DIRETTA / Atp Parigi-Bercy 2018 finale Djokovic Khachanov (5-7 4-6): ha vinto il russo, quarto titolo Atp!

- Mauro Mantegazza

Diretta Atp Parigi Bercy 2018 finale Djokovic Khachanov: risultato finale 5-7 4-6, il russo vince il titolo Master 1000 e fa la storia, da domani sarà numero 11 al mondo.

Novak_Djokovic_orecchio_UsOpen_lapresse_2018
Diretta Atp Parigi Bercy: Djokovic Khachanov (Foto LaPresse, repertorio)

DIRETTA DJOKOVIC KHACHANOV (5-7 4-6)

Karen Khachanov scrive la storia: è lui a vincere il torneo Atp Parigi-Bercy 2018, e diventa l’unico giocatore in grado di battere Novak Djokovic nei grandi tornei da Wimbledon a oggi. La finale termina in un’ora e 38 minuti con il risultato di 7-5 6-4: qualcosa di incredibile per il russo, che festeggia il quarto titolo Atp ma il primo di un certo peso, da domani sarà il numero 11 del ranking Atp e ovviamente diventa il giocatore del momento, perchè dopo Alexander Zverev diventa il secondo giocatore della sua generazione a mettere le mani su un Master 1000. Il trionfo del russo non toglie nulla allo strepitoso periodo di Djokovic, che diventa numero 1 al mondo e con questo ranking si lancia verso le Atp Finals, con l’obiettivo di vincerle per la sesta volta. Oggi però anche lui ha scoperto di essere umano: non gli è bastato il successo al fotofinish contro Roger Federer per assicurarsi il quinto Parigi-Bercy in carriera, anche lui oggi deve sottostare alla legge di un Khachanov che ora dovrà essere bravo a confermarsi su questi livelli. Come sappiamo, non sarà affatto semplice. (agg. di Claudio Franceschini)

DIRETTA DJOKOVIC KHACHANOV (5-7): 2^ SET

Un incredibile Karen Khachanov vince il primo set, durato quasi 58 minuti, nella finale del torneo Atp Parigi-Bercy 2018: il risultato è 7-5. Certo Novak Djokovic è già stato sotto nel punteggio contro Marin Cilic in questo Master 1000, ma che si trovi in svantaggio nei confronti di un ventiduenne alla prima finale di questo livello, e per quello che si è visto nel parziale, ha certamente del clamoroso. Djokovic era partito forte, centrando quasi subito il break; tuttavia sul 3-1 e servizio si è fatto rimontare, poi lui stesso ha perso il turno di battuta con un esiziale Khachanov che nell’undicesimo gioco è salito 6-5 e ha chiuso alla prima occasione utile. E’ tipico dei grandi giocatori: forse il giovane russo sta davvero vivendo la settimana della vita, e adesso si trova ad un solo set dal vincere un torneo Master 1000 contro il futuro numero 1 del mondo, che ha già dominato il mondo del tennis maschile per anni prima di centrare nel 2018 un grandissimo ritorno. Sarà dunque Khachanov a rovinare la festa a Djokovic? Staremo a vedere… (agg. di Claudio Franceschini)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME SEGUIRE LA PARTITA

La finale del torneo Atp Parigi Bercy 2018 sarà visibile in diretta tv per gli abbonati Sky sul canale numero 201 della piattaforma satellitare, cioè Sky Sport Uno. Il match sarà visibile anche tramite la diretta streaming video garantita da Sky Go, naturalmente sempre a patto di essere abbonati Sky.

DIRETTA DJOKOVIC KHACHANOV (0-0): SI COMINCIA!

Siamo finalmente arrivati alla finale del torneo Atp Parigi-Bercy 2018: a minuti Novak Djokovic scenderà in campo per sfidare Karen Khachanov. Il russo era stato protagonista lo scorso anno della Atp Next Gen a Milano; nel 2018 non vi parteciperà per raggiunti limiti di età (è un classe ’96), mentre nella prima edizione si era trovato nello stesso gruppo di Borna Coric, Jared Donaldson e Daniil Medvedev. Non aveva fatto una grande figura: aveva perso il derby russo per poi cadere anche contro Coric, la vittoria su Donaldson gli era servita soltanto per evitare l’ultimo posto in classifica. Oggi però Khachanov corre per ben altri obiettivi: con la finale conquistata oggi ha già raggiunto il dodicesimo posto nel ranking Atp, qualora dovesse battere Djokovic e vincere il titolo salirebbe in undicesima posizione scavalcando anche il coetaneo Coric, e sarebbe a soli 280 punti dalla Top Ten (chiusa da John Isner). Un grande risultato, mentre già oggi il russo è il quarto giocatore più giovane tra i primi 15 Atp alle spalle del croato (nato a novembre 1996, mentre Khachanov è di maggio), di Alexander Zverev e di Stefanos Tsitsipas. Adesso però è giunto il momento di mettersi comodi e lasciare che a parlare sia il campo: la finale del torneo Atp Parigi-Bercy 2018 sta per cominciare! (agg. di Claudio Franceschini)

DJOKOVIC A CACCIA DI FEDERER

Novak Djokovic gioca la finale del torneo Atp Parigi-Bercy 2018 con un altro obiettivo, oltre a quelli che abbiamo già detto: battendo Karen Khachanov, il serbo si porterebbe ad un solo titolo di distanza da Roger Federer per quanto riguarda la somma dei trofei principali. Prendiamo in considerazione Slam, Master 1000 e Atp Finals: al momento Federer ha 53 di queste vittorie, mentre Rafa Nadal si trova a quota 51 proprio come il serbo. Il quale oggi potrebbe pareggiare il numero di Master 1000 (33), ha ancora tre Slam meno dello spagnolo ma, per contro, 5 Master di fine stagione contro gli zero di Nadal. Dunque la somma dei titoli di Djokovic farebbe 52; Federer ha 20 Major, 27 Master 1000 e 6 Atp Finals, dunque con questo successo sui campi indoor di Parigi Djokovic arriverebbe a contatto con lo svizzero e potrebbe agganciarlo alla O2 Arena di Londra, dove ancora una volta partirà con i crismi del grande favorito. A spezzare questa grande serie di successi può essere Khachanov, che ovviamente sarebbe al primo grande trionfo di una carriera ancora molto giovane. (agg. di Claudio Franceschini)

IL PRECEDENTE

La finale di Atp Parigi-Bercy 2018 è dietro l’angolo: c’è un solo precedente tra Novak Djokovic e Karen Khachanov, ma si tratta di un incontro importante. I due infatti si erano incrociati a Wimbledon, negli ottavi di finale; un dato che dunque ci dice già di quanto il russo sia cresciuto nel corso della sua giovane carriera, e di come questa finale di un Master 1000, per quanto sorprendente, faccia parte di un percorso che ha già toccato altri colleghi della Next Gen prima di lui. Quel giorno sull’erba londinese Djokovic aveva dominato: era finita 6-4 6-2 6-2, il serbo avrebbe poi vinto altre tre partite tra cui la finale contro Kevin Anderson, tornando a festeggiare il principale Slam dopo tre anni e iniziando così il suo strepitoso ritorno verso la vetta del ranking mondiale. Che, come detto, sarà ufficiale da domani; nel mentre Nole vuole prendersi il quinto titolo importante di una stagione memorabile, ancor più se pensiamo che di fatto l’ha cominciata a luglio. Riuscirà Khachanov a stupire ancor più e vincere la finale, entrando di diritto nell’olimpo dei grandi tennisti di oggi? Staremo a vedere… (agg. di Claudio Franceschini)

ORARIO E PRESENTAZIONE DELLA FINALE

Oggi l’appuntamento è con la finale del torneo Atp Parigi Bercy 2018, ultimo Master 1000 della stagione del grande tennis. Alle ore 15.00 si gioca Djokovic Khachanov, la finale emersa dopo le due semifinali di ieri, che sono state una l’opposto dell’altra. Novak Djokovic ci ha regalato insieme a Roger Federer uno spettacolo pazzesco in una partita decisa solamente al tie-break del terzo set: avrebbero meritato di vincere entrambi, ma lo sport è questo e così in finale ecco Nole, da lunedì di nuovo numero 1 del Mondo e straordinario da Wimbledon in poi. Dall’altra parte un volto molto meno noto, quello dell’emergente russo Karen Khachanov, grande talento per il futuro ma forse anche già per il presente: un cammino straordinario per Khachanov questa settimana e oggi pomeriggio potrebbe anche sfruttare la stanchezza di Djokovic, che sicuramente ha faticato molto di più per arrivare fino a qui.

LA FINALE: DJOKOVIC VS KHACHANOV

Novak Djokovic e Karen Khachanov ben rappresentano da una parte il campionissimo di oggi e dall’altra colui che potrebbe diventarlo in futuro – e che questa settimana ha già giocato a livelli spettacolari. Ci perdonerà però il russo se diciamo che la partita che rimarrà negli occhi di tutti sarà la semifinale di ieri fra Djokovic e Federer: non solo una questione di nomi, Nole e Roger ci hanno davvero regalato uno spettacolo memorabile e una partita pazzesca, durata oltre tre ore pur con il format dei due set su tre. Chissà se, dopo una partita del genere, anche un fenomeno come Djokovic patirà la stanchezza, sia fisica sia mentale: il serbo però stia molto attento, perché in quel caso Khachanov potrebbe anche completare l’opera e coronare una settimana già eccellente, nella quale ha lasciato solamente le briciole prima ad Alexander Zverev nei quarti e poi a Dominic Thiem in semifinale. Insomma, non sarà Djokovic Federer, ma anche la partita di oggi potrà fornirci davvero tanti spunti d’interesse…

© RIPRODUZIONE RISERVATA