INVASIONE DI CAMPO PER CRISTIANO RONALDO/ Video, bambino vuole autografo: CR7 lo accontenta in Udinese-Juve

- Dario D'Angelo

Udinese-Juventus, invasione di campo per Cristiano Ronaldo: bambino aggira la sicurezza alla Dacia Arena e chiede un autografo al suo idolo prima di commuoversi, video. 

invasione_campo_ronaldo_youtube
Invasione di campo per Cristiano Ronaldo

Anche in Udinese-Juventus è andato in gol, ma per Cristiano Ronaldo la rete più bella è stata quella segnata alla Dacia Arena prima del calcio d’inizio, quando il fenomeno portoghese ha realizzato il sogno di un suo piccolo fan. Il bambino in questione, pur di riuscire a vederlo da vicino, ha sfidato infatti la sicurezza dello stadio cimentandosi in uno scatto da piccolo centometrista per raggiungere il suo idolo. Pochi secondi decisivi, frazioni da prendere al volo sperando che gli steward chiudano un occhio trattandosi del riscaldamento del match. Il bambino riesce ad entrare in campo, supera tanti calciatori famosi senza neanche fermarsi a guardarli: il suo obiettivo è uno solo, arrivare da Cristiano Ronaldo. E appena gli arriva ad un passo fà la cosa che gli riesce più spontanea di tutte: lo abbraccia, come fosse un amico, uno di famiglia. La reazione di Ronaldo? Da campionissimo. 

L’AUTOGRAFO E LE LACRIME

Cristiano Ronaldo è certamente stupito dell’irruzione in campo del bambino ma non si scompone più di tanto. Ricambia l’abbraccio, poi fa per andare, vorrebbe continuare il suo riscaldamento. E sembra tutto sul punto di finire quando l’addetto alla sicurezza fa per allontanare il bambino. Ma è a quel punto che il piccolo temerario fa la sua personale richiesta al campione: estrae un foglio, forse una figurina, poi tira fuori dalla tasca anche un pennarello e chiede l’autografo a Cristiano che, divertito, anche stavolta non si sottrae. Pochi secondi ancora, il tempo di uno scatto verso bordocampo con Ronaldo, che ha già ripreso ad allenarsi. Poi di nuovo la recinzione da scavalcare, uno slalom in mezzo ai tifosi per raggiungere il papà, lo stesso che probabilmente gli ha detto:”Vai, prova, vediamo che succede”. E’ il momento dell’abbraccio, il bambino mostra orgoglioso l’autografo e subentra la commozione: non ci crede, ha appena realizzato il suo sogno. Sono lacrime di gioia, che non dimenticherà. 







© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori