VALENTINO ROSSI/ “Rinnovo con la Yamaha? Se ha voglia di continuare con me, non c’è bisogno di aspettare”

Valentino Rossi, il Dottore alla presentazione della nuova Yamaha M1: questanno farò più attenzione alla sicurezza. Ha parlato il numero 46 della casa giapponese

24.01.2018 - Davide Giancristofaro Alberti
valentino_rossi_1_motogp_lapresse_2017
Diretta Test Motogp a Jerez, La presse

Valentino Rossi, alla presentazione ufficiale della nuova Yahama M1, ha dichiarato che non avrebbe problemi a prolungare il proprio accordo con la scuderia giapponese. Queste sono state le dichiarazioni rilasciate oggi dal nove volte campione del mondo: “Il mio rinnovo? Se siamo d’accordo, quindi se io ho voglia di continuare e la Yamaha ha voglia di continuare con me, non c’è bisogno di aspettare tanto”. Valentino Rossi, quindi, ha commentato il rinnovo di Maverick Vinales che ha prolungato fino al prossimo 2020 il contratto con la Yamaha. Il motociclista ha dichiarato che il rinnovo del motociclista spagnolo non condizionerà le sue decisioni: “Penso che sia giusto sia per la Yamaha che per Vinales. Mi aspettavo che firmasse tra un po’, ma è positivo per tutti e due. Negli ultimi anni, si decide sempre un po’ prima, in qualche caso molto presto, forse anche troppo. Io vado per la mia strada e prendo le mie decisioni, quindi la cosa di Vinales mi cambia poco”. (Aggiornamento di Fabio Morasca)

VALENTINO ROSSI: “E’ SEMPRE LA STESSA COSA QUANDO SI RIPARTE”

Prime parole in vista della stagione 2018 di MotoGp, da parte di Valentino Rossi. Il pilota della Yamaha, era presenta allevento in cui è stata svelata per lappunto la nuova YZR-M1. «E difficile spiegarlo ma più o meno è sempre la stessa cosa quando si riparte le dichiarazioni del 38enne italiano ai microfoni di Sky Sport, in vista della nuova stagione – per me molto dipende da come ti senti, dalle motivazioni, se ancora ti piace guidare la moto. Un Valentino Rossi che lanno scorso ha gettato al vento la possibilità di vincere il titolo mondiale, anche per via dell’incidente capitato nel suo circuito privato: «Dopo l’infortunio di settembre ha commentato il Dottore – arrivato in un brutto momento della stagione, non ho sentito forte dolore. Ho sofferto meno dei precedenti, e quando fai questo lavoro la cosa più importante è tornare in fretta sulla moto. Grazie alle buone sensazioni, insieme alla carica dei tifosi, sono riuscito a fare un grande recupero. Quest’anno dovrò stare più attento alla sicurezza anche in allenamento, cercando di gestire meglio gli allenamenti.

ATTENZIONE ALLELETTRONICA

Più attenzione alla sicurezza quindi, ma anche allelettronica, che secondo il numero 46 sarà un aspetto fondamentale della nuova belva del team di Iwata: «I test al via tra 4 giorni a Sepang saranno molto importanti per capire quello che potrà succedere nel corso della stagione. Dovremo lavorare sodo, siamo reduci da una stagione che non è stata il massimo, possiamo e dobbiamo fare meglio. L’elettronica sarà fondamentale. Il numero di Rossi è lo storico 46, ma secondo lo stesso centauro il prossimo campionato avrà unaltra numerazione: «Per la sesta volta affronto il Mondiale con la Yamaha, il mio numero è il 6. Il pilota di Tavullia sarà alla sua 17esima stagione in MotoGp, mentre corre nel Motomondiale da ben 23 anni. Rossi sarà in pista come i suoi rivali per il titolo a fine mese, fra il 28 e il 30 gennaio, per i primi test ufficiali sul circuito di Sepang.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori