DIRETTA / Verona Milan Primavera (risultato finale 1-0) streaming video Rai.tv: gol di Lubomir Tupta

- Claudio Franceschini

Diretta Verona Milan Primavera: streaming video Rai.tv, probabili formazioni, orario e risultato live. Due squadre in calo si affrontano nell’ultima giornata di andata del campionato

Milan_Primavera_gol_lapresse_2017
Risultati Torneo di Viareggio Cup 2019 (Foto LaPresse, repertorio)

DIRETTA VERONA MILAN PRIMAVERA (1-0): GOL DI LUBIMIR TUPTA

L’Hellas Verona sconfigge il Milan per una rete a zero nel match odierno valido per il campionato Primavera. Gara decisa attorno all’ottantasettesimo minuto da Tupta, che insacca la conclusione di Danzi respinta da Guarnone. Per il Milan è una beffa vera e propria, considerate le numerose occasioni create sul fronte offensivo. Al novantunesimo il club meneghino sfiora il pareggio con El Hilali, ma il pallone rotola fuori di un soffio. L’Hellas inserisce Toccafondi per Stefanec e protegge il vantaggio nel recupero. Finisce qui. Pomeriggio da dimenticare per il Milan. (Aggiornamento Jacopo D’Antuono)

GRAN PARATA DI BORGHETTO

Quando siamo giunti oltre il sessantacinquesimo minuto di Verona Milan Primavera, il risultato non si sblocca e resta fermo sullo zero a zero. L’inizio della ripresa non ha regalato grandi sussulti al pubblico presente sugli spalti. Per il primo squillo del secondo tempo bisogna infatti attendere quasi il ventesimo, quando Borghetto si mette in evidenza con una paratona su Tiago Dias. Il portoghese, dopo aver scambiato con Capanni, ha lasciato partire una conclusione molto pericolosa, su cui l’estremo difensore dell’Hellas è riuscito ad opporsi. Poco fa prima sostituzione in casa Milan: entra Riccardo Forte al posto di Frank Tsadjout. Vedremo se il cambio porterà dei frutti ai rossoneri. (Aggiornamento Jacopo D’Antuono)

NESSUN GOL ALL’INTERVALLO

Si chiude sul risultato di zero a zero il primo tempo di Verona Milan Primavera. La verve offensiva della formazione rossonera ha prodotto tante occasioni da rete, ma nessun gol. La compagine milanista ha fatto la partita per la prima mezzora di gioco, impegnando Borghetti in almeno un paio di circostanze. Il portiere dell’Hellas Verona è stato graziato dal palo sul tentativo velenoso di Capanni. Poi attorno al trentaquattresimo minuto, i veneti hanno avuto una grande chance. Bella giocata di sponda in verticale da parte di Fiumicetti per Tupta, il cui tiro rimbalza addosso a Guarnone. Squadre ora negli spogliatoi per rifiatare qualche minuto con l’intervallo. A breve si riparte con il secondo tempo: chi riuscirà a spezzare per primo l’equilibrio del match? (Aggiornamento Jacopo D’Antuono)

ROSSONERI INTRAPRENDENTI

Verona Milan Primavera in campo da oltre venticinque minuti di gioco, col risultato ancora fermo sullo zero a zero. Rossoneri decisamente più intraprendenti in questa prima parte della gara, con diverse occasioni create sul fronte offensivo. Verona costretto alla difensiva, ma tutt’altro che rinunciatario. Primo squillo in favore della compagine meneghina al settimo minuto: Tiago Dias prova a sorprendere Borghetto con un mancino violento e velenoso, ma Borghetto non si lascia sorprendere. Al tredicesimo altra opportunità per la formazione rossonera, questa volta con Gabriele Capanni che supera Baniya e calcia di precisione col destro: il palo salva clamorosamente il portiere dell’Hellas Verona. Premono i rossoneri, resistono i veneti. Non si sblocca il punteggio. (Aggiornamento Jacopo D’Antuono)

FORMAZIONI UFFICIALI!

Siamo pronti a vivere questa appassionante Verona Milan Primavera. Il principale cannoniere degli scaligeri è Lubomir Tupta, che ha segnato 6 gol nelle 13 partite disputate e proverà a superare il record di marcature dello scorso anno, quando ne realizzò 15. Non sarà affatto semplice, ma non è una questione legata al suo valore: il fatto è che questo diciannovenne slovacco è ormai stabilmente impegnato con la prima squadra di Fabio Pecchia, che infatti lo ha portato in panchina in sette occasioni (senza mai farlo giocare) e dunque a volte non può essere impiegato con la Primavera. Tupta è a Verona dal 2015; da allora si sono succeduti tre allenatori sulla panchina della squadra ma chi gli ha dato la soddisfazione di esordire in prima squadra è stato Gigi Delneri. Il 2 dicembre il tecnico friulano lo ha schierato esterno sinistro in un tridente completato da Luca Toni e Bosko Jankovic, nel quarto turno di Coppa Italia contro il Pavia. Il Verona ha vinto con Claudio Winck e Tupta è rimasto in campo per tutti i 90 minuti; da allora sono passati oltre due anni e la squadra è anche finita in Serie B, ma lo slovacco non ha più giocato con i grandi. Sarà intanto protagonista oggi contro il Milan? Staremo a vedere: ora parola al campo, ecco le formazioni ufficiali di Verona Milan Primavera. VERONA (4-5-1): Borghetto; Nigretti, Perazzolo, Baniya, Corradini; Cherubini, Danzi, Saveljevs, Stefanec, Fiumicetti; Tupta. A disposizione: Fontana, Galazzini, Righetti, Toccafondi, Martello, Dentale, Aloisi, Amayah. Allenatore: Antonio Porta. MILAN (3-4-3): Guarnone, Negri, Llamas, Bellodi, El Hilali, Gabbia, Murati, Pobega, Tsadjout, Tiago Dias, Capanni. A disposizione: Soncin, Merletti, Campeol, Torchio, Bargiel, Sinani, Bianchi, Brescianini, Forte, Finessi, Larsen, Sérgio Sanchez. Allenatore: Alessandro Lupi. (agg. di Claudio Franceschini)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

Verona Milan Primavera è una delle due partite che oggi verranno trasmesse in diretta tv: lappuntamento qui è su Rai Sport (o sul canale parallelo Rai Sport +), dunque la gara sarà accessibile a tutti e, in assenza di un televisore, sarà possibile assistervi anche su dispositivi mobili come PC, tablet e smartphone grazie alla diretta streaming video garantita dal sito www.raiplay.it, al quale potrete accedere senza costi aggiuntivi selezionando poi il canale di riferimento.

VERONA MILAN PRIMAVERA: DIRETTA STREAMING SU RAIPLAY

I PRECEDENTI

Sono tanti i precedenti di Verona Milan Primavera, spesso e volentieri le due squadre sono state inserite nello stesso girone e dunque hanno avuto modo di conoscersi nel corso degli anni. Spiccano due dati nelle ultime dieci partite: il primo è che il bilancio è nettamente a favore del Milan (6 vittorie, 3 pareggi e una sola sconfitta), il secondo è che i gol totali sono stati 44, 16 dei quali soltanto nelle ultime due sfide. Che il Milan non ha mai vinto: lo scorso febbraio in Veneto finì con un roboante 4-4, landata al Vismara fu preda di uno scatenato Verona che, sotto due volte (anche Patrick Cutrone in gol per i rossoneri) andò a segnare cinque volte in 26 minuti con Marash Kumbulla, Simon Stefanec e una tripletta di Lubomir Tupta, che ha già anche qualche apparizione in prima squadra. Prima però il Verona non aveva mai festeggiato: marzo 2016, 3-0 Milan con Luca Vido, Ivan De Santis e Cutrone; ottobre 2014, 4-1 rossonero ancora con Vido (doppietta), Andrea Vassallo e Andrej Modic (per gli scaligeri segnò Mohamed Fares), nel gennaio 2013 netto 3-0 targato Alberto Spagnoli (doppietta) e Andrea Petagna. Abbiamo parlato solo delle partite giocate in Veneto: non che le cose ai gialloblu siano andate meglio al Vismara. (agg. di Claudio Franceschini)

ORARIO E PRESENTAZIONE DELLA PARTITA

Verona Milan Primavera sarà diretta dallarbitro Nicola Donda: ultima giornata di andata del girone unico nel campionato Primavera 1 2017-2018, le due squadre si affrontano alle ore 15:00 di sabato 13 gennaio. Si tratta di una partita tra due squadre che hanno leggermente calato il loro ritmo dopo un ottimo avvio; sono 8 le lunghezze di distanza in classifica tra un Milan che occupa la quarta posizione, e dunque lotta per mantenere il suo posto nei playoff con uno sguardo alla qualificazione diretta alla fase finale, e un Verona che invece si trova al dodicesimo posto e non ha troppo margine sulla zona calda, con il rischio di dover giocare i playout per salvarsi o addirittura retrocedere subito. Oggi si gioca in Veneto, dunque sulla carta i gialloblu hanno una bella occasione per provare a prendersi i tre punti e fare un passo avanti in classifica, ma il Milan di certo non avrà intenzione di stare a guardare.

IL CONTESTO

Il Milan di Alessandro Lupi arriva dalla brutta sconfitta interna contro lUdinese: uno stop imprevisto contro una squadra di medio-bassa classifica, che ha fatto seguito al pareggio di Firenze. I rossoneri restano in una buona posizione di classifica ma hanno perso tre volte nelle ultime sei partite (due volte in casa) e dunque non hanno più quel ritmo che tra la terza e lottava giornata sempre sei gare aveva consentito loro di centrare 16 punti con cinque vittorie un pareggio. Alti e bassi nel corso di una stagione ci possono stare, adesso però servirà sfruttare le occasioni come questa per provare a risalire la corrente. Il Verona era stato la grande sorpresa di inizio stagione: tre vittorie consecutive per arrivare a 9 punti in quattro giornate e occupare addirittura il quarto posto in classifica. Da lì però la squadra veneta non ha più saputo riprendersi: ha perso cinque partite consecutive e ha ottenuto appena 2 punti in otto gare. Tornato alla vittoria contro il Sassuolo, il Verona arriva ora dal pirotecnico 4-4 contro il Genoa che certamente non ha risolto i problemi di una squadra che sembra aver smarrito la via e che non può perdere troppo tempo se vuole salvarsi direttamente.

PROBABILI FORMAZIONI VERONA MILAN PRIMAVERA

Antonio Porta dovrebbe schierare il 4-5-1 già visto in Liguria: Bianchi in porta, linea difensiva con Nigretti e Corradini sulle corsie e la coppia centrale formata da Perazzolo e Banlya. Folto il centrocampo, nel quale sarà importante non solo il lavoro di Saveljevs, giocatore che può fare il regista basso come anche il trequartista alloccorrenza, ma anche e soprattutto delle due mezzali Galazzini e Danzi che dovranno avere i giusti tempi di inserimento e sfruttare così i movimenti di Cherubin e Fiumicetti, che saranno schierati sugli esterni per allargare il campo. La prima punta dovrebbe invece essere Tupta, arruolabile grazie alla sosta della Serie A; il Milan di Alessandro Lupi si presenta invece con il 4-2-3-1: Larsen e Tsadjout in ballottaggio per il ruolo di prima punta, Sérgio Sanchez contende a Tiago Dias la maglia di esterno destro. Il resto dovrebbe essere confermato: Murati da trequartista con Campeol a sinistra, in mezzo la coppia di mediani con Capanni e Pobega creerà gioco e cercherà anche di garantire la giusta dose di interdizione. Capitan El Hilali comanda il reparto arretrato al fianco di Bellodi; Bellanova e Llamas sono favoriti per le corsie laterali, in porta invece giocherà come sempre Guarnone.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori