DIRETTA / Giro dell’Emilia 2017: vincitore Giovanni Visconti e Nibali secondo! Streaming video e tv

Diretta Giro dellEmilia 2017 streaming video e tv: vincitore Giovanni Visconti dell’edizione numero 100 su Vincenzo Nibali e Rigoberto Uran (oggi 30 settembre)

30.09.2017 - Mauro Mantegazza
nibali_aru_giro_lapresse_2017
Vincenzo Nibali e Fabio Aru (LaPresse)

Giovanni Visconti ha vinto il Giro dellEmilia 2017 con una grande azione che ha onorato in modo fantastico questa centesima edizione della corsa. Infatti il siciliano della Bahrain-Merida è scattato a poco meno di 20 km dallarrivo, quando mancavano ancora ben due passaggi sulla durissima salita di San Luca, classico simbolo del Giro dellEmilia. Visconti ha fatto il vuoto e ha resistito al ritorno degli inseguitori sullascesa finale, dove si è messo in mostra pure uno splendido Vincenzo Nibali, che ha fatto da stopper per gli attacchi degli avversari – tra i quali abbiamo visto molto attivi Davide Villella e Gianni Moscon – e poi li ha tolti di ruota per conquistare il secondo posto e firmare una straordinaria doppietta per la Bahrain-Merida e anche per la Sicilia. Terzo posto per Rigoberto Uran: il colombiano della Cannondale-Drapac conferma il piazzamento dellanno scorso e completa un podio di lusso. Da segnalare purtroppo una scivolata di Esteban Chaves nella discesa dopo il penultimo passaggio sul San Luca, comunque senza conseguenze fisiche per il colombiano della Orica-Scott, il cui 2017 è da dimenticare. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

IL GRAN FINALE

Meno di 20 km allarrivo del Giro dellEmilia 2017, siamo dunque ormai nel gran finale di questa classica che si conclude sulla salita di San Luca, a Bologna, e che festeggia proprio questanno la sua centesima edizione. Resta avanti qualcuno degli attaccanti: tra quelli della prima ora molto attivi Mosca, Edet e Doubey, gli ultimi a cedere, e si sono messi in luce molto bene anche Bongiorno e Zardini, ma le squadre dei big non hanno intenzione di concedere troppo spazio a chi ci proverà prima della decisiva rampa finale di questo Giro dellEmilia. I big, che sono davvero tanti a cominciare da Vincenzo Nibali e Fabio Aru, non sono ancora entrati in azione, ma lo faranno a breve: si annuncia grande battaglia perché sono in tanti a volere vincere questa gara di grande fascino e prestigio, il meglio dello spettacolo deve ancora arrivare! (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

IL GRUPPO RECUPERA

Sempre in corso al Giro dellEmilia 2017 la fuga da lontano di otto uomini, mentre ricordiamo che la gara femminile è stata vinta da Tatiana Guderzo. Tornando ai maschi, sono sempre in avanscoperta Davide Ballerini (Androni Sidermec), Redi Halilaj (Amore e Vita Selle SMP), Francois Bidard (Ag2R La Mondiale), Nicolas Edet (Cofidis Solutions Credits), Fabien Doubey (Wanty-Groupe Gobert), Jacopo Mosca (Wilier Triestina-Selle Italia), Lorenzo Rota (Bardiani-Csf) e Nicola Bagioli (Nippo-Vini Fantini). Il traguardo però si avvicina e la logica conseguenza è che il gruppo sta iniziando a lavorare sul serio per ridurre il ritardo dalla testa della corsa. Infatti sono stati già coperti oltre 150 km di questo Giro dellEmilia numero 100 e il vantaggio dei fuggitivi si aggira attorno ai due minuti e mezzo, troppo poco per sognare quando manca davvero ancora molto al traguardo, al quarto e ultimo passaggio sul San Luca, la salita e il santuario che sono molto cari agli abitanti di Bologna. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

TATIANA GUDERZO VINCE IL GIRO DELL’EMILIA FEMMINILE

Il Giro dellEmilia 2017 vive per ora della fuga da lontano di otto uomini. Si tratta di Davide Ballerini (Androni Sidermec), Redi Halilaj (Amore e Vita Selle SMP), Francois Bidard (Ag2R La Mondiale), Nicolas Edet (Cofidis Solutions Credits), Fabien Doubey (Wanty-Groupe Gobert), Jacopo Mosca (Wilier Triestina-Selle Italia), Lorenzo Rota (Bardiani-Csf) e Nicola Bagioli (Nippo-Vini Fantini). In fuga con loro cera anche Adrien Niyonshuti (Team Dimension Data), che però ha perso contatto: di conseguenza i fuggitivi restano in otto e per ora godono di una certa libertà da parte del gruppo, che insegue con un ritardo di circa quattro minuti e mezzo. Ma bisogna doverosamente parlare anche di Tatiana Guderzo, che ha vinto con la maglia della Nazionale italiana il Giro dellEmilia femminile, che prevedeva un percorso di 98 km e un solo passaggio sul San Luca, naturalmente quello dellarrivo. La Guderzo ha risposto a Rossella Ratto (Cylance), che aveva attaccato per prima e si è piazzata in seconda posizione, mentre sul terzo gradino del podio ecco Rasa Leleiyvite della Aromitalia Vaiano. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

LA SCORSA EDIZIONE

In attesa che entri nel vivo il Giro dellEmilia 2017, facciamo un passo indietro alledizione della passata stagione, anche in quel caso caratterizzata da tanti nomi di lusso e da un ordine darrivo regale per questo tipo di corse. Infatti la vittoria andò al colombiano Esteban Chaves davanti al francese Romain Bardet e allaltro colombiano Rigoberto Uran, a perfetta dimostrazione del fatto che il Giro dellEmilia è una classica perfetta per gli uomini delle corse a tappe – tra Chaves, Bardet e Uran abbiamo numerosi podi a Giro, Tour e Vuelta. Tutto naturalmente si decise allultimo passaggio sul San Luca, quando Chaves riuscì a staccare tutti, giungendo sul traguardo con 3 di vantaggio su Bardet, Uran e pure Fabio Aru, che si piazzò al quarto posto confermando il concetto di una corsa perfetta per gli scalatori delle grandi corse a tappe. A conferma poi del fatto che il Giro dellEmilia sia il perfetto apripista per il Giro di Lombardia, giova ricordare che esattamente una settimana dopo Chaves avrebbe vinto anche la classica delle foglie morte, con Uran di nuovo terzo e lunica novità costituita dal secondo posto di Diego Rosa. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

SI COMINCIA

Cominciato da qualche minuto il Giro dellEmilia 2017, in attesa di notizie significative dalla cronaca della corsa diamo spazio alle parole dei due protagonisti più attesi, che sono naturalmente Vincenzo Nibali e Fabio Aru. Lo Squalo siciliano ha dichiarato che vuole sfruttare la condizione della Vuelta e che la distanza di ben 223,3 km di questo Giro dellEmilia metterà certamente alla prova tutti i big che si sono presentati alla partenza: sarà dunque un test fantastico per il Giro di Lombardia di settimana prossima. La chiusura di Nibali è chiara: Sono pronto per questo terribile muro, naturalmente con riferimento al San Luca. Aru invece a Bologna ha pure vissuto quando faceva ciclocross da ragazzo e sarà per la prima volta in gara in Italia con la maglia di campione italiano. Come per Nibali, lobiettivo è doppio: fare bene già oggi e rifinire la forma per il Lombardia. Con una promessa: I giri sul San Luca saranno una giostra!. Parola alla strada! (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

L’EDIZIONE NUMERO 100

Come abbiamo accennato, il Giro dellEmilia 2017 è ledizione numero 100 di questa leggendaria classica del ciclismo. Il traguardo delle 100 edizioni in Italia è stato finora tagliato da tre sole altre corse, cioè il Giro di Lombardia che sabato prossimo arriverà addirittura a quota 111, la Milano-Sanremo che è a quota 108 e naturalmente il Giro dItalia che proprio questanno ha festeggiato ledizione numero 100, anche se è chiaro che una corsa a tappe richieda unorganizzazione ben più complessa rispetto a una corsa di un giorno. Il Giro dellEmilia dal punto di vista numerico presenta però straordinarie similitudini con la Corsa Rosa: entrambe nate nel 1909, entrambe con lo stesso numero di interruzioni dovute alle guerre e di conseguenza entrambe al traguardo della centesima edizione in questo 2017. Il primo vincitore del Giro dellEmilia fu Eberardo Pavesi, al termine di una corsa lunga ben 310 km, come usava in quei tempi eroici. Chi firmerà il centenario? Il cast dei pretendenti è lungo e prestigioso, sarà il San Luca a decidere! (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

ORARIO E PRESENTAZIONE DELLA CORSA

Oggi appuntamento di lusso con il Giro dellEmilia 2017, edizione numero 100 di questa classica che è fra le più prestigiose nel calendario del ciclismo italiano. Un percorso affascinante con il durissimo arrivo in cima al San Luca, un elenco di partecipanti davvero eccellente e in più anche questo traguardo storico della centesima edizione, che ha spinto gli organizzatori a chiedere allUCI una deroga per allungare il percorso. Permesso accordato, saranno da affrontare ben 223,3 km per un Giro dellEmilia che si annuncia ancora più impegnativo ed emozionante del solito. Partenza alle ore 11.30, larrivo è previsto attorno alle ore 17.00.

INFO STREAMING VIDEO E DIRETTA TV, COME SEGUIRE IL GIRO DELLEMILIA 2017

Il Giro dellEmilia 2017 godrà di una lunga e meritata diretta tv, perché il collegamento su Rai Sport + HD inizierà già dalle ore 15.00, oltre due ore sul canale numero 57 per seguire tutti i momenti più emozionanti e significativi della corsa e poi le successive premiazioni e interviste. Anche la diretta streaming video sarà dunque garantita dalla Tv di Stato, tramite il sito Internet della Rai allindirizzo www.raiplay.it.

IL PERCORSO E LARRIVO SUL SAN LUCA

Già pochi chilometri dopo la partenza da Casalecchio di Reno, il gruppo affronterà lo strappo di Mongardino, 1,9 km al 7% di pendenza media e punte fino al 10%. La discesa porterà i corridori a Sasso Marconi, poi si toccheranno Vado e Rioveggio prima di iniziare a salire verso il Passo Brasimone, una lunga ascesa di 19,7 Km, anche se non molto dura (pendenza media al 5% e punte all8%). In seguito si passerà da Marzabotto, dove sarà collocato il rifornimento. Rientrati a Sasso Marconi, si svolterà in direzione di Pianoro, andando ad affrontare lo strappo del Valico Ganzole, salita di 2 Km con pendenza media all8% e punte al 18%. Si rientrerà poi a Bologna, dove saranno compiuti quattro giri di un circuito comprendente la salita di San Luca, 2 chilometri al 10% di media con punte di pendenza massima che sfiorano il 20%; lultimo passaggio sarà naturalmente in concomitanza con il traguardo, come da tradizione collocato appunto in cima al San Luca.

I PARTECIPANTI: NIBALI, ARU E TANTI ALTRI BIG

In primo piano la presenza di Vincenzo Nibali (Bahrain-Merida) e Fabio Aru (Astana), che puntano molto sul Lombardia di sabato prossimo ma di certo non rinunceranno a cercare il successo già oggi se staranno bene. Oltre a loro ci saranno anche Thibaut Pinot (Fdj), Rigoberto Uran (Cannondale Drapac) e Mikel Landa (Team Sky), dunque un elenco partecipanti di primissimo piano anche a livello di corridori stranieri, in particolare chi va forte in montagna. In questo gruppo rientra senza dubbio anche Domenico Pozzovivo (AG2R), oltre alla coppia della Orica-Scott formata da Esteban Chaves e Adam Yates ma anche il colombiano Miguel Angel Lopez (Astana). Citazione doverosa pure per Diego Ulissi (UAE Emirates), mentre il Team Sky oltre a Landa schiererà pure Diego Rosa e Gianni Moscon.

I commenti dei lettori