Video/ Fiorentina Verona (1-4): highlights e gol della partita (Serie A 22^ giornata)

- Marco Guido

Video Fiorentina Verona (risultato finale 1-4): gli highlights e i gol della partita di Serie A. Pazzesca vittoria scaligera al Franchi, i viola escono umiliati dalla partita casalinga

Kean_Romagnoli_Milan_Verona_lapresse_2017
Video Fiorentina Verona, Kean con la maglia gialloblu (Foto LaPresse)

La Fiorentina subisce una clamorosa sconfitta casalinga dal Verona che riesce ad espugnare il Franchi per 1 a 4 grazie alla doppietta di Kean e ai gol dei difensori Vukovic e Ferrari che hanno vanificato la rete realizzata in avvio di ripresa di Gil Dias. La formazione di Pecchia è riuscita a vincere grazie alla perfetta preparazione della gara che l’allenatore ha impostato sulla difesa e soprattutto sulle veloci ripartenze di Matos e Petkovic e concluse dal decisivo Kean. Iniziano subito fortissimo i padroni di casa che sfiorano subito il vantaggio, al 2′, quando su un lungo rilancio dalla retroguardia, Fares fallisce clamorosamente il controllo permettendo così a Chiesa di avventarsi sul pallone in area di rigore, il numero 25 ha intelligentemente appoggiato all’accorrente Simeone che a porta praticamente sguarnita ha sprecato tutto calciando addosso a Caracciolo che nei pressi della linea ha in qualche modo allontanato. Dopo questa prima incredibile occasione, sono però gli ospiti a sorpresa a passare in vantaggio all’11’ quando sugli sviluppi di un calcio d’angolo, Romulo ha crossato alla perfezione al centro dell’area di rigore dove l’ultimo arrivato Vukovic ha anticipato tutti insaccando con un bel colpo di testa grazie ad un imperioso stacco in elevazione. La squadra di Pioli prova a reagire trascinata da Chiesa che, dopo aver controllato alla perfezione nei pressi del limite dell’area, ha calciato trovando però la deviazione decisiva di Vukovic che ha messo in calcio d’angolo. Un minuto dopo però è arrivata la doccia fredda, il raddoppio degli ospiti nata da una stupenda azione personale in contropiede di Matos che, dopo aver sfondato sulla destra ed esser entrato in area di rigore, ha tentato un cross che deviato si è trasformato in un perfetto assist per Kean che ha solamente dovuto appoggiare nella porta ormai vuota da due passi. I gigliati accusano il colpo e faticano a reagire e così bisogna attendere il 35′ per assistere ad un’occasione per i padroni di casa che sfiorano il gol grazie a Simeone che, dopo essersi liberato di due avversari in area di rigore, ha tentato un tiro a giro col sinistro che è terminato di non molto sopra la traversa. Tra i fischi del pubblico di casa si è così concluso il primo tempo sul sorprendente punteggio di 0 a 2. La ripresa si è aperta con un’immediata doppia sostituzione decisa da mister Pioli che ha lasciato negli spogliatoi i deludenti Benassi e Thereau, i cui posti sono stati rilevati da Saponara e Gil Dias.

IL SECONDO TEMPO

Inizio scoppiettante del secondo tempo con la prima azione al 46′ conclusa da Chiesa che ha calciato da dentro l’area di rigore colpendo in pieno il palo, sul capovolgimento di fronte il Verona organizza una perfetta ripartenza gestita alla grande da Petkovic che ha permesso a Kean di segnare il terzo gol al 47′ insaccando da dentro l’area di rigore nella porta ormai sguarnita. La reazione dei padroni di casa è immediata, al 52′, Saponara riesce a sfondare sulla destra da dove crossa al centro, Vukovic riesce in qualche modo ad allontanare ma sulla palla vagante si avventa Chiesa che però ha sprecato tutto calciando da dentro l’area piccola, ampiamente sopra la traversa. Il gol però arriva al 53′ quando è Veretout a penetrare in area di rigore da dove serve al centro il subentrato Gil Dias che non sbaglia insaccando il gol dell’1 a 3 che sembrava poter dar speranza alla squadra di casa. Ma le speranze di rimonta vengono definitivamente annullate già due minuti dopo al 55′ quando Romulo riesce a sfondare sulla destra da dove crossa con potenza, Laurini sbaglia il rinvio e Ferrari è il più lesto di tutti ad avventarsi sul pallone e ad insaccare con un rasoterra nonostante il disperato tentativo di parata di Sportiello, è il poker che taglia le gambe a viola. La Fiorentina si aggrappa ancora a Chiesa che sfiora ancora una volta il gol al 60′ con una potente conclusione che Nicolas è riuscito ancora una volta a respingere con un ottimo intervento. Mister Pecchia corre ai ripari cercando di difendere il prezioso vantaggio inserendo Souprayen e Calvano al posto di Kean e Petkovic. Al 78′ protagonista ancora il portiere del Verona con un miracolo col quale nega il gol ancora a Gil Dias il cui tentativo a colpo sicuro da dentro l’area di rigore aveva già fatto gridare al gol ai propri sostenitori. Un minuto dopo al 79′ ci prova anche Simeone ma la sua conclusione troppo centrale è stata controllata ancora volta dall’insuperabile Nicolas. Al 92′ c’è il tempo per la standing ovation per l’ex Romulo che lascia il posto a Zuculini. C’è ancora tempo per un’ultima emozione al 93′ quando Saponara sulla punizione di Veretout ha sprecato incredibilmente da distanza ravvicinata all’altezza del primo del palo mettendo fuori. Dopo quattro minuti di recupero si è così conclusa questa partita molto sorprendente che regala tre punti scaccia-crisi al Verona che allontana così la possibilità di un paventato esonero del proprio allenatore dopo la debacle col Crotone di Domenica scorsa. La Fiorentina invece incassa una pesante quando inaspettata sconfitta che ha scatenato la protesta dei propri sostenitori delusi da una prestazione sottotono.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori