Probabili formazioni/ Italia Ucraina: ultime novità live e quote, duello Donnarumma vs Pyatov

- Mauro Mantegazza

Probabili formazioni Italia Ucraina: quote, le ultime novità live su moduli e titolari per la partita amichevole di stasera a Marassi (oggi mercoledì 10 ottobre)

ciro_immobile_italia_nazionale_lapresse-2017
Pronostico Armenia Italia: Ciro Immobile (Lapresse)

Nelle probabili formazioni per Italia Ucraina è adesso giunto il momento per un confronto fra i due portieri che dovrebbero partire titolari, cioè Gigio Donnarumma per l’Italia e Andriy Pyatov per l’Ucraina. Fra i due sarà anche una sorta di scontro generazionale, come d’altronde succede spesso a Donnarumma, che in questo caso sarà 15 anni più giovane del suo collega, classe 1984 mentre Gigio è nato nel 1999. Pyatov ha vissuto l’intera carriera con due sole squadre di club: il Vorskla Poltava fino al 2007 e da allora in poi lo Shakhtar Donetsk, con cui ha vinto la bellezza di otto campionati nazionali, sette Coppe d’Ucraina e altrettante Supercoppe, ma soprattutto una Coppa Uefa nel 2009, unico trofeo internazionale nella storia del club. La carriera con la Nazionale è cominciata nel 2006, quando fu il giovane terzo portiere dell’Ucraina ai Mondiali di Germania che per loro terminarono nei quarti, battuti per 3-0 proprio dall’Italia poi campione del Mondo, partecipando in seguito agli Europei del 2012 e del 2016. A Donnarumma mancano invece ancora grandi tornei internazionali con la Nazionale maggiore italiana, ma otto presenze a 20 anni non ancora compiuti sono comunque un eccellente bottino, speriamo annuncio di un futuro radioso… (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

INSIGNE E IMMOBILE PER LA SVOLTA

Grandi speranze azzurre sono riposte in Ciro Immobile e Lorenzo Insigne, certamente due dei nomi di spicco per le probabili formazioni di Italia Ucraina. Non c’è dubbio sul fatto che Immobile e Insigne siano ormai due nomi di grande caratura anche a livello internazionale, ma per entrambi resta ancora una pecca da migliorare, cioè il rendimento in Nazionale certamente non esaltante. I numeri di Immobile parlano di 7 gol in 33 presenze, certamente pochi per un bomber di razza come Ciro, a maggior ragione se si considera che l’ultima rete risale ad ormai oltre un anno fa, il 5 settembre 2017 contro Israele, a cui hanno fatto seguito altre sette presenze senza trovare più la via del gol, un digiuno anomalo per Immobile. Discorso molto simile per Lorenzo Insigne, autore di appena 4 gol in 27 presenze con la maglia azzurra; l’ultima esultanza in questo caso è un po’ più recente, cioè il 27 marzo 2018 in amichevole contro l’Inghilterra, ma certamente anche da insigne ci si aspetta di più per lanciare la rinascita azzurra. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

IL DUELLO DEGLI ORIUNDI

Nelle probabili formazioni di Italia Ucraina troviamo anche due oriundi, entrambi di origini brasiliane, che vivranno dunque uno speciale duello a distanza. Nell’Italia naturalmente c’è Jorginho: la famiglia paterna è originaria della provincia di Vicenza e proprio dal Veneto, anche se nel Verona, è cominciata la sua carriera ad alti livelli, perché già a 15 anni Jorginho è entrato nelle giovanili dell’Hellas, dove è esploso attirandosi l’attenzione del Napoli, per il quale ha giocato per quattro anni e mezzo prima di seguire Maurizio Sarri al Chelsea. Diverso invece è il legame di Marlos Romero Bonfim, per tutti Marlos, con l’Ucraina: in questo caso niente radici familiari nel Paese ex sovietico, ma una parte importante della carriera prima con il Metalist Kharkiv (dal gennaio 2012) e poi con lo Shakhtar Donetsk, che da molti anni ha una folta colonia brasiliana di cui Marlos fa parte dal 2014. Nel settembre 2017 il giocatore ha dunque ricevuto il passaporto ucraino e pochi giorni dopo ha fatto il proprio debutto in Nazionale il 6 ottobre dell’anno scorso. Non mancherà dunque un tocco brasiliano in campo, sperando che sia sinonimo di spettacolo. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

IL PROTAGONISTA

Tanti nomi sono molto attesi nelle probabili formazioni di Italia Ucraina, ma il protagonista in campo e fuori dovrebbe essere Domenico Criscito, ed è facile capire il perché. Mimmo da qualche mese, grazie alla fiducia di Roberto Mancini nei suoi confronti, è tornato ad indossare la maglia della Nazionale, come in precedenza non gli succedeva da circa quattro anni. Il 2018 per Criscito è stato l’anno dei ritorni sotto tutti i punti di vista, perché dopo sette stagioni nello Zenit San Pietroburgo (dove ha avuto come allenatore tra gli altri anche lo stesso Mancini) è tornato al “suo” Genoa che aveva lasciato sette anni prima per la Russia. A rendere ancora più particolare il suo ritorno, Criscito il 14 agosto è passato sul Ponte Morandi poco prima del crollo e questa tragedia ha rafforzato ancora di più il legame con la città: oggi l’Italia gioca a Genova anche per questo motivo e naturalmente per Criscito la partita sarà più speciale che per chiunque altro. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

LE ULTIME NOTIZIE

Italia Ucraina si gioca a Genova stasera, alle ore 20.45 presso lo stadio Luigi Ferraris di Marassi, quando le due formazioni scenderanno in campo per una amichevole internazionale dai molteplici significati, a partire dal doveroso omaggio a una città ferita dalla tragedia del Ponte Morandi. Dal punto di vista più strettamente sportivo però Italia Ucraina è una partita in preparazione ai prossimi impegni ufficiali nella Uefa Nations League. Per gli azzurri è un momento difficile anche nella nuova competizione europea: dopo la mancata partecipazione a Russia 2018, ora si rischia la retrocessione in Serie B di questo torneo che è diviso in quattro diverse fasce, un altro colpo all’immagine azzurra che sarebbe meglio scongiurare. La sfida si annuncia dunque interessante: andiamo allora a vedere quali sono, a poche ore dalla partita, le probabili formazioni di Italia Ucraina.

PRONOSTICO E QUOTE

L’Italia, nonostante stia attraversando un periodo difficile, è considerata favorita per la vittoria nell’amichevole di questa sera a Genova. Le quote dell’agenzia Snai propongono infatti il segno 1 a 1,70, mentre in caso di pareggio e quindi di segno X si salirà fino a 3,40, per arrivare infine a 5,00 volte la posta in palio in caso di colpaccio dell’Ucraina, identificato naturalmente con il segno 2.

PROBABILI FORMAZIONI ITALIA UCRAINA

LE SCELTE DI MANCINI

Roberto Mancini deve provare ad invertire la recente tendenza negativa nel più breve tempo possibile e per riuscirci dovrebbe affidarsi a una formazione nella quale certamente la qualità non manca. Si cerca dunque una scossa che parta già dall’amichevole di stasera a Genova (anche per regalare una gioia a questa città martoriata) e che possa poi far sentire i propri effetti anche in Nations League, dove siamo a rischio retrocessione. Il commissario tecnico dunque dovrebbe proporre il 4-3-3 con Donnarumma fra i pali; in difesa Florenzi terzino destro, la coppia centrale composta da Bonucci e Chiellini e come terzino sinistro Criscito, che a Marassi sarebbe il vero padrone di casa; possibile un centrocampo all’insegna della qualità con Bernardeschi, Jorginho e Verratti e sarà interessante vedere come i tre sapranno coesistere. Spazio alla qualità anche in attacco, affidandosi agli italiani che in campionato stanno dando le migliori indicazioni, cioè Chiesa e Insigne come esterni ai fianchi della prima punta Immobile.

LE MOSSE DI SHEVCHENKO

L’Ucraina, dopo non essere riuscita a qualificarsi ai Mondiali di Russia 2018, si sta riscattando: la Nazionale di Andriy Shevchenko fa parte della Serie B della Uefa Nations League e ha cominciato benissimo il proprio cammino con due vittorie in altrettante partite. Se gli azzurri si stanno preparando per affrontare la Polonia, per l’Ucraina c’è nel mirino la partita contro la Repubblica Ceca di martedì prossimo e Sheva potrebbe schierare i suoi ragazzi a Marassi secondo il modulo 4-2-3-1. Il veterano Pyatov in porta; davanti a lui il terzino destro Karavaev, i centrali Burda e Rakitskiy e sulla fascia sinistra Matvienko; in mediana ci potremmo aspettare la coppia composta da Stepanenko e Malinowski; sulla trequarti ecco poi un terzetto di volti abbastanza noti con Yarmolenko, l’oriundo di origini brasiliane Marlos e Konoplyanka ad agire in appoggio alla prima punta Yaremchuk.

IL TABELLINO

ITALIA (4-3-3): Donnarumma; Florenzi, Bonucci, Chiellini, Criscito; Bernardeschi, Jorginho, Verratti; Chiesa, Immobile, Insigne. All.: Mancini.

UCRAINA (4-2-3-1): Pyatov; Karavaev, Burda, Rakitskiy, Matvienko; Stepanenko, Malinowski; Yarmolenko, Marlos, Konoplyanka; Yaremchuk. All.: Shevchenko.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori