DIRETTA/ Psv Inter (risultato finale 1-2) streaming video e tv: decide un gol di Icardi!

- Claudio Franceschini

Diretta Psv Inter, info streaming video e tv: probabili formazioni, quote, orario e risultato live della partita che si gioca per la seconda giornata nel gruppo B della Champions League

Inter_mucchio_Tottenham_gol_lapresse_2018
Probabili formazioni Inter Udinese, Serie A 16^ giornata (Foto LaPresse)

DIRETTA PSV INTER (RISULTATO FINALE 1-2): VITTORIA DEI NERAZZURRI!

Psv-Inter termina con il risultato di 2-1 in favore dei nerazzurri, che centrano la seconda vittoria consecutiva in Champions League e voltano in testa al gruppo B insieme al Barcellona. Avvio in salita degli uomini di Spalletti, che vanno sotto per via della rete di Rosario. Prima dell’intervallo Nainggolan pareggia i conti. Nella ripresa Icardi trova il vantaggio che vale i tre punti. Vittoria pesantissima dell’Inter, che sbanca il Philips Stadion.

GOL DI ICARDI!

Quando siamo all’80’ di gioco il risultato di Psv-Inter è di 2-1 in favore dei nerazzurri. Gli ospiti passano in vantaggio al 59’ grazie alla rete messa a segno da Mauro Icardi. Tutto nasce da un lancio millimetrico di Vecino per lo scatto dell’argentino, che ruba tempo e spazio a Schwaab. Zoet, in uscita, travolge il proprio difensore e lascia la porta sguarnita per il facile tocco di Icardi. L’Inter potrebbe addirittura chiudere il match vista la pessima serata della difesa olandese. Al 69’ il solito Vecino attiva il radar per il colpo di testa di Icardi che questa volta viene fermato da un buon intervento di Zoet. Al 78’ il Psv si rende pericolosissimo con la girata del neo entrato Malen; strepitoso Handanovic nel chiudere lo specchio.

PSV INTER, DIRETTA LIVE

PALO DI PEREIRO!

Quando siamo al 55’ di gioco il risultato di Psv-Inter è sempre ferma sull’1-1 per effetto dei gol siglati nel primo tempo da Rosario e Nainggolan. Nella ripresa i ritmi sono subito alti con l’Inter che si rende pericolosa al 48’. Politano rientra su Angelino e lascia partire un bel cross per il colpo di testa di Icardi, che anticipa tutti ma non ci mette la forza necessaria. Zoet blocca a terra. Un minuto più tardi il Psv sfiora il nuovo vantaggio. Bergwijn se ne va come un fulmine sulla sinistra, penetra in area di rigore e mette a rimorchio un cross insidioso. Il pallone, lisciato dalla difesa interista, arriva a Pereiro che dal limite si gira e calcia in porta. La sfera termina sul palo ad Handanovic battuto.

PAREGGIO DI NAINGGOLAN!

Il primo tempo di Psv-Inter termina con il risultato di 1-1 per effetto del pareggio di Radja Nainggolan al 43’. Succede di tutto nel finale di tempo, con l’Inter che sfiora il pareggio per due volte con Icardi. L’argentino ci prova con due colpi di testa insidiosi ma il primo termina fuori di pochissimo, il secondo viene salvato da Zoet. Il Psv prova a rifiatare con un tiro improvviso da punizione di Lozano; Handanovic alza in corner. Al 44’ arriva il meritato pareggio dell’Inter: Asamoah calcia verso la porta trovando una pessima respinta di Zoet. Icardi viene murato ma la sfera arriva al limite dell’area, proprio sui piedi di Nainggolan che non perdona.

GOL DI ROSARIO!

Alla mezzora di gioco il risultato di Psv-Inter è di 1-0 in favore dei padroni di casa per effetto del gol siglato da Rosario al 27’. Il Psv sfiora il vantaggio al 20’, quando Rosario lascia partire un tiro improvviso dalla distanza. Il pallone, deviato da Skriniar, schizza davanti ad Handanovic che para d’istinto. Sulla ribattuta lo stesso Handanovic e D’Ambrosio evitano il tap-in di Lozano. Al 26’ arriva la risposta dell’Inter con Icardi che addomestica bene un cross di Nainggolan. Il capitano nerazzurro appoggia poi per Vecino che da buona posizione spara alto sopra la traversa. Un minuto più tardi il Psv trova una rete pazzesca con Rosario. Il centrocampista degli olandesi riceve palla e, lasciato libero da Brozovic, sfodera un destro da cineteca che termina dove Handanovic non può arrivare.

OCCASIONE PER BERGWIJN!

Quando siamo al 10’ di gioco il risultato di Psv-Inter è sempre fermo sullo 0-0. Avvio molto piacevole al Philips Stadion con l’Inter subito all’attacco. Al 1’, dagli sviluppi di un corner, gli uomini di Spalletti cercano lo schema con Politano a liberare il tiro da fuori di Nainggolan. La conclusione c’è ma non la potenza; Zoet para senza problemi. La risposta del Psv arriva al 4’ e fa paura. Uno scatenato Dumfries sfonda sulla corsia destra e mette in mezzo un traversone per la testa di De Jong, appostato all’altezza del secondo palo. L’attaccante degli olandesi sceglie intelligentemente di fare la sponda per Bergwijn, che da centro area spara in curva. Gara equilibrata fra due squadre che si stanno affrontando a viso aperto.

FORMAZIONI UFFICIALI!

Psv Inter comincia a minuti: le due squadre si sono già incontrate due volte nella loro storia ed con il bilancio nettamente a favore dei nerazzurri che vinsero in entrambe le circostanze. Era l’autunno del 2007 quando le due compagini si ritrovarono nello stesso girone di Champions League. A Milano i nerazzurri si imposero per 2-0 grazie a una doppietta di Zlatan Ibrahimovic’ mentre al ritorno ad Eindhoven fu sufficiente una rete di Julio Ricardo Cruz all’ora di gioco. Il Psv ha incontrato nella sua storia per 24 volte squadre italiane in competizioni europee ufficiali, il bilancio ci parla di 9 successi, 10 sconfitte e 5 pareggi a fronte di 26 reti segnate e 28 incassate. I nerazzurri invece hanno incontrato avversari olandesi per 19 volte con 8 vittorie, 6 pari e 5 ko grazie a 23 gol fatti e 17 subiti. Sono ben otto anni che la beneamata non incontra club olandesi sul suo cammino in Europa. Il doppio precedente risale all’autunno del 2010 quando nel girone di Champions League affrontò il Twente. All’andata a Enschede la gara terminò col risultato di 2-2 in una partita rocambolesca in cui le due squadre siglarono tutti i gol nella prima frazione di gioco. A Milano invece bastò un gol di Esteban Cambiasso a liquidare la pratica. Ecco ora le formazioni ufficiali di Psv Inter: finalmente si comincia! PSV (4-3-3): 1 Zoet; 22 Dumfries, 5 Schwaab, 4 Viergever, 6 Tasende; 18 Rosario, 7 Pereiro, 8 Hendrix; 11 Lozano, 9 L. De Jong, 17 Bergwijn. Allenatore: Mark Van Bommel INTER (4-2-3-1): 1 Handanovic; 33 D’Ambrosio, 6 De Vrij, 37 Skriniar, 18 Asamoah; 8 Vecino, 77 Brozovic; 16 Politano, 14 Nainggolan, 44 Perisic; 9 Icardi. Allenatore: Luciano Spalletti (agg. di Matteo Fantozzi)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

Psv Inter viene trasmessa in diretta tv sui canali Sky, e dunque è un’esclusiva per gli abbonati alla televisione satellitare: appuntamento nello specifico su Sky Sport Arena (numero 204) e Sky Sport 253, dove si potrà anche acquistare il singolo evento utilizzando il codice 417526. Ovviamente la partita di Champions League è disponibile anche in diretta streaming video, collegando fino a due apparecchi mobili (PC, tablet o smartphone) ai dati del proprio abbonamento così da attivare l’applicazione Sky Go, che non comporta costi aggiuntivi.

I NUMERI DELLA PARTITA

Fanno riflettere i numeri che ci portano alla gara Psv-Inter. Gli olandesi sono stati fino a questo momento perfetti in Eredivise, riuscendo a vincere 7 partite su 7 e dimostrando di essere una squadra in grado di dominare il campionato. In poche giornate la squadra è diventata la migliore difesa del campionato con appena 3 reti subite e anche il miglior attacco grazie a 26 reti fatte. Una perfezione che non si è rivista in Champions League dove il livello è senza dubbio un altro e dove il Barcellona ha tolto molte certezze a una squadra giovane e di talento. L’Inter invece si è ripresa dopo un inizio di stagione da film horror. La squadra di Luciano Spalletti deve molto proprio alla vittoria col Tottenham nella prima giornata di Champions League, un successo arrivato con due gol negli ultimi minuti quando i nerazzurri sono stati in grado di ribaltare una partita che sembrava già persa. In campionato in 7 partite sono arrivate 4 vittorie, 1 pareggio e 2 sconfitte. Il dato che sicuramente è confortante è quello dei gol subiti, appena 5 come la Juventus, anche se davanti si può fare qualcosa di più. (agg. di Matteo Fantozzi)

NEL NOME DI RONALDO

Psv Inter vivrà naturalmente nel segno di Ronaldo, il doppio ex che ha unito la storia della squadra di Eindhoven a quella dei nerazzurri. Ronaldo “quello vero”, direbbero i tifosi dell’Inter, cioè naturalmente Luis Nazario de Lima, che arrivò in Europa nel 1994 proprio al Psg Eindhoven, che lo aveva acquistato dal Cruzeiro. Il giovanissimo Ronaldo aveva appena 18 anni, nemmeno compiuti all’inizio della stagione, ed era alla prima esperienza lontano dal Brasile, in un calcio completamente diverso: eppure, nonostante tutto questo, in due stagioni giocò 57 partite nelle quali segnò 54 gol, alla media praticamente di una rete per partita, nonostante nel secondo anno avesse dovuto fare i conti con un infortunio al ginocchio che gli permise di giocare solo 21 partite in competizioni ufficiali. Furono comunque sufficienti per passare al Barcellona, che un solo anno dopo l’avrebbe venduto all’Inter. Poco prima da Eindhoven era passato un altro leggendario brasiliano, Romario: insomma, il fascino c’è tutto, nel nome di Ronaldo tre punto non solo farebbero molto comodo, ma avrebbero un sapore ancora più speciale… (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

I BOMBER

C’è grande attesa per Mauro Icardi in Psv-Inter dopo che l’attaccante argentino ha bagnato il suo esordio in Champions League con un gol al volo da fuori area contro il Tottenham. Luciano Spalletti ha deciso di farlo riposare nell’ultima gara di campionato contro il Cagliari dando spazio a Lautaro Martinez, ma stasera lo riproporrà al centro del suo 4-2-3-1 permettendogli così di provare ad essere ancora decisivo. Lo dovrà fare in una gara importante contro un avversario da non sottovalutare soprattutto quando gioca tra le mura amiche ad Eindhoven. Gli olandesi ormai da fin troppi anni non hanno un attaccante centrale di rilievo come Rud Van Nisterlooy che ha scritto la storia di questo club, ma hanno trovato in Luuk de Jong un ragazzo umile che si mette a disposizione della squadra e che segna anche il suo buon numero di gol. L’involuzione drammatica del calcio olandese dell’ultimo decennio ha portato a indebolire decisamente anche club prestigiosi come Psv ed Ajax, nonostante questo non sono rari gli esempi di calciatori di buon livello come appunto de Jong. Alto 188 centimetri sfrutta il suo fisico per essere devastante sui calci da fermo, nonostante questo non difetta nemmeno nella rapidità quando si aprono spazi. Avrà di fronte comunque un cliente molto scomodo da superare come Milan Skriniar. (agg. di Matteo Fantozzi)

L’ARBITRO

Psv-Inter sarà diretta, come abbiamo visto prima, dal fischietto serbo Milorad Mazic: con lui in campo in terra oranje anche gli assistenti Milovan Ristic e Dalibor Djurdevic, come pure Nemaja Petrovic, in qualità di quarto uomo. Mazic, arbitro Fifa dal 2009, ha di certo collezionato parecchia esperienza in ambito continentale visto che cono già 36 le sue presenze solo nella Champions league: nella stagione corrente poi il fischietto di Vrbas ha messo già a bilancio ben 5 presenze in campo. In tali occasioni segnaliamo poi che il direttore di gara ha fissato a tabellino ben 28 cartellini gialli ma solo un calcio di rigore concesso questo nella fase preliminare proprio della Champions league. Volendo poi completare la nostra analisi possiamo ricordare che in carriera il direttore di gara serbo non ha mai incontrato il Psv o l’Inter benchè abbia collezionato non pochi precedenti con club olandesi e italiani (qui anche Juventus, Milan, Napoli, Roma e Lazio). (agg Michela Colombo)

ORARIO E PRESENTAZIONE DELLA PARTITA

Psv Inter, diretta dall’arbitro serbo Milorad Mazic, si gioca nell’ambito della seconda giornata della Champions League 2018-2019: squadre in campo alle ore 21:00 di mercoledì 3 ottobre per una partita che può significare già molto per i nerazzurri. A punteggio pieno nel gruppo B dopo l’entusiasmante vittoria contro il Tottenham, l’Inter punta un successo esterno per aumentare le possibilità di qualificarsi agli ottavi, in un gruppo considerato davvero ostico nel giorno dei sorteggi ma ora reso più “morbido” dal 2-1 con cui Icardi e Vecino hanno piegato gli Spurs in rimonta. Il Psv, demolito al Camp Nou due settimane fa, rischia seriamente di fare da vittima sacrificale come era nelle previsioni della vigilia, ma specialmente nelle partite casalinghe non andrà sottovalutato perchè ha comunque la qualità per mettere in difficoltà avversarie anche superiori.

RISULTATI E PRECEDENTI

Visti i suoi trascorsi rossoneri – con il Milan anche uno scudetto – per Mark Van Bommel questo potrebbe essere una sorta di derby; il suo Psv ha perso nettamente contro il Barcellona e ha dimostrato di avere qualcosa in meno rispetto alle grandi squadre europee. Lo dice lo storico degli ultimi anni: dopo la semifinale di Champions League nel 2005 gli olandesi non sono più riusciti a riproporsi a grandi livelli, anche se certamente tra le formazioni “minori” è una di quelle più ostiche. Dovrà stare attenta l’Inter, che però è in un grande momento: la vittoria contro il Tottenham ha aperto una striscia di tre successi in campionato, con i quali i nerazzurri si sono rilanciati trovando anche solidità difensiva (un solo gol subito) e riuscendo soprattutto a rimanere ampiamente competitivi con il turnover, e con un Mauro Icardi che in Serie A è fermo al momento ad un solo gol su rigore. Questo test del Philips Stadion sarà importante anche per continuare nel progetto aggiungendo un’altra mattonella alla costruzione di una fiducia che potrà essere determinante per i prossimi impegni dei nerazzurri.

PROBABILI FORMAZIONI PSV INTER

Il 4-3-3 base del Psv può diventare un 4-2-1-3 più offensivo: la posizione di Gaston Pereira è sulla trequarti in appoggio al tridente formato da Lozano, Luuk De Jong e Bergwijn, e dunque in mediana – almeno in fase di possesso – restano soltanto in due. Hendrix sembra certo del posto, non così Rosario che potrebbe essere sostituito da Erick Gutierrez; in difesa Schwaab e Viergever proteggono il portiere Zoet, Dumfries e Angelino saranno i due terzini. Nell’Inter giocherà ancora D’Ambrosio come terzino destro, in difesa insieme a De Vrij tornano anche Skriniar e Asamoah mentre in porta c’è Handanovic; centrocampo nel quale dovrebbero agire Brozovic e Matias Vecino, con Candreva favorito su Politano a destra, Nainggolan da trequartista e Perisic che si riprende la maglia di esterno alto a sinistra. Davanti appunto Icardi, che alla prima partita di sempre in Champions League ha trovato un meraviglioso gol con il quale ha dato il via alla rimonta vincente nei confronti del Tottenham.

QUOTE E PRONOSTICO

Il fattore campo sembra non essere un problema per i bookmaker, anche se le quote – che vedono l’Inter favorita – sono comunque in equilibrio: l’agenzia di scommesse Snai indica a 2,35 il valore sul segno 2 che dovrete giocare per il successo esterno dei nerazzurri, mentre il segno 1 per la vittoria del Psv Eindhoven vale comunque 2,95 volte la posta messa sul piatto. Per quanto riguarda l’eventualità del pareggio (regolata dal segno X), il vostro guadagno su questa partita del Philips Stadion sarebbe pari a 3,45 volte la somma che avrete deciso di mettere sul piatto.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori