LUCIANO SPALLETTI / Il tecnico pensa a Fiorentina-Inter: non basta il calciomercato per migliorare

- Matteo Fantozzi

Luciano Spalletti, il tecnico pensa a Fiorentina-Inter che si gioca domani. Il calciomercato non è l’unico mezzo per migliorare le prestazioni di una squadra che vuole fare grandi cose.

Spalletti_Inter_braccia_lapresse_2018
Pagelle Inter Genoa (Foto: LaPresse)

Domani si torna in campo e allo stadio Artemio Franchi si giocherà la gara FiorentinaInter. Luciano Spalletti è convinto che la sua squadra possa fare bene, ma comunque rispetta un avversario che non sarà facile da affrontare. Spiega: “Nella Fiorentina ci sono buoni calciatori da Davide Astori a Milan Badelj fino a Giovanni Simeone, ma c’è poi anche un allenatore di grande qualità come Stefano Pioli. Noi dobbiamo però pensare a fare la nostra partita e rimettere in campo le nostre qualità. Daremo il massimo a livello individuale e lo metteremo a disposizione della squadra”. Il tecnico sa che questo è un momento decisivo, ma non vuole caricare di tensione i suoi. E’ tornato poi sui possibili acquisti nella sessione di riparazione di gennaio: Il calciomercato non è l’unica via per migliorare. Poi abbiamo una squadra di grande qualità e abbiamo tutti gli elementi per ambire ai nostri obiettivi. Se dobbiamo fare qualcosa dobbiamo prendere un calciatore più forte di quelli in rosa e non è facile“.

DOMANI LA SFIDA AL FRANCHI CON MEZZA DIFESA KO

Luciano Spalletti è carico a ventiquattro ore dalla sfida di campionato FiorentinaInter. Una gara non semplice in un momento complesso e che chiuderà la prima parte di stagione per poi andare alla pausa un po’ più tranquilli. Una gara nella quale però il tecnico dei nerazzurri dovrà fare ancora a meno di mezza difesa. Sono ancora infortunati Danilo D’Ambrosio e Joao Miranda che probabilmente rivedremo quando si tornerà in campo alla fine del mese. Sulla destra dovrebbe essere titolare ancora una volta Joao Cancelo, che sta crescendo tanto che la società ha deciso, d’accordo con Luciano Spalletti, di toglierlo dal calciomercato. Al centro invece confermatissimo Andrea Ranocchia che non sarà in campo solo per mancanza d’alternative, ma perché sta giocando davvero bene. L’assenza di un quarto centrale in rosa però rende delicatissima la sua posizione e quella di Milan Skriniar che non avranno cambi in panchina.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori