DIRETTA/ Napoli Verona (risultato finale 2-0) info streaming video e tv: Koulibaly e Callejon, sorride Napoli

- Claudio Franceschini

Diretta Napoli Verona, info streaming video e tv: probabili formazioni, quote, orario e risultato live della partita del San Paolo, valida per la ventesima giornata del campionato di Serie A

Zielinski_Bessa_Napoli_Verona_lapresse_2018
Diretta Napoli Verona, Serie A 20^ giornata (Foto LaPresse)

DIRETTA NAPOLI VERONA (RISULTATO FINALE 2-0): KOULIBALY E CALLEJON, SORRIDE NAPOLI

Nel Verona esce Verde ed entra Felicioli, partita praticamente chiusa. Bella occasione per Pazzini che trova Reina pronto alla facile parata. Fallo di Ferrari su Zilelinski e giallo per il difensore. Cross di Jorginho su punizione che regala palla a Nicolas. Esce Albiol ed entra Maksimovic nel Napoli, mancano cinque minuti alla fine. Ultimo cambio nel Napoli, esce Insigne ed entra Rog. Siamo quasi giunti alla fine del match, il Napoli controlla tranquillamente. Giro palla del Napoli, si cerca di far segnare Mertens anche in campionato dopo la rete in Coppa Italia. entativo di Jorginho da fuori e grandissima parata di Nicolas che evita il tris della capolista. Si attende solo il fischio finale del direttore di gara. Ultima chanche per Mertens che non trova la porta, termina il match, vittoria meritata del Napoli. (agg. Umberto Tessier)

NAPOLI VERONA, DIRETTA LIVE

KOULIBALY E CALLEJON! VOLA IL NAPOLI

Mertens la mette in rete ma Callejon era in fuorigioco. Continua ad attaccare il Napoli contro un Verona che bada solo a difendersi. Callejon la mette in mezzo e trova la grande chiusura di Heurtaux in angolo. Mario Rui mette in mezzo e trova il colpo di testa vincente di Koulibaly! Espulsi Pecchia e il vice per proteste dopo la rete del Napoli, ammonito anche Caceres. Vantaggio meritato per il Napoli dopo la grande mole di gioco creata. Il Verona ora è costretto ad aprirsi per provare a raggiungere il pari. Prova il tiro da fuori area Allan, palla facile per Nicolas. Esce Hamsik ed entra Zielinski, nel Verona invece c’è Calvano per Bessa. Grandissimo assist di Insigne per Callejon che trova la rete e chiude la partita! Doppio vantaggio del Napoli quando mancano dieci minuti alla fine della partita. (agg. Umberto Tessier)

PALO DI INSIGNE RESISTE IL VERONA

Riprende il match tra Napoli e Verona. Hamsik prova il passaggio per Insigne ma sbaglia la misura. Fallo di Romulo su Mario Rui, giallo per il brasiliano. Bel tiro di Insigne su assist di Jorginho, para Nicolas in angolo. Hysaj chiude in angolo su iniziativa di Kean. Insigne prova la grandissima giocata su lancio di Hamsik, recupera la posizione Nicolas ma il tiro termina fuori. Il Napoli continua ad attaccare a testa bassa ma si scontra contro la buona difesa del Verona. Tanti errori ora in mezzo al campo, Napoli impreciso. Insigne pesca Hamsik di testa, para facile Nicolas. Hamsik sbaglia due passaggi facili, Napoli poco lucido. Fallo di mano di Mario Rui, resiste il muro giallo del Verona. Entra intanto Pazzini per Kean. Palo clamoroso di Insigne su servizio di Callejon, sfortunato il Napoli ora. (agg. Umberto Tessier)

 

SQUADRE AL RIPOSO

Problema per Albiol, lo spagnolo torna in campo. Bessa spende il fallo tattico su Allan, giusto il giallo, il calciatore era diffidato e salterà il prossimo match contro il Crotone. La pressione del Napoli è calata notevolmente, situazione positiva per il Verona. Allan prova la grande percussione ma viene chiuso da Heurtaux. Fares resta a terra dopo una botta alla testa, scontro fortuito per lui che si rialza. Callejon la mette in mezzo ma il pallone termina tra le braccia di Nicolas. Siamo nel finale della prima frazione, partita non esaltante fino ad ora. Hamsik appoggia per Allan che spara alle stelle. Tocco involontario con la mano di Mertens, sfuma l’azione del Napoli. Occasione Napoli con Allan che viene chiuso in area al momento del tiro. Velo di Insigne su passaggio di Mertens, ma non c’è nessuno a rimorchio. Termina a reti bianche la prima frazione (agg. Umberto Tessier)

 

NON SI SBLOCCA IL MATCH

Bella palla di Callejon in mezzo, Hamsik non ci crede, sfuma l’occasione. Prova la conclusione Callejon da fuori area, palla alle stelle. nsigne in mezzo, Nicolas esce a vuoto e Mertens centra il palo! Ancora Mertens che trova la bella parata di Nicolas. Ferrari salva di tacco involontariamente dopo il cross di Callejon. Insigne sbaglia lo stop sul servizio di Hamsik, errore insolito per lui. Grandissima giocata di Insigne che per poco non trova una rete incredibile. Napoli molto aggressivo, non arriva però il gol al momento. Botta di Allan da fuori area, palla facile per Nicolas. Fallo di Fares su Hamsik a centrocampo, punizione per il Napoli. Attacca il Napoli ma il Verona resiste con una buona fase difensiva. Hamsik prova a pescare Callejon, lo spagnolo è in fuorigioco. (agg. Umberto Tessier)

 

BUONI I RITMI IN CAMPO

Il Napoli capolista vuole vincete per rimanere in testa prima della sosta invernale, il Verona prova l’impresa impossibile. Ricordiamo che lo spagnolo Callejon ha siglato quattro reti contro gli scaligeri. Il Verona batte il calcio d’inizio, per Caceres dovrebbe essere l’ultima partita con i veneti, l’esterno passerà alla Lazio. Bella palla di Hamsik per Insigne, il fantasista si allunga palla in area. Parte forte il Napoli che prova subito a sbloccarla. Ci prova Insigne da fuori che trova la facile parata di Nicolas. Insigne prova a pescare Callejon ma trova la chiusura di Caceres. Ferrari la mette in mezzo ma il pallone è lunghissimo per tutti. Il Verona cerca ora di farsi vedere avanti per far diminuire la pressione del Napoli. Hamsik prova l’affondo sull’out sinistro ma si allunga il pallone sul fondo. Siamo intanto giunti al 10′, buoni i ritmi in campo. (agg. Umberto Tessier)

FORMAZIONI UFFICIALI!

Il Napoli, campione d’inverno, proverà a continuare la sua marcia contro il Verona dell’ex Fabio Pecchia. La compagine guidata da Maurizio Sarri sta vivendo un bellissimo duello con la Juventus per lo scudetto e non intende fermarsi. Il tecnico nato a Bagnoli, sta esaltando i suoi uomini con il collaudato 4-3-3. La partita del San Paolo può essere una ghiotta occasione per il belga Dries Mertens che non trova il gol da tempo. Fabio Pecchia sta provando a salvare gli scaligeri con 4-3-3 offensivo e coraggioso. Cresciuto sotto l’ombra di Rafa Benitez ai tempi di Napoli, l’allenatore di Formia sta cercando in ogni modo di raggiungere una salvezza difficile ma non impossibile. Dopo la Juventus il Verona è quindi atteso da un’altra partita proibitiva. Non sembrano queste le gare capaci di regalare punti. Ora si gioca: ecco le formazioni ufficiali della partita. Nessuna sorpresa nel Napoli che manda in campo i titolarissimi, nel Verona confermato Kean con Verde mentre Fares sarà l’esterno di sinistra a centrocampo, Bessa arretra la sua posizione e va in mezzo al campo a fare coppia con Buchel. NAPOLI (4-3-3): Reina; Hysaj, Raul Albiol, Koulibaly, Mario Rui; Allan, Jorginho, Hamsik; Callejon, Mertens, L. Insigne. Allenatore: Maurizio Sarri VERONA (4-4-2): Nicolas; A. Ferrari, Heurtaux, Ant. Caracciolo, Caceres; Romulo, Bessa, Buchel, Fares; Verde, Kean. Allenatore: Fabio Pecchia (agg. Umberto Tessier)

 

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

Napoli Verona è un appuntamento in diretta tv riservato ai possessori di un abbonamento a una delle due televisioni a pagamento: sul satellite il canale è Sky Calcio 2 (codice d’acquisto 410825 per i non abbonati al pacchetto Calcio), mentre sul digitale terrestre dovete andare su Premium Sport, disponibile anche in alta definizione. Ricordiamo la possibilità di seguire la partita in diretta streaming video attivando le applicazioni Sky Go o Premium Play, mentre su Sky Super Calcio e Premium Calcio 1 vanno in onda rispettivamente Diretta Gol Serie A e Diretta Premium, che trasmettono in tempo reale gli highlights e le fasi salenti da tutti i campi su cui si gioca in contemporanea in questa giornata di campionato.

COME ARRIVANO ALLA PARTITA

La capolista Napoli attende la penultima in classifica, il Verona, in un match sulla carta dall’esito scontato. La compagine guidata da Maurizio Sarri è reduce da cinque risultati utili consecutivi compresa la Coppa Italia. Gli scaligeri invece, dopo la vittoria sul Milan, sono caduti contro Udinese e Juventus. All’andata il Napoli si impose al Bentegodi grazie alle reti siglate da Milik, Ghoulam e l’autogol di Souprayen, Pazzini su rigore siglò la rete della bandiera. L’ultimo pareggio al San Paolo ci fu il 23 gennaio 2004, in serie B grazie alle reti siglate da Salvetti, la doppietta di Perovic, e Adailton.L’ultima vittoria del Verona al San Paolo è datata 2 gennaio del 1983, la doppietta siglata da Fanna, rese inutile quella di Pellegrini. I precedenti quindi sorridono al Napoli. (agg. Umberto Tessier)

LE STATISTICHE

Napoli Verona appare come una partita scontata in questa giornata di Serie A, ma vediamo subito cosa ci dicono i numeri raccolti da partenopei e scaligeri nel girone di andata del campionato. E’ stato un percorso ottimo quello del Napoli, che fa meglio in trasferta ma, da campione d’inverno, ha comunque raccolto 19 punti nelle 9 partite al San Paolo, perdendo solo contro la Juventus e realizzando 20 gol a fronte dei 22 subiti. Napoli che arriva da tre vittorie consecutive con le quali ha spazzato via un accenno di crisi – un punto e zero gol segnati contro Juventus e Fiorentina – ma la sconffitta di Coppa Italia ha comunque presentato una squadra stanca e con le seconde linee che ancora non funzionano al 100%. L’Hellas Verona in trasferta ha raccolto soltanto 6 punti sui 27 a disposizione, vincendo una partita, pareggiandone 3 e perdendone le altre 5, evidenziando tra le altre cose problemi sia in fase realizzativa (9 gol) che in difesa, con 19 gol subiti, 2 in media a partita. Il buon periodo (7 punti in quattro partite) è stato vanificato dalle ultime due sconfitte: pesa in particolar modo lo 0-4 di Udine, partita che si sarebbe se non altro potuta pareggiare giocando come contro la Juventus (nonostante la sconfitta). (agg. di Claudio Franceschini)

L’ARBITRO

La sfida Napoli Verona come abbiamo visto, sarà diretta dal signor Rosario Abisso di Palermo, al suo 16esimo incontro in Serie A nella sua carriera. Il direttore di gara, che in stagione ha già arbitrato ben 9 incontri del massimo campionato italiano alla vigilia di questo 20^ turno (mettendo a bilancio 33 gialli e due espulsioni oltre che ben 7 calci di rigore) vanta alcuni i precedenti eccellenti. Abisso ha arbitrato gli azzurri in una sola circostanza (vittoria 3-0 contro il Cagliari) e i gialloblu in 2 (1 pari e 1 sconfitta per gli scaligeri). In questo match della 20^ giornata della Serie A poi ricordiamo che gli assistenti saranno Gianluca Vuoto di Livorno e Antonino Santoro di Catania e il quarto uomo Eugenio Abbattista di Molfetta. La VAR sarà visualizzata da Maurizio Mariani di Aprilia, con 4 precedenti con i partenopei (4 vittorie) e 11 con gli scaligeri (6 successi e due pari per la compagine veneta a bilancio). All’AVAR troveremo poi Matteo Passeri di Gubbio. (agg Michela Colombo)

ORARIO E PRESENTAZIONE PARTITA

Napoli Verona, che sarà diretta dall’arbitro Rosario Abisso, si gioca alle ore 15:00 di sabato 6 gennaio: nel giorno dell’Epifania inizia il girone di ritorno della Serie A 2017-2018. Siamo dunque alla ventesima giornata; per la seconda volta nelle ultime tre stagioni il Napoli ha svoltato al giro di boa con il titolo di campione d’inverno, ma esattamente come due anni fa il vero banco di prova sarà un girone di ritorno nel quale i partenopei dovranno provare a tenere lo stesso ritmo e controllare la Juventus, sapendo di avere la sfida diretta da giocare a Torino dopo aver perso al San Paolo. Quello contro il Verona è quasi un testa-coda: gli scaligeri occupano la penultima posizione in classifica, tra le due squadre ci sono 35 punti di distanza e ovviamente per la squadra di Fabio Pecchia (che a Napoli ha giocato a lungo ed è stato anche vice allenatore) si tratta di provare a conquistare la salvezza. Le ultime prestazioni sono state incoraggianti e oggi i gialloblu potranno anche provare ad approfittare del morale basso con cui la capolista arriva all’appuntamento.

IL CONTESTO

Il Napoli come detto è campione d’inverno: un punto di vantaggio sulla Juventus grazie alla vittoria contro il Crotone. Marek Hamsik ha finalmente raggiunto e superato Diego Armando Maradona e il record lo ha sbloccato (tre gol nel giro di pochi giorni) ma adesso i partenopei hanno altri problemi: l’eliminazione dalla Coppa Italia ha tolto un altro obiettivo stagionale dopo gli ottavi di Champions League, e dunque il rischio è ancora quello di una grande annata senza però i trofei in bacheca. Il fatto che la squadra stia viaggiando a ritmo superiore rispetto a due anni fa (erano 41 i punti al termine dell’andata) è sorprendente per la crescita societaria e lo status raggiunto ma anche qui potrebbe non servire: la Juventus all’epoca aveva fatto 8 punti in meno di quelli odierni e dunque si tratterà di un’altra volata, ricordando anche che nel girone di andata il Napoli ha battuto solo la Roma nelle sfide dirette, pareggiando contro l’Inter e perdendo contro la stessa Juventus (entrambe le volte al San Paolo).

Il Verona sta dimostrando che dare fiducia a Fabio Pecchia potrebbe pagare dividendi: gli scaligeri hanno fatto più punti (7 contro sei) nelle ultime sei giornate di campionato che nelle prime 13. Al di là di un rendimento che sembra crescere, la squadra esprime buon calcio: il 3-0 al Milan ne è una prova al netto delle difficoltà dei rossoneri, la sconfitta interna contro la Juventus è arrivata solo in virtù di due magie individuali di Dybala, perchè il pareggio sarebbe stato ampiamente meritato. Le occasioni perse ci sono già state, ma se non altro il Verona ha avuto il merito di rimanere agganciato al treno: entra nel girone di ritorno con due sole lunghezze da recuperare alla coppia formata da Spal e Crotone, e dovrà giocare in casa contro entrambe partendo da due pareggi. Insomma: salvarsi è possibile, ma bisognerà mantenere lo stesso atteggiamento fino a maggio.

PROBABILI FORMAZIONI NAPOLI VERONA

Il Napoli torna a schierarsi con i titolari, ma Hysaj potrebbe non farcela: al suo posto ci sarebbe allora Maggio, con Mario Rui regolarmente a sinistra dopo il turno di squalifica. Raul Albiol farà coppia con Koulibaly a protezione di Reina, mentre a centrocampo si rivedono Allan – che ha giocato uno spezzone nel secondo tempo – e Jorginho che si riprende la cabina di regia, mentre Hamsik è il solo confermato rispetto alla sconfitta contro l’Atalanta. Tridente nel quale Callejon va a ricoprire l’abituale ruolo di esterno destro con Lorenzo Insigne e Mertens che sono nuovamente nell’undici titolare; Zielinski, che partirà dalla panchina, potrebbe a questo punto tornare utile anche per sostituire uno dei due laterali del tridente, lasciando a Rog il compito di essere l’alternativa in mediana come del resto è già successo in Coppa Italia.

Il Verona conferma il 4-4-2 che sta dando buoni frutti: prevista un’altra panchina per Pazzini, con Kean favorito e Bessa che gli giocherà in appoggio come una sorta di seconda punta vecchio stampo. Bruno Zuculini comanda le operazioni a centrocampo con l’aiuto di Buchel, mentre sulle corsie spingono Romulo e Verde, entrambi molto duttili e dunque in grado di ricoprire più ruoli quando richiesto. Invariato anche l’assetto difensivo: Caceres, sul quale ci sono insistenti voci di mercato, giocherà come terzino sinistro e darà proiezione offensiva, dall’altra parte sicuramente più bloccato Alex Ferrari che darà una mano ad Antonio Caracciolo ed Heurtaux (in porta va Nicolas). Di fatto in proiezione offensiva il Verona si sistemerà con una sorta di 3-4-3 con Verde che avanza nel reparto offensivo e Caceres molto alto.

QUOTE E PRONOSTICO

Il Napoli è nettamente favorito: secondo l’agenzia di scommesse Snai la vittoria dei partenopei rappresenta la quota più bassa e dunque meno vantaggiosa nelle partite della giornata di Serie A. Il segno 1 vale 1,11: decisamente poco e dunque indice di tre punti che vengono considerati scontati a favore dei partenopei. Una partita talmente a senso unico – almeno sulla carta, ovviamente – che il segno X per il pareggio ha un valore di addirittura 9,25: solitamente siamo abituati a vederlo oscillare tra il 3,00 e il 4,00. Il vero colpo sarebbe puntare sulla vittoria esterna del Verona e azzeccare la scommessa: il segno 2 per l’affermazione scaligera al San Paolo vi permetterebbe di guadagnare addirittura 22,00 volte la somma che avrete deciso di mettere sul piatto. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori