Ramires allInter?/ Calciomercato news: l’ex Chelsea è davvero quello che serve a Luciano Spalletti?

- Mauro Mantegazza

Ramires allInter? Calciomercato news: lagente riapre le speranze in quello che ormai è un tormentone. Il brasiliano dello Jiangsu Suning può ancora arrivare a Milano

piero_ausilio_inter_lapresse
Il ds dell'Inter, Piero Ausilio (LaPresse)

Ramires all’Inter rimane una voce di calciomercato molto attuale. Il centrocampista brasiliano ex Chelsea però è davvero quello che serve a Luciano Spalletti? Il calciatore dello Jiangsu Suning sembra più adatto a giocare nei due nel 4-2-3-1 mentre al tecnico servirebbe un trequartista visto che in mezzo può contare su Roberto Gagliardini, Borja Valero e Matias Vecino. Per questo gli altri profili di cui si è parlato negli ultimi giorni sembrano essere ancor più adatti di Ramires. Di quest’ultimo piace soprattutto l’esperienza e la possibilità di portare dinamismo alla squadra. Nonostante questo fa gola il fatto di fare una trattativa di calciomercato praticamente in casa visto che il proprietario dei due club è lo stesso. Ramires probabilmente a questo punto rimane un’alternativa di lusso sulla quale si rifletterà se dovessero saltare tutti gli altri obiettivi. (agg. di Matteo Fantozzi)

RAFINHA PREFERITO ALL’EX CHELSEA

Continuano le chiacchiere di calciomercato legate alla possibilità di vedere Ramires all’Inter in questa sessione di calciomercato di gennaio. Nonostante le parole d’apertura importanti dell’agente del calciatore ex Chelsea la sensazione è che questi sia da considerarsi un’alternativa a Rafinha del Barcellona che è il primo obiettivo di Luciano Spalletti per il centrocampo. Ramires è un giocatore di grande esperienza, ma di certo in ottica futura il calciatore blaugrana ha più armi visto che è notevolmente più giovane. Rafinha inoltre è un calciatore che si potrà adattare a più ruoli in mezzo al campo rispetto al collega, visto che può giocare anche da esterno alto e anche da trequartista. Giocatore tecnico e dotato di grande personalità porta a un unico dubbio legato al suo stato di salute visto che è fermo da circa un anno. (agg. di Matteo Fantozzi)

UNA STORIA CHE SOMIGLIA AI PROMESSI SPOSI

Ramires e lInter, una storia che assomiglia sempre di più ai Promessi Sposi. Di questo matrimonio se ne parlava già a settembre e larrivo del centrocampista brasiliano sembrava un affare molto semplice, visto che Ramires è di proprietà dello Jiangsu Suning, la squadra cinese cugina dei nerazzurri: si ipotizzava addirittura che Ramires potesse allenarsi alla Pinetina già in autunno, per essere perfettamente inserito nella squadra di Luciano Spalletti in questo mese di gennaio, quando si sarebbe provveduto al tesseramento alla riapertura del calciomercato. Siamo però ormai giunti al giorno 17 di questo mese di gennaio 2018 e Ramires è sempre in Cina, o per essere precisi a Marbella, in Spagna, ma in ritiro con lo Jiangsu che nella pausa invernale del campionato cinese si sta appunto allenando nella località dellAndalusia. I problemi sono essenzialmente due: va trovato un sostituto allaltezza per lo Jiangsu e va trovata la formula giusta per il trasferimento in ossequio al fair-play finanziario, dal momento che la Uefa è molto attenta allo spostamento di giocatori fra club che condividono la stessa proprietà.

RAMIRES ALLINTER: LE PAROLE DELLAGENTE

I Promessi Sposi però finiscono con Renzo e Lucia che finalmente si sposano: dunque per rendere effettivo il paragone ci vorrebbe il lieto fine. Possibilità ancora realizzabile, almeno stando alle parole dellagente di Ramires, Luis Carlini, che secondo quanto riferisce la redazione di Premium Sport avrebbe affermato: “L’Inter? Speriamo vada tutto a buon fine. Il procuratore dunque ci crede ancora e presumibilmente questa è la speranza anche del suo assistito. Il fatto che Carlini sia arrivato a Marbella potrebbe essere un indizio positivo in tal senso, perché significa che potrebbero esserci dei motivi che richiedono la presenza dellagente al fianco del giocatore. Inoltre in queste ore anche Piero Ausilio si trova in Spagna, a Barcellona per discutere dellacquisto di Rafinha, dunque pure le distanze geografiche fra le parti sono decisamente ridotte. Per scoprire però se il lieto fine ci sarà davvero, dovremo aspettare ancora un po

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori