RISULTATI SERIE A/ Classifica aggiornata, diretta gol live score: la Juventus torna prima aspettando il Napoli

- Claudio Franceschini

Risultati Serie A, 22^ giornata: classifica aggiornata, diretta gol live score dei due anticipi di sabato 27 gennaio. Si tratta di Sassuolo Atalanta (ore 18) e Chievo Juventus (ore 20:45)

Pjanic_Juventus_Chievo_pioggia_lapresse_2018
Risultati Serie A, anticipi 22^ giornata (Foto LaPresse)

La Juventus di Massimiliano Allegri vince 2-0 al Bentegodi contro il Chievo Verona e torna prima in classifica, in attesa che il Napoli possa operare il controsorpasso in caso di vittoria al San Paolo contro il Bologna. I bianconeri fanno fatica contro i clivensi che organizzatissimi chiudono ogni spazio. Nel primo tempo la squadra di Rolando Maran rimane anche in dieci per un doppio giallo di Bastien, ma nonostante questo la difesa rimane abbottonata. I bianconeri trovano il gol poco dopo il rosso a Fabrizio Cacciatore, che farà molto discutere. Il difensore dopo uno scontro nell’area bianconera contro Asamoah rimane a terra, l’ingresso in campo del massaggiatore lo costringe a uscire dal rettangolo verde di gioco e questo lo porta a una reazione esagerata. Il terzino dei padroni di casa fa due volte il gesto delle manette e l’arbitro Maresca lo caccia fuori con un rosso diretto. Sami Khedira butta in rete un bell’assist, di destro, di Federico Bernardeschi e nel finale Gonzalo Higuain segna di testa il 2-0. Ci saranno molte polemiche per il secondo rosso considerato da alcuni un po’ esagerato. (agg. di Matteo Fantozzi)

ATALANTA TRAVOLGENTE

LAtalanta ha travolto per 0-3 il Sassuolo al Mapei Stadium, così il primo risultato della 22^ giornata di Serie A sorride ai nerazzurri di Gian Piero Gasperini, che grazie ai gol di Masiello, Cristante e Freuler salgono a quota 33 punti in classifica rinforzando le proprie ambizioni europee in una stagione che vede lAtalanta fantastica protagonista su tre fronti. Martedì sera la Dea ospiterà a Bergamo la Juventus nella semifinale dandata di Coppa Italia e ciò ci consente di passare a parlare della seconda partita di oggi, cioè naturalmente la sfida del Bentegodi che fra pochi minuti metterà di fronte Chievo e Juventus. I gialloblù di Rolando Maran stanno vivendo un momento piuttosto complicato e di certo i bianconeri non sono lavversario migliore per rilanciarsi. Massimiliano Allegri invece va alla caccia di una vittoria che significherebbe sorpasso al comando della classifica almeno per una notte, per mettere più pressione sul Napoli che giocherà domani pomeriggio. Naturalmente, un passo falso dei bianconeri stasera potrebbe invece aprire a un tentativo di fuga da parte di Maurizio Sarri (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

RISULTATI E CLASSIFICA SERIE A (22^ GIORNATA)

ATALANTA IN VANTAGGIO

La 22^ giornata di Serie A è iniziata con lAtalanta in vantaggio sul Sassuolo al termine del primo tempo della partita al Mapei Stadium, un impianto certamente caro ai nerazzurri che qui hanno vinto tre partite su tre nella fase a gironi di Europa League. Contro lEverton aveva segnato Andrea Masiello, che oggi ha concesso il bis nella stessa porta. Se il risultato verrà confermato al triplice fischio finale, sarebbe un grande passo avanti per lAtalanta in zona Europa League e il miglior viatico allattesissima semifinale dandata di Coppa Italia, martedì sera a Bergamo contro la Juventus che questa sera sarà di scena al Bentegodi di Verona contro il Chievo. Per lAtalanta sarebbe anche la quarta vittoria consecutiva fuori casa in campionato, anche se Reggio Emilia ai nerazzurri ricorda un po laria di casa e di Europa League, che tanto piace alla banda di Gian Piero Gasperini. Il Sassuolo invece deve reagire, perché la salvezza non è ancora una certezza, soprattutto per una squadra che segna poco come i neroverdi. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

SI GIOCA

Finalmente prende il via la 22^ giornata di Serie A, con i due anticipi del turno. Il primo è lontano pochi minuti e come abbiamo già detto si tratta di Sassuolo Atalanta: come abbiamo già detto la Dea gioca qui le partite interne di Europa League, e dunque in stagione ha tre precedenti al Mapei Stadium. Bilancio eccellente: tre vittorie in altrettante partite. Il favoloso 3-0 allEverton ha sancito lesordio nella competizione con i gol di Andrea Masiello, Alejandro Gomez e Bryan Cristante; poi il 3-1 allApollon Limassol con i sigilli di Josip Ilicic, Andrea Petagna e Remo Freuler, infine il graffio di Petagna per battere il Lione. LAtalanta giocherà a Reggio Emilia il prossimo 15 febbraio, andata dei sedicesimi di Europa League contro il Borussia Dortmund; il dato incredibile è che in tre partite al Mapei Stadium la Dea ha vinto più volte di quanto il Sassuolo non abbia fatto in 10 gare di campionato. Per i neroverdi infatti due vittorie con tre pareggi e cinque sconfitte; i neroverdi stanno facendo meglio fuori casa. Staremo a vedere allora se lAtalanta farà quattro su quattro in questo stadio, sarebbe anche un bel segnale psicologico in vista del Borussia Dortmund; prima però la Dea vuole racimolare punti importanti per la corsa al sesto posto in Serie A, e allora a noi non resta che metterci comodi, dare la parola al campo e stare a vedere come finirà questo primo anticipo. Allacciate le cinture: Sassuolo Atalanta finalmente comincia! (agg. di Claudio Franceschini)

MARAN E LA JUVENTUS

La Juventus è ospite del Chievo in questa giornata di Serie A: per Rolando Maran la storia delle partite contro i bianconeri è decisamente negativa. Di fatto il tecnico trentino ha sempre perso: il primo incrocio è avvenuto nel 2012 quando era lallenatore del Catania, mentre sulla panchina della Juventus sedeva un Antonio Conte che Maran aveva già incrociato in Serie B in qualche occasione – lui allenava Bari e Vicenza, il salentino prima lArezzo e poi il Siena. Quella fu una partita passata alla storia: la risolse Arturo Vidal allinizio del secondo tempo, ma la posizione di partenza del cileno era dubbia e al Catania fu anche annullato un gol (di Gonzalo Bergessio) che sembrava regolare, e che larbitro Gervasoni impiegò 40 secondi per invalidare dopo che era stato inizialmente assegnato. Sia come sia, la Juventus contro Maran ha quasi sempre vinto ma anche spesso faticato: al ritorno in quel campionato vinse 1-0, lanno seguente al Massimino fu necessario un destro di Carlos Tevez. Le partite contro il Chievo sono state poco scontate: nellandata del 2015-2016 i bianconeri erano partiti malissimo e pareggiarono a Torino per 1-1, con un gol di Paulo Dybala negli ultimi minuti. Ancora lanno scorso, al Bentegodi, i campioni dItalia passarono con Mario Mandzukic ma furono ripresi da Sergio Pellissier, servì una punizione di Miralem Pjanic per portare a casa la vittoria. Da segnalare anche che la prima giornata del 2014-2015 segnò lesordio rispettivo di Maran e Massimiliano Allegri sulle due panchine: la partita fu vinta dalla Juventus grazie ad un autogol di Cristiano Biraghi dopo 6 minuti di gioco. Come finirà oggi? (agg. di Claudio Franceschini)

LA SVOLTA BIANCONERA

La data cardine per la Juventus in questo campionato di Serie A potrebbe essere il 19 novembre: 2-3 sul campo della Sampdoria, sconfitta netta che però, come già accaduto negli scorsi anni, ha aperto un grande mutamento in positivo nella squadra bianconera. Da allora la Juventus ha vinto sette partite pareggiando solo contro lInter: è andata a vincere a Napoli e ha subito un solo gol, quello del grande ex Martin Caceres a Verona. Ormai non è più una novità: nel 2013-2014 la Juventus aveva perso a Firenze venendo rimontata da 2-0 a 2-4 in praticamente un quarto dora, ma dopo quella partita aveva inanellato 12 vittorie consecutive, 27 affermazioni in 30 gare e il record impressionante di 102 punti. Nella stagione successiva ko contro il Genoa in pieno recupero: risposta con quattro vittorie in fila (14 gol fatti e uno subito) e imbattibilità di 20 turni con 14 vittorie. Lo scorso anno ancora Marassi e i rossoblu nel destino: pesante 1-3 con tre gol del Grifone in mezzora, da quel giorno Juventus capace di vincere cinque partite consecutive, 11 gare su 12 e in generale 18 delle 24 che mancavano per chiudere il campionato. Naturalmente poi cè il 2015-2016 e quel famoso ko di Reggio Emilia: la strigliata pubblica di Buffon ed Evra, le 15 vittorie consecutive e 26 in 28 partite con Buffon a segnare il nuovo record di imbattibilità per un portiere di Serie A superando Sebastiano Rossi, e il quinto scudetto consecutivo che si pensava inarrivabile. Insomma: attenzione a battere nettamente la Juventus, anche se mai come questanno la sensazione è che con questo Napoli anche numeri simili potrebbero non bastare. (agg. di Claudio Franceschini)

GLI INCROCI AL MAPEI

Sassuolo e Atalanta giocano una partita fatta di incroci: non solo quelli sul campo – Andrea Consigli e Federico Peluso sono due prodotti del settore giovanile orobico che adesso fanno le fortune neroverdi – ma anche perchè in maniera consequenziale hanno giocato due stagioni simili, e dunque possiamo fare un paragone attendibile. Il Sassuolo nel 2016 si era incredibilmente qualificato per lEuropa League, per la prima volta nella sua storia: aveva iniziato alla grande con un 3-0 allAthletic Bilbao ma poi è progressivamente calato, non riuscendo a superare il girone eliminatorio. In campionato poi le fatiche internazionali si sono fatte ampiamente sentire: dopo 21 giornate il Sassuolo aveva collezionato 24 punti, vincendo le ultime due contro Palermo e Pescara. LAtalanta, tornata in Europa dopo quasi 30 anni con il posizionamento più alto in un campionato di Serie A (quarto posto), ha vinto un girone di ferro: curiosamente anche per la Dea un 3-0 interno allesordio contro una big, lEverton; poi però anche i 4 punti contro il Lione e quelli contro lApollon Limassol che hanno dato il primo posto davanti ai francesi. In più la squadra di Gian Piero Gasperini sta facendo meglio in campionato: ha raccolto 29 punti. La curiosità: non essendo lAtleti Azzurri dItalia idoneo, lAtalanta gioca le sue partite di Europa League al Mapei Stadium di Reggio Emilia, e dunque oggi sarà quasi in casa nella partita di campionato. (agg. di Claudio Franceschini)

SERIE A, 22^ GIORNATA

Archiviate le due partite di recupero, la Serie A 2017-2018 torna in campo con i due anticipi della ventiduesima giornata: Sassuolo-Atalanta (ore 18:00) e Chievo-Juventus (ore 20:45) vedono in campo le due squadre che tra pochi giorni si sfideranno nellandata della semifinale di Coppa Italia. Sulla carta sono due partite dal contesto simile: le formazioni che giocano in casa vanno a caccia di punti importanti per la salvezza e hanno impegni sulla carta difficili contro realtà che puntano ben più alto. LAtalanta vuole unaltra qualificazione alle coppe europee, la Juventus insegue lo scudetto e, giocando prima del Napoli, potrebbe balzare momentaneamente in testa alla classifica e mettere pressione ai partenopei, che avranno comunque una partita tutto sommato abbordabile (in casa contro il Bologna). Attenzione però a parlare di risultati scontati: soprattutto in questo periodo della stagione gli impegni imminenti (tradotto: Coppa Italia e le coppe europee) potrebbero far perdere un po di concentrazione alle squadre che partono sulla carta favorite. 

SASSUOLO ATALANTA

Pareggiando contro il Torino, il Sassuolo ha comunque mosso la sua classifica ed è arrivato ad agganciare proprio il Chievo, facendo un altro passo avanti verso la salvezza. I punti di vantaggio sul terzultimo posto sono 6: due vittorie, un margine abbastanza buono ma certo non ancora definitivo. Anche per questo motivo la dirigenza è stata chiara: i giocatori chiave non sono in vendita, discorso che vale soprattutto per Matteo Politano, che ha fatto ampiamente capire di voler andare a Napoli ma verrà blindato fino a giugno. Rispetto allinizio del campionato il Sassuolo ha trovato il suo ritmo ma fa ancora fatica, mentre lAtalanta ha dimostrato che il doppio impegno non è stato particolarmente un problema, disimpegnandosi alla grande in Europa League e restando in zona sesto posto in campionato. Ora però servirà il cambio di passo, come era accaduto nella scorsa stagione: le ultime due partite casalinghe non sono andate granchè bene ma, guardando alle trasferte, la Dea viene dalla splendida vittoria contro la Roma e in Coppa Italia aveva battuto il Napoli. Tuttavia, contro le piccole che si chiudono non sempre la squadra di Gian Piero Gasperini è stata brillante e questo anche oggi potrebbe rappresentare un problema.

CHIEVO JUVENTUS

Il Chievo è forse la squadra più in difficoltà tra quelle che stanno provando a confermare il margine sulla zona retrocessione: preoccupante linvoluzione di una squadra che la scorsa domenica ha incassato cinque gol dalla Lazio, affondando miseramente nel secondo tempo. Rolando Maran ha forse cantato vittoria troppo presto, pensando di aver chiuso la pratica salvezza con largo anticipo; adesso invece il Chievo deve accettare di essere ancora in lotta, e questo dal punto di vista psicologico può frenare ancor più i veneti. Recentemente i gialloblu hanno più volte messo in difficoltà la Juventus e ci sperano anche oggi; i bianconeri arrivano al momento focale della stagione, perchè tra poco torneranno a giocare in Champions League e testeranno realmente le loro ambizioni. Il punto di svantaggio dal Napoli è una dote da conservare in vista della partita di ritorno, ma Massimiliano Allegri vuole prendere il comando ancora prima: sa bene che la sua Juventus dovrà giocare in trasferta contro Inter, Roma, Lazio e Fiorentina e per di più in questo momento le vittorie stanno arrivando senza grandi clamori, sprecando tante occasioni e non riuscendo a chiudere le partite. Un aspetto sul quale il tecnico dei campioni dItalia dovrà lavorare per evitare brutte sorprese: di solito in questo periodo dellanno i bianconeri cambiano passo e in qualche modo lo hanno già fatto, ma la sensazione è che manchi ancora qualcosa.

RISULTATI E CLASSIFICA SERIE A (22^ GIORNATA)

FINALE Sassuolo-Atalanta 0-3 – 30′ Masiello (A), 83′ Cristante (A), 86′ Freuler (A)

FINALE Chievo-Juventus 0-2 – 67′ Khedira (J), 88′ Higuain (J)

 

CLASSIFICA

Juventus 56

Napoli 54

Lazio 46

Inter 43

Roma 41

Sampdoria 34

Atalanta 33

Milan 31

Udinese, Torino 29

Fiorentina 28

Bologna 27

Chievo, Sassuolo 22

Genoa 21

Cagliari 20

Crotone 18

Spal 16

Verona 13

Benevento 7

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori