DIRETTA/ Napoli-Atalanta (risultato finale 1-2) streaming video Rai: Mertens accorcia ma non basta!

Diretta Napoli Atalanta: info streaming video e tv, probabili formazioni, quote, orario e risultato live della partita del San Paolo, valida per i quarti di finale della Coppa Italia

02.01.2018 - Claudio Franceschini
Gomez_Callejon_Napoli_Atalanta_lapresse_2017
Diretta Napoli Atalanta, Coppa Italia (Foto LaPresse)

DIRETTA NAPOLI-ATALANTA (RISULTATO FINALE 1-2): MERTENS ACCORCIA MA NON BASTA!

Impresa dell’Atalanta che batte a domicilio il Napoli per 2 a 1 e approda in semifinale di Tim Cup dove incontrerà la vincente di Juventus-Torino, in programma domani sera all’Allianz Stadium. Finale al cardiopalma con i padroni di casa che accorciano immediatamente le distanze con Mertens che torna al gol dopo un digiuno che durava da otto gare ufficiali: l’attaccante belga raccoglie la pennellata di Insigne e schiaccia di testa il pallone beffando Berisha che era intervenuto in netto ritardo. Tutto riaperto al San Paolo proprio quando gli ospiti davano la sensazione di aver messo in cassaforte il passaggio del turno, Gasperini decide di coprirsi inserendo Haas al posto di Papu Gomez. Nel recupero i partenopei assediano letteralmente la trequarti avversaria ma non serve a nulla, la squadra di Sarri esce di scena dalla coppa nazionale, a ulteriore conferma di come l’obiettivo primario sia il campionato. (agg. di Stefano Belli) NAPOLI-ATALANTA, DIRETTA LIVE

RADDOPPIO DI PAPU GOMEZ!

Quando mancano solamente dieci minuti al novantesimo l’Atalanta è clamorosamente in vantaggio sul Napoli per 2 a 0, semifinale a un passo per la compagine di Gasperini. La doppia mossa di Sarri non sembra aver inciso più di tanto sull’inerzia del match, i partenopei si spingono in avanti alla ricerca del pareggio ma così facendo si espongono al contropiede degli avversari, come al 66′ quando Cristante porta via il pallone a Diawara e verticalizza per Cornelius, il numero 9 orobico calcia addosso a Sepe. In vista dell’ultimo spezzone di gara Sarri fa entrare Allan al posto di Ounas, una scelta rischiosa considerando che Hysaj non sta benissimo e forse sarebbe stato più prudente inserire Maggio, evidentemente il tecnico del Napoli non vuole avere rimpianti e preferisce rischiare, difficile dargli torto. Al 70′ i partenopei protestano ferocemente con il direttore di gara: Toloi tocca il pallone col braccio all’interno dell’area di rigore, per l’arbitro Giacomelli non ci sono gli estremi per il calcio di rigore e assegna la rimessa dal fondo all’Atalanta. All’80’ arriva il raddoppio della Dea: Chiriches nel tentativo di inseguire Papu Gomez scivola e per l’attaccante argentino è un gioco da ragazzi depositare il pallone in rete. (agg. di Stefano Belli) 

CASTAGNE GELA IL SAN PAOLO

Al San Paolo è ricominciato dopo l’intervallo il match valido per i quarti di Coppa Italia 2017-18 tra Napoli e Atalanta, al decimo minuto del secondo tempo il punteggio vede la formazione di Gasperini avanti per 1 a 0. L’equilibrio sul terreno di gioco dura 49 minuti ma non sono i partenopei a sbloccare la contesa, bensì gli orobici con un’azione perfetta alimentata da Papu Gomez che sfonda sulla corsia di sinistra e crossa al centro per Cornelius che viene murato da Mario Rui, nessuno riesce però a fermare Castagne che trafigge Sepe e firma la rete del vantaggio. La Dea prende fiducia e rimane in zona d’attacco, si attende la reazione da parte dei padroni di casa che sembrano aver accusato oltremodo il colpo, Sarri è costretto a correre ai ripari e getta nella mischia Mertens e Insigne. (agg. di Stefano Belli) 

INTERVALLO

Napoli e Atalanta vanno al riposo sul punteggio di 0-0, al termine di un primo tempo che non ha visto gol solamente per puro caso. Entrambe le squadre hanno creato diverse occasioni per andare a segno, poco dopo la mezz’ora Berisha in due tempi sventaa la conclusione di Zielinski bloccando il pallone quasi sulla linea di porta. Dall’altra parte Gosens avanza sulla fascia sinistra e crossa al centro per Papu Gomez che di testa costringe Sepe a effettuare il suo primo intervento della serata, l’estremo difensore partenopeo alza il pallone sopra la traversa concedendo il corner alla Dea. Al 38′ Cornelius da posizione defilata non riesce a inquadrare il bersaglio, gli ospiti riescono comunque a far girare molto bene il pallone e ad affacciarsi costantemente nella trequarti avversaria. Partita molto accesa con ben cinque ammoniti (tra cui tre difensori: Koulibaly, Caldara e Toloi) solamente nella prima frazione, molto severo il direttore di gara Giacomelli che cerca di non asprire gli animi. (agg. di Stefano Belli) 

TENTATIVO DI OUNAS IN ROVESCIATA

Alla mezz’ora del primo tempo Napoli e Atalanta rimangono sullo 0-0. Gara molto piacevole al San Paolo, entrambe le squadre non rinunciano a giocare con gli orobici che oltre a difendere trovano spazi per ripartire in contropiede. Formazioni molto lunghe sul terreno di gioco, di conseguenza aumentano i capovolgimenti di fronte: al 19′ Hamsik serve Callejon con una verticalizzazione geniale, l’attaccante spagnolo manca l’impatto con la sfera davanti a Cornelius per questione di centimetri. Quattro giri di lancette più tardi è Ounas in rovesciata a non trovare il gol che avrebbe fatto venire giù tutto lo stadio, al di là delle occasioni concesse gli uomini di Gasperini tengono molto bene il campo e danno la sensazione di poter creare pericoli dalle parti di Sepe da un momento all’altro. (agg. di Stefano Belli) 

BERISHA SALVA SU CALLEJON

Al San Paolo l’arbitro Giacomelli ha dato il via alle ostilità tra Napoli e Atalanta, match valido per i quarti di Tim Cup 2017-18, quando sono trascorsi circa dieci minuti dal fischio d’inizio il punteggio vede le due squadre sul punteggio di 0-0. I partenopei si affacciano subito in avanti con Callejon che inventa un corridoio per Ounas, fermato dalla retroguardia orobica prima che possa andare al tiro. Ritmi elevati sin dalle battute iniziali del match, gli ospiti provano a giocarsela a viso aperto e al 7′ gli uomini di Sarri creano la prima palla gol del match con Callejon che deve rimandare l’appuntamento con il gol: Berisha riesce a opporsi con la punta delle dita e a rifugiarsi in calcio d’angolo. Padroni di casa micidiali ogni volta che ripartono, al 9′ Caldara è bravo a chiudere Rog in corner. (agg. di Stefano Belli) 

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

Napoli Atalanta è una partita di Coppa Italia, e come tale viene trasmessa in diretta tv sulla televisione di stato: l’appuntamento in chiaro per tutti è su Rai 1, con la possibilità chiaramente di assistere alla diretta streaming video su www.raiplay.it selezionando il canale di riferimento.

NAPOLI-ATALANTA, DIRETTA STREAMING SU RAIPLAY

FORMAZIONI UFFICIALI!

Napoli Atalanta si giocherà fra pochissimi minuti: il quarto di finale di Coppa Italia fra partenopei e bergamaschi al San Paolo avrà l’onore di aprire il 2018 del calcio italiano, una sfida di lusso fra la capolista campione d’inverno di Maurizio Sarri e i nerazzurri di Gian Piero Gasperini, sicuramente la squadra rivelazione dell’ultimo anno e mezzo, tanto che ormai la definizione di rivelazione va stretta all’Atalanta, solida e bella realtà anche in campo europeo. Si annuncia dunque una partita molto interessante, con in più il brivido sempre garantito dalle sfide in partita secca: tutto si deciderà oggi, attraverso tempi supplementari e calci di rigore se fosse necessario. La parola dunque deve passare al campo del San Paolo: leggiamo le formazioni ufficiali di Napoli e Atalanta, Sarri conferma il turnover ma schiera Hamsik e Callejon nell’undici iniziale, con i due terzini titolari e Zielinski nel tridente. L’Atalanta ritrova Berisha, Caldara e Cristante rispetto al campionato, ma conferma Ilicic e Alejandro Gomez davanti; sulle fasce si rivedono Castagne e Gosens. NAPOLI (4-3-3): Sepe; Hysaj, Chiriches, Koulibaly, Mario Rui; Rog, A. Diawara, Hamsik; Ounas, Callejon, Zielinski. Allenatore: Maurizio Sarri ATALANTA (3-4-1-2): E. Berisha; Toloi, Caldara, A. Masiello; Castagne, De Roon, Freuler, Gosens; Cristante; Ilicic, A. Gomez. Allenatore: Gian Piero Gasperini (Agg. di Mauro Mantegazza)

I PRECEDENTI

Abbiamo già ricordato il più glorioso precedente in Coppa Italia fra Napoli e Atalanta, che nella competizione nazionale si sono affrontate in tutto sette volte, con un bilancio di quattro vittorie partenopee, due pareggi e appena un successo per l’Atalanta, che ha segnato appena quattro gol a fronte delle nove reti del Napoli. Dopo la doppia vittoria azzurra nella finale del 1987, c’è stato un solo incrocio fra Napoli e Atalanta prima di oggi: il 15 gennaio 2014, negli ottavi della Coppa Italia 2013-2014 in gara secca, il Napoli si è imposto al San Paolo per 3-1 avanzando ai quarti di una competizione che poi sarebbe stata vinta proprio da Hamsik e compagni. Bisogna dunque risalire fino al 3 giugno 1973 per trovare l’unica vittoria dell’Atalanta, che però arrivò proprio al San Paolo per 0-2. La formula era molto diversa, si era in un girone che avrebbe poi promosso la squadra vincente in finale: l’Atalanta chiuse al secondo posto, il Napoli terzo ma in finale ci andò il Milan. Oggi si scriverà un nuovo capitolo: l’Atalanta riuscirà a tornare a vincere dopo oltre 40 anni? (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

IL PRECEDENTE ILLUSTRE

Quando Napoli e Atalanta si affrontano in Coppa Italia, la memoria torna inevitabilmente alla finale del 1987, un anno memorabile a Napoli ma un ricordo dolcissimo anche a Bergamo. Era il Napoli naturalmente di Diego Armando Maradona, che quell’anno ottenne la doppietta scudetto-Coppa Italia che rende ancora oggi la stagione 1986-1987 la migliore di sempre per il Napoli. L’Atalanta invece fu retrocessa in Serie B al termine di quel campionato, ma resta il dolce ricordo di una bella avventura in Coppa Italia e soprattutto della seguente Coppa delle Coppe, in cui i nerazzurri arrivarono fino alla semifinale (miglior risultato europeo della loro storia) pur militando nel campionato cadetto. La finale di Coppa Italia però a dire il vero non ebbe storia: il Napoli chiuse i giochi già all’andata il 7 giugno 1987 al San Paolo vincendo per 3-0 con i gol di Renica, Muro e Bagni, per poi vincere anche al ritorno a Bergamo per 0-1 il 13 giugno grazie a un gol di Giordano. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

L’ARBITRO

Napoli Atalanta sarà diretta, come abbiamo già accennato, dall’arbitro Piero Giacomelli, che fa parte della sezione Aia di Trieste e al quale sarà affidato il quarto di finale di Coppa Italia che apre il 2018 del calcio italiano. Il fischietto triestino sarà affiancato al San Paolo dai guardalinee Giulio Dobosz e Stefano Del Giovane, dal quarto uomo Eugenio Abbattista e dai due addetti alla Var, figure ormai ben conosciute da tutti i tifosi: questa sera saranno Antonio Damato e, in qualità di assistente (Avar), Fabrizio Posado. Nato il 6 novembre 1977, Giacomelli in questa stagione è alla seconda direzione in Coppa Italia dopo la partita del terzo turno diretta l’ormai lontano 12 agosto fra Udinese e Frosinone, con vittoria dei friulani per 3-2. In campionato un precedente a testa con Atalanta e Napoli, ma ad inizio stagione: con i nerazzurri la sconfitta con la Roma (0-1) alla prima giornata, con i partenopei invece il successo per 0-3 sul campo del Bologna alla terza giornata. In questa stagione in totale Giacomelli ha comminato 27 ammonizioni, quattro espulsioni e un calcio di rigore. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

ORARIO E PRESENTAZIONE DELLA PARTITA

Napoli Atalanta, che sarà diretta dall’arbitro Piero Giacomelli della sezione di Trieste, si gioca alle ore 20:45 di martedì 2 gennaio: siamo nei quarti di finale di Coppa Italia 2017-2018 e i partenopei ospitano una Dea che ha appena chiuso un 2017 meraviglioso per quelle che erano le possibilità della rosa e della società. Accomunate allora da un anno solare fantastico, le due squadre approcciano questa sfida sapendo che in semifinale ci sarà una tra Juventus e Torino; il Napoli ha il vantaggio di giocare in casa questa partita secca, che prevede naturalmente la possibilità di andare ai tempi supplementari o anche ai calci di rigore in caso di parità. Da non sottovalutare il fatto che lo scorso anno, al San Paolo, l’Atalanta aveva sublimato un campionato chiuso al quarto posto andando a vincere per 2-0, grazie a una doppietta di Mattia Caldara. In questa stagione invece sono stati i partenopei a imporsi, con un 3-1 che la squadra di Maurizio Sarri ha ottenuto in rimonta.

IL CONTESTO

Il Napoli si presenta a questa partita da campione d’inverno: è la seconda volta in tre stagioni che succede, ma in questo caso i partenopei si sono superati chiudendo il girone di andata con la bellezza di 48 punti. Nel 2015 questo non era bastato per tenere dietro la Juventus a fine anno, ma se non altro questo Napoli sta facendo capire di potersi davvero giocare lo scudetto: la vittoria di Crotone, con gol numero 117 di Marek Hamsik, certifica che chiunque vorrà prendersi il tricolore dovrà fare i conti con la squadra di Maurizio Sarri, cresciuta soprattutto sul piano mentale e della fiducia. L’Atalanta ha terminato in maniera negativa il suo 2017, perdendo in casa contro il Cagliari: risultato che non scalfisce minimamente un anno solare nel quale la Dea ha ottenuto un quarto posto con qualificazione in Europa League e i sedicesimi di finale nella stessa coppa, dove a febbraio verrà affrontato il Borussia Dortmund nella speranza che il sogno continui. Un’Atalanta che oggi è settima in Serie A, e che potrebbe prendersi la semifinale di Coppa Italia: la grande corsa degli orobici prosegue e questa partita non sarà affatto snobbata – come del resto non lo farà il Napoli.

PROBABILI FORMAZIONI NAPOLI ATALANTA

E’ probabile che il Napoli confermi la formazione che ha battuto l’Udinese nel turno precedente, almeno a grandi linee: questo significa che questa volta a riposarsi potrebbe essere Callejon, anche perché Mertens vuole ritrovare il gol. Dunque il belga prima punta, con Ounas e Giaccherini sugli esterni nel tridente; a centrocampo giocherà Amadou Diawara, con Zielinski e Rog che dovrebbero occuparsi delle due mezzali dando riposo ad Allan e, soprattutto, Hamsik. Maggio agirà sulla corsia destra nel reparto difensivo, ma è ancora da stabilire chi sarà in campo tra Hysaj e Mario Rui a sinistra; al centro possibile riposo per Raul Albiol con Maksimovic (o Chiriches) ad affiancare Koulibaly, in porta dovrebbe giocare Sepe. L’Atalanta ha fatto turnover in campionato: si rivedono Etrit Berisha e Caldara, con Toloi e Andrea Masiello che dovrebbero completare il reparto arretrato. In mezzo manca lo squalificato Kurtic: spazio ancora a Freuler e De Roon, con Cristante che invece dovrebbe scalare sulla trequarti andando a supporto di Alejandro Gomez (favorito su Orsolini) e Cornelius che se la gioca con Petagna. A presidiare le corsie dovrebbero essere nuovamente Hateboer e Spinazzola, non escludendo le sorprese che si chiamano Castagne e Gosens.

QUOTE E PRONOSTICO

Napoli ovviamente favorito, anche per il fattore campo: l’agenzia di scommesse Snai ci dice che la vittoria dei partenopei al San Paolo è quotata 1,50 contro il 6,00 che accompagna invece l’affermazione degli orobici fuori casa, con conseguente passaggio del turno. Il segno X per il pareggio si riferisce al risultato che maturerà nei 90 minuti della partita: porta in dote 4,50 volte la somma che avrete deciso di mettere sul piatto.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori