VIDEO/ Genoa Napoli (1-2): Chiariello come Mourinho! Gol e highlights della partita (Serie A, 12^ giornata)

- Fabio Belli

Video Genoa Napoli (1-2): highlights e gol della partita di Serie A, anticipo della 12^ giornata allo stadio Ferraris

Allan testa Napoli Genoa lapresse 2018 640x300
Diretta Napoli Genoa: un precedente (Lapresse, repertorio)

C’è un video legato al post partita di Genoa-Napoli che ci mostra come la vittoria sia stata davvero molto importante per gli azzurri. Su Canale 21 Umberto Chiariello ha voluto provocare un po’ i tifosi della Juventus imitando il gesto di José Mourinho che mercoledì scorso ha sbancato l’Allianz Stadium. Il tecnico portoghese ha portato la mano all’orecchio, come a sottolineare di non sentire l’urlo dei tifosi bianconeri. Chiariello chiama a sé tutti quelli che avevano già dato per spacciato il Napoli di Carlo Ancelotti, andato sotto nel primo tempo contro il Genoa per un gol di Kouame. Nella ripresa, dopo la sospensione per pioggia, sono arrivati i gol prima di Fabian Ruiz e poi l’autorete decisiva prima del triplice fischio finale. Chiariello analizza la partita con grande professionalità, ma poi vuole condire la sua disamina con un gesto provocatorio a far capire come la stagione possa riservare ancora grandi sorprese. Clicca qui per il video. (agg. di Matteo Fantozzi)

IL RACCONTO DELLA PARTITA

Gli highlights di Genoa-Napoli ci raccontano una partita con diversi e interessanti colpi di scena. Abbiamo visto infatti una vittoria in rimonta del Napoli a Marassi contro un Genoa paradossalmente perfetto per un’ora, ma che quando inizia a piovere a dirotto e il campo diventa un pantano, perde certezze a discapito del fatto che il Napoli è considerato squadra più tecnica. I Grifoni iniziano con pressing alto e gioco avvolgente, il Napoli però sa far male nelle ripartenze. Partenopei vicinissimi al vantaggio con un palo colpito da Insigne, ma a passare al 20′ è il Genoa: gran cross dalla destra di Romulo, Kouamé brucia Hysaj e di testa schiaccia in rete. Insigne e Callejon viaggiano bene sulla destra e lo spagnolo serve un pallone a Milik, ma sulla conclusione da due passi del polacco Radu fa il miracolo. Nella ripresa il Genoa parte sempre a ritmi alti, ma poi si scatena un vero nubifragio sul Ferraris: gioco sospeso per un quarto d’ora, il pioggia cessa ma il campo è un vero acquitrino. Il Napoli però al 17′ trova il pari grazie ai nuovi entrati dopo l’intervallo: gran colpo di tacco smarcante di Mertens e Fabian Ruiz piazza il pallone dove Radu non può arrivare. Il match diventa una partita a scacchi col pallone spesso bloccato dalle pozzanghere: a 3′ dalla fine spiove un pallone in area con Albiol pronto a spingerlo in rete, ma forse la spinta è su Biraschi. Di sicuro è il difensore a impattare il pallone e a infilare la propria porta, grandi proteste genoane ma il gol viene convalidato: dopo 4’30” di recupero, Ancelotti mette in cassaforte tre punti preziosissimi, viste le circostanze.

Clicca qui per gli highlights di Genoa-Napoli

VIDEO GENOA-NAPOLI (1-2): LE DICHIARAZIONI

Amaro il commento del tecnico del Genoa, Ivan Juric, in conferenza stampa dopo il ko interno contro il Napoli: “Penso che la squadra ha fatto tutto quello che volevo. Ci sono state tante cose positive contro una grandissima squadra. L’acqua ha limitato noi nelle ripartenze ma dopo l’1-1 non ricordo situazioni pericolose. La squadra ha fatto una grande prestazione, ha fatto cose positive ma ha raccolto poco. Il pubblico però queste cose le apprezza e alla fine siamo stati applauditi. Perdere così, dopo il Milan, brucia: le ultime sono state partite preparate e giocate bene. Ci sono cose da migliorare ma non posso rimproverare nulla alla squadra Spero che i ragazzi siano consapevoli e che abbiano la testa libera per iniziare a preparare il derby.”

E’ consapevole invece dell’importanza della vittoria il vice allenatore del Napoli, Davide Ancelotti. È stato lui a commentare il match in conferenza stampa: “Nel secondo tempo abbiamo fatto la differenza, abbiamo deciso di cambiare atteggiamento e giocare in un modo diverso. Poi ovviamente i cambi non è la prima volta che ci danno vantaggio perché i giocatori quando si sentono coinvolti danno il massimo. Diciamo che a un certo punto tutte e due le squadra hanno visto che era difficile giocare. Poi l’arbitro ha preso la decisione di andare avanti ed e lì che si è vista la differenza. Sono tre punti fondamentali e ce ne andiamo con un ricordo diverso da questo stadio rispetto al match contro i blucerchiati: siamo migliorati nella consapevolezza di far cose diverse. Contro la Samp abbiamo giocato qui all’inizio del nostro percorso. Ora siamo a metà strada e dobbiamo continuare a migliorare.”

IL VIDEO DEI GOL



© RIPRODUZIONE RISERVATA