Pronostico Fiorentina Inter/ Il punto di Giancarlo De Sisti sulla partita di Serie A (esclusiva)

Pronostico Fiorentina Inter, il punto di Giancarlo De Sisti: intervista esclusiva con l’ex calciatore e allenatore viola che analizza i temi principali della partita del Franchi (Serie A)

Icardi_Sanchez_Inter_Fiorentina_lapresse_2018
Pronostico Fiorentina Inter, Serie A 20^ giornata (Foto LaPresse)

Fiorentina Inter sarà il big match nella ventesima giornata del campionato di Serie A 2017-2018: l’appuntamento allo stadio Artemio Franchi è per venerdì 5 gennaio alle ore 20:45. Una classica del nostro calcio che rappresenta anche, dopo la sfida di andata, l’incrocio tra Stefano Pioli e la squadra che aveva provato a riportare ai piani alti del calcio italiano, non riuscendo però nell’intento e venendo esonerato. Rilanciatosi nella Fiorentina, il tecnico emiliano punta alla qualificazione nella prossima Europa League ma i viola hanno perso punti preziosi e attualmente ne hanno 27, inseguendo il sesto posto della Sampdoria insieme ad Atalanta e Udinese. L’Inter invece sta provando a rimanere agganciata al treno scudetto, ma sa che sarà difficile: gli ultimi risultati negativi hanno fatto perdere terreno prezioso ai nerazzurri che, terzi con 41 punti, devono anche guardarsi alle spalle per impedire a Roma e Lazio di effettuare il sorpasso e togliere l’attuale posizione in Champions League. In ogni caso ci auguriamo di assistere a una bella partita, perchè la qualità delle due squadre in campo è indubbia; per presentare al meglio questa Fiorentina-Inter, per avere un pronostico e un punto sui temi salienti della partita dello stadio Artemio Franchi, IlSussidiario.net ha contattato in esclusiva Giancarlo De Sisti, ex giocatore e allenatore della squadra viola.

Che partita si aspetta? Una bella partita, un incontro importante sia per la Fiorentina che per l’Inter che hanno qualità importanti. La gara di andata fu bella e partì in equilibro, poi nel secondo tempo vennero fuori i nerazzurri.

Pioli confermerà l’assetto offensivo con il tridente? Credo proprio di sì, del resto il reparto offensivo della Fiorentina è di ottimo livello tecnico: ci sono giocatori come Chiesa e Simeone che hanno tanto mercato e c’è Thereau, un giocatore di notevole valore la cui assenza è pesata nel corso di questa stagione.

In ogni caso per la Fiorentina questo è un esame importante… Lo è sicuramente per valutarne i margini di miglioramento, ma questa partita rappresenta un test anche per l’Inter che arriva da un periodo poco brillante. Per entrambe quindi la vittoria sarebbe molto importante.

Cosa manca a questa Fiorentina per andare in Europa? Al di là di questo, mi preme dire che la Fiorentina sta disputando un buon campionato e Pantaleo Corvino ha lavorato molto bene: nella rosa dei viola ci sono giocatori di ottimo livello. Ho già citato Chiesa e Simeone ma bisognerebbe parlare anche di Ianis Hagi e Veretout, di German Pezzella e di Benassi. L’Europa? Manca un po’ di esperienza e magari un paio di giocatori di grande livello.

Qualificarsi per l’Europa League resta comunque possibile? C’è molta concorrenza ma la Fiorentina è lì ed è pronta a giocarsela.

Cosa pensa di un giocatore come Badelj? E’ il classico regista, gioca in un ruolo nel quale ci sono pochi giocatori di valore e infatti anche Badelj ha molto mercato; giocatori come lui sono spesso determinanti.

Come giudica fino a questo momento il lavoro di Pioli? Lo ritengo un ottimo allenatore e penso che stia facendo bene: pian piano sta riuscendo a far crescere questa Fiorentina.

Parlando dell’Inter: meglio Gagliardini o Brozovic a centrocampo? Diciamo che se l’Inter vorrà impostare una partita di un certo tipo servirebbe Gagliardini, che ritengo un giocatore più abile nella fase di interdizione.

Il calo dell’Inter è dovuto esclusivamente a motivi fisici? Probabilmente ci sono giocatori come Perisic e Candreva, ma anche lo stesso Gagliardini, che sono un po’ in difficoltà: hanno dato tanto, fanno fatica e hanno bisogno di tirare il fiato. In generale il centrocampo dell’Inter mi sembra un po’ sottotono.

Cosa pensa di Spalletti? Sta facendo benissimo: è molto esigente e in questo senso è riuscito a dare identità e personalità all’Inter. Anche lui però, come gli altri allenatori, non può fare miracoli…

Icardi ha segnato un gol nelle ultime quattro partite: cosa gli succede? Il problema è più ampio: Icardi fa quel che può, ora non gli arrivano più troppi palloni ed essendo un centravanti di un certo tipo segna meno.

Qual è il suo pronostico su Fiorentina-Inter? Da tifoso della Fiorentina mi auguro che vincano i viola. Sulla carta però è una partita equilibrata, credo che sia aperta a qualunque risultato.

(Franco Vittadini)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori