Federico Chiesa/ Giancarlo De Sisti: “Ha i numeri per essere il nuovo crack del calcio italiano”

- int. Giancarlo De Sisti

Lui è Federico Chiesa, 21 anni figlio d’arte di Enrico Chiesa, grande giocatore del calcio italiano. Abbiamo sentito una delle bandiere della viola di tutti i tempi, Giancarlo De Sisti.

Chiesa_Fiorentina
Federico Chiesa, esterno offensivo della Fiorentina (Foto: Lapresse)

Lui è Federico Chiesa, 21 anni figlio d’arte di Enrico Chiesa, grande giocatore del calcio italiano. Il nuovo crack del nostro football, uno che sembra destinato a poter arrivare a grandi traguardi. E’ ormai diventato la bandiera della Fiorentina di cui è sicuramente il giocatore più importante. Il simbolo di una città che sogna con lui di rivivere nuovi successi. Anche in Nazionale le cose sembra che stiano così. Chiesa è l’elemento più importante di questa nuova Italia di Mancini, a caccia anche lei di rivalse e nuove vittorie. Federico Chiesa nato per entrare nella storia del calcio… Per parlare dell’attaccante della Fiorentina e della Nazionale abbiamo sentito una delle bandiere della viola di tutti i tempi, Giancarlo De Sisti. Eccolo in questa intervista a IlSussidiario.net.

Federico Chiesa il nuovo crack del calcio italiano?

Diciamo che i numeri li ha tutti, è un giocatore molto forte. Corre tanto, riesce a essere sempre nella zona del campo ideale, si sacrifica per la squadra, segna. I presupposti che Chiesa diventi un grande calciatore ci sono tutti. Lui è un vero talento del nostro calcio!

Cosa potrà fare con la Fiorentina, potrà diventare un simbolo della viola?

Intanto sta già facendo molto a Firenze, con un rendimento sempre alto. Sicuramente
potrebbe diventare un simbolo della viola. Per quanto riguarda i successi dipenderà anche dai calciatori che avrà intorno, dipenderà dalla volontà dei Della Valle di cederlo. Chiedetelo a Antognoni magari (ride, ndr)…

Potrebbe andare a giocare anche in qualche top club europeo, se si trasferisse all’estero?

Per il momento lasciamolo crescere, le offerte non mancano neanche in Italia. Poi prima di andare in top club come Real Madrid, Barcellona, i top club della Premier League, tutti i migliori club europei dovremo vedere cosa farà Chiesa in futuro. Una cosa alla volta.

Cosa potrà fare in Nazionale, sarà lui il leader dell’Italia di Mancini?

E’ uno dei migliori calciatori italiani di questa nuova Nazionale, potrebbe diventarne il simbolo perché no. Ci sono in ogni caso altri giocatori che si stanno mettendo in evidenza, come Insigne. Basta vedere quello che sta facendo con Ancelotti al Napoli.

Come lo giudica tecnicamente?

E’ un esterno, una seconda punta ma sa anche ricoprire tutti i ruoli d’attacco, sa sempre sacrificarsi con tanta umiltà in questa zona del campo.

Si può paragonare ai grandi attaccanti del passato, Riva, Bruno Conti, lo stesso Mancini?

Ogni giocatore è unico non assomiglia a nessuno. Per quanto riguarda Mancini lui sapeva fare la mezzala, sapeva fare la seconda punta. E’ stato un grande attaccante.

Potrà portare la Nazionale a grandi traguardi, anche la Fiorentina magari?

Lo speriamo tutti è un augurio. Sarebbe bello poi che poi riportasse la Fiorentina a successi importanti. E’ quello che voglio naturalmente!

De Sisti, Antognoni, Federico Chiesa la nuova bandiera della Fiorentina…

Sono contento che mettete anche me, c’è Antognoni lui non può mancare. Ma come si fa a dimenticare Hamrin, Merlo e poi Batistuta. Gabriel ha fatto grandi cose a Firenze. E tanti altri giocatori che hanno fatto imprese importanti con la viola. Chiesa potrebbe diventare come loro, rendere grande anche lui la Fiorentina.

Quanto è amato a Firenze Federico Chiesa?

Tanto, tantissimo, i tifosi stravedono per lui, ormai è entrato nel cuore dei tifosi della Fiorentina. Un grande giocatore di Firenze!

(Franco Vittandini)

© RIPRODUZIONE RISERVATA