASA

BUFFON 6,5 – Un solo intervento, peraltro banale, nel primo tempo sulla conclusione centrale e innocua di Pardo. Nella ripresa sventa la conclusione dalla distanza di Odjidja.
STURARO 6 – Novanta minuti non esenti da sbavature, sugli sviluppi di un calcio d’angolo prova a inquadrare la porta avversaria di testa trovando l’opposizione di Proto. (BENATIA 6 – Si limita all’ordinaria amministrazione)
BARZAGLI 6,5 – Molto efficace nel neutralizzare Emenike, fa sempre la cosa giusta al momento giusto.
CHIELLINI 6,5 – Il numero 3 bianconero stasera non sbaglia niente facendo la guardia nella trequarti della Juve e non facendo passare nessuno all’interno dell’area.
ALEX SANDRO 6,5 – L’esterno brasiliano ci prova di testa sugli sviluppi di un corner, a differenza del derby di sabato scorso il numero 12 bianconero manca il bersaglio grosso. Sarà lui, con una grande accelerazione sulla fascia sinistra, a servire l’assist per l’1 a 0 di Higuain, qualche calo di tensione invece in fase difensiva.
BENTANCUR 5,5 – Ottiene una maglia da titolare dopo l’infortunio di Pjanic nella rifinitura, l’uruguaiano non è impeccabile in fase di gestione della sfera con diversi palloni persi e parecchie incertezze nei movimenti.
MATUIDI 5,5 – Un grave errore nell’apertura verso Bentancur rischia di costare molto cara dei bianconeri, fa più fatica del previsto nella linea mediana.
CUADRADO 6 – Meno incisivo rispetto al solito il colombiano che non è al 100% ma cerca comunque di rendersi utile alla causa di Allegri. (HIGUAIN 7,5 – L’argentino interrompe un digiuno che durava da 18 giorni con il gol che sblocca la contesa e molto probabilmente anche lui)
DYBALA 6,5 – Nel primo tempo impegna Proto direttamente dalla bandierina del corner, e anche prima dell’intervallo scalda le mani dell’estremo difensore ospite. Nella ripresa va vicinissimo al gol, che Engels gli nega con un salvataggio sulla linea che poi si rivelerà inutile per il tap-in di Mandzukic.
DOUGLAS COSTA 6,5 – Prova a rendersi pericoloso su calcio piazzato scuotendo l’esterno della rete, rispetto alle uscite precedenti fa intravedere qualche giocata di qualità in più. Sta carburando anche lui. (BERNARDESCHI 6 – Continua a giocare brevi spezzoni di partita, non è ancora riuscito a convincere pienamente Allegri)
MANDZUKIC 7,5 – Nella prima frazione di gioco il croato è quello che va più vicino di tutti al gol con due colpi di testa molto invidiosi che vengono neutralizzati dalla bravura di Proto, nella ripresa trova meritatamente la via della rete grazie al contributo di Higuain e Dybala.
ALL. ALLEGRI 7  – Al tecnico bianconero non manca il coraggio, per la seconda gara di fila tiene Higuain in panchina per gettarlo nella mischia a gara in corso, la mossa paga e l’argentino regala i tre punti ai suoi.

I VOTI DEGLI OSPITI

PROTO 7 – Primo tempo monumentale da parte dell’estremo difensore ospite che dice di no a Mandzukic, Dybala e Sturaro con interventi provvidenziali, poi nella ripresa si deve inchinare di fronte a Higuain.
FIGUEIRAS 5,5 – Intorno alla mezz’ora cerca la porta sul suggerimento di Sebà, la mira del numero 77 ospite lascia però a desiderare.
NIKOLAOU 6 – Non ci pensa due volte a entrare duramente sulle caviglie dei bianconeri rischiando anche il giallo, interviene spesso in ritardo e in maniera fallosa mancando il pallone. Sullo 0-1 chiude Higuain in corner negandogli la possibilità di fare doppietta.
ENGELS 6 – Grande spavento poco prima dell’intervallo per il numero 40 ospite che nel tentativo di sporcare il cross basso di Douglas Costa rischia di segnare nella porta sbagliata. Nella ripresa cerca di negare il gol a Dybala ma così facendo regala il pallone a Mandzukic che con la porta sguarnita non può sbagliare.
KOUTRIS 6 – Fa buona guardia in mezzo ai pali ribattendo le conclusioni ravvicinate degli avversari, impedisce a Dybala di servire Cuadrado col tacco.
ROMAO 6 – Non sempre elegante e composto negli interventi, in un’occasione tocca il pallone col braccio concedendo una punizione alla Juventus. Anche se in più di un frangente disturba le manovre degli avversari. 
ZDJELAR 6 – Si procura diversi calci piazzati facendo respirare i suoi compagni che in questa maniera tornano in possesso della sfera, poteva essere decisamente più incisivo in fase offensiva. (FORTOUNIS)
ODJIDJA 6,5 – Sempre pronto ad approfittare di ogni minimo errore degli avversari, si muove molto bene nella linea mediana e scalda in prima persona le mani a Buffon.
PARDO 5,5 – L’attaccante colombiano cerca la porta dalla lunga distanza senza inquadrare lo specchio, dopo la doppietta – inutile – contro lo Sporting Lisbona stasera il numero 90 dell’Olympiacos resta a bocca asciutta. (BEN NABOUHANE 6 – A pochi minuti dallo scadere potrebbe riaprire la contesa ma angola troppo il pallone che termina a lato)
SEBA 6 – Odjidja lo mette nelle condizioni di inquadrare la porta ma il numero 92 ospite manca lo specchio, ci riprova nella ripresa quando sfiora la traversa.
EMENIKE 5 – Stasera doveva essere lui il terminale offensivo di riferimento per gli ospiti ma di fatto non si è mai reso pericoloso nei pressi dell’area di rigore della Juventus. (MARIN SV)
ALL. LEMONIS 6 – Per oltre un’ora riesce a ingabbiare i campioni d’Italia con un gioco mirato più che altro a disturbare quello degli avversari. 

I VOTI DEL PRIMO TEMPO

All’Allianz Stadium di Torino è in corso la partita valida per la seconda giornata del gruppo D di Champions League 2017-18 tra Juventus e Olympiacos, andiamo a dare i voti ai protagonisti della prima frazione di gioco che si è conclusa sul punteggio di 0-0. I bianconeri hanno avuto la possibilità di sbloccare la contesa con Mandzukic (7), Dybala (6,5) e Sturaro (5,5) ma a salvare gli ospiti ci ha pensato il portiere Proto (7,5) che con una serie di prodezze ha negato il gol agli uomini di Allegri che dopo un timido inizio hanno alzato il baricentro e aumentato i giri del motore, l’occasione più clamorosa a ridosso dell’intervallo con l’autopalo di Engels (6) che nel tentativo di intercettare il cross basso di Douglas Costa (6,5) rischia di segnare nella porta sbagliata. Anche la formazione di Lemonis dimostra comunque di essere pienamente in partita, sfruttando gli errori in fase di gestione del pallone da parte dei padroni di casa con Matuidi (5,5) e Bentancur (5) che nella linea mediana stanno facendo rimpiangere gli infortunati Pjanic e Marchisio. Tuttavia Buffon (6) non ha mai corso seri pericoli, Sebà (6) e Figueiras (6) non sono riusciti a inquadrare la porta mentre Pardo (6) ha calciato addosso all’estremo difensore avversario.

VOTO JUVENTUS 6 – Non è stato un primo tempo memorabile da parte dei bianconeri che hanno impiegato qualche minuto più del previsto a carburare.
MIGLIORE JUVENTUS: MANDZUKIC 7 – Il croato trova sempre il modo di rendersi minaccioso dalle parti di Proto.
PEGGIORE JUVENTUS: BENTANCUR 5 – Titolare a sorpresa dopo l’infortunio dell’ultimo minuto di Pjanic, l’uruguaiano sembra quasi spaesato in mezzo al campo, assieme a Matuidi perde un sacco di palloni.

VOTO OLYMPIACOS 6 – Per adesso regge bene il fortino degli ellenici che grazie a un Proto in stato di grazia stanno tenendo testa alla Vecchia Signora.
MIGLIORE OLYMPIACOS: PROTO 7,5 – Con i suoi interventi su Mandzukic, Dybala e Sturaro sta preservando l’equilibrio sul terreno di gioco.
PEGGIORE OLYMPIACOS: NIKOLAOU 5,5 – Più di qualche volta arriva in ritardo sul pallone e non sempre sa cosa fare esattamente in mezzo al campo. (Stefano Belli)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori